Image default
Grey's Anatomy Rubriche & Esclusive

Le 4 cose che non funzionano più in Grey’s Anatomy

Con la quindicesima stagione già confermata e il trampolino di lancio verso il record di stagioni per un medical drama di ER, “Grey’s Anatomy” è senza dubbio una delle serie più longeve dell’attuale palinsesto televisivo.

Nel bene e nel male, tra alti e bassi, incidenti, operazioni, storie d’amore e meteoriti che cadono dal cielo (ah no, quello è forse il tema di questo finale di stagione), la serie è sempre riuscita a distinguersi e a conquistare i propri telespettatori. Negli ultimi due anni a questa parte però qualcosa è CAMBIATO, e per lo meno ai miei occhi, “Grey’s Anatomy” ha cominciato un percorso discendente culminato in questa quattordicesima stagione che ormai non ha più né capo né coda.

Per via dell’amore che mi lega a questa serie e tramite un esame di coscienza ho cercato di risalire al MOTIVO dietro a questo crollo e al perché la serie sembra essersi messa alle spalle i grandi splendori di un tempo riuscendo a riassumere il tutto in 4 GRANDI COSE che semplicemente in “Grey’s Anatomy” non funzionano più bene come prima.

NUMERO 1: LE STORYLINE

Ci ricordiamo quanto INTENSE erano le storyline di questo telefilm? Ti strappavano l’anima, eri costantemente in ansia per i personaggi, per i casi medici, per l’ospedale, PER QUALSIASI COSA. Ora invece tutto, almeno per me, passa in maniera molto piatta. Non ricordo di essermi veramente preoccupata per qualcosa o esser rimasta colpita da qualche storyline generale nonostante il fatto che, ATTENZIONE, ci siano state delle GRANDI puntate questa stagione, ma c’è una differenza tra far un grandissimo episodio SINGOLO e portare invece una gran bella storyline. I personaggi non hanno più degli sviluppi interessanti, tutto sembra quasi buttato là a caso per essere risolto dopo uno/due episodi togliendo totalmente pathos alle scene e alla crescita dei personaggi che ormai son FERMI e stabili da un bel po’.

Non ci son grandi scossoni o meglio CI SONO, ma poi si perdono nel vortice di confusione che ormai è diventata questa stagione. Esempio: Contest medico che permetta ai dottori dell’ospedale di sfidarsi a colpi di bisturi, GENIALE. Sviluppo: NOT FOUND. Cioè quello che sarebbe potuto essere un interessantissimo percorso medico, con competizione, medicina, incertezza sulla vittoria finale, si è concluso in un totale NULLA.

Insomma, sembra quasi che non abbiano più idee o che meglio abbiano tante idee diverse, le buttino in mezzo tutte insieme ma non sappiano poi né come svilupparle, né come utilizzarle e questo è sintomo di un calo di livello nella scrittura della serie. E so che forse questo c’entra poco, ma anni fa mi segnavo sempre tutti i voice over di Meredith a inizio e fine puntata, delle CITAZIONI affascinanti, ora invece potrebbero anche non esserci che a me cambierebbe davvero poco.

NUMERO 2: I NUOVI PERSONAGGI

Grosso, GROSSISSIMO problema dello show, visto che ormai i nuovi personaggi che introducono nelle storie hanno lo stesso spessore e interesse di un comodino. Sono piatti, scialbi, utilizzati al 70% come siparietti comici o solo per sviluppare storyline di personaggi già esistenti. A causa di questo non ci importa assolutamente nulla delle nuove matricole, personaggi inizialmente interessanti vengono SPRECATI come semplici interessi amorosi (vedi Carina) oppure semplicemente non vengono mai sviluppati e continuano a girare per l’ospedale sino a che non spariscono/muoiono/partono.

Questo NON va bene, perché per “Grey’s Anatomy” il RICAMBIO è fondamentale; ricordiamoci che siamo partiti con pochi personaggi e nel corso delle stagioni abbiamo sempre perso e guadagnato, con un equilibrio che ha permesso alla serie di continuare tutti questi anni senza tanti dei suoi protagonisti, ma se ora si continua solo a perdere alla fine ci importerà solo di 3/4 personaggi e non più dello show in sé.

NUMERO 3: LE COPPIE

DOVE SONO FINITE? Ma ci ricordiamo Meredith e Derek, Mark e Lexie, Izzie e Alex, Arizona e Callie, Cristina e Owen, Jackson ed April, Teddy e Harry, INSOMMA LE COPPIE VERE dello show, quelle che ci facevano battere il cuore, che ti trascinavano episodio dopo l’altro per poter scoprire cosa sarebbe successo.

Ecco, dov’è finito quel livello di scrittura? Ora abbiamo Jo e Alex, che son forse la coppia più stabile ma paradossalmente quella con meno screen time in ASSOLUTO, Arizona e Carina, Jackson e Maggie e la Bailey con Ben; devo veramente esprimermi sulla cosa? Siamo passati dai LOVE DRAMA per eccellenza ad avere il nulla più totale e per quanto “Grey’s Anatomy” sia un medical drama gli interessi amorosi hanno sempre svolto un ruolo IMPORTANTE.

