Image default
Altro Game of Thrones News

Game of Thrones | Gli showrunner rispondono ad alcune domande scottanti

game-of-thrones-season-5-preview

In questa intervista gli showrunner di Game of Thrones risponderanno ad alcune delle domande più scottanti della Stagione 5. David Benioff e Dan Weiss (insieme al produttore Bryan Cogman) anticipano quello che è in serbo per i fan dello show fantasy di HBO, affrontando questioni importanti come la crescente divergenza tra lo show e l’autore George R.R. Martin e le sfide della produzione di questa stagione. Abbiamo molti argomenti da esplorare, quindi iniziamo (e non preoccupatevi, abbiamo evitato gli spoiler):

ENTERTAINMENT WEEKLY: Ora che avete finito di girare, cosa vi ha colpito maggiormente di questa nuova stagione?

David Benioff: I mondi stanno collidendo. Per molto tempo, siamo rimasti in continenti diversi, e finalmente in questa stagione inizieremo a vedere qualche incontro. Tyrion e Arya – alla fine della Stagione 4, li abbiamo visti salpare per Essos. Questo cambia tutto per noi. È eccitante vedere i nostri familiari personaggi in location non familiari e interagire tra di loro, sperando di vederne sempre di più man mano che la storia va avanti.

Dan Weiss: È quasi come i Paroliere – o è Yahtzee? – in cui agiti i dadi e cambia tutto. Uno dei piaceri dello show è quello di riuscire a respirare nuova energia e vita, non solo facendo le cose sempre più in grande e sempre più elaborate – che tra l’altro è quello che stiamo facendo – ma mettendo le persone l’una contro l’altra, soprattutto persone che non si sono mai incontrate prima nello show.

Bryan Cogman: Le storyline stanno prendendo una piega eccitante. È come la fase 2 di Thrones. I pezzi del set e gli scopi si sono espansi immensamente. Questa sarà una stagione molto ricca. Inoltre, molti dei nostri personaggi principali in un modo o nell’altro si troveranno in una posizione di potere. Alcuni lo stavano cercando e lo ottengono, mentre altri ci si imbattono. E se c’è una minaccia comune, è quello che loro fanno in queste posizioni di potere – hai questa cosa, quindi cosa succede poi? Quello che è fantastico del mondo di George è l’esplorazione di quello che significhi davvero essere sovrano e leader. Vedrete sempre più giochi politici intricati in un modo sempre più affascinante. L’altra cosa è avere personaggi che vengono in contatto l’un l’altro.

Il trailer mostra Tyrion [Peter Dinklage] partire per trovare Dany. Ma parliamo di altri personaggi tra i nostri preferiti che hanno grandi archi narrativi in questa stagione. Arya [Maisie Williams]?

Benioff: Arya andrà a Braavos per trovare il suo destino, il che è molto affascinante per noi. Lei è andata in giro per anni negli stessi vestiti, e quest’anno avrà un nuovo costume, i capelli saranno diversi, nuovi amici – o persone con cui combatterà insieme, sembra più il suo caso. È una stagione eccitante per Arya e Maisie lo adora!

Jon Snow [Kit Harington]?

Benioff: È una stagione molto importante per Jon. Lui sta avanzando sempre più assumendo il ruolo di leader. Durante la Battaglia a Castle Black, lui è quello che si è mostrato guidare gli uomini. Lui ha preso controllo e ha salvato tutti e tutto. In questa stagione, lui parte da una posizione più autorevole, con tutte le responsabilità e le pressioni che ne derivano. Lui si trova tra due Re potenti, Stannis Baratheon [Stephen Dillane] e Mance Rayder [Ciaran Hinds], e ammira entrambi per motivi diversi, ma si trova anche in una posizione frustrante perché nessuno dei due vuole scendere a compromessi.

Cersei [Lena Headey]?

Benioff: Lei è molto sola adesso, in diversi modi. Cersei non è qualcuno che può stare da sola per molto tempo, perché lei ha idee molto cattive, e ora può avere sempre più questo tipo di idee. È una stagione potente per questi personaggio, e il modo in cui Lena è entrata nel personaggio è stato incredibile da guardare.

Dany [Emilia Clarke]?

Benioff: Lei è stata una conquistatrice di successo, e ora ha difficoltà a regnare. Nella conquista c’è una risoluzione sola – o vinci o perdi. Ma regnare vuol dire prendere decisioni difficili tutti i giorni, in cui molto spesso non ci sono risposte giuste. È solo una questione di chi farai incavolare durante la giornata. Lei sta facendo fatica a mantenere il suo senso di giustizia intatto e a fare la cosa giusta, e imparare è impossibile quando regni su una città grande come Meereen.

Andremo a Dorne. Cosa è la cosa migliore di aggiungere questo regno?

Weiss: Siamo così felici di poterlo includere. Non sapevamo se sarebbe andata bene, ad essere onesti – per il budget, produzione e la storia stessa. C’erano molti modi in cui avremmo potuto aggiungerlo. Ma è un posto talmente importante. Di tutti i posti di Westeros in cui vorresti vivere, beh i Dorniani sembrano aver capito quale sia il giusto approccio alla vita. È quello che assomiglia di più alla nostra vita se non stessimo facendo questo show. È il nostro Brasile – sognamo Dorne e il modo in cui fanno le cose laggiù. E Indira Varma [la quale è stata introdotta nell’ultima stagione come Ellaria Sand] – quando hai qualcuno del suo calibro, sei davvero fortunato. E le Sand Snakes [Serpi delle Sabbie] sono state un’aggiunta divertente ed eccitante a questo mondo. Il Principe Oberyn Martell ha aperto una piccola finestra in questo mondo nell’ultima stagione, e ora attraversi questa finestra e vedi che tipo di mondo sia Dorne e che ha creato questa persona che abbiamo amato così tanto.

