Image default
Glee Recensioni

Glee | Recensione 6×05 – The Hurt Locker Part 2

Hello Klaine!
Hello, hello!
Cose che abbiamo capito giunti ormai (quasi) a metà percorso: questa sesta stagione probabilmente non ci farà vedere niente a parte le provinciali, non ci farà conoscere i nuovi volti, non ci fornirà chissà che storyline. Questa stagione è una celebrazione. Una celebrazione di ciò che è stato Glee ai tempi d’oro, una celebrazione dei personaggi storici, delle scene miliari che abbiamo tutti ben impresse nella memoria e perfino una celebrazione del fandom. Ladies and gents, celebriamo.

60515

Anche se ho passato i primi episodi a lamentarmi del fatto che non mostrassero la benché minima intenzione di approfondire personaggi e storyline che non avessero niente a che vedere con Rachel, Kurt o Blaine, ora mi rendo conto che è giusto così. Non c’è tempo per farlo, se iniziassero dei percorsi seri con chiunque degli altri be’, sarebbero costretti a troncarli lì a qualche maniera o a portarli avanti in modo penoso come fecero con Marley, Jake, Ryder, Unique e compagnia bella e grazie al cielo – per una volta – i nostri amici autori hanno imparato dai propri errori. Questa è la stagione finale, sono gli ultimi episodi e sono pure pochi, quindi hanno solo due compiti da portare avanti: chiudere in maniera degna le storyline dei veterani di Glee, e celebrare uno show che per quanto sia riuscito a cadere in basso nel corso delle scorse due stagioni, ci ha comunque donato dei picchi di meravigliosità assurdi nelle tre che le hanno precedute.
Quello che sto cercando di dire è che approvo. Per la prima volta da tanto tempo, approvo quello che Glee sta facendo.

“I DON’T THINK THIS IS A REAL ELEVATOR.”

60512 60513

Ma parliamo di questo episodio in particolare, in cui abbiamo visto una Sue Sylvester versione enigmista diventare la personificazione della fazione più agguerrita dei Klainer – ecco un esempio di “celebrazione del fandom”. Avete presente quando in Supernatural Sam e Dean si ritrovano a partecipare a una convention incentrata su Supernatural? Mmm, magari no, non ce l’avete presente, ma ecco, sono quei momenti topici di uno show televisivo nel quale uno si rende conto di quanto gli autori abbiano una corretta percezione del fandom, di quanto ce l’abbiano a cuore, di quanto vogliano non dico compiacerlo – perché questo è il male, mai compiere una scelta a livello di trama solo per far contente porzioni di fandom, MAI! – ma almeno lanciare il messaggio “sappiamo che esistete, vi vediamo, vi amiamo!” e penso sia meraviglioso, MERAVIGLIOSO. (E no, far tornare insieme i Klaine non è compiacere chi shippa Klaine, è compiacere Ryan Murphy – che sì, probabilmente ed evidentemente shippa Klaine ma vabbé).

60500

Dicevo… Sue è quindi questa personificazione della parte più hardcore del fandom Klaine, una personificazione in perfetto stile Glee e di conseguenza completamente assurda e senza senso – perché non ha alcun senso che la preside di una scuola superiore si metta a shippare Klaine – ma non per questo meno brillante. Dai, Sue Enigmista con la biciclettina. Alzi la mano chi non ha pensato, “ne voglio una anche ioooo”, e se alzate la mano siete dei grandissimi bugiardi e non vi credo!
Sue Enigmista che intrappola i Klaine in un ascensore fasullo facenda leva sul loro quoziente intellettivo evidentemente nullo e sulla loro pigrizia e che li costringe a fare una cosa tanto immonda quanto baciarsi per uscire da lì vivi e vegeti, è stato bellissimo dai. Che poi quel bacio sia solo l’inizio della loro riunificazione è un altro paio di maniche, ma non venitemi a dire che tutte queste macchinazioni e questi scenari assurdi non vi hanno fatto venire la nostalgia dei tempi che furono e non vi hanno fatto pensare almeno per un nanosecondo, “in fondo non voglio che finisca”.

