Image default
Rubriche & Esclusive

Le meglio panterone del palinsesto TV

Panterona s. f. [eng. coguar]. Termine gergale volto a definire donne mature e dalla sensualità prorompente che intrattengono spesso rapporti sentimentali o sessuali con uomini notevolmente più giovani, i cosiddetti “Toy Boy”.

È facile fare le splendide quando si hanno vent’anni (ok, no, non è vero, non è necessariamente facile nemmeno a quell’età), ma la cosa diventa addirittura un’impresa epica se si parla di una donna over quaranta. Esiste però un ristretto numero di signore di mezz’età che ha fatto della figaggine un’arte e che brandisce l’arma della propria avvenenza con tali spregiudicatezza e maestria da far sembrare i fiorellini delle nuove generazioni delle dilettanti della Corrida.
È proprio a questa categoria di Femmine (con la f volutamente maiuscola) che non devono chiedere mai perché gli basta schioccare le dita, che Ale, Syl e io abbiamo deciso di dedicare questo articolo… perché dentro ogni ragazza c’è in fondo il desiderio nascosto di poter un giorno dichiarare con orgoglio: “Sì, anche io sono una cougar!”.

Regina Mills (Lana Parrilla) – Once Upon A Time 

One MILF to rule them all! Quando sento la parola panterona mi viene subito da pensare a lei, la strega cattiva (a fasi alterne) interpretata dalla procace Lana Parrilla.
Voluttuosa e provocante, con i suoi occhi caldi e le sue labbra carnose la nostra Regina ci ha insegnato che si può essere sensuali anche indossando un tailleur dal taglio classico, quel che conta è l’attitudine (anche se avere le sue gambe rappresenta un indiscusso punto a favore).
Prevedibilmente Henry avrà bisogno di tornare in terapia intorno ai quattordici anni, non appena si renderà conto che sua madre popola le fantasie sessuali del 98,7% dei suoi amici, femmine incluse.

lana-s-tongue-lana-parrilla-38760328-500-245

Ashley Marin/Ella Montgomery (Laura Leighton/Hollie Marie Combs) – Pretty Little Liars 

Sarà l’aria di Rosewood, sarà che le figlie son tutte gnocche quindi le mamme devono darsi un tono, ma Pretty Little Liars può vantare almeno due esponenti della nobile categoria delle panterone, con aggiunta di punti bonus perché le due sono anche degne rappresentanti del sindacato dellle MILF.
Laddove la sensualità di Ashley salta subito all’occhio, Ella tende a mascherare la sua sotto un’apparenza estremamente morbida e materna, che le permette di mettere a segno il colpaccio ed accaparrarsi il giovane e affascinante barista Zack.
Se le loro trapunte potessero parlare, le figlie si sentirebbero probabilmente in diritto di cominciare a far uso di sostanze stupefacenti in dosi massicce, cosa che forse le porterebbe finalmente a utilizzare un pratico lanciafiamme per liberarsi non solo di A, ma di tutte le lettere dell’alfabeto.

tumblr_n43m4svsgk1rwn2ygo8_250tumblr_n43m4svsgk1rwn2ygo6_250

Jordan Sullivan (Christa Miller) – Scrubs

Forte del suo sarcasmo e della sua lingua tagliente, Jordan è una panterona che ha gli artigli e non ha paura di usarli.
Predatrice infallibile, la prima volta che incontra J.D. riesce a sedurlo in meno di due minuti e, nonostante siano separati ormai da tempo, continua a tenere in pugno il solitamente irremovibile dottor Cox, utilizzandolo di quando in quando come giocattolo sessuale.

tumblr_n8p9m2biki1rhfn4so1_250tumblr_n8p9m2biki1rhfn4so4_250
tumblr_n8p9m2biki1rhfn4so2_250tumblr_n8p9m2biki1rhfn4so3_250

Debbie Scott (Barbara Alyn Woods) – One Tree Hill 

Una delle capostipiti di un genere, colei che ha reso onore alle MILF ancor prima che tale categoria venisse ufficialmente e ampiamente riconosciuta, la mamma che tutti i giocatori della squadra di Nathan vorrebbero conoscere in senso molto biblico (menzione d’onore per Tim che una volta ci ha provato, seppur con risultati disastrosi e per Skills che invece ci è riuscito, realizzando il sogno di tutti i suoi compagni e guadagnando qualcosa come un milione di punti esperienza).
Nel corso delle nove stagioni dello show, l’inarrestabile Debbie è sopravvissuta a Dan, alle corna messe e ricevute, all’alcolismo, alla droga, a una tata pazza e al fatto che il figlio avesse il quoziente intellettivo di un Barbapapa.
Onore al merito, quindi, per questa donna che non ha mai dimenticato di essere una gnocca anche nei momenti più duri.