Quale è stata la più grande sfida?

Weiss: La più grande sfida della produzione è che ci sono due scene sono su scala talmente grande, come mai prima d’ora. Forse 17 giorni per girare una sequenza. Questo è qualcosa che non avevamo mai provato a fare prima. Ci sono molti effetti speciali in questa scena.

Benioff: Ogni anno diventa sempre più difficile. Noi continuiamo a sperare che diventi più semplice, ma questa è la parte più difficile perché stiamo girando più scene all’esterno rispetto a prima.

Ho sentito che ci sarà anche più azione per i draghi in questa stagione.

Benioff: Più crescono, più diventano complicati. Dany ha detto che era la Madre dei Draghi e lei non intendeva in senso metaforico, ma saranno gli unici bambini che potrà mai avere. Sono più grandi in termini di personalità e anche di dimensione, e questo rende più complicato tutto in termini di storia e produzione. Parlavamo di personaggi che avranno la loro stagione più impressionante finora, e questa è sicuramente la più grande stagione che i draghi abbiano avuto finora.

Un attore ha detto che ottenere il budget che vi serviva è stato un problema minore questa volta.

Weiss: Il problema dei soldi è diventato il problema della tempistica. C’è sempre il problema dei soldi; visto che i budget degli show televisivi non sono certo quelli dei film. Abbiamo però dei limiti assoluti di quanti giorni possiamo girare in un anno.

In questa stagione, avete preso qualche deviazione in più dal libro.

Benioff: Credo che ogni stagione abbia sempre qualcosa in più. La prima stagione era estremamente fedele. La prossima stagione ha dei cambiamenti in più. Ogni stagione deve avere sempre qualcosa di più. Se avessimo dovuto rimanere completamente fedeli a A Feast for Crows [Il Banchetto dei Corvi], metà dei personaggi – i più popolari – sarebbero stati assenti dallo schermo in questa stagione. Riguarda sempre adattare la serie ad una storia completa e seguire la mappa che George ci ha dato, seguendo le tappe fondamentali, ma non necessariamente fermarsi a tutte le tappe durante il percorso. È un adattamento, deve adattarsi in modo da sopravvivere. Ci saranno sempre persone che vogliono che tutto rimanga esattamente come è nei libri. Ma per noi, non è mai stata un’opzione.

Cogman: Questa è la stagione più rischiosa, dal punto di vista della storia, e sicurament ela più difficile. Abbiamo dovuto affrontare il fatto di adattare due libri immensi e seguire archi narrativi e temi che – ovviamente sono ispirati dai libri – sono più una cosa nostra.

Man mano che ci si avvicina sempre più alla fine del materiale che Martin ha già pubblicato, ci deve essere un cambiamento nella dinamica anche con gli attori – nessuno sa quanto vivrà ancora.

Benioff: Assolutamente. Tutti sono curiosi. Alcuni attori non vogliono saperlo. Altri vogliono sapere tutto. Ma se un attore sa quando il suo personaggio morirà, non vogliamo che reciti sapendo che arriverà quel momento.

George non ha scritto neanche un episodio in questa stagione, quindi alcuni fan si chiedevano se siete ancora in buoni rapporti.

Benioff: Non sempre siamo d’accordo su tutto nella serie, ma abbiamo una grande relazione con lui. George vuole finire il libro, così quando ha deciso di non scrivere la sceneggiatura per lo show di questa serie, non è stata una cosa polemica. Non è stato un disaccordo. Semplicemente lui si sentiva di dover dare la priorità al libro, e questo ha senso per noi.

Una domanda che mi chiedevo da un po’: Quando si dice che l’inverno che sta arrivando include tutte le aree dello show oppure alcune resteranno senza inverno? Inverno, penso che non abbia un impatto su Essos. E poi, quanto nevica ad Approdo del Re?

Cogman: La giuria è ancora fuori a chiedersi quanto inverno apparirà e dove. Noi vediamo l’arrivo dell’inverno solo nelle aree del nord per ora. Quello che è divertente è che non solo diventa un tema fondamentale nella storia, ma diventerà una parte pratica anche. Il tempo avrà un grande impatto sulla storia.

Gli ascolti sono stati molto alti l’anno scorso. Questo aumenta la pressione che dobbiate fare uno show sempre migliore?

Weiss: Si. Le persone che guardano lo show, hanno praticamente firmato un contratto con noi, e senti la pressione di dover fare sempre meglio per loro. Loro ci hanno fatto il favore di scegliere il nostro show rispetto ad altri, e questo ci fa sentire come se fossimo in debito con loro.

Benioff: Il primo anno che abbiamo lavorato in Irlanda del Nord, quando dovevamo scegliere i costumi, i tizi da cui li prendevamo ci dicevano, “A cosa state lavorando?”, “Uno show televisivo.” “Che show è?” “Game of Thrones.” “Si tratta di un qualche tipo di show a che fare con giochi?” E ora quando andiamo là ci dicono: “Per favore non uccidete Arya!”

E per chi non l’avesse ancora visto, ecco il trailer ufficiale della Stagione 5:

 

Fonte

 

Related posts

Scott Speedman entra nel cast del drama “Open” di Ryan Murphy per la HBO

EllisBell89

Buffy | Reboot possibile ma senza uno dei protagonisti

Al

Devious Maids | Marc Cherry: ‘Chi vorrebbe mai vedere Susan Lucci che fa la cameriera?’

Kiiro

1 comment

Kon 19 Marzo 2015 at 09:29

Finalmente lo hanno ammesso che usano i dadi per scrivere le sceneggiature!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv