Image default
Grey's Anatomy Recensioni

Grey’s Anatomy 15×03 – Una fuga inaspettata

Loading...


Dopo la doppia premiere della scorsa settimana le acque iniziano a calmarsi e si va incontro ad un episodio senza grossi scossoni, che mette insieme tutti gli avvenimenti che ci hanno travolto in precedenza, e inizia a porre le basi per la stagione. Una puntata tranquilla, simpatica, divertente, non particolarmente drammatica ma non per questo meno bella o priva di sorprese, il classico episodio che serve per sistemare le cose iniziali e puntare la stagione verso la giusta (speriamo) direzione.

Come riportato nel titolo, la prima sorpresa di questa puntata, è la fuga di Jackson dalle vicende. Dopo aver infatti avuto una sorta di crisi spirituale nella premiere che sembrava però essersi risolta con quell’ultima scena con Maggie (io continuo a non commentarli), il chirurgo decide di darsi alla macchia per riflettere su ciò che gli sta succedendo e sparisce avvisando tramite mail o messaggi vocali. Personalmente reputo il personaggio di Jackson ormai totalmente o parzialmente (?) rovinato per cui inizialmente son stata entusiasta della sua assenza, a mente fredda però ho realizzato che in effetti, visto come si erano concluse le cose nella scorsa puntata, questa sparizione non avesse molto senso e soprattutto, per quanto possa non tollerarli come coppia, Maggie non si meritasse nulla di tutto ciò. Ora probabilmente si scoprirà che questa sua assenza è dovuta a degli impegni extra-serie o magari ad un paio di giorni di malattia ma sicuramente la cosa si poteva quanto meno gestire meglio.

Aperta e chiusa questa parentesi andiamo a concentrarci sulle cose che più mi hanno colpito di questo terzo episodio:

  • Alex e i primi giorni da vero BOSS dell’ospedale
  • L’atteggiamento di Webber

Certo, ci son in realtà molti personaggi da commentare e molte storie da analizzare ma se devo essere sincera queste son le cose che più mi hanno colpita. In primis perché vedere Alex con un ruolo TOTALMENTE diverso da quello che ha sempre avuto è un cambiamento interessante e in seguito perché proprio da questo scaturisce una sorta di insofferenza da parte di uno dei medici più esperti e saggi dell’ospedale.

Alex infatti si ritrova subito ad annaspare in un lavoro che non conosce, per cui secondo me non è ritagliato e soprattutto ancora sotto l’occhio attento e preoccupato della Bailey. Questo non significa che il giovane sia totalmente inadeguato a questo nuovo compito, anzi, se messo in riga, istruito e guidato secondo me Alex ha il potenziale per superare questa sfida senza farsi distruggere dallo stress e le scartoffie come molti altri. Tendo comunque a parlare per un periodo breve, perché Alex dietro la scrivania per più di qualche mese, massimo un anno, proprio non riesco a vedercelo, ma questa è un altra storia.

Il suo ruolo viene messo in dubbio da praticamente l’intero OSPEDALE, in molti si chiedono cosa sia passato per la testa della Bailey durante questa scelta e perché lei stessa non sembri assolutamente concentrata nel suo lavoro. A pagarne le spese è Jo, stranissima in camice blu e assolutamente improbabile nel voler essere chiamata Karev (io non mi abituerò mai, sappiatelo), che si ritrova a dover rincorrere e pregare la Bailey per poter riuscire a portare avanti il suo progetto o catturarne la sua attenzione.

(NOPE)

E se alcuni dottori ci scherzano, vedi Koracick, le infermiere si lamentano sotto voce e mamma Bailey tenta di risolvere i casini creata da uno dei suoi protetti, a Webber proprio non va giù il fatto che uno come Alex gli sia stato preferito al comando.