…AAAAND DOWN.
E fin qui avete sentito il mio entusiasmo. Ora vi faccio invece l’elenco delle cose che mi sono piaciute un po’ meno, partendo dal fatto che questa storyline Klaine sia ridicola. No, non sono borderline, sono completamente consapevole di ciò che ho scritto fino a tre righe sopra, ma Sue Enigmista e l’assurdità esilarante delle scene nell’ascensore non tolgono il fatto che io continui a pensare che i Klaine non debbano stare insieme e che Kurt probabilmente starebbe meglio con la sua nuova crush uscita direttamente dal reparto geriatrico di qualche ospedale (e Blaine con Sebastian, non demordo mica io). Ma è una di quelle cose che dovrò farmi andare giù immagino, se non altro i diabolici piani di Sue Sylvester rendono il tutto un po’ meno pesante da digerire.

60509

Seconda cosa che non mi è andata per niente giù: le scelte musicali dei Warbler. Seriamente? Cioè, davvero?! I Warblers sono dei patatini da canzoni tipo… non so… non vorrei dire “da boyband” perché non è così – per quanto il mio livello di Warbler-fangirlamento abbia raggiunto i suoi picchi massimi su Glad You Came prima, e Live While We’re Young poi – in fondo sono riusciti a rendere benissimo Maroon 5, Michael Jackson e qualunque cosa in passato, eppure stavolta il repertorio scelto non mi è piaciuto. Sì, per la prima volta nella storia dei Warbler.

Terzo, l’episodio di per sé – per quanto celebrativo ed esilarante sia stato – a livello di storyline non ci ha portati da nessuna parte.

NOTE SPARSE:

60510 60511
  • Max “Clint” George si è arrabbiato, poverino tutto quello che tocca prima o poi si sfalda e non finisce come vorrebbe lui. Prevedo tempi duri per Mr. Schue, è evidente che abbia perso completamente il controllo dei Vocal Adrenaline – ammesso che l’abbia mai avuto.
  • Anche in questo episodio abbiamo avuto un riferimento – diretto stavolta – a Finn, e la cosa non può farmi che piacere. È giusto che un personaggio che ha dato così tanto allo show, interpretato da una persona per la quale si può fare lo stesso identico discorso venga costantemente ricordato in quella che è la stagione finale.
  • Vabbé, ormai dobbiamo farci andare giù il Samchel, perché è palese che le voci di corridoio che si sono rincorse per mesi fossero più che fondate. Ma come ho spiegato nella scorsa recensione, a questo punto meglio Sam che il primo cretino che passa per strada.
60503 60504 60505 60506 60507 60508
  • Ci hanno dato un assaggio di come Spencer in realtà sia tutto tranne il ragazzo gay emancipato e senza paura di niente e nessuno che vuole far credere. Quel I don’t want anyone to think I’m gay (più il motivational speech di Sam), ha riassunto in otto parole stagioni e stagioni di storyline – da Kurt, a Karofsky passando per Santana, senza tralasciare i loro amici, quelli che li hanno aiutati ad accettarsi e a farsi accettare.
60501 60502
  • The bitch is back! Solo il cielo sa quanto bramassi il ritorno di Kitty in grande stile, in mezzo a tutto quel buonismo ci voleva proprio una ventata d’aria bitchy. E quel “Are you trying to pick me up? Because if you’re thinking of going lezzie with a cheerleader, I think the world’s kind of rooting for you and Quinn Fabray” rivolto a Rachel, è solo un altro modo per celebrare il fandom, capite quello che dicevo in apertura?! 
  • Il vestito blu delle ragazze dei New Direction è l’amore!
  • Sue che tiene il conto di quante settimane le rimangono per far rimettere insieme i Klaine, e il conto alla rovescia coincide esattamente con quello per la fine dello show.

BEST QUOTE:
Becky che dice la sua sui Klaine:

But it looks like they don’t even like each other.

BEST PERFORMANCE:

http://youtu.be/kKA3kzLTyPQ

TRACKLIST:

“My Sharona”, The Knack – The Warblers
“You Spin Me Round (Like a Record), Dead or Alive – The Warblers
“It Must Have Been Love”, Roxette – New Directions
“Father Figure”, George Michael – New Directions
“All Out Of Love”, Air Supply – New Directions

VOTO: Sono molto combattuta, perché come avrete notato ci sono state cose che mi sono piaciute all’inverosimile mentre altre non mi sono andate proprio giù. Dando un voto cumulativo a entrambe le parti che hanno composto The Hurt Locker, gli diamo comunque un bel 7 dai.

È comunque un fatto strano ritrovarmi a scrivere così tante cose positive su questa stagione… quando sono partita in questa miniavventura ero convinta che le mie recensioni sarebbero state un mix di insulti e indignazione visto l’andazzo che aveva preso, e invece mi sta piacevolmente sorprendendo questo andazzo. Forse è la nostalgia che inizia a fare pressione su di me al pensiero che fra poche settimane saluteremo Glee per sempre (o forse sono semplicemente acceccata per l’amore immenso che provo – nonostante tutto – per questo show), ma la sesta stagione mi sta genuinamente piacendo. Vedremo.

Per ora vi lascio con il promo del prossimo episodio, “What The World Needs Now”.

-Elsa.

Related posts

Orphan Black | Recensione 2×05 – Ipsa Scientia Potestas Est

Ale

Grey’s Anatomy | Recensione 11×15 – I Feel The Earth Move

Claw

The Flash | Recensione 2×09 – Running to stand still

The Lady and the Band

2 comments

Laura 1 Febbraio 2015 at 18:39

Bellissima recensione come sempre, gif azzeccatissime!!
come sempre sono totalmente d’accordo con quello che hai scritto!
La Sue enigmista in bicicletta è stata super creepy, ma mi sono sbellicata! Un finto ascensore ma con il bagno!
Sono stra d’accordo con te, e strano ma vero, con Becky, Kurt e Blaine NON sono fatti per stare insieme! Non lo ripeterò mai abbastanza… E’ ovvio purtroppo che sarà così, si rimetteranno insieme, perchè non potendo riunire la Finchel (come avevano previsto dall’inizio dato che la serie doveva concludersi con Rachel che torna da Finn) ripiegheranno sulla Klaine, dato che a livello di fandom è la più valida…
Kitty che torna al glee mi ha fatta esultare e nel suo discorso a Rachel è stata tenerissima, ammettere che il glee le aveva “promesso” che sarebbero stati tutti insieme per poi lasciarla da sola e di quanto ci sia rimasta male, è stata molto tenera!
Colin: si unir alle New Direction? Non so, ho avuto questa impressione quando ha detto a Will che non sa se sarà il suo inegnante per molto… Anche Unique fece un discorso del genere prima di unirsi al glee…
Kitty che dice ai gemelli che qualcuno deve evitare che si sposino… Che abbia puntato Mason? Sarebbe fighissimo.
Mason è la mia super stra mega iper cotta di questa stagione, ok ho 27 anni e non dovrei “sbavare” dietro a un personaggio televisivo, ma quella voce, ottima scelta della best performance (anche se mi scuso, ma Madison invece non mi sa di niente!)!!

Finisco con un mio mega dubbio:
Spencer: nel primo episodio Kurt (arrivato da New York, quindi non conoscendolo) sapeva che è gay, e lui sembrava quasi sbandierarlo ai quattro venti. Sam sa che è gay, ma lui non vuole che i suoi compagni di squadra lo sappiano… Quindi vuol dire che non l’ha detto a nessuno… Quindi come fanno Sam e Kurt a saperlo? Hanno il radar? O mi son persa qualche pezzo io??

Reply
ChelseaH
ChelseaH 1 Febbraio 2015 at 19:13

Da come l’ho capita io, Spencer è gay dichiarato quindi i suoi compagni di squadra lo sanno, ma gliela lasciano “passare” diciamo perché non lo è così apertamente come ad esempio Kurt… quindi il suo discorso stava un po’ a significare che non poteva permettersi di fare cose “da femminuccia” perché se no avrebbe perso quell’accettazione da parte dei compagni. Io l’ho intesa così la cosa…
Sai che non avevo pensato all’ipotesi che Clint potesse lasciare i Vocal Adrenaline??? È una bella ipotesi effettivamente, e aggiungerebbe un po’ di pepe al tutto!
Per quel che riguarda gli altri guarda… io mi sono affezionata tantissimo a Spencer fin dal principio, ma devo concordare con te su Mason che – non me ne voglia Roderick – vocalmente è quello che mi piace più di tutti! (e infatti proprio per questo ho scelto quella come best performance!)… poi vai tranquilla ahaha, io ho giusto quel paio di anni più di te ma nei miei momenti buoni fangirlo peggio di una tredicenne ahahah xD

Grazie per il commento, sei troppo gentile 😀

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv