Image default
Gotham Spoiler

Gotham | Ben McKenzie anticipa le sorti di Gordon nella terza stagione

ben-mckenzie_0

La seconda stagione di Gotham si è concentrata sulla nascita e sulla rabbia dei cattivi. Ma cosa succede quando un carico di prigionieri di Indian Hill viene liberato in città? Beh, di sicuro il sottotitolo ci lascia intuire che la città andrà un po’ fuori di testa… Eroi compresi.

“Volevamo esplorare ulteriormente questo argomento: cos’è che rende gli eroi tali, cos’è che rende cattivi i malvagi, cosa c’è in Gotham che cambia le persone e spinge i buoni verso il lato oscuro?” dichiara il produttore esecutivo Ken Woodruff a EW. “È uno dei temi su cui abbiamo voluto giocare molto in questa stagione.”

All’avvio della terza stagione che vede un salto in avanti di diversi mesi, uno degli eroi, Jim Gordon, non fa più parte della GCPD [Gotham City Police Department, la polizia di Gotham, ndt]. “Gordon è un cacciatore di taglie,” dice Ben McKenzie. “Vive alla giornata, guadagnandosi la pagnotta e bevendo molto.”

Potrebbe essere l’inizio della disfatta di Gordon. “Se osservate Jim Gordon, se lo osservate da un punto di vista diverso, molte delle cose che ha fatto nelle stagioni passate e che si inseriscono nella terza possono essere considerate cattive,” dichiara Woodruff. “Sappiamo quali sono le sue intenzioni e quindi siamo molto indulgenti, ma ha commesso molti errori e pensiamo che questo aggiunga drammaticità alla serie.”

L’ultimo errore commesso da Gordon riguarda la sua ex fiamma, Lee Thompkins. Sembra che il tentativo dell’uomo di riconquistarla alla fine della seconda stagione non sia andato a buon fine. “È un’ubriacone triste,” commenta McKenzie. “Beve birra e lacrime.”

Non significa però che Gordon beva da solo. “Desidera instaurare una connessione con qualcuno e in questo contesto si inseriscono diversi elementi, fra cui Valerie Vale, l’intrepida reporter della Gotham Gazette,” dice McKenzie. “Il loro rapporto è guidato più da un reciproco interesse personale che da un sentimento profondo, ma hanno un legame e hanno modo di aiutarsi a vicenda. Gordon si sente solo e cerca della compagnia.”

Ora bisogna vedere se Valerie Vale sarà la donna giusta per aiutare Gordon a rialzarsi. “Credo che diventi più difficile raggiungerlo a livello emotivo man mano che si fossilizza sui suoi comportamenti e perde fiducia in Gotham stessa,” dichiara McKenzie. “È una delle storie che racconteremo con lui. Anche se all’inizio della terza stagione non ne fa più parte, prima o poi vorrà sicuramente rientrare nella GCPD, ma durante il suo percorso soffrirà perché non riesce a mantenere una sua morale. Si allontana, si isola e si irrigidisce a livello di relazioni sentimentali.”

Se c’è qualcosa che può aiutare Gordon, McKenzie scommette che sarà una combinazione degli interventi di Lee, Bruce, Harvey e forse di qualcun altro, anche se alla base dev’esserci la volontà di Gordon di cambiare. “In un certo senso dovrà essere lui stesso a rimettersi in piedi,” dice McKenzie. “Ma se non altro avrà degli amici che lo aiuteranno a versare meno lacrime dentro la birra.”

Gotham ritorna con la premiére della terza stagione il 19 settembre alle 20, su Fox.

Fonte

Related posts

Revenge | Il produttore spiega il ritorno di [SPOILER] e parla della resa dei conti finale

lau_tonks90

Elementary | Video sneak peek sul ritorno di…

Ale

Once Upon a Time | Colin O’Donoghue parla del ‘sorprendente’ bacio, valuta la resa dei conti Hook/Neal

lau_tonks90

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv