Guys & Dolls | Wes Bentley

Oggi parliamo di Wes Bentley, attore statunitense principalmente cinematografico, ma molto noto anche ai maniaci seriali grazie ai suoi ruoli nella serie antologica American Horror Story.
Wesley Cook Bentley nasce a Jonesboro (Arkansas) il 4 settembre 1978. Figlio di due pastori metodisti, David e Cherie Bentley, cresce assieme ai tre fratelli Jamey, Philip e Patrick. Studia alla Sylvan Hills High School dove si appassiona presto alla alla recitazione, passione che lo porta a calcare svariati palcoscenici teatrali. Si trasferisce poi a New York, dove studia alla Juilliard School.
Il ruolo che lo fa conoscere al grande pubblico arriva nel 1999, quando ottiene la parte di Ricky Fitts in American Beauty di Sam Mendes. Successivamente è il tenente Jack Durrance ne Le quattro piume di Shekhar Kapur (2002).

Nel 2007 interpreta il villain Blackheart in Ghost Rider, in cui è l’antagonista di Nicolas Cage.

Nel 2010 è in Jonah Hex assieme a Josh Brolin e Megan Fox, mentre nel 2011 è nel kolossal di Roland Joffé There Be Dragons, ambientato durante la guerra civile spagnola.

Nel 2012 diventa Seneca Crane nel celebre film The Hunger Games, mentre nel 2013 è nel biopic Lovelace, con Amanda Seyfried nei panni della pornostar Linda Lovelace. Nel 2014 è invece nel cast di Interstellar di Christopher Nolan insieme a Matthew McConaughey e Anne Hathaway.

Dal 2014 ad oggi è tra gli interpreti dell’acclamata serie antologica FX American Horror Story: Bentley ha partecipato a Freak Show, Hotel e Roanoke.

Dal 2001 al 2010 è stato sposato con l’attrice Jennifer Quanz, mentre dal 2010 è sposato con Jacqui Swedberg, madre dei suoi due figli.

Vi lascio con una manciata di immagini del nostro affascinante e talentuoso interprete:




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

Clizia Germinario

Grande appassionata di cinema, serie tv e cucina, ho iniziato ad avvicinarmi al mondo dei telefilm a fine anni ’90, ma ne sono diventata addicted solo diversi anni dopo. Non ho un genere preferito, pur avendo una spiccata predilezione per gli show (come i film, del resto!) che parlano di vampiri e licantropi o, più in generale, di soprannaturale: non per niente il mio serial preferito è l’ineguagliato “Buffy the Vampire Slayer”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.