Image default
How To Get Away With Murder Recensioni

How To Get Away With Murder | Recensione 2×14 – There’s My Baby

Mi rendo conto che ultimamente le mie recensioni stanno diventando quasi più un elenco di domande sollevate dai diversi episodi e relative risposte, probabilmente per via del fatto che avvicinandoci al finale di stagione la trama di ciascuna puntata si sta per forza di cose concentrando maggiormente sullo sciogliere tutti i nodi rimasti ancora serrati e quindi sono quelli gli spunti sollevati dalla visione. Penso a questo penultimo episodio ad esempio (che, dico già, mi è piaciuto nel complesso, ho apprezzato molto la forte carica emozionale ma forse, proprio per questo, alla fine ho trovato il tutto leggermente sovraccaricato dall’ulteriore peso delle rivelazioni affrontate in meno di un’ora) e non riesco a non tornare con la mente al recap della scorsa settimana e all’elenco di dubbi ancora in sospeso con cui l’avevo chiuso, tutti quesiti che immaginavo avrebbero trovato risoluzione tra questo e il prossimo episodio o avrebbero aperto la strada ad alcune storyline per la prossima stagione. Vediamo quindi, in ordine, quanti di questi punti interrogativi possiamo spuntare dopo la visione di questo “There’s My Baby”:

In ordine inverso rispetto alla scorsa recensione, inizierei parlando del punto che il promo di questo episodio aveva messo in maggior risalto, ovvero la sorte del bambino di Annalise. Nel vederla faccia a faccia con Wallace Mahoney, prima ancora del rewind che ci rivela un’ulteriore verità sull’uomo, penso che tutti avevamo intuito che Annalise stava per diventare vittima di un “incidente”, e nella scena in cui è al telefono in macchina. altrettanto telefonato è stato il sopraggiungere di un’altra auto e lo schianto. La prima cosa che ho pensato è stato che difficilmente il bambino avrebbe potuto sopravvivere, quindi abbandonata la mia scorsa teoria di un’inscenata perdita del bambino ecco avanzare la teoria che Annalise lo perdesse realmente…ma questo non aveva senso!
Sappiamo che i titoli degli episodi sono sempre frasi prese dai dialoghi dei personaggi, chi altri avrebbe potuto pronunciare quelle parole se non una Annalise con in braccio suo figlio sopravvissuto all’incidente? La mia parte ottimista ha continuato a credere che sarebbe stato tutto un penoso temporeggiare per far aumentare il pathos prima della rivelazione del lieto fine, anche mentre Annalise teneva il piccolo in braccio continuavo a immaginarmi che contro ogni ragionevole possibilità avrebbe ripreso miracolosamente a respirare da un secondo all’altro. Da quando il momento clou è passato, però, ho dovuto arrendermi all’evidenza e ho passato i minuti finali dell’episodio ad attendere il momento in cui qualcuno avrebbe pronunciato quella frase (ero LETTERALMENTE con gli occhi sull’avanzamento dell’episodio per capire esattamente quanti secondi rimanevano), perché immaginavo sarebbe stata una scena che ci avrebbe serbato una sorpresa. Beh, la sorpresa in un certo senso c’è stata: Pete Nowalk aveva detto che avrebbe riportato in scena Mamma Ophelia (Cicely Tyson) entro fine stagione e l’ha fatto. Proprio come successo una volta lo scorso anno, sempre in un momento in cui Annalise è particolarmente sovrastata dagli avvenimenti, anche gli eventi di questo episodio la costringono a ripiegare su sua madre.
how-to-get-away-with-murder_video_2831794_362x204_1457659175522Riguardo la questione del bambino però, ci sono ancora un paio di cose che mi sento di dire:
1) mi sarebbe piaciuto se, nel suo discorso cuore a cuore con Wes, Annalise avesse menzionato anche la sua di perdita. Non credo di essere in grado di mettermi nei panni di una donna che ha subito un dolore simile, quindi probabilmente realisticamente parlando è più corretto che una tipa come Annalise continui semplicemente a tenerselo dentro (seppellire quanto accaduto fa meno male che riportarlo a galla e condividerlo con qualcuno), ma su un piano meramente narrativo sarebbe stato un momento di condivisione totale, avrebbe di certo avvicinato di più i due personaggi in un contesto in cui la pazienza di Wes era davvero al limite e gli impediva di credere a qualsiasi parola uscisse dalla bocca della sua interlocutrice;
2) non dico che l’interpretazione della Davis all’ospedale mi abbia stritolato i feeling, dico soltanto che se la Kleenex fosse quotata in borsa avrei di certo reso milionari un sacco di suoi azionisti… No, seriamente, date un altro Emmy a quella donna. ADESSO!

Altra questione che immaginavo ci avrebbe dato un bel po’ di grattacapi è la vera natura di questi Mahoney. Wallace ci è apparso fin da subito come il classico tipo senza scrupoli impaccato di soldi, era chiaro come il sole che qualcosa non andava in quella famiglia e che Rose ne era al corrente, che sapesse qualcosa che non è riuscita a rivelare a nessuno ma così orribile che l’ha portata addirittura a suicidarsi…non immaginavo assolutamente si sarebbe trattato di tutt’altro che semplice malaffare, confesso di non aver visto arrivare questa ennesima bomba. La rivelazione sulla paternità di Wes getta un’ulteriore ombra di viscidume su Mahoney padre (e se la mela non cade lontano dall’albero il figlio potrebbe benissimo essere davvero colpevole dell’omicidio di cui era accusato 10 anni fa, sempre che qualcuno se lo stesse ancora domandando) ma è anche un twist inaspettato che colpisce direttamente uno dei personaggi principali (che ora potrebbe scegliere di portare il suo perenne muso lungo verso altri orizzonti, come le ricerche su internet ci lasciano intuire). Gli autori potrebbero regalarci un confronto diretto con Wallace già nel season finale, ma francamente spero non sceglieranno di condensare una storyline con del potenziale e chiuderla in un unico episodio quando si potrebbe continuare a parlare dei Mahoney (tutti) per almeno qualche puntata anche l’anno prossimo.

Verso fine episodio Annalise decide di mandare tutti a farsi un drink e liberarsi casa. L’incoraggiamento “carpe diem” del boss e qualche litrata di troppo di alcol creano qualche squilibrio nella banda, in particolare portandoci al momento che in molti avevamo da un bel po’ fiutato sarebbe giunto: quello in cui anche Annalise scopre il super-segreto di Frank (che in poco più di un episodio è passato da ermetico a condiviso dal 50% dei frequentatori abituali di casa Keating).
Una Laurel sbronza si presenta alla soglia di Annalise e si fa scappare tutto, convinta comunque di non star creando chissà quale problema visto che la ritiene ancora la mandante (come anche Bonnie prima di ragionare un po’ più a fondo sulla questione e capire invece la verità). Ora anche la nostra protagonista è al corrente della realtà dei fatti sull’assassinio che, come gli autori hanno tenuto a ricordarci più volte attraverso le parole di più personaggi nell’arco dell’episodio, potremmo davvero vedere come l’inizio di tutto, e c’è solo da immaginare come reagirà quando la capatina a casa di mammà l’avrà aiutata a riprendersi dalla lunga serie di shock, tensioni e ricordi dolorosi che l’hanno sommersa in questa puntata.
Ma al di là della rivelazione, di concreto sulle motivazioni di Frank continuiamo a non avere niente
: in un nano-secondo di uno dei flashback, Annalise accenna a come lei lo abbia preso sotto la sua ala dopo che Sam aveva voluto salvarlo da un futuro ben poco roseo, ma a parte questo il passato di Frank è ancora una nebbia e sinceramente credo sia arrivato il momento di saperne di più su di lui e sul legame misterioso che aveva con Sam.

Ma la rivelazione di Laurel non è la cosa peggiore causata dalla serata #YOLO dei Keating5, in questo frangente assistiamo infatti a qualcosa di molto più disturbante e sinistro. Parlo ovviamente di questo:

michaela_asher

Adesso, a me non piace usare termini apocalittici come salto dello squalo e similari, ma penso che in una serie come questa nulla gridi “ABBIAMO FINITO LE IDEEEEEH!” più di un’accoppiata così random giusto per il bisogno di inserire una scena erotica una tantum.
HTGAWM può avere ancora in serbo un universo di intrighi, matasse da sbrogliare, casi da risolvere, passati torbidi da riportare a galla, ma se per quanto riguarda l’aspetto ““““romantico”””” del drama decide di far cadere l’asticella così in basso da propinarci una roba così campata in aria come Asher e Michaela (QUELL’ASHER CON QUELLA MICHAELA!! Wtf??) che se la intendono nel bagno del locale di certo non ci fa una bella figura. Questi ragazzi dovrebbero dar retta al buon Ted Mosby e tornarsene a casa dopo una certa ora: “nothing good happens after 2am” è una verità assoluta… e io in questo momento vorrei avere uno di quei dispositivi da Men in Black per sparaflasharmi e dimenticare di aver visto quello che ho visto.

Dal fronte del caso Hapstall non abbiamo praticamente alcun avanzamento…almeno apparentemente! Scopriamo che Caleb è scomparso e tutti pensano automaticamente si tratti ancora dell’opera di Philip, ma io voglio continuare le mie speculazioni selvagge dello scorso recap e buttarla là: avete notato che Philip non stava realmente cercando di fare del male ad Annalise quando l’ha “aggredita”? Lei si è fatta male perlopiù da sola nel tentativo di difendersi, ma il ragazzo mi è sembrato quasi spaventato quanto lei di trovarsi in quella situazione e continuava a ripeterle di non agitarsi, non reagire… Resta da capire perché si trovasse nell’appartamento di Wes, ma molti indizi mi fanno pensare che, nonostante tutto punti a farci credere che sia lui il colpevole, in realtà si rivelerà un poveraccio incastrato suo malgrado nel mezzo della trama, magari addirittura intento a scagionarsi ogni volta che, come in questo caso, la sua presenza in posti dove non dovrebbe essere sembra invece suggerire proprio una colpevolezza. E la scomparsa di Caleb, che viene ovvio imputare al fratellastro, potrebbe invece dimostrarsi la mossa del vero colpevole che pensa bene di allontanarsi dai guai ora che ha un perfetto capro espiatorio. In tutto questo non riesco ancora bene a posizionare Catherine però.

Voi che ne pensate, avete teorie altrettanto contorte? Fatemi sapere se stavolta l’ho sparata grossa qui sotto nei commenti, aspetto i vostri pareri su questo episodio e le vostre aspettative sul season finale, di cui trovate il promo qui di seguito.
Come sempre, ringrazio poi queste fantastiche pagine che condividono i miei recap, passate a trovarle e, se non l’avete già fatto, ricordate anche di lasciare un bel like:

How To Get Away With Murder Italia
How To Get Away With Murder – Italian Fanpage

Alla prossima!

Related posts

Legends of Tomorrow | Recensione 1×08 – Night of the Hawk

Aniel

Glee | Recensione 2×05 – The Rocky Horror Glee Show

leolui

Shadowhunters | Recensione 1×06 – Of Men And Angels

Sam

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.