4c28d3bc129afafafc034aa0344452e4-26821

[MooNRiSinG]

Lydia Marlowe (Krista Allen) – Significant Mother

Lydia è sicuramente una donna dalla bellezza strepitosa (dove si deve firmare per arrivare a quell’età in quella smagliante forma fisica?), che affronta il percorso standard delle MILF: dopo molti anni spesi a essere “la grande donna dietro a un grande uomo”, è costretta a riprendere in mano la sua vita e affacciarsi al mondo, dal quale si era ritirata per abbracciare un ruolo che adesso non esiste più. L’incontro con Jimmy, il giovane amico del figlio (cosa che complica la situazione solo leggermente avendolo lei visto crescere, una cosa per nulla weird) le fa riscoprire la leggerezza e la freschezza degli amori giovanili regalandole fiducia in se stessa e una bella carica di energia. Quello però che mi ha colpito di lei è il suo essere un po’ naive, molto dolce, semplice e positiva. Ovviamente, alla fine quello con Jimmy non era un calesse, ma era proprio amore. Quindi, non la definirei esattamente “panterona” (per quanto la fisicità di Krista Allen sia prorompente), ma MILF assolutamente sì! Li avete visti quanto sono cariiiiniiii?

Liza Miller (Sutton Foster) – Younger
younger
Con Liza iniziano i problemi di categorizzazione: tecnicamente Liza è di fatto una quarantenne che frequenta un ragazzo molto più giovane di lei, e molto, molto più a lungo di una notte soltanto, ma tecnicamente lui è convinto, almeno nelle premesse del pilot (non state guardando Younger? Dovreste!), che lei sia una sua coetanea, quindi… la scelta è dura: MILF o non MILF? La cosa più eclatante di tutte (oltre a quanto è hot Nico Tortorella, s’intende) è che lei, nonostante abbia quarant’anni, una figlia adulta e il solito matrimonio con rinuncia delle proprie aspirazioni alle spalle, riesce davvero a passare per una ventiseienne, senza che nessuno abbia il minimo sospetto. Come dire: Liza, ha vinto tutto.

Samantha Jones (Kim Cattrall) – Sex and the City

Poteva mancare la nostra Samantha? Non penso proprio! Direi che lei il titolo di “panterona” se lo merita tutto. Vincitrice assoluta con bacio accademico per la scioltezza con cui vive la sua vita prendendosi le sue soddisfazioni senza fare prigionieri. Moderna, disinibita, disinvolta. Certo, non ha figli e questo la esclude dalle MILF classiche, ma in quanto a Toy Boy, non è seconda a nessuno. Smith non solo è molto bello, avete visto la fossetta nel mento? le sta accanto in un momento doloroso, ma se la porta perfino a Hollywood! Per fortuna ci pensa la noia a farla tornare a New York per essere la solita Samantha, insieme alle sue amiche, orfane senza di lei.

[Syl]

Julie Cooper-Nichol (Melinda Clarke) – The O.C.

Impossibile non citare quella che per me è stata la madre di tutte le MILF, colei che ha segnato un’epoca con la sua acidità e spregiudicatezza (anche se nel corso delle stagioni si è un po’ ripresa devo dire… e va anche aggiunto che, volendo dirla tutta, essere la madre di una spina nel fianco come Marissa non deve essere una passeggiata di salute nel parco) costituendo un metro di paragone per le future generazioni, tanto che a tutt’oggi, quando vedo una panterona in TV, non posso non identificarla come “la nuova Julie Cooper”. Specialmente nella prima stagione di O.C. vediamo Julie impegnata nel lasciare suo marito appena la famiglia va in bancarotta per buttarsi sull’anziano (e ricco) patriarca Nichol e fare la sua trophy wife per un po’, nel frattempo spupazzandosi nientepopodimenoché L’EX FIDANZATO DELLA FIGLIA! La donna che ha fatto raggiungere nuove vette all’intera categoria.

Kendall Casablancas (Charisma Carpenter) – Veronica Mars

Altra panterona per eccellenza non solo perché (beata lei!) ha il viso e il corpo della Carpenter, ma per l’attitudine molto “I’m sexy and I know it” con cui si rivolge al prossimo (credo bastino i primi secondi on screen nella premiere della seconda stagione per identificarla appieno). Tipica moglie trofeo per lo schifosamente ricco Mr. Casablancas, che si gode il suo status privilegiato con la nonchalance che si conviene a una super-gnocca del suo calibro e che creerà non poco scompiglio nella trama grazie, tra le altre cose, alla sua relazione con un ragazzo più giovane, oltretutto amico dei suoi figliastri… oltretutto Logan Echolls, che come anche i sassi sanno, è destinato a ben altro.

Cersei Lannister (Lena Headey) – Game of Thrones

Qui stiracchiamo un po’ il concetto di ultraquarantenne a una donna decisamente più giovane perché è dei Sette Regni che stiamo parlando, e nel mondo pseudo-medievale creato da Martin c’è gente che si sposa a 15 anni, quindi la nostra leonessa rientra a pieno titolo nella categoria cougar oltre a essere una indiscussa MILF. E il livello di spregiudicatezza qui vola alle stelle visto che non solo credo che come puro passatempo Cersei se la farebbe volentieri perfino con ragazzi con metà dei suoi anni presi direttamente da Flea Bottom, ma ha dimostrato inequivocabilmente che neanche i legami di sangue possono fermare la sua libido (e ok, Nikolaj/Jaime fa sangue pure a me, ma ricordiamo che nella trama sono fratelli freakin’ gemelli… e tanto per non lasciare in dubbio lo spettatore ha pensato giustamente di passarsi anche il cugino ben meno appetibile, perché un Lannister è pur sempre un Lannister, no?).

Bree Van de Kamp (Marcia Cross) – Desperate Housewives

Quando pensiamo alle avventure delle casalinghe disperate di Wisteria Lane viene spesso automatico identificare Gabrielle come il perfetto esempio di MILF, ma se il personaggio della Longoria ha tutte le carte in regola per essere il futuro sogno segreto di tutti gli amichetti delle figlie (e di certo non si può definire un esempio di ligia fedeltà coniugale) è alla rossa Bree che dovremmo guardare parlando specificatamente di cougar. Nonostante un lutto, un divorzio alle spalle e due figli adulti, nella settima stagione la più “attempata” delle 4 amiche e apparente casalinga perfetta sorprende tutti riuscendo ad andare a segno (ok lo so, sto usando un gergo molto maschile, ma visto che parliamo del manzo di Brian Austin Green direi che ci sta tutto!) con il giovane e avvenente Keith… tra gli altri.

 

Professoressa Lewis (Jane Seymour) – How I Met Your Mother

Non potevo non inserire in lista questo personaggio, anche se compare come guest star in un unico episodio della serie (2×06 “Aldrin Justice”): la rigida prof. di Marshall che dispensa votacci a destra e a manca e che Barney decide di sedurre proprio per “ammansirla”. Seguono parentesi esilaranti con la donna, apparentemente di granito, che non manca di valutare mediocremente anche la prestazione del suo amante, con conseguente maggiore impegno di un Barney sempre meno sicuro di sé, che alla fine è costretto a lasciarla andare perché “she belongs out there. In the wild”.
Nonostante la breve (ma intensa) apparizione, ho voluto annoverarla tra “le grandi” anche solo per il fatto che grazie a lei abbiamo una descrizione dettagliata del classico esemplare di cougar, sapientemente identificata da Barney come segue:

[Ale]

 

Related posts

Quotes of the Week #75

ChelseaH

The Vampire Diaries | Photo-Recap 4×15 – Stand by Me

Prince

Le location di GoT in Spagna

Ale

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv