Image default
How I Met Your Mother Recensioni

How I Met Your Mother | Recensione 9×03 – Last Time in New York

09x03 mE dopo una settimana eccoci nuovamente qui a sproloquiare sul nuovo episodio di “Tutto ciò che è successo prima – questa settimana niente dopo – di aver incontrato The Mother”.

Il giorno è sempre venerdì, l’ora è all’incirca alle 14, la temperatura è intorno ai 25° ed il cielo è sgombro da nubi (ma tanto sappiamo che pioverà: almeno il dubbio sul meteo ce lo siamo tolto!). Mentre Marshall, Marvin («Go Vickings!») e Daphne (continua la guest di Sherri Sheperd) attraversano il Wisconsin sulle ruote della Monstrosity, a Farhampton Ted e Lily affrontano la lista degli ultimi desideri di Ted mentre Robin e Barney affrontano gli Old Men Walking: oltre al seme della pazzia, pare che in entrambe le famiglie la longevità faccia da padrona (ma come ci fanno notare i futuri sposi, «sono portatori di saggezza e noi li amiamo»).

A livello di trama non progrediamo più di tanto: Barney e Robin affrontano lo spauracchio del calo del desiderio post matrimonio cercando un posto inusuale (non mi pronuncio neanche sulla bassezza delle battute a triplo senso che sprecano in merito) in cui fare sesso un’ultima volta; il tutto cercando di evitare il Club della Terza Età che imperversa nell’hotel, avvalendosi di piccoli stratagemmi come il non pronunciare «Mandy Patinkin», o le parole «buffet» o «coupon» ad alta voce perché fungono da richiamo. Durante questa ricerca si imbattono prima in James (che a sua volta si nasconde per evitare le domande sul suo essere nero, gay e divorziato da parte degli «zombie», cit. Robin Scherbatsky) e poi nei bisnonni di non ricordo chi dei due, che si danno alla pazza gioia nella loro – legittima – camera. Vedere che dopo 60 anni di matrimonio i due nonnetti ancora eseguono elaborate e innovative manovre che comportano l’uso di palline da tennis e deambulatori li fa tranquillizzare e con l’animo più ottimista pronunciano le fatidiche parole: «Mandy Patinkin».

Ted e LilyThank you Linus»), invece, affrontano la lista di cose da fare prima di lasciare NY per Chicago scritta da Ted. Poco rilevante di per sé la lista se non fosse che, per una volta da tanto tempo, i piccoli difetti di Ted hanno ripreso a farmi ridere: la correzione della scritta sul muro e il mistero intorno al 26 aprile su tutti. Discorso a parte merita il costume da bagno anni ’30: sarà comicità elementare e clownesca ma quando è comparso sullo schermo conciato in quella maniera sono scoppiata a ridere e la reazione di Robin è stato il momento di top humor dell’episodio per quanto mi riguarda.

Immagine prova bmp

Marshall si limita – ahimè –  a fare da comparsa in sì e no 3 minuti di episodio, sufficienti, però, a regalarcelo conciato così:

Cheese - Marshall

Topo Gigio ringrazia.

Funny Moments:

  • La citata correzione della scritta sul muro;

09x03 a 09x03 b
09x03 c 09x03 d

  • Gli aneddoti sul Mistero del 26 aprile: se Marshall e Ted sfidandosi a duello con le spade hanno distrutto il vestito di Lily (che, ricordiamolo, era «un po’ d’alto bordo e un po’ d’alta classe»), Lily e Robin hanno invece distrutto la preziosa bottiglia di whisky Glen McKenna  che i giovanotti conservavano per il drink only men, sostituendone il contenuto con una letale miscela di cioccolato, succo di pomodoro e sapone (?!);
  • Ted vestito da Waldo;
  • Marshall con una fetta di formaggio in testa;
  • Barney che si “sacrifica” per Robin;

09x03 e 09x03 f 09x03 g 09x03 h
L’episodio si conclude però con un cliffhanger con i controfiocchi: Ted, che ha evitato Barney per settimane (si chiama «senso di colpa» Ted, go with it!) decide, finalmente, di bersi un ultimo bicchiere di whisky con l’amico, il quale, non appena lo vede, lo apostrofa così:

09x03 j

Ta da da da!!!!!!!Fine dell’episodio!

tumblr_msnf5k8j441sgmt4po1_500

 Non mi è piaciuto:

  • Le battute a triplo senso sui posti insoliti per il sesso: se c’è una cosa che non sopporto è la volgarità gratuita;
  • L’assenza della Madre della quale, fra le altre cose, sembra ci diranno il nome…prima o poi;
  • L’assenza – praticamente – di Marshall. Ora, dico io, avete un attore come Jason Segel che da solo regge qualunque scena e non lo usate?!Sarà che lo adoro ma mi è decisamente mancato. Anche se, è vero, se devono sfruttarlo male tanto vale non sfruttarlo affatto.

Episodio di per sé non eccezionale ma comunque superiore alla media di molti delle ultime due stagioni; riesce a risollevarsi, e di parecchio, con gli ultimi minuti…e con Ted versione marinaretto. Ok, confesso, Ted versione marinaretto vale da solo l’episodio. L’ho ammesso, contenti?!

09x03 m

(Giusto per ricordarcelo…)

Scherzi a parte, vi lascio con il promo del prossimo episodio e l’invito a seguire anche le pagine Alla fine arriva mamma! e Le migliori frasi Barney Stinson per foto e commenti. Bye bye!


http://www.youtube.com/watch?v=zFoi39S9p8k

Related posts

The Originals 5×02/5×03 – Essere Klaus ed Elijah Mikaelson

Sam

Riverdale 2×12 – Una lunga notte di passioni

Al

Beauty and the Beast | Recensione 2×08 – Man or Beast

WalkeRita

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.