Image default
Off Topic

Just LET IT GO duepuntozero

Cari tutti, ciao!
Spero stiate tutti bene e abbiate abbondantemente smaltito questo interminabile gennaio…

Come alcuni di voi sapranno, in questi giorni, proprio poco poco fa, e’ uscito il trailer di un nuovo film d’animazione Disney, l’amato/odiato FROZEN DUE!

Ordunque, siccome immagino che la meta’ di voi almeno lo odi profondamente (se non altro per il merchandising martellante e onnipresente ancora a cinque anni dall’uscita del primo film), vi chiedo umilmente perdono… purtroppo la sottoscritta rientra nel #TEAMELSA, quindi…

Non vi tedio con trama & accessori riguardo al primo Frozen – Il regno di Ghiaccio… i personaggi principali sono le due sorelle Anna & Elsa, Kristoff, e i due simpatici sidekick: Olaf e Sven (la renna).

Abbiamo lasciato i nostri eroi alla fine del primo film con un bel happy ending, dove Elsa si era riappacificata con la sorella, e soprattutto con i suoi poteri, Anna è fidanzata con Kristoff, e i Kattivi bruttibbrutti sono stati puniti e allontanati. Un finale un po’ diverso dal solito cliche’ principesco, ma sono anni che la Disney diffonde, giustamente, messaggi di happy ending diversi dal “just married”; ci sono diversi modi di essere “felici & contenti”.

Nel 2015 è arrivato il primo cortomeraggio, intitolato “Frozen Fever”, quasi 8 minuti di corto, visibile al cinema prima del film Cinderella. Questo cortometraggi, ha ad oggetto l’organizzazione, da parte di Elsa, del best party evah in occasione del compleanno di Anna. Stranamente, la nostra biondina si ammala, incasinando le cose, starnutendo dei simpaticissimi mini-marshmallow di neve, che ne combinano di ogni, sotto gli occhi di Olaf, Sven e Kristoff.

Canzoncina infinita dal titolo “Making today a perfect day” (il genere musical mi piace il giusto, e dopo i 2 minuti e mezzo di canzone mista a dialogo mi sale l’agonia), bla bla, merchandising per bamboline, bambole limited, vestiti e quant’altro, a tema fiori rosa & girasoli, su base VERDE.

Vabbe’, siamo sopravvissuti.

Il secondo lungometraggio, intitolato “Olaf’s frozen adventures” (“Le avventure di Olaf”) e’ uscito nel 2017; inizialmente, il corto avrebbe dovuto avere il suo spazio prima della proiezione del film Coco (che secondo me, la Isa, vince il premio come “Film più arancione del secolo”… tanto arancione… troppo arancione… infinito arancione…), e poi no… niet …nada …ritirato dai cinema perché troppo lungo (sono circa una ventina di minuti di corto); e’ stato mandato in onda direttamente in tv i primi di dicembre del 2017; il tema è natalizio, un pochino meno musical del precedente, la trama e’ basica, e le animazioni e tutto il cucuzzaro sono abbastanza curate, come anche le canzoncine inedite e piacevoli.

Anche questo cortometraggio ha goduto di un buon merchandising dedicato, da quel che ho notato, anche se limitato a bambole e prodotti Disney Store.

P.S.: il vestito di Elsa di questo corto e’ il mio preferitissimo in assolutissimo, I need new cosplay! NOW!!!

E DUNQUE!!!

Dopo questa breve introduzione sul FrozenWorld, siamo pronti ad affrontare il trailer del nuovo “Frozen II – Il segreto di Arendelle”, che al momento conta qualcosa come 25 milioni e mezzo di visualizzazioni.

Il trailer si apre con una scurissssssima spiaggia, mare semitempestoso, ed Elsa che lo vuole evidentemente attraversare. In tutina da nuotatrice che Pellegrini levati. Con le abilita’ di un gatto ninja.

Ma lei non faceva la regina ad Arendelle? Esperta in granite e sculture di ghiaccio? Meh…

Seconda scena scura: Anna che vede “cose cristalliche” appese nel vuoto, apparentemente all’esterno del palazzo, con espressione evidentemente angosciata. In pigiama.

Poi finalmente una scena leggermente più luminosa: Kristoff che corre su Sven, con la faccia contrita, circondato da renne con la faccia determinatissima. Hm.

Scene successive: Anna e poi Elsa con Olaf in evidente difficolta’, poi apparizione di personaggio 1 e 2 non ben identificati, e per chiudere, i nostri eroi che scrutano una foresta autunnale tutta bella rossiccia.

E BAM, Anna imbraccia una spada stile Jon Snow.

https://www.youtube.com/watch?v=FOuV7laZcIo

Al primo impatto, si nota subito come il trailer appaia estremamente scuro, buio; la colonna sonora e’ seria, carica, tenebrosa, sull’epico andante… niente che possa far pensare alla leggerezza dei due cortometraggi.

Nelle scene scelte i personaggi appaiono in difficoltà, le loro espressioni sono serie e preoccupate, si trovano ad affrontare prove fisiche evidentemente difficili (che parliamone… le sorelle sono una regina e una principessa, mica due ninja).

I personaggi non parlano durante il trailer; non ho notato delle modifiche nei character design, a parte la pettinatura di Anna cambiata, e i vestiti siano decisamente più sportivi e maschili… niente abitini di cristallo o completi tradizionali.

Si intravedono anche uno o forse addirittura due personaggi “nuovi”, sempre che non si tratti di un flashback riguardante la famiglia delle due sorelle; e su questo particolare, il web si e’ ampiamente sbizzarrito. Io no, grazie.

Il titolo, “Il segreto di Arendelle”, è vago e lascia ampio spazio a fantasticherie su particolari origini della famiglia reale, o su eventuali leggende locali.

Insomma, me curiosa come una scimmia!

Sottolineo che delle teorie e supposizioni fatte finora non me ne curo minimamente; invece, aspetto di vedere cosa la Disney ci riserverà, sperando che mi sorprenda… in positivo, ovviamente.

Al momento, il trailer mi ha lasciato un’ottima impressione, speriamo butti effettivamente sull’epico-fantasy (sempre nei limiti consentiti dalla Disney), come promesso in questi due minuti striminziti.

Winter has come, so let it go again!

– Sayuri ft. baby Yuuko (che poraccia, nel 2014 e’ stata svezzata a tonno e Let It Go) –

Related posts

Intervista esclusiva a Simone Virgili ideatore del Collettivo Miniera Fonica CMF: “Anche nei momenti più difficili non si deve mai mollare un obiettivo”

newlife

Telefilm Addicted Consiglia… Shinsekai Yori

Al

3+1 creepy visioni per un Halloween da paura!

spiccycullen

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.