Staff

In questa pagina è raccolta la “storia” di Telefilm Addicted. Ecco a voi tutte le persone che collaborano o che hanno collaborato a far diventare il sito ciò che è oggi. Ringrazio uno per uno tutti i collaboratori che si sono messi a nostra disposizione a titolo completamente gratuito, per pura passione. Grazie mille!

WEBMASTER ED IDEATORE DEL SITO:

Luca87_avatar-96x96 Luca Prince – Il boss delle torte di Telefilm Addicted; un dittatore spietato che tortura i suoi collaboratori affinchè possano rendere al meglio. Quando non è impegnato ad organizzare attentati terroristici verso i membri del suo staff che non si impegnano come dovrebbero, ama guardare decine e decine di serie tv tanto da non avere più tempo per fare altro. Ama alla follia The O.C., ma svaria dai teen drama alle serie sci-fi, dai mystery alle comedy. Le uniche serie che non gli vanno giù sono le serie procedurali. Il suo sogno? New York ovviamente! – https://twitter.com/LucaPrince

 

COLLABORATORI ATTUALI:

Al – Universitaria in crisi con la passione per libri e serie TV. Le piace pensare di essere nerd-chic, un po’Blair Waldorf e un po’ Jessica Day, come una versione di Downton Abbey con le spade Jedi. Vagamente svampita nella realtà di tutti i giorni, quando si tratta di telefilm è sempre super attenta a non perdere nuove uscite e news. Cita frasi di Lost come fossero il Vangelo, vorrebbe un nonno come Walter Bishop e il suo motto nella vita resterà sempre “Save the cheerleader. Save the world”

 

Ale – Traduttrice di giorno e telefila di notte, il suo percorso seriale parte in gioventù dai teen drama “storici” e si evolve nel tempo verso il genere mistery/sci-fi, in assoluto il suo preferito…ma la verità è che se la serie merita non si butta via niente! Sceglie in terza elementare la via forse poco remunerativa, ma per lei infinitamente appagante, dello studio delle lingue e culture straniere, con una passione per quelle anglosassoni e una curiosità infinita più in generale per tutto quello che non è “casa”. Se la pagassero per viaggiare sarebbe già sulla porta con lo zaino in spalla. Il sogno nel cassetto è il coast-to-coast degli Stati Uniti, stringere la mano a Obama e mangiare tacchino il giorno del Ringraziamento (un po’ fissata? Nooo, perché??). Un amore forse non pienamente corrisposto per la fotografia e la cucina, a cui comunque si dedica con passione nei momenti liberi, e una storia ormai conclusa (travagliata ma pur sempre meravigliosa) con la danza. Tendente al logorroico, va forte con le opinioni non richieste, per questo si butta nell’allegro mondo delle recensioni: oltre alle serie tv scrive anche di viaggi, libri e cinema. Fa parte dello schieramento dei fan di Lost che non hanno completamente smadonnato dopo il gran finale, si dispera ancora all’idea che serie come Pushing Daisies e Veronica Mars siano state cancellate, ma si consola pensando che nell’universo rosso di Fringe sono arrivate entrambe alla decima stagione.

 

Alessioxoxo_avatar-96x96 Alessioxoxo – La sua passione per i telefilm nasce fin da piccolo, passa infatti l’infanzia tra gli incantesimi di Streghe e gli intrighi di The OC. Con il passare del tempo sviluppa questo interesse e inizia a seguire piu serie contemporaneamente: da Gossip Girl a Prison Break (le sue serie preferite in assoluto), a Nip/Tuck, Brothers & Sisters e One Tree Hill. È grazie alle serie tv che entra nello staff di Telefilm Addicted, ed è con i suoi membri che accresce la sua cultura telefilmica. Trova la sua strada grazie ai Telefili Anonimi: più che scrivere alessioxoxo preferisce infatti parlare in video per esprimere tutta la sua passione.

 

Aniel – Ventenne messinese (poco) convinta, ha viaggiato molto durante la sua vita pur non avendo staccato gli occhi dal computer: ha passato un certo periodo a San Francisco con le sorelle Halliwell e ha frequentato il liceo di Sunnydale; ha bazzicato per un po’ al Sacro Cuore, è precipitata su un’isola sconosciuta e ha passato parte dei suoi anni on the road a bordo di una Chevy Impala del ’67. Deve alle serie tv la sua felicità attuale e la sua più che certa infelicità futura (sa fin troppo bene di non poter incontrare un Klaus o un Dean Winchester dietro l’angolo, purtroppo). È ossessionata dagli angeli, da Leo di Charmed ad Angemon dei Digimon; da Angel di Buffy (che non è un angelo ma… who cares?) a Castiel di Supernatural, e spera di cuore che arrivi a salvarla dalla perdizione telefilmica, almeno quel tanto che basta da farla laureare senza problemi in tempi accettabili.

 

Bornwithoutamask -Chiara, classe 1990. Incapace di vivere senza telefilm, musica, libri e film, ha iniziato a sviluppare una passione per il teatro. Predilige la lingua originale, ma sogna da sempre di entrare nel mondo del doppiaggio – magari per riportare gli adattamenti sulla retta via. All’inizio di ogni stagione telefilmica si impone di non iniziare nuove serie e sistematicamente si ritrova ad allungare la già infinita lista. Non ha un genere preferito, l’importante è che coinvolga ed intrattenga. Si affeziona troppo ai personaggi di fantasia e parla di loro come se fossero persone reali. Adora tutto ciò che è british- potrebbe passare ore ed ore ad ascoltare uomini britannici dalla voce suadente mentre leggono l’elenco telefonico – si diverte a imparare i vari accenti e cerca con scarso successo di imitarli; nel suo cuore c’è un posto riservato anche per USA e Canada. Quando Photoshop chiama, non può far altro che rispondere e darsi ai lavori di grafica e, nei momenti di ispirazione, crea anche video. Ogni tanto scrive fanfiction, ma più che altro le piace leggerle. E sì, le ship e le OTP fanno parte della sua vita, ma le usa con moderazione. Le piace viaggiare e visitare posti nuovi, ma nella vita di tutti i giorni è una pantofolaia. Nonostante il suo costante desiderio di fuggire da una realtà a cui non sente di appartenere, ama profondamente la sua famiglia. Ringrazia sempre il giorno in cui fece amicizia con un gruppo di pazze sparse per l’Italia, che sono diventate la sua famiglia virtuale. Ha incontrato David Tennant due volte in due giorni ed è ancora viva. E’ rimasta in silenzio ad ammirare la sua celebrity crush tenere un’intervista a pochi metri da lei. Quando si sente giù di morale, ascoltare i rumori del suo modellino di Tardis la fa sentire meglio. P.S.: E’ più pazza di quello che sembra. Uomo avvisato…

 

Bravissima6 – Divoratrice di telefilm a tempo pieno, avvocato a tempo perso. Cresciuta a pane e telefilm, nei soleggiati pomeriggi della sua infanzia già seguiva grandi classici come Happy Days, MacGyver, Genitori in Blue Jeans, ma ha iniziato il suo vero cammino verso la perdizione con Beverly Hills 90210, che le è costato non poche tirate d’orecchie perché “non è un telefilm adatto alla tua età, se continui a vederlo ti metteremo in punizione”! Ma per Dylan McKay si rischia questo ed altro!Ama leggere e scrivere, non esce mai senza un buon libro ed una moleskine nella borsa, non sia mai che venga colpita dall’idea della sua vita e non abbia dove annotarla! Ama la buona musica, l’arte e il vino! Ma ha anche passioni più frivole che la avvicinano ai comuni mortali, come lo shopping, il calcio e la nail art, a volte pensa seriamente di chiudere lo studio legale ed aprire un centro estetico!Ha da poco scoperto un nuovo lato geek, il suo I-phone è ormai il prolungamento della sua mano. Ama il suo ragazzo, i gatti, la lingua inglese, la sua splendida terra, odia la matematica. La sua citazione preferita, che racchiude un po’ la sua filosofia di vita, è “meglio rimorsi che rimpianti”!

 

Cecilia – Con il corpo è in Italia, con il cuore è in Giappone, con la testa è negli USA. Ritiene di avere ottime potenzialità come sceneggiatrice di “finali alternativi” e come moglie di attori talentuosi e affascinanti (magari con l’accento british e le fossette). In una serie cerca persone e non semplici personaggi, mondi più che location, non un sottofondo ma vere e proprie emozioni musicate, vita, non una storyline. Nel suo universo ideale la birra è rossa e il sushi è in quantità abbondante, le Harley Davidson sono meno costose, la frangia non è mai né troppo lunga né troppo corta e il suo favorito arriva incolume al finale di serie. Forse ha troppi smalti, mentre per i tatuaggi, i cani, i gadget di Spongebob e i libri troverà sempre il posto. Tiene pronti la balestra, i viveri e l’hard-disk zeppo di serie: l’Apocalisse Zombie non la coglierà impreparata!

 

ChelseaH_avatar-96x96 ChelseaH – Nella sua testa vive nella Londra degli anni cinquanta guadagnandosi da vivere scrivendo romanzi noir, nella realtà è un’addetta alle vendite disperata che si chiede cosa debba farne della sua laurea in comunicazione mentre aspetta pazientemente che il decimo Dottore la venga a salvare dalla monotonia bergamasca sul suo scintillante Tardis blu. Ama più di ogni altra cosa al mondo l’accento british e scrivere, al punto da usare qualunque cosa per farlo, dai tovaglioli dei bar, al blocco appunti del cellulare ai quaderni (rigorosamente formato A5), per i quali è capace di spendere cifre improponibili solo perché hanno una grafica di copertina che la ispira. Il suo primo amore telefilmico è stato Beverly Hills 90210 (insieme a Dylan McKay) e da allora non si è più fermata, arrivando a guardare più serie tv di quelle a cui è possibile stare dietro in una settimana fatta di soli sette giorni (il che ha aiutato la sua insonnia a passare da cronica a senza speranza di salvezza). Le sue maggiori ossessioni negli anni sono state Roswell, Supernatural, Doctor Who, Smallville e i Warblers di Glee.

 

Claw – Nata nel non troppo lontano 1994 si dimostra subito particolarmente affine ai programmi televisivi cominciando la sua vita da divoratrice pomeridiana e seriale di cartoni sino a scoprire il mondo delle serie tv. La memoria non è proprio il suo forte, il suo primo ricordo risale ad una notte passata in compagnia di tre bellissime streghe indaffarate ad eliminare il demone di turno. Fu amore a prima vista, e da Streghe si passò velocemente a Smallville e Buffy per poi venir letteralmente catapultata nel meraviglioso regno dei Telefilm! “Questa è l’ultima serie che comincio!” è la sua citazione più frequente anche se affascinata da qualsiasi cosa in cui si imbatte, non importa di che genere, si ritrova costantemente a doversi districare tra mille show e finisce con l’innamorarsi follemente di personaggi che solitamente non si ritagliano molto spazio o son destinati a far brutte fini! Alcune delle serie nella sua lista sono: Once Upon a Time, Doctor Who, NCIS Los Angeles, Grey’s Anatomy, New Girl, The Vampire Diaries, Arrow, Revenge, Castle e tanti altri che vi risparmio per salvarvi da un elenco esageratamente lungo. Ossessiva compulsiva, dalla lacrima facile e dalla risata isterica ama criticare e commentare qualsiasi cosa la colpisca, solitamente senza alcuna ragione!

 

Clizia Germinario-96x96 Clizia Germinario – Classe 1986, laureata in giurisprudenza e grande appassionata di cinema, serie tv e cucina, ha iniziato ad avvicinarsi al mondo dei telefilm a fine anni ’90, ma ne è diventata addicted solo più di recente. Il suo serial preferito è l’ineguagliato “Buffy the Vampire Slayer”, ma le piacciono molto anche “The Vampire Diaries”, “La Tata”, “Desperate Housewives”, “Revenge”, “Being Human” versione USA, “The Borgias” e “The Walking Dead” tanto per citarne alcuni. Non ha un genere preferito, anche se ha una predilezione per gli show (come i film, del resto!) che parlano di vampiri e licantropi o, più in generale, di sovrannaturale.

 

Ebe – Tre sono le sue grandi passioni: la lettura, il cinema e le serie TV. Queste ultime le ha scoperte in tenera età. Tornava a casa da scuola intorno alle quattro del pomeriggio, si preparava una grossa tazza di latte e cereali, e rimaneva incollata allo schermo della televisione, affascinata dalle vicende raccontate in Dowson’s Creek. Non a caso, Peacy è stato il suo primo amore. Friends, Girls, Scrubs e Black Mirror (per non parlare delle serie a cartone animato come South Park, i Simpsons e Death Note) le hanno letteralmente rubato il cuore. E anche il tempo che avrebbe dovuto impiegare per laurearsi (scherzo. O forse no).

 

fefa – Incontra il primo vampiro all’età di 9 anni, e capisce che quello sarà il suo destino. E’ lei la prescelta. Resta ferma sulle sue convinzioni, finché il suo cammino non incontra quello della Cacciatrice, Buffy. Amaramente delusa per essere stata privata dell’amore del vampiro con l’anima e il viso d’angelo, affoga la sua disperazione nelle serie TV. Inizia così un viaggio tra streghe, licantropi, veggenti, poliziotti tamarri, incidenti aerei e isole sperdute, ma sempre con un occhio al paranormale, con tutti questi vampiri e mostri, una sola cacciatrice non può bastare, no? Prima o poi chiederà aiuto e lei sarà pronta. Addestrata e preparatissima!

 

FeFraise – Fraise, o meglio Federica, ragazza milanese di 25 anni, ha sempre amato sin da piccola tutto ciò che riguarda libri, telefilm, film, musica e viaggi. Grazie ai suoi genitori che l’hanno fatta viaggiare dall’età di 6 anni, ha sviluppato un amore incondizionato per Inghilterra e Scozia, tanto che da 7 mesi si è trasferita ad Edimburgo (che ama alla follia), insieme a quel santo del suo ragazzo. Si santo, perchè non fa altro che cercare di coinvolgerlo in tutto quello che fa e vorrebbe fare (per non parlare delle serie tv che vuole che lui veda insieme a lei!)! Il suo amore per i telefilm è nato vedendo ER e Beverly Hills, per passare poi a Friends, Dawson’s Creek, Buffy, Angel e chi più ne ha, più ne metta!! Attualmente è fissata (si FISSATA) con Game of Throns,The Walking Dead, Vikings, Supernatural, Sherlock, Arrow, Revenge e tante altre! Non riesce a smettere di guardare telefilm, sono una vera ossessione! E non riesce neanche a smettere di cercare qualsiasi news telefilmica qua e là per cercare di sognare cosa potrebbe succedere! E ad ogni nuova stagione telefilmica, riesce anche a fare una lunga lista di nuovi pilot da non perdere! Passerebbe giornate intere a leggere ed ascoltare musica. Altra sua grandissima passione sono i Beatles (soprattutto Sir Paul McCartney) e i Mumford and Sons. Amante degli animali, è una convintissima vegetariana da ben 6 anni e no, se ve lo state chiedendo, non tornerebbe mai indietro e non le manca nulla! Ha viaggiato tantissimo, e continuerà a farlo, ma sente che nonostante la nostalgia della sua famiglia e dei suoi amici, abbia finalmente trovato la sua casa qui, a Edimburgo.

 

Fran – Ama definirsi terrona, giurispiangente e fondamentalista Austeniana. Ha capito di essere completamente andata quando, sentendo suonare la sveglia, pensava fosse Cersei Lannister al telefono. Ha una passione smisurata per tutto ciò che è inglese, partendo dai period dramas per arrivare a Tom Hiddleston, ma le sue serie preferite sono The Good Wife e Mad Men. Betty Draper è la sua eroina.

 

Gio.spike-96x96 Gio.spike – GIOVANE madre di Famiglia, che si destreggia ogni giorno tra gli scleri familiari e l’infinita lista di serie tv che segue in contemporanea con gli States. Passatempo preferito scapocciare con altri malati, su qualsiasi telefilm/manzo che passa sullo schermo americano. Cresciuta con le serie della Vecchia guardia, ma completamente addicted al trash della CW. Tra i telefilm preferiti annovera titoloni galattici come The Vampire Diaries, True Blood, e qualsiasi Teen Drama da adolescente sfigatissimo… ma l’amore spropositato lo lascia per Friday Night Lights, Gilmore Girls e One Tree Hill . Sua frase preferita “Un’ottima inquadratura agli addominali non si rifiuta mai!” – https://twitter.com/GioPasselli

 

Gnappies_mari – Nata negli anni 80, grazie al suo papà clone di Magnum P.I., cresce a pane e “Genitori in blue jeans” (dove si innamora di Leonardo di Caprio che troverà poi in quei film tanto amati come “Stand by me” o “Total eclipse”), l’uomo da 6 milioni di dollari, l’A-Team, Supercar e SuperVicky. L’adolescenza l’ha trascorsa tra Beverly Hills 90210, Santa Monica e Melrose Place..il suo cuore era sul pianeta di Mork e alle Hawaii..anche se fisicamente (ahimè) era sempre e solo nella provincia bergamasca. Lettrice compulsiva fin dal giorno in cui in prima elementare le hanno regalato Labirinth è appassionata di fantasy (Tolkien è il suo re, Ann Rice e Zimmer Bradley le sue regine) e di manga (Video Girl AI in primis per arrivare a Paradise Kiss e Nana), anche se ultimamente è più orientata a letture propedeutiche pediatriche! Ama studiare (tra laurea, dottorato e master ha cominciato a lavorare a 28 anni!!) ed imparare, ma non fatela arrabbiare altrimenti non ce ne è per nessuno!

 

Jules – Giulia, 23 anni, abruzzese, studentessa universitaria di “Beni Culturali: cinema, musica e teatro”, presso l’Università degli studi di Siena. Appassionata di cinema fin da bambina, ad un certo punto della sua vita, esattamente quando scoprì Supernatural nel 2006, ha iniziato a diventare una drogata anche di serie tv. Adora passare ore ed ore davanti al suo pc a fare lunghe maratone telefile, occupando il suo tempo libero con un’altra forte passione, la scrittura (riducendosi a studiare la notte, ai limiti della sopportazione umana!). Il suo sogno nel cassetto è di diventare una sceneggiatrice, ma si accontenterebbe anche di diventare una ‘semplice’ scrittrice di romanzi fantasy. Ha una vera e propria ossessione per tutto ciò che riguarda gli angeli e, più in generale, per ogni sorta di creatura sovrannaturale. Sa che un giorno farà il giro degli Stati Uniti a bordo dell’Impala insieme a Sam e Dean ma, nel frattempo, si accontenta di vederli solo attraverso lo schermo.

 

kingarthurswife – Laureata in Lingue per le Relazioni Internazionali, sta per iniziare la magistrale in Traduzione. Il suo sogno sarebbe tradurre per l’editoria o per il cinema, ma anche lavorare per l’UNESCO non le farebbe schifo. Intanto è amministratrice di un blog letterario bookishbrains in cui, con un gruppo di amiche, recensisce libri e scrive articoli. Il tempo che non passa a leggere, lo usa per guardare una moltitudine indecente di serie tv. Ha un’adorazione per i supereroi (e i super cattivi) quindi le sue serie preferite sono sicuramente Arrow, The Flash, LOT, Supergirl e Agents of Shield. La intrigano da morire i polizieschi e legal dramas come Castle e Suits e non disdegna le serie storiche. Sherlock è la sua passione e Outlander la sua droga. Pensa che la vita dovrebbe essere tutta un musical e ancora rimpiange la dipartita di quella genialata che era Galavant. Spoiler-addicted, un giorno sogna di andare al Comic Con di San Diego (e ci riuscirà!!!).

 

Lestblue_avatar Lestblue – Lestblue, giovane archeologo che ha scoperto la sua passione per i telefilm all’età di 8 anni grazie a Beverly Hills 90210. I telefilm (tutti) sono la sua droga. Soffre di shopping compulsivo e non manca mai di comperarsi l’ultimo cofanetto di una qualche serie tv che lo ha stregato. Telefilm preferiti : Buffy, Six Feet Under, Criminal Minds, OZ, Nip/Tuck, Big Love, Xfiles e i Soprano. Una volta ha creduto di sentire le voci come Melissa Gordon poi ha scoperto di essersi addormentato con l’ipod acceso. – https://www.twitter.com/lestblue

 

Lily – Nasce in una remota città di una remota isola, ama i cuccioli e la Coca-Cola, in cerca del suo Schmidt. Affamata di storie, fin da bambina predilige le letture horror, i Piccoli Brividi su tutti, finchè un bel giorno scopre che oltre ai libri, ai cartoni e a Baywatch c’è di più… inizia l’era delle serie tv del cuore: Buffy e Streghe per poi passare ai veri mostri con Dexter, il suo preferito of all time. Non prima però di aver passato l’adolescenza, nella sua testa, tra Stars Hollow, Neptune e Roswell. Tutt’oggi il Seattle Grace rimane l’unico ospedale in cui si farebbe ricoverare volontariamente e le piace pensare che non l’avrebbero rimandata in chimica se avesse avuto Mr. White come professore… Divoratrice di commedie, meglio se demenziali, perché bisognerà pur farsi due risate per non morire di drama… Progetti futuri: girare gli USA facendo tappa in ogni location telefilmica della sua lista. – https://twitter.com/violet17x

 

MooNRiSinG – Nata come Elisa, fin da bambina dimostra un’inquietante e insopprimibile attrazione per i telefilm e per il bad boy di turno. Le domeniche della sua infanzia le trascorre sfrecciando con Bo e Luke per le stradine polverose della sperduta contea di Hazzard. Gli anni dell’adolescenza scivolano via fra varie serie, senza incontrarne però nessuna che scateni definitivamente il mostro che dorme dentro di lei. L’irreparabile accade quando un’amica le presta i DVD di Roswell: dieci minuti in compagnia di Michael le bastano per perdersi per sempre. Dal primo amore alla follia il passo è breve: in preda a una frenesia inarrestabile comincia a recuperare titoli su titoli, stagioni su stagioni, passando da “Gilmore Girls” fino ad arrivare a serie culto quali “Friends” ed “ER”. Comedy, drama, musical… nessun genere con lei al sicuro. Al momento sta ancora cercando di superare il lutto per la fine di “Sons of Anarchy”, ma potrebbe forse riuscire a consolarsi con il ritorno di Alec in quel di Broadchurch…

 

Rinoa – Valentina, classe 91, dopo la laurea in Lingue e culture Americane e un anno di pausa, decide di continuare il suo percorso iscrivendosi all’Accademia della Moda, e quindi al momento salta tra i suoi modelli, il lavoro e i mille episodi da recuperare. La sua passione per i telefilm nasce da ragazzina, con Dawson’s Creek, The O.C e Streghe, ma il coinvolgimento totale lo deve alla prima puntata di Gossip Girl, vista in lingua originale per allenare il suo inglese, e da allora non riesce ad uscirne più. Sogna, un giorno, di diventare costumista per la televisione e di veder comparire il suo nome in una delle sue adorate serie tv. Ma come si dice, sognare è bello, no?

 

rosa.nera – “Mi chiamo Dean Winchester. Sono dell’acquario, mi piacciono i tramonti, le passeggiate sulla spiaggia e le ragazze allegre..” A parte gli scherzi. Sara, vive di grafica, mangia grafica, respira grafica… amore, studio e lavoro. Ok, va bene, però qualche altra passione ce l’ha. Ama leggere, ha una vera ossessione per i thriller psicologici di Chuck Palahniuk e per le Cronache dei Vampiri di Anne Rice. Le piace scrivere e soprattutto adora rilassarsi guardando un bel telefilm. La sua dipendenza da telefilm inizia già in tenera età, col tempo ha sviluppato un suo gusto personale fino a trovare la sua serie: Supernatural. Tra le sue preferite Game of Thrones, True Blood e The American Horror Story. Spera che un giorno possa trovare il suo vampiro vichingo personale ma si accontenta anche di un bel cacciatore che ascolta classic rock.

 

Rosalba – Nata nel 96, detesta descriversi perché non sa mai cosa dovrebbe dire. Svariate passioni, principalmente: i libri, cucinare, la tecnologia, la psicologia, disegnare, drogarsi di film e – dulcis in fundo ma non per importanza – di serie TV. Quest’ultime sono ormai il suo stile di vita, ne ha una per ogni stato d’animo. Ritiene di essere fortunata ad essere una persona notturna, perché può fare maratone di serie TV instancabilmente, con l’infinita voglia di vedere un altro episodio, anzi, un’altra stagione. Il mondo dei telefilm le ha permesso di conoscere tante altre persone che amano le serie TV tanto quanto lei; e per lei la cosa più bella dell’essere una telefilm addicted è proprio poter condividere questa meravigliosa dipendenza, definita insana da coloro che lei definisce “babbani” (citando terminologie potteriane). Non discrimina le serie TV, perché le piace variare e non vedere sempre le stesse tematiche, ma alcune le preferisce più di altre. Ritiene fondamentale, a suo parere, seguire le serie TV rigorosamente in lingua originale.

 

Rowhick – Nel mondo reale la chiamano Rosa e sogna di diventare una psicologa affermata e una scrittrice di talento. La si riconosce subito, perchè è sempre alla ricerca di qualcosa di cui scrivere. La vita del mondo reale, però, è solo una delle tante. Ha viaggiato parecchio, spostandosi tra Roswell, Capeside, Sunnydale, Stars Hollow, Orange County, fino a schiantarsi su un’isola misteriosa dove uno strano fumo nero la perseguitava. Quando è riuscita a tornare, si è rifugiata a Rosewood ma degli strani SMS l’hanno fatta scappare a Mystic Falls, dove le cose sono peggiorate. Ha, quindi, deciso di andarsene per un po’ ad Atlanta. Destino volle che capitasse lì proprio all’albore di un’epidemia zombie che la portarono a scappare svariate volte, spostandosi da accampamenti provvisori, a città di sopravvissuti, fino ad una prigione salvatrice, per poi ritrovarsi in uno strano posto chiamato Terminus. Ne ha passate di tutti i colori, ma è riuscita a trasferirsi negli Hamptons dove ha iniziato una strana guerra fredda con la donna che aveva sedotto e tradito suo padre. Le cose, però, le sono sfuggite di mano e ha deciso di fare un viaggio nel passato, ritrovandosi al cospetto della Khaleesi. Sembrava che tutto andasse bene, fino a quando un drago ha distrutto la sua casa e ha deciso di fare un viaggio fino in Scandinavia, godendosi un po’ il clima medievale. Lo strano conflitto tra religioni l’hanno portata a rimpiangere l’era moderna e ha deciso di fare un salto a Chicago e di passare un po’ di tempo insieme alla famiglia Gallagher. Ha fatto amicizia con Lip, si è scontrata con Fiona e, quando ha visto, che l’alcool e la droga sembrassero piovere dal cielo, ha deciso di cercare qualcosa di più normale. Si è ritrovata nelle grinfie del Diade Institute ed è entrata a conoscenza di un certo progetto Leda. Ha scoperto di far parte di un gruppo di cloni stravaganti e si è innamorata di ognuno di loro, perchè forse è proprio per questo motivo che le è permesso di vivere così tante vite tutte insieme. Le sue gesta potrebbero continuare all’infinito, ma è importante solo sapere che in questo momento potrebbe essere sotto una strana cupola trasparente che ha improgionato la sua città o alle prese con dei lupi mannari. Nella vita reale, probabilmente, la troverete a leggere qualche libro, a guardare qualche telefilm o, semplicemente, a scrivere di tutte le sue fantomatiche vite parallele.

 

Sam – Simona, che da bambina voleva diventare una principessa, una ballerina, una cantante, una scrittrice e un Cavaliere Jedi e della quale il padre diceva sempre: “E dove volete che sia? In mezzo ai libri, ovviamente. O al massimo ai cd.” Questo amore incondizionato per la lettura e la musica l’ha portata all’amore per le più diverse culture (forse aiutato dalle origini miste), le lingue (in particolare francese e inglese) e a quello per i viaggi. Vorrebbe tornare a vivere definitivamente a Parigi (per poter anche raggiungere Londra in poco più di due ore di treno). Ora è una giovane legale con, tralasciando la politica, una passione sfrenata per tutto ciò che all’ambito legale non appartiene, in particolare cucina, libri e, ovviamente, telefilm. Quando, di recente, si è chiesta in che momento, di preciso, sia divenuta addicted, si è resa conto, cominciando a elencare i telefilm seguiti durante l’infanzia (i preferiti: Fame e La Famiglia Addams… sì, nel fantasy ci sguazza più che felicemente), di esserci quasi nata. I gusti telefilmici sono i più vari, dal “classico”, allo spionaggio, all’ambito legale, al “glamour”, al comedy, al fantastico in senso lato, al fantascientifico, al “giallo” e via dicendo. Uno dei tanti sogni? Una libreria. Un problema: riuscirebbe a vendere i libri o vorrebbe tenerli per sé?

