Image default
Glee Gli Spin-Off Che Vorremmo Rubriche & Esclusive

Gli Spin-Off Che Vorremmo | Glee presents… THE WARBLERS!

Eccomi qua ad inaugurare questa nuova rubrica che vi farà compagnia per un po’! Le ultime stagioni televisive sono state dominate dagli spin-off di film e di altri telefilm, nonché da spin-off di spin-off (di spin-off di spin-off). Abbiamo quindi pensato… perché non immaginare gli spin-off che noi avremmo voluto?!

wb03

Come gli affezionati di Glee ben sapranno, c’è tutta una fetta di fandom che letteralmente impazzisce per quel fantastico glee club che sono i Warblers della Dalton Academy. Sono state scritte fanfiction a non finire a riguardo, Ryan Murphy in persona è arrivato a pensare per un breve – troppo breve – momento di farne davvero uno spin-off a tema, salvo poi prendere la decisione più sbagliata della sua vita e gettare letteralmente nell’immondizia un’idea che scoppiava di potenziale (molto più di quelle che invece ha portato avanti nelle ultime due stagioni, se posso permettermi). Ma sia mai che la sottoscritta si arrenda, quindi vi presento oggi lo spin-off che mi farebbe andare in brodo di giuggiole più di ogni altra cosa, ovvero quello incentrato sugli Usignoli della Dalton Academy!

 

GLEE PRESENTS… THE WARBLERS!

Come ogni spin-off che si rispetti, anche questo parte da un punto ben preciso della linea temporale della sua serie madre. Nella fattispecie, ci stacchiamo da Glee nel corso della sua quarta stagione, subito dopo che Trent ha vuotato il sacco con Finn, Blaine e Sam riguardo a come i suoi compagni siano riusciti a stravincere contro la concorrenza, facendoli conseguentemente squalificare e portando all’allontanamento di Hunter Clarington sia dal glee club che dalla Dalton Academy.

Ma partiamo con il presentare i nostri personaggi principali:

Sebastian Smythe

wb04

Trent Nixon

wb14

Jeff S. Sterling

wb09

Nick Duval

wb07

Thad Harwood

Eddy-Martin-4-grande

Dopo che Wes, Davis e Thad si sono diplomati e Blaine si è trasferito alla McKinley, il regime democratico che caratterizzava questo glee club è stato sostituito prima da quello di monarchia assoluta di Sebastian, e poi da quello tirannico di Hunter, facendo perdere via via sempre più prestigio ai nostri Usignoli e portandoli infine a toccare il fondo con lo “scandalo doping”. Di mezzo ci è andata anche l’immagine della Dalton Academy, il cui consiglio di amministrazione ha deciso di espellere seduta stante Hunter, prima di iniziare a raccogliere i cocci disseminati in giro da questi Usignoli allo sbaraglio. Essendo Trent l’unico che ha avuto il coraggio di opporsi all’idea di Hunter per arrivare a qualificarsi ai campionati nazionali, è stato deciso di mettere lui a capo del glee club, e di lasciargli scegliere in completa autonomia i membri che sarebbero andati a comporre il nuovo consiglio dei Warblers. Trent, che non ha mai avuto un assolo nemmeno per sbaglio e non ha mai avuto peso su nessuna decisione presa fino ad allora, decide che tutti meritino una seconda possibilità e quindi nomina Sebastian co-capitano e Jeff e Nick consiglieri, sperando che l’influenza di Hunter non li abbia compromessi in maniera irrimediabile.

 

wb10Sono tutti e quattro dei junior, quindi anche se ormai per quell’anno il campionato è andato, possono comunque iniziare a gettare le basi per il loro ritorno l’anno successivo. L’assurda debacle che li ha visti protagonisti ha fatto loro perdere tutto il prestigio che avevano all’interno della scuola, quindi se prima essere un Warbler era motivo di vanto, ora lo è di vergogna, cosa che porta alcune fra le reclute più giovani a mollare. I quattro, di comune accordo, decidono di non intraprendere nessuna campagna per invogliare gente ad unirsi alle loro file, ma piuttosto di concentrare i loro sforzi sul riacquistare la credibilità persa, nella speranza che il resto arrivi come conseguenza naturale. Iniziano quindi a lavorare su un’esibizione da portare come apertura di un’assemblea studentesca, per la quale scelgono l’ultimo singolo dei Cobra Starship, Never Been in Love.
Nel frattempo Blaine decide di chiedere a Kurt di sposarlo e per farlo domanda aiuto a vari glee club fra cui i suoi vecchi compagni, che si esibiranno per un nobile motivo sulle note di All You Need is Love dei Beatles, insieme a New Directions, Vocal Adrenaline e ai ragazzi della Haverbrook School. Trent accetta di aiutare Blaine perché si tratta di un vecchio amico, Sebastian invece finge entusiasmo ma lo spalleggia solo nella speranza che questa collaborazione con alcuni fra i più grandi glee club della nazione faccia il giro delle pagine FB e degli account twitter a tema facendo parlare dei Warblers in maniera positiva dopo mesi.

wb06Nick capisce che qualcosa non va e affronta Sebastian di petto poco prima dell’assemblea studentesca, scoprendo così che il ragazzo – che non aveva mai potuto digerire Kurt e aveva sempre avuto un debole per Blaine – è rimasto piuttosto scosso dalla notizia del matrimonio. Nick cerca di fargli capire che visti i precedenti, per lui e Blaine non ci sarebbe comunque mai stato un futuro, con il solo risultato di far innervosire ancora di più Sebastian che sale sul palco e, incapace di concentrarsi, prende una stecca dietro l’altra e pesta i piedi a tutti sbagliando i propri passi, ottenendo infine il risultato opposto a quello per cui avevano provato tanto e con altri membri che lasciano le file dei Warblers.

 

Trent, dopo essersi consultato con Nick e Jeff, decide di lasciare il grado di co-capitano a Sebastian ma di togliergli il monopolio degli assoli: d’ora in avanti ci saranno delle sorte di audizioni per ottenerli, in modo da garantire il massimo della qualità e delle prestazioni sempre. Sebastian la prende piuttosto sul personale, non tanto per il fatto degli assoli quanto perché sente che il grado di co-capitano sia in realtà un grado fantasma assegnatogli solo per far finta che alla guida del club ci sia qualcuno di polso e con la dovuta esperienza, e decide di parlarne con Jeff che gli sembra meno coinvolto di Nick nella gestione Trent.

Jeff in realtà ha accettato l’incarico di consigliere solo per l’amicizia che lo lega a Nick, talmente forte da aver fatto credere più volte e a più persone che i due fossero gay e stessero insieme. Dopo aver provato fin dal primo anno a conquistarsi un assolo e senza esserci mai riuscito, e dopo essersi fatto abbindolare e rigirare come un calzino da Hunter, Jeff ha però deciso che i Warblers non meritano la sua attenzione più totale, e quindi di recente ha iniziato a dedicarsi di più ai suoi hobby esterni, che sono suonare il basso e comporre canzoni. Sebastian riesce ad attirare l’attenzione di Jeff stuzzicando la sua voglia solo sopita di riuscire finalmente a mettere le mani su di un assolo, riuscendo perfino a mettergli in testa che come in passato i New Directions avevano portato sul palco canzoni originali, magari potevano iniziare a farlo anche loro. Il piano del ragazzo è semplice: portare dalla sua parte Jeff, lasciargli trascinare Nick e fare in modo che siano loro due a fare il lavoro sporco per lui e a sovvertire il regime Trent.
Della serie, old habits die hard.

wb01 wb02
Ma il piano di Sebastian riuscirà a far sovvertire il regime? Resta tutto da vedere, dato che stanno per arrivare trouble in paradise… Nick è infatti stufo di stare rinchiuso nel suo armadio, stufo di morire dietro a Jeff senza che questi nemmeno se ne accorga – ebbene sì, Nick è davvero gay, ed è davvero attratto da Jeff-il-suo-migliore-amico, ma Jeff non se ne è reso minimamente conto – e quindi se da un lato farebbe tutto per lui (mai sentito parlare di innamorati zerbini?), dall’altro sta cercando senza dare nell’occhio di prendere le distanze da lui in modo da evitarsi un cuore spezzato ancor prima di averci provato.

wb00

Trent nel frattempo inizia a capire che le cose così non possono funzionare, e allora decide di prendere ispirazione – ovvero copiare spudoratamente – la strategia dei New Directions di appoggiarsi a ex membri già diplomati, e senza consultarsi con nessuno chiama in suo soccorso Thad. Thad si è diplomato l’anno prima con il massimo dei voti ed è stato ammesso alla NYU senza nessuna difficoltà, ma nonostante questo si ritrova a metà del suo primo anno in piena crisi esistenziale, per nulla sicuro che ciò che sta facendo sia effettivamente ciò che vuole fare nella vita. Quindi accoglie a braccia aperte l’sos inviatogli da Trent e torna alla Dalton Academy, dove però non viene accolto con altrettanto entusiasmo dai suoi vecchi compagni, Sebastian in primis.

Siamo solo all’inizio e abbiamo già tutta una serie di matasse da sbrogliare:

  • Trent è alla guida dei Warblers e il suo interesse principale è quello di riportare ai vecchi splendori il club, peccato sia l’unico ad avere questa priorità nella vita.
  • Sebastian è nominalmente a capo dei Warblers, ma a tutti gli effetti si sente escluso dal comando che – nonostante la sua conversione al lato buono della forza – continua a bramare. Come se ciò non bastasse non riesce ad andare oltre alla sua infatuazione per Blaine e al suo odio per Kurt, tutti elementi che piano piano lo stanno riportando verso il lato oscuro della forza, quello a cui è sempre appartenuto.
  • Jeff si sente frustrato sul fronte Usignoli e non sa nemmeno lui se ci tenga ancora come prima o meno a questo club o se continui a farne parte solo in virtù dell’amicizia che lo lega a Nick, del tutto ignaro che l’amico in realtà vorrebbe qualcosa in più da lui.
  • Nick condivide gli obiettivi di Trent, ma allo stesso tempo deve affrontare una volta per tutte i suoi sentimenti per Jeff e non sa come fare.
  • Thad, in piena crisi esistenziale, torna alla Dalton Academy su richiesta di Trent sperando di poter aiutare gli ex compagni a rinascere dalle ceneri, ma al suo arrivo trova una situazione che definire incasinata è dire niente, fra intrighi di corte, piccoli problemi di cuore e altro.

E siamo di fronte ad altrettanti interrogativi, come ad esempio, riusciranno Jeff e Nick a salvare la loro amicizia, o rimarranno vittime della guerra che sta per scoppiare fra Sebastian e Trent? (o vittime dei sentimenti di Nick, a vostro piacimento!).

wb08

Riuscirà Trent a tenere insieme i Warblers? O Sebastian reinstaurerà il suo regime, magari con l’aiuto proprio di Jeff?

wb12?

E Thad, da ex consigliere quale è, riuscirà a salvare la situazione prendendo in mano le redini degli Usignoli e rimettendo tutti in riga? Sebastian riuscirà a dimenticare una volta per tutte Blaine? E… e… e…?

Ovviamente questa è solo una delle mille maniere nelle quali potrebbe partire un spin-off dedicato ai Warblers, diciamo che questo è l’avvio che gli darei io (RYAN MURPHY SENTITI LIBERO DI RUBARMI L’IDEA E ATTUARLA e farmi vivere su quel set). E voi che ne pensate? Vi piacerebbe che uno spin-off del genere prendesse vita?

wb11

 

 

Related posts

Flash Recaps #27 | Nashville, Castle, NCIS : LA, New Girl, The Musketeers, TGW, Banshee!

BettySmolder

Pilot Addicted | The Flash

Lu

Rinnovi/Cancellazioni – Blindspot è spacciato? HTGAWM a fortissimo rischio, mentre Riverdale sorride

Prince

3 comments

barricadeuse
barricadeuse 28 Settembre 2014 at 15:38

Ryan Murphy ascolta le nostre preghiere. Non lasciare che tutto quello che Glee ha significato vada sprecato, ti prego. E fai questo maledetto spin-off sui Warblers, invece di rovinare ancora di più le New Directions!
(tutto questo per dire: appoggio la tua idea con la stessa intensità di migliaia di soli, e se potessi girarla io sarei già lì con camere da presa e luci. Kudos and kudos to you, davvero! *^*)

Reply
Marco 30 Ottobre 2014 at 21:57

No no NO. I Warblers e il loro leader sono una delle ragioni principali Glee è diventato un disastro. Uno spinoff su di loro è l’ultima cosa che serve.

Reply
Anonimo 8 Settembre 2015 at 13:58

Io credo che glee sia diventato un disastro per via delle idee improbabili del pelato. Guardati le ultime due stagioni e poi ne riparliamo. Gli Usignoli avevano un enorme potenziale ma sono stati sprecati in poche puntate e usati anche male. Non dico di promuoverli a regular ma almeno approfondire di più i loro personaggi invece di crearne di nuovi (marley, jake e ryder) per poi buttarli via e inventarne altri (Jane, Mason, roderick ecc)di cui non sono state approfondite le loro storie. Inventare personaggi nuovi non serve a salvare una serie, anzi.

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.