NUMERO 4: I LEGAMI D’AMICIZIA

Questa è per me una nota DOLENTISSIMA perché per quanto belli fossero Meredith e Derek per me, il vero FULCRO di “Grey’s Anatomy” son sempre state Meredith e Cristina, UN’AMICIZIA, UN AMORE NON ROMANTICO. I rapporti di questo tipo son sempre ciò che mi ha colpito in primis della serie, pensiamo agli inizi, a Izzie, George, Alex, Cristina e Meredith che combattevano con le unghie e con i denti per dimostrare il proprio valore nell’ospedale e coltivavano dei rapporti meravigliosi. Pensiamo a Mark e Derek, ancora di più a Mark e Callie, alla Bailey e Webber, alla Bailey e Callie ad Arizona e Teddy e vi giuro che potrei andare avanti tutta la sera. I rapporti di amicizia, di fiducia, di rispetto hanno sempre rappresentato una parte IMPORTANTISSIMA dello show, così come i rapporti familiari e quello che si era creato nella S12 con Amelia/Maggie/Meredith era probabilmente una delle cose migliori che lo show avesse mai potuto fare negli ultimi anni.

Ora però… IL NULLA. Questo tipo di rapporto sembra scomparso, o meglio appare A CASO quando serve ai fini della storia, non si vede più quella complicità e non viene quindi più data importanza alla cosa. Arizona che non si preoccupa per April, Amelia/Maggie e Meredith che si comportano da sorelle solo sporadicamente, Owen e April unitissimi un periodo ora quasi si ignorano, io davvero NON CAPISCO come sia successo.

Il mio appello a Shonda, Krista e tutta la famiglia di “Grey’s” è quella di lavorare su questi quattro punti, rimboccarsi le maniche e darsi da fare perché il POTENZIALE e l’amore c’è ancora, bisogna solo riprendere in mano la situazione e ristabilire l’armonia dello show, perché se si continua così le cose, almeno dal mio punto di vista, non potranno che peggiorare, soprattutto visto che Shondona ora abbandonerà la barca per passare a Netflix.

 

 

Related posts

A Soundtrack for… Supernatural

barricadeuse

Veronica Mars | Capitoli 38 & 39 – FINE

ChelseaH

Scoop su Agents of SHIELD, Grey’s Anatomy, The Vampire Diaries, OUAT e altri

Meta

2 comments

Syl
Syl 9 Maggio 2018 at 16:03

Sentivo grandemente la necessità di un articolo del genere. Condivido tutto quello che hai scritto. Non è tanto un problema di non amare certe cose e apprezzarne altre, è proprio un discorso di non COMPRENDERE che cosa sta succedendo. Io non penso che dopo 14 stagioni abbiano finito gli argomenti. Paradossalmente, ci sono duemila argomenti che vengono trattati senza nessun approfondimento. Tranne Jackson e Maggie. Perché su quei due sembra sia stata messa la bandiera, tutte le nostre speranze sono su di loro, saranno il futuro di GA e non fa niente se la resa è meno che convincente. Pare quasi che abbiano fatto un voto di scommettere su di loro e nessuno possa romperlo. Meredith e Derek sono stati la coppia della mia vera prima ship “consapevole”, ho pianto lacrime amarissime quando è morto. Ma erano solo la coppia numero uno di tante altre che nel tempo mi hanno appassionato. Alex e Jo, che trovo carini, spesso sono missing. Non capisco onestamente che cosa ci faccia Carina con Arizona, nel senso che spesso tra una puntata e l’altra non ricordo se si frequentano. Parliamo poi di quella sperduta in Svizzera (non Cristina, ovvio)? Potrei fare un sacco di esempi. Capirei di più se il carrozzone si trascinasse stancamente, ma mi fa arrovellare il fatto che consapevolmente, venga deciso che le storie ci volteggeranno sulla testa, invece che farcele vivere sottopelle. Guardo le puntate, alcune più carine di altre, con affetto, ma manca una partecipazione emotiva. Ora mi sfilano davanti personaggi di cui fatico a ricordare il nome, che non riesco a inserire in un disegno più ampio. Il prossimo anno non solo mancherà Shonda, ma mancheranno anche April e Arizona, due personaggi che quest’anno hanno brillato (April, soprattutto) e che spesso sono la parte più bella della puntata. Presumevo che, sapendo che il tal personaggio lascerà la serie, sapendolo prima del tempo, lo si potesse mettere un po’ in ombra per dar spazio ad altri e far sì che il passaggio di testimone fosse meno brutale, no? April ha avuto una stagione magnifica!

Reply
Claw
Claw 9 Maggio 2018 at 18:12

Guarda io non so più cosa dire, commentiamo insieme ogni settimana e mi sembriamo sempre più perplesse ahaha.
Ma il bello è che il POTENZIALE c’è, lo hanno dimostrato con episodi stand alone come quello della Bailey, quello di April, alcune puntate iniziali. Ma quando si parla del lungo termine CAOS TOTALE, il nulla, personaggi persi. Hanno tante idee ma ne sviluppano mezza e ci ritroviamo così al finale di stagione con…NULLA, l’unica storyline lanciata è quella di Arizona (non ottima eh) ma dovranno costruire l’uscita di April e si arriva senza uno straccio di ansia per qualsiasi cosa perché tutto è stato chiuso PRIMA del finale. Tutto si chiude nell’arco di 3 puntate MASSIMO, cioè come puoi sentirti coinvolta?

Ho una paura matta di questa s15 perché saremo senza personaggi (ciao ciao ad April, Arizona e Ben) MA CON ZERO RICAMBIO, ma dove vogliono andare esattamente? Aiuto.

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.