Grey’s Anatomy | Jason George: “Nulla è per sempre”

Giusto un paio di mesi fa Jason George di Grey’s Anatomy diceva a TVLine che Ben e la Bailey erano la tipica coppia che “resiste a tutto”. Ma l’ora di trasferirsi alla nuova serie drammatica di ABC, lo spinoff sui pompieri di cui abbiamo parlato, si avvicina e la sua idea è cambiata. Ora una separazione è “proprio una possibilità”, ha ammesso in vista del 300esimo episodio della serie. “Nulla è per sempre”.

Nonostante il rischio per la sua relazione – per non parlare del rischio vero e proprio, fisico – Ben è determinato ad abbandonare la sua carriera in ambito medico per salvare vite all’interno di edifici in fiamme invece che nel pronto soccorso, perché? “Sapete come la vedo io? Credo che lui sia terrorizzato,” suggerisce George. “Come abbiamo visto nel finale della tredicesima stagione, Ben è terrorizzato dal fuoco, ma ci è corso in mezzo. Come se fosse alla costante ricerca di adrenalina.

Molte altre persone di successo,” aggiunge, “hanno affermato di essersi buttati verso la cosa che più li spaventava.”

Per Ben, nel futuro più immediato, questa cosa potrebbe essere sua moglie. Come abbiamo già iniziato a vedere, “la situazione si scalderà sempre di più” tra i due. “Nel migliore dei casi, le cose precipiteranno, in ogni caso proprio. Ben potrebbe sperare che accada questo.”

Fonte

SalvaSalva




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

thisperfecttime
Valentina, classe 1991. Da piccola il suo appuntamento quasi-fisso era con Young Hercules e Xena L’addiction però è arrivata più avanti, con Lost. Ricorda un momento preciso, come un colpo di fulmine: accende la tv e appare un gruppo di persone a lei ancora sconosciute, una ragazza bionda prende la mano di un ragazzo e poi un’asiatica esclama: “Boat, Boat!”. Ecco, quello è stato IL Momento. Dopo aver recuperato telefilm che le erano inspiegabilmente sfuggiti (Buffy in primis) inizia a guardare un numero sempre crescente di serie tv, vecchie e nuove, (tanto i network “risolvono il problema" facendo stragi e cancellandone una buona percentuale) e ad affezionarsi, sempre e comunque, a quei personaggi destinati a tirare le cuoia nei modi più assurdi e dolorosi. Per ora fa la spola tra Gotham City e l’Enchanted Forest, tra il Seattle Grace e Central City, tra Baltimora e il salotto di Freddie e Stuart… Ma è sempre alla ricerca di nuove destinazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.