Image default
Game of Thrones Spoiler

Game of Thrones | Attore parla della morte del suo personaggio

thrones-001

ATTENZIONE: Questo articolo contiene importanti rivelazioni sul nono episodio della sesta stagione di Game of Thrones, dal titolo “Battle of the Bastards”…

I disperati desideri dei fan di Game of Thrones sono stati esauditi: Ramsay Bolton è finalmente morto nell’episodio di Domenica, intitolato “Battle of the Bastards”, in una caduta dal potere che ha concluso il suo personaggio in maniera estremamente soddisfacente su diversi livelli: Prima le forze di Ramsay sono state sconfitte in maniera schiacciante, poi è stato picchiato a sangue da Jon Snow, e alla fine è stato dato in pasto ai suoi fedeli cani da caccia da niente meno che Sansa Stark. Nel corso di quattro stagioni, l’attore e cantante Iwan Rheon ha aiutato a portare in vita un personaggio che — sia che odiaste Ramsay o che lo odiaste davvero, davvero tanto — ha provocato una reazione emotiva molto più forte di qualunque altro personaggio cattivo della serie. “Adoro il lavoro di Iwan,” lo ha elogiato la sua costar Kit Harington. “E’ un attore incredibilmente dettagliato che ha creato un personaggio notevole e spregevole.” Abbiamo parlato con Rheon della “Battaglia dei Bastardi.” Mentre molti attori sono in lutto dopo la morte del loro personaggio nello show, la reazione di Rheon è stata esattamente l’opposto — concorda assolutamente sul fatto che Ramsay si meritasse esattamente ciò che ha avuto.

Entertainment Weekly: Quand’è che gli showrunner David Benioff e Dan Weiss ti hanno chiamato per dirti della morte di Ramsay?
Iwan Rheon: Avevo ricevuto metà dei copioni, cinque episodi, poi ho ricevuto la telefonata. Hanno scherzato, “Non è fantastico che Ramsay finisca sul Trono di Spade?” Appena hanno detto così ho risposto, “E’ morto, vero?” E’ fico. Ho avuto quattro stagioni piacevoli qui. E’ stato grandioso essere coinvolti in uno show così fantastico. Penso che sia giusto che sia andato giù così. Perché cos’altro avrebbe potuto fare dopo? Ha fatto così tante cose. E’ giustificato ed è la cosa giusta da fare. E’ la strada giusta. Ha raggiunto il suo apice. E’ bello per il pubblico che vada via avendo raggiunto il picco, mettiamola così.

Adoro il fatto che Jon sfidi Ramsay a un combattimento e lui dice no e basta.
Già. In realtà è stata una mossa piuttosto intelligente da parte di Ramsay. Gli piacerebbe combatterlo. Jon Snow cerca di dargli sui nervi. Ma Jon probabilmente lo batterebbe e lui lo sa. Ramsay sa che Jon è uno spadaccino fantastico. Ramsay potrebbe vincere, potrebbe essere fortunato, ma sa di avere il doppio dei soldati quindi dice, “Non devo farlo, siete tutti morti.” E senza i cavalieri di Nido dell’Aquila sarebbe finita.

E’ probabilmente ingiusto per Ramsay — perché aveva vinto. Strategicamente, sul campo di battaglia, date le informazioni che aveva, lui ha battuto Jon Snow. Dovrebbe essere lui il vincitore, anche se non è lui la persona per cui il pubblico fa il tifo.
Ma davvero penso sia giusto e corretto. Da fan dello show, sono contento che accada. Jon Snow ha bisogno di vincere, altrimenti non c’è più speranza nel mondo. Ma è interessante che sia ingiusto. E dopo, Ramsay pensa ancora di aver vinto. E’ così arrogante e sicuro di sé da pensare ancora che starà bene — fino all’ultimo momento. Pensa sempre che se la caverà.

In primo luogo dev’essere eccitante il fatto che il tuo personaggio sia stato messo contro Jon.
A tutti quelli che mi hanno chiesto, “Chi vorresti che Ramsay incontrasse?” la mia risposta è sempre stata “Jon Snow.” E’ l’antitesi di Ramsay. Sono quasi come lo yin e lo yang. Entrambi vengono da situazioni così simili eppure sono molto diversi. E anche se sono nemici, sono entrambi arrivati così in alto pur essendo dei bastardi, il che è quasi incomprensibile, e ora sono qui ad affrontarsi. Non potrebbero essere più diversi, e allo stesso tempo simili.

Hai detto in un’intervista lo scorso anno che se Ramsay fosse morto, avresti voluto vederlo andare via in maniera davvero drammatica — e sicuramente lo è stato. Prima c’è questa battaglia epica, poi lo scontro con Jon, e poi la scena con Sansa. Hai questa caduta su diversi livelli. Anche Joffrey è stato un grande villain, ma all’improvviso è stato avvelenato e ci è stato portato via in maniera piuttosto repentina.
Già, mi sento fortunato che abbia avuto un commiato appropriato. Ed è una morte orribile. E’ così ironico. Continuava a menarla con la storia dei segugi.

Cosa hai pensato della scena finale con Sansa?
Non l’ho ancora girata [nota: questa intervista è stata fatta lo scorso autunno]. Penso sia fantastica. E’ una bella scena. Lascia Sansa in una posizione interessante come personaggio, perché lui sta dicendo, “Sono dentro di te ora.” [Rheon rabbrividisce] E’ terribile, e penso che probabilmente abbia procurato dei danni. Le è entrato in testa. Ma penso sia anche carino, perché è una grande scena con la quale uscire.

Cosa ti mancherà di più?
Penso che mi mancherà venire qui e vedere tutti e mettermi al lavoro. E mi mancherà prendere il copione e leggerlo e c’è sempre una scena in ogni stagione che mi fa dire, “Grazie mille, grazie, questa è una perla.” E l’entusiasmo di fare quella scena. Di solito ce ne sono alcune, ma c’è sempre una scena assolutamente immensa. Sarà davvero strano non farlo più. Sei parte di qualcosa di enorme e tu ti fai vivo e vedi i set e i castelli e tutto. Mi mancherà molto fare parte di tutto ciò.

Qual è stata la tua preferita delle scene che hai girato?
La scena del rasoio nella quarta stagione è una delle mie preferite. E penso la scena del dialogo in questo episodio, con tutti i cavalli e quest’ambientazione fantastica e con Jon Snow che lo affronta. E’ stato una giornata figa, amico, avere quel confronto e quella tensione.

Cosa farai in futuro?
Non ne sono sicuro. Potrebbero succedere delle cose o forse no, quindi non voglio parlarne ancora. Devo scrivere un altro album. Spero di riuscire a fare dei concerti. Tutto ciò che mi è stato difficile fare.

Fonte

Related posts

The Vampire Diaries | [Spoiler] fa irruzione al matrimonio di Stefan e Caroline

Vincenzo

Once Upon a Time | 20 reazioni alle scene del centesimo episodio

thisperfecttime

Arrow | Sinossi terza stagione: Olicity e il ritorno di un Villain

Gio.spike

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv