Image default
#NostalgiaCanaglia Gossip Girl Rubriche & Esclusive

Gossip Girl – Le 4 cose che più ci mancano della serie

Per la rubrica #NostaligiaCanaglia, questa settimana vi voglio parlare di Gossip Girl: quando penso a questa chicca mi sovvengono alla mente tanti ricordi. Gossip Girl è un must, è quella serie tv che tutti almeno una volta nella vita devono guardare, come Friends, come Sex and che City e come molte altre. Da quando (san) Netflix ha provveduto a mettere nel suo catalogo questa chicca, sono in bingewatching perenne. Non posso farne a meno. Non importa se ho altre 385 puntate in arretrato, devo vedere Gossip Girl.
Nell’era dei reboot, nell’era degli spin-off, spero che ci diano ancora tante gioie e ci riportino nello scintillante mondo dell’Upper East Side. Certo, nessuno sarà mai come Chuck Bass.

Ma partiamo subito con le cose che più mi mancano di questa meravigliosa serie tv.

1. Blair Waldorf e Chuck Bass
Gossip_Girl_Chuck_Blair
The Queen B. o la ami o la odi. Non c’è una via di mezzo. Io la amo alla follia: perfetta regina di stile, perfetta regina dell’intrigo, perfetta nel suo ruolo di bitch… perfetta da ogni punto di vista.
Gossip_Girl_BlairLei che può portare un cerchietto e farne un mondo interno. E scusate, ma chi non l’ha shippata con Chuck? Ora voglio trovare qualcuno che abbia mai approvato la sua storia con Dan. Bella amicizia, ma insieme non si potevano vedere. Per non parlare di Nate! No no: Blair deve stare con Chuck, punto.
Solo un personaggio prima poteva permettersi di entrare in scena e far capire a tutti chi era il boss, presentandosi come “Sono Bond, James Bond”. In Gossip Girl abbiamo “I’m Chuck Bass“, e da lì tutti zitti.
Blair e Chuck erano e sono perfetti insieme. Uno completa l’altro. Durante tutte le stagioni abbiamo tifato per loro come tifi l’Italia quando è in finale ai mondiali di calcio (e sì, lo facciamo tutti anche se non amiamo il calcio… e non dite che non avete cantato POOOO POPOPOPOPOOOOPOOO almeno una volta). Si sono lasciati e si sono ripresi, si sono odiati e si sono amati (sì, ci sono volute alcune puntate perché il nostro ragazzaccio facesse capolino).

2. I party
Nell’Upper East Side ogni motivo è buono per far festa. Beneficenza o matrimonio, funerale o sfilata di moda passando per un’esposizione d’arte, la parola d’ordine è sempre e solo una: PARTY ESCLUSIVI. Liste di invitati che per essere inserito dovevi fare un patto con il diavolo (o essere amico intimo di Chuck Bass, che non ha mai disdegnato di organizzare feste a dir poco scandalose). Personalmente ho adorato quella di Angeli VS Demoni: una delle migliori. E state pur certi che “noia” non è una parola che sentirete spesso: Serena che si ubriaca, qualcuno che fa una rissa, uno scandalo di Gossip Girl al momento giusto sono gli ingredienti base per un perfetto brunch domenicale. Adoro!

3. Dorota

Gossip_Girl_Dorota

Dorota, fidata “cameriera” di Blair, è uno dei personaggi che ho amato di più nel corso di tutte le stagioni. Blair si affida a lei per qualsiasi cosa, dall’intrigo per vendicarsi di Jenny Humphrey fino a spalla su cui piangere per l’ennesima rottura con Chuck. Dorota è quello che ognuno di noi si merita: amica-confidente-aiutante. Senza contare che la sottoscritta ha sempre pensato che Dorota fosse Gossip Girl. Ma fisso proprio.

4. Gli outfit

Gossip_Girl_Outfit

In ogni puntata di GG ci sono stati outfit fantastici: roba da far impallidire Enzo Miccio e Carla Gozzi. Potete non amare il genere, ma non potete dire che tutti i protagonisti non siano vestiti perfettamente e con classe.

Ammetto che ci sono state delle volte in cui ho storto il naso di fronte ai completi di Chuck, così come ad alcune mise di Serena, ma ho sempre ammirato tutti gli abiti: chapeau ai costumisti. Posso dire che in quanto a guardaroba questa serie è degna di Carrie Bradshow and co.

Una menzione particolare va a Serena Van Der Woodsen.

Gossip_Girl_Serena

Non l’ho inserita nella mia classifica delle parti che mi mancano perché è un personaggio che non ho mai amato. Ho sempre pensato che Serena fosse la più immatura del gruppo dei protagonisti.

Non è mai realmente cresciuta, alla prima difficoltà è sempre stata brava a prendere parte del fondo fiduciario o semplicemente la carta di credito di mamma per andare via, carica di ogni tipo di droga e lontano dai problemi. L’ha fatto fino all’ultima stagione, quando ha incontrato Steven fingendosi Sabrina.

Ma, a parte questo, una va menzione anche a lei sopratutto per il suo rapporto di amicizia/odio/indifferenza con Blair. È anche grazie a S. che ho amato Blair e il suo modo di fare, forse anche perché ho trovato la sua nemesi. Non posso dire che sia stato il personaggio che ho odiato di più: no, quello è Vanessa Abrams, che è stata quello che Dolores Umbridge è stata per Hogwarts… una spina del fianco.

Beh, che dire, come detto all’inizio attendo con ansia un reboot, uno spin-off, un qualcosa tipo Girmore Girls che mi riporti nell’Upper East Side. Magari prima o poi verrò accontentata.

Related posts

I mondiali di TA | Match #6: Gancia Vs. Scozia

Lu

Avvocato per la difesa: Clara Oswald

WalkeRita

Guys & Dolls | Matt Bomer

Chiara

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.