Handmaid’s Tale | Arriva il teaser della stagione 2: niente più brave ragazze

Elisabeth Moss ha smesso di giocare seguendo le regole degli uomini. Ieri, giornata mondiale della donna, Hulu ha lanciato un nuovo teaser per la seconda stagione di The Handmaid’s Tale, e con esso viene presentato tutto ciò che di questo mondo distopico vi fa dire “Seriamente? Ma che c***!”.

“Indossa l’abito rosso, metti la cuffietta, chiudi la bocca, fa’ la brava ragazza, girati e apri le gambe, ‘sissignora’, ‘possa il Signore schiudere’” recita la Moss nel ruolo di Offred, che le è valso un Emmy. Ma ora basta.

Il teaser mostra anche flash che anticipano il ritorno di vari personaggi, inclusi Samira Wiley nel ruolo di Moira, Ann Dowd come Aunt Lydia e Alexis Bledel nei panni di Ofglen. La seconda stagione dello show che ha fatto incetta di quasi tutti i principali premi televisivi si concentrerà sulla gravidanza di Offred e sui sacrifici del personaggio per garantire al suo bambino un futuro lontano dagli orrori di Gilead.

“C’è molto orrore, crudeltà e timore in questa situazione, ma c’è anche parecchia assurdità”, aveva affermato il produttore esecutivo Bruce Miller. “Ho come l’impressione che June sia sempre a tanto così dal voltarsi verso la camera e dire: ‘Ma che c****’”.

Con il teaser è stato rilasciato anche un nuovo poster in cui appare una Offred pronta a ridurre in cenere il sistema.

I primi due episodi della seconda stagione di The Handmaid’s Tale andranno in onda mercoledì 25 aprile su Hulu. Trovate il nuovo teaser a inizio articolo.

Fonte




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

Ale
Tour leader/traduttrice di giorno e telefila di notte, il suo percorso seriale parte in gioventù dai teen drama "storici" e si evolve nel tempo verso il sci-fi/fantasy/mistery, ora i suoi generi preferiti...ma la verità è che se la serie merita non si butta via niente! Sceglie in terza media la via inizialmente forse poco remunerativa, ma per lei infinitamente appagante, dello studio delle lingue e culture straniere, con una passione per quelle anglosassoni e una curiosità infinita più in generale per tutto quello che non è "casa". Adora viaggiare, se vincesse un milione di euro sarebbe già sulla porta con lo zaino in spalla (ma intanto, anche per aggirare l'ostacolo denaro, aspetta fiduciosa che passi il Dottore a offrirle un giretto sul Tardis). Il sogno nel cassetto è il coast-to-coast degli Stati Uniti [check, in versione ridotta] e mangiare tacchino il giorno del Ringraziamento [working on it...]. Tendente al logorroico, va forte con le opinioni non richieste, per questo si butta nell'allegro mondo delle recensioni. Fa parte dello schieramento dei fan di Lost che non hanno completamente smadonnato dopo il finale, si dispera ancora all'idea che serie come Pushing Daisies e Veronica Mars siano state cancellate ma si consola pensando che nell'universo rosso di Fringe sono arrivate entrambe alla decima stagione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.