Inizia quindi a comportarsi in malo modo nei suoi confronti, a far valere la sua anzianità sul ruolo da leader e a mettere in dubbio tutto ciò che Karev dice o fa praticamente per tutto il corso della puntata. Questo suo comportamento si riflette anche su un paziente in particolare, il maestro svenuto che ha messo in pericolo i propri studenti, vedendo in lui un alcolista della peggior specie e scagliandosi contro lui e tutto ciò che rappresenta ancora prima di conoscere la sua storia. Questo atteggiamento assolutamente NEGATIVO per fortuna trova una conclusione ancora prima che i 40 minuti vadano a scadere e l’uomo, resosi conto degli errori commessi, trova la soluzione al caso, scagiona il povero professore e riabilita la sua figura, anche se di scuse nei confronti di Alex non se ne son ancora viste molte. Chiaramente è inevitabile che la cosa lo infastidisca, sopratutto quando questa decisione è spettata alla Bailey, la sua protetta, ma io credo che Webber dovrebbe accettare la cosa e soprattutto comprendere che questi son i primi giorni di Alex, ha bisogno di tempo per imparare, comprendere il proprio ruolo e riuscire a svolgerlo nei migliori nei casi. Da uno come lui mi aspetto consigli, pazienza e qualche commento sarcastico, non tutta quella rabbia repressa!
A ruotare intorno ad Alex e Webber è anche un altro colpo di scena, il licenziamento di Roy che arriva come un fulmine a ciel sereno visto quanto si erano mobilitati la scorsa stagione per riassumerlo nel team. Ci siamo già dimenticati di tutta quella storia oppure questo porterà a una nuova storyline? Chissà. L’unica certezza è che Alex ha ancora tanto da lavorare (quel sorrisetto post licenziamento non mi ha fatto impazzire) e spero che tutti tentino di aiutarlo il più possibile in questo nuovo compito.
  
Per quanto riguarda le altre storyline abbiano un Owen e Amelia sempre più sulla stessa lunghezza d’onda, inconsapevoli dell’arrivo di Teddy e il suo fagottino dai capelli rossicci, cosa di cui invece è al corrente Maggie che tenta in ogni modo di sistemare la sorella con chiunque altro uomo si trovi davanti. I nuovi dottori non trovano troppo spazio in questo episodio, così come il resto dei personaggi ad eccezione di qualche slancio di Meredith che trova il modo per salvare, ancora una volta, Cece e regalarle più tempo. Più tempo per sopravvivere e anche per trovarle l’uomo della sua vita e convincerla ulteriormente a lanciarsi sulla pista, addirittura dandosi a dello shopping sfrenato.
  

(Questo discorso è stato PERFETTO)

Riuscirà Meredith a trovare l’amore? Alex a trovarsi come CAPO dell’ospedale e Jo a riuscire a ottenere le attenzioni della Bailey? WHO KNOWS.

Flop 3

  • L’assenza di Jackson – nonostante io ne sia felice, da un punto di vista narrativo non ha molto senso, soprattutto per il modo in cui ferisce Maggie dopo la dichiarazione di Jackson della scorsa puntata. ASSOLUTO NO SENSE
  • Il licenziamento di Roy – licenziato in precedenza, ripreso e ora rilicenziato. SIAMO SERI? Cosa vogliamo farne di questo personaggio eh?
  • Webber – nonostante vi sia stata una ripresa finale il suo è stato uno scivolone poco adatto ad un personaggio della sua esperienza e del suo calibro. Spero sia stata solo una cosa momentanea.

E voi come avete trovato l’episodio? Cosa ne pensate del primo giorno di Alex come BOSS? Fatemelo sapere nei commenti.

Io vi lascio come sempre con il promo del prossimo episodio, IL CROSSOVER:

Loading...

Related posts

Once Upon a Time | Recensione 2×02 – We Are Both

Shantiny

Once Upon A Time | Recensione 3×12 – New York Serenade

Claw

Minority Report | Recensione 1×07 – Honor Among Thieves

MooNRiSinG

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.