 

Skoll – Nella vita fa la veterinaria (o almeno ci prova senza combinare troppi danni) ma, oltre agli animali, le sue più grandi passioni sono il cinema, le serie-tv e il disegno. Figlia degli anni ’80, inizia la sua carriera telefilmica in compagnia di Saranno famosi, Magnum PI, Supercar, l’A-Team e MacGyver, la sua prima serial- crush. A 9 anni, grazie alla mamma, viene catapultata nel contorto mondo di Twin Peaks, il suo primo vero serial. Gli anni dell’adolescenza saranno segnati da tre pietre miliari della storia telefilmica: Dawson’s Creek, Buffy-L’ammazzavampiri ed X-Files. Ma è con l’acquisto del suo primo pc e relativa connessione internet che la sua vita prende una piega totalmente nuova. Dover sottostare alle caotiche programmazioni italiane, infatti, non le basta più. E se in principio era solo Lost (tuttora il suo più grande amore) e poi Prison Break e Grey’s Anatomy, ora, tra serie concluse e attive, sono circa 40 quelle che sono entrate a far parte della sua vita. Oltre ai già citati Dawson’s Creek, Buffy e Lost, tra le sue serie preferite ci sono Friday Night Lights, True Detective, Vikings, Fringe, Sons of Anarchy, The Walking Dead, The Americans, Person of interest, Prison Break, Alias, Homeland e Gilmore Girls. Non ama spoilerarsi, si gode le sue serie-tv rigorosamente in lingua originale (infatti il suo inglese è migliorato un casino) e non disdegnerebbe un’apocalisse zombie se dovesse significare trovarsi faccia a faccia con Daryl Dixon.

 

Spinny – Palermitana alla nascita, fiorentina di adozione, trascorre la sua adolescenza in compagnia di Joey, Pacey e Dawoson, ma ben presto si farà nuovi amici, forse un po’ troppi, alcuni poco raccomandabili come Dexter o Damon Salvatore. Nella sua vita non è mai riuscita a portare a termine niente, ma di una cosa non si è ancora stancata, le serie tv. E per essere ancora piu’ “fedele” ai suoi beniamini, ha cominciato ad ascoltarli in lingua originale, e come se non bastasse adesso traduce anche i sottotitoli. Convinta Delena, scopre con suo rammarico che il dolce e tenero micetto, che con lei passa le giornate a guardare i telefilm, in realtà è uno Stelena-Cat.

 

Stella – Toscana, nata e cresciuta in un paesino di 1000 anime, anche se nella sua mente vive negli Stati Uniti. Lì ogni anno scappa per una vacanza rigenerante e per assorbire l’ americanità che adora. On the road, musica in sottofondo e macchina fotografica alla mano, percorre miglia su miglia a caccia di demoni alla scoperta dei luoghi dei suoi sogni… e dei set dei Tv show che le tengono compagnia durante l’anno. Segue di tutto, rigorosamente in lingua originale: comedy, reality, legal drama, police drama, crime drama, sci-fi drama, teen drama, medical drama, ecc. Insomma la sua vita è un “drama” vissuto attraverso i personaggi dei vari show. Ad ogni nuova stagione televisiva se ne aggiungono altri e non riuscendo ad abbandonarne nessuno (rifiuta il fallimento!) si ritrova con una lista improponibile di serie da seguire. Non sa dire di no alle fragole e non esce mai da una libreria a mani vuote. Con la valigia o solo con la mente, l’importante è viaggiare. – https://twitter.com/kazami_11

 

Syl – Da piccola il suo desiderio era quello di guardare più serie televisive possibili e da grande il suo sogno si è realizzato al punto che per tenere il conto di tutte quelle che guarda, ha bisogno di una app sul telefono (e assolutamente solo in lingua originale). Devota alla lingua inglese, come se non esistesse altro al mondo. Divoratrice di libri da sempre, meglio se inglesi o americani. Da un paio di anni soffre di OCD (Obsessive Castle Disorder) e non intende curarlo. Vive gli hiatus come una catastrofe.

 

The Lady and the Band – Ha un passato da ladra insieme alle sorelle Occhi di gatto, ha difeso la Terra nel team delle guerriere Sailor e fatto magie con Terry e Maggie. Ha fornito i sigari sottobanco ad Hannibal e il suo A-Team, indagato con gli Angeli di Charlie Townsend, ha riso con la tata Francesca ed è cresciuta con i 6 Friends di NY. Ha imparato ad amare San Francisco difendendo gli innocenti con le Streghe, è stata un pivello insieme a Jd-Turk-Elliott, ha risolto crimini efferati con praticamente il 90% di poliziotti e avvocati del piccolo schermo e amato la provincia americana con Lorelai e Rory Gilmore. Avrebbe voluto che il Fabbricatorte non chiudesse mai e non ha mai smesso di immaginare Chuck e Sarah che «sedano rivoluzioni con una forchetta». Lettrice appassionata, Janeites per fede, amante delle storie sotto ogni forma fin da piccola. Segue serie poliziesche, comedy e sit-com soprattutto, uniche allergie riconosciute sono quelle allo sci-fi e all’horror.

 

thisperfecttime – Valentina, classe 1991. Da piccola il suo appuntamento quasi-fisso era con Young Hercules e Xena L’addiction però è arrivata più avanti, con Lost. Ricorda un momento preciso, come un colpo di fulmine: accende la tv e appare un gruppo di persone a lei ancora sconosciute, una ragazza bionda prende la mano di un ragazzo e poi un’asiatica esclama: “Boat, Boat!”. Ecco, quello è stato IL Momento. Dopo aver recuperato telefilm che le erano inspiegabilmente sfuggiti (Buffy in primis) inizia a guardare un numero sempre crescente di serie tv, vecchie e nuove, (tanto i network “risolvono il problema” facendo stragi e cancellandone una buona percentuale) e ad affezionarsi, sempre e comunque, a quei personaggi destinati a tirare le cuoia nei modi più assurdi e dolorosi. Per ora fa la spola tra Gotham City e l’Enchanted Forest, tra il Seattle Grace e Central City, tra Baltimora e il salotto di Freddie e Stuart… Ma è sempre alla ricerca di nuove destinazioni.

 

Vale_ – Adora il cinema, i vecchi cartoni animati, la notte, Quentin Tarantino e i telefilm. Odia parlare di sé. Non ha abbandonato mai nessun telefilm, e quelle poche volte che ci ha provato si è subito sentita in colpa ed corsa a mettersi in paro con la programmazione. Tra i suoi telefilm preferiti ci sono Lost, Dexter, Sons of Anarchy, Buffy, Breaking Bad, The Walking Dead, Prison Break, True Blood ma ne vede talmente tanti che ogni volta alla domanda “che telefilm segui?” per non scordarne nessuno deve controllare la lista!

 

Vincenzo – Patito di telefilm fin da sempre, che segue rigorosamente in lingua originale. Non predilige un genere in particolare ma è convinto che il soprannaturale abbia un marcia in più. Troppe le serie che segue, che ha seguito (terminate) e che seguirà! Telefilm preferito: Supernatural.

 
 

WalkeRita – Giovane 23enne sulla carta d’identità ma con un passato tormentato e vissuto più di quanto voi possiate immaginare. Tutto è cominciato frequentando il liceo di Beverly Hills 90210 ma la vera epifania è avvenuta quando ha scoperto di avere poteri magici da dividere con tre sorelle in una splendida casa vittoriana. Ciò che segue è storia: ha cominciato a combattere i vampiri con una biondina esplosiva mentre nel tempo libero frequentava assiduamente gli alieni del New Mexico. Tra innumerevoli viaggi e incontri variegati, ha trovato la sua vera essenza solo in tre posti: una piccola cittadina del North Carolina, un negozio di elettronica intriso di Nerd e una missione ad alto rischio e tasso adrenalinico al fianco di un’agente Cia doppiogiochista, nome in codice: Fenice. Non ha mai smesso di visitare mondi e tempi diversi e quando credeva di non potersi più innamorare come era successo in un glorioso passato, è stata folgorata da uno scrittore e dalla sua musa, da un’angelica vendicatrice (che è QUASI certa di aver incontrato in una vita precedente) e da una Salvatrice e la sua famiglia. Tutto questo le ha ridato carica ed energia e l’ha fatta sentire inarrestabile: si è persa in uno strano Magazzino del South Dakota, ha ammirato un’affascinante scienziata appassionata di ossa, ha fatto persino una visita indimenticabile in un ospedale di Seattle ma quando ha notato che i dottori morivano più dei pazienti, ha deciso di andarsene, in cerca di nuove avventure. Ha trovato così i suoi alter ego: una geniale hacker conosciuta come Watchtower e una sorprendente artista di Broadway. Infine quest’estate si è iscritta ad una società segreta chiamata Divisione, ha viaggiato con mezzi alternativi come una cabina della polizia e si è resa conto di essere una piccola graziosa bugiarda. Può sembrarlo, ma non è pazza, è invece Folle per le serie tv, con il sogno impossibile di essere nata negli USA e con l’abitudine di sfogare questa passione scrivendo!!