Image default
Glee Recensioni

Glee | Recensione 4×12 – Naked

L’eco dell’esclusione degli Usignoli dalle provinciali fa il giro di tutti i notiziari, e finalmente il nostro Glee Club preferito può tornare sul podio e concorrere per le regionali. Certo ci aspettavamo che in qualche modo sarebbero riusciti a ritornare in gara, senza lo scopo di vincere alla competizione, il club era un po’ troppo allo sbando, però l’idea di inserire l’abuso di steroidi come causa della squalificazione della Dalton è stata piuttosto inaspettata e originale.
Ma come ricorda il boss Finn non c’è tempo per festeggiare, partendo in ritardo, mancano ancora sia idee nuove con cui partecipare che i soldi per il fantomatico pullmino (con cui facciamo i conti dall’inizio della serie!). Che genialata migliore per racimolare ben 400 dollari di mezzo di trasporto se non quella di fare un calendario con i bei maschioni del Glee in déshabillé? Un punto anche qui per l’originalità, poteva finire tutto con il vecchio caro metodo del lavaggio auto con le ragazze in bichini, e invece no, Tina ci sorprende con questa fantastica idea. Tina, che pensavo avesse subito una lobotomia solo nella puntata precedente, invece insiste con la cotta per Blaine e non lo fa con la dignità che l’ha sempre contraddistinta, ma come un cane che sbava sul suo osso; anche la sua idea ha il solo scopo di poter ammirare Blaine in tutto il suo splendore.
Intanto a New York Rachel è stata accettata come protagonista di film studentesco, dove però dovrebbe recitare una parte in topless. Si scatena così in lei il dualismo tra la bimba casta e pura che è sempre stata e la sua nuova personalità più aggressive, che vorrebbe cogliere ogni occasione con entusiasmo. Inutile dire quale parte vinca, anche perché ci si mettono Santana e Quinn a smorzare quell’entusiasmo, appositamente chiamate in soccorso da Kurt che già la additava come Barbie Mignotta, nonché la stoccata morale di Finn “trovo che sia bello che ci siano parti di che preferisci tenere private”. Ovviamente non era un commento riferito a Rachel, ma ad Artie che ammette di non sentirsela di posare per il calendario seminudo; ma sicuramente le antennine di Rachel avranno recepito anche il suo messaggio a distanza. Sfumata la possibilità di fare la protagonista nel film non le resta che accontentarsi del bel Brody che si aggira completamente nudo per casa, incurante della presenza di Kurt.
Ma veniamo alla parte interessante della puntata, quella che aspettiamo da mesi: Marley e Jake! Sulle note stupende di A Thousand Years di Christina Perri, scocca il bacio, e anche Caroline lo definirebbe EPIC! Peccato che Jake poi si attacca alle quisquilie: “Mi ha invitato al ballo, mi ha fatto duettare con lei su una canzone super romantica, mi ha baciato, ma non mi ha detto ti amo, quindi non prova niente.” Per un attimo ho pensato che l’avrebbero tirata ancora per le lunghe, per fortuna Ryder è un po’ più sveglio e lo convince a dichiararsi lui per primo. Jake lo fa con una canzone azzeccatissima per Marley, Let me love you (Until You Learn to Love Yourself) di Ne-Yo. Finalmente possiamo considerarli una coppia, alla faccia di Kitty!

Related posts

Riverdale 3×07 – E se il vero colpevole non fosse così scontato?

Al

Glee | Recensione 2×04 – Duets

leolui

The Walking Dead│Recensione 5×02 – Strangers

Clizia Germinario

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv