Image default
Agents of S.H.I.E.L.D. Flash Recaps Gotham Nashville Recensioni

Flashrecaps Week #2 | Gotham, S.H.I.E.L.D., Scorpion, Nashville, Quantico, Scandal

Gotham | Flashrecap 2×02 – Knock, Knock
GothamOk ragazzi, non potete immaginare il mio fangirlamento durante questo episodio… e nemmeno quante volte ho mandato in loop la battuta “There’s nothing more contagious than laughter”.
Un episodio spettacolare che non solo ci ha permesso di scoprire (e amare) i Maniax, ma ha gettato le basi definitive per la trasformazione di Bruce in Batman. Il piano di Theo e Tabitha Galavan inizia a prendere forma; Theo si è assicurato che tutto avvenisse nel modo corretto, che il gruppo si facesse riconoscere, che emergesse un leader (la roulette russa è stata F.E.N.O.M.E.N.A.L.E.) e che la paura iniziasse a dominare la città. E come ogni vero cattivo che si rispetti ha anche un’arma segreta: il sindaco è suo prigioniero!
Il momento topico dell’intero episodio è stata la strage nel GCPD. Un massacro che non solo ci ha portato via Essen (insieme al 90% dei poliziotti della città), ma ha fatto capire a chiunque che i Maniax non stanno scherzando e che Gotham è il loro nuovo parco divertimenti.
Ovviamente mi è dispiaciuto per la dipartita di Essen, ma ehi ragazzi, Bullock è tornato!!! La brotp di Gotham è tornata!
La nuova Barbara mi sta piacendo un sacco, questo personaggio ha finalmente un senso all’interno dello show.
Kudos poi a Jerome (Cameron Monaghan), un Joker in fasce, perfetto in tutto. Impossibile da non amare, sopratutto nella sua scena finale, il messaggio che lancia a Gotham è stato da brivido.
Voto all’episodio: 8+

– Lestblue

Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. | Flashrecap 3×01 – Laws of Nature
Agents of SHIELDAssestamento. Proprio come dopo una tempesta, o meglio, dopo una scossa di terremoto. Così ritroviamo ciò che resta dello S.H.I.E.L.D. all’inizio di questa nuova stagione, in cui, come al solito ormai, bisogna di nuovo ricostruire tutto quanto, o quasi. La stabilità raggiunta sembra a tratti soltanto illusoria e ognuno di loro prova a fare i conti con una crisi troppo recente e con consapevolezze che aiutano solo in parte perché tutti si ritrovano a dover affrontare una perdita difficile da superare.
Il Direttore Coulson sembra riuscire a supplire meglio l’assenza fisica della sua mano sinistra rispetto al supporto morale del suo storico braccio destro Melinda May, mai più rientrata nella sua vecchia vita; Daisy abbraccia le sue nuove certezze ma nonostante il suo autocontrollo, credo che in lei ci sia ancora più Skye di quanto pensi ma sorprendentemente la partnership con Mack le dona preziosa stabilità; Hunter è sempre lo stesso in realtà ma diventa per Bobbi un promemoria di ciò che lei è davvero e che adesso non riesce più a riconoscere; e infine Fitz, l’unico che ancora lotta per la sua perdita maggiore e che non accetta soluzioni alternative: se Jemma non tornerà da lui, allora sarà lui a raggiungere Jemma, dovunque lei sia.
Mentre la caccia agli Inumani è ufficialmente aperta, il mondo ignora quanto diffusa possa essere la possibile minaccia e se da una parte la trionfale entrata in scena di Lash rende evidente che non tutti gli Inumani giochino nella stessa squadra, dall’altra il Presidente degli Stati Uniti si piega alle parole di un nuovo misterioso giocatore in campo con più tentacoli di quanti l’Hydra ne avrà mai. E così come la Terra ospita nuovamente una scacchiera invisibile, in un mondo lontano, anche Jemma Simmons lotta contro minacce sconosciute per sopravvivere e tornare a casa.
Menzione d’onore per Iain De Caestecker: IMMENSO.

– WalkeRita

Scorpion | Flashrecap 2×02 – Cuba Libre
Scorpion_TV_SeriesCome si poteva facilmente intuire dal titolo i nostri amati geni questa settimana si ritrovano ad occuparsi di un nuovo caso niente di meno che a CUBA. In questo episodio ci ritroviamo a far la conoscenza di una Sonja, una bambina a cui Cabe salvò la vita tanti anni prima tornata ora per chiedere il suo aiuto e per offrire su un piatto d’argento la testa di un gruppo di criminali responsabili di svariati genocidi nel suo paese.
Nonostante la storia fosse interessante giuro di aver sopportato Sonja a stento, non so se a causa dell’attrice o per via della mancata chimica con Cabe, ma trovavo sempre qualche nota stonata ogni volta che le si dedicava del tempo on screen.
Ho invece veramente apprezzato il focus dell’episodio e cioè la ricerca di un EQUILIBRIO tra la logica e le emozioni, tra il ragionamento e i sentimenti, tra mente e cuore.
Molti personaggi si trovano a far i conti con ciò: Sonja, con il suo odio nei confronti dell’uomo che ha ucciso i suoi cari o Walter, che non sa ancora come comportarsi nei confronti di Paige, come accettare quei sentimenti inspiegabili nel suo mondo fatto di certezze e calcoli. Anche Sylvester incapace di affrontare la relazione con Megan (che vorrei rivedere al più presto) ed è Toby, sempre in preda ai suoi sentimenti per Happy e insicuro su come agire, ad aiutarlo.
Altra e ultima cosa che mi ha entusiasmato è stato vedere il team dover agire senza l’aiuto o quasi della tecnologia, la scena del caveau è stata MERAVIGLIOSA, per cui episodio promosso quasi a PIENI VOTI per me.

– Claw

Nashville | Flashrecap 4×02 – Til the Pain Outwears the Shame
NashvilleQuesta settimana, Nashville ci regala un episodio prezioso da diversi punti di vista: in primis quello della narrazione.
Dopo una premiere tutto sommato soft, vediamo le diverse storyline avviarsi verso quelli che saranno i nodi drammatici che le accompagneranno lungo la stagione (o mezza stagione, per lo meno).
Tutte le storyline sono interessanti e foriere di frutti futuri, per cui accennerei solo ad alcune. Istintivamente ho mal giudicato la volontà degli autori di tornare sul forte senso di colpa di Deacon ma potrebbe rivelarsi interessante per evidenziare la crescita (o l’assenza di essa) del personaggio. Discorso diverso per Juliette che, dopo una momentanea ripresa, torna nel vecchio circolo vizioso autolesionista. Non ha ancora toccato il fondo e lo schema del «già visto» ritorna prepotentemente.
Apprezzabili anche le scelte narrative che coinvolgono le Conrad: le ripercussioni di quanto fatto da Teddy su due adolescenti sono un punto di vista interessante. Così come affascinante è la storyline prevista per Layla che ha bisogno di crescere da molti punti di vista e che merita un occhio più attento. Un piccolo accenno a Scarlett, catapultata in un nuovo drama con la D maiuscola e per nulla legato alla sua vita amorosa: come reagirà questa volta?Apprezzo però la scelta di basare i futuri problemi col mediconzolo sulla musica e non su Gunnar.
La storyline migliore resta quella di Will legata al rapporto fra business e etica: le sfide che affronta Will sono realistiche e ben scritte e recitate; mi ricordano un ostracismo analogo subito dalle Dixie Chicks quando si schierarono contro la guerra in Iraq.

– The Lady and The Band

Quantico‬ | Flashrecap 1×01 – Pilot
H. O. L. Y. S. H. I. T.
Dopo quanti pilot possiamo dire HOLY SHIT? Vi mancavano le prime stagioni di Grey’s Anatomy? Vi mancava vedere la Bailey mentre terrorizzava gli specializzandi del SGH? Vi è mancato un incontro come quello tra Meredith e Derek? Avete sempre pensato che a Rookie Blue mancasse qualcosa? Che ci volesse quel briciolo di mistero in più?
Beh, cari lettori, Quantico è la risposta alle vostre preghiere.
Sesso, bugie, intrighi, azione e adrenalina: Quantico ha tutto e già da questi primi 43 minuti propone delle storyline interessanti; caratterizzate da personaggi a tutto tondo.
La protagonista ha un background story davvero molto interessante e lo stesso si può dire per il pelatone dagli occhi scintillanti, la barbie girl, il ragazzo gay che assomiglia fin troppo ad Andrew Garfield, la ragazza col burka che ha una gemella, e il ragazzo biondo figo con scritto ‘raccomandato’ in fronte.
Lo stile flash forward/flashback richiama molto How to Get Away With Murder/Scandal, mentre l’idea di questi gladiatori nell’arena ricorda molto Grey’s Anatomy.
Vi ricordo infatti che Mark Gordon, uno dei due produttori esecutivi è stato il braccio destro di Shondona per anni…
Direi che si vedono gli effetti! Chi sarà il responsabile dell’attentato terroristico più grande dopo 9/11?? Non vedo l’ora di scoprirlo e voi?!
Pilot promosso con 10 e lode!

– Julia

Scandal | Flashrecap 5×02 – YES
ScandalLa bomba è scoppiata. una bomba di proporzioni cosmiche. Ed è stata Olivia Pope a lanciarla. Chi l’avrebbe mai detto eh? La donna che per la maggior parte delle sue giornate lavorative cerca di coprire misfatti, mettere a tacere voci, ha appena urlato al mondo intero di essere l’amante del presidente degli Stati Uniti. Ho adorato la trama orizzontale dell’episodio.
Per una volta vorrei che Scandal sopprimesse il suo lato ‘procedurale’ e si dedicasse completamente alla vita della White House, ma mi rendo conto che non sarebbe possibile e che comunque perderebbe probabilmente un lato di sé troppo importante: quello che ci aiuta a conoscere meglio i personaggi e a capirne la psicologia. Quello che ci ha insegnato ad amarli, chi più chi meno, in ogni loro sfumatura. Il caso settimanale non è stato interessante a mio avviso, ma credo sia stato fatto apposta per incastrarsi con le vicissitudini del quadro più grande. E’ stata Liz North a pubblicare le foto, ma a quale scopo? Quello di distruggere Mellie?
Mi sembra un po’ poco, e dalla reazione avuta nel dialogo con Abby penso che nasconda ancora qualcosa. Fitz è un burattino, finalmente qualcuno, oltre a Cyrus, riesce a dirlo.Lo è sempre stato e sempre lo sarà, controllato da diverse mani, ma mai capace di alzarsi da solo. E’ un peccato, e mi duole anche un po’ ammetterlo perché vorrei che questo personaggio mi piacesse, davvero. Ma le scelte che sta facendo si stanno rivelando una più disastrosa dell’altra. Sono dettate dall’impulso e dalla rabbia, frustrazione. Vorrebbe che le cose fossero più semplici.
Mi è piaciuta Abby, ha finalmente preso in mano le redini della situazione, l’unica cosa che non mi quadra è: è l’uguaglianza davvero l’unica cosa che vuole? mi viene difficile pensarlo, ma forse sono solo io in cattiva fede.
Mi manca Cyrus, quand’è che torna?! Nella scorsa recensione avevo accennato allo sfaldamento della OPA, mentre invece qui assistiamo ad una minireunion, con tanto di riappacificamento Huckleberry Quinn, che mi ha resa felicissima. Inutile dire che aspetto con ansia la prossima settimana per capire quali ripercussioni si abbatteranno sulla casa bianca e i suoi abitanti.
Alla prossima, Gladiators!

– xsunsetbeauty

Related posts

Pretty Little Liars | Recensione 1×13 – Know Your Frienemies

cristal85

Once Upon a Time | Recensione 2×13 – Tiny

Shantiny

Grey’s Anatomy | Recensione 9×02 – Remember the Time

sweetsilvia

1 comment

Bravissima6 5 Ottobre 2015 at 15:16

Jocker Top! Da standing ovation! Una seconda stagione al di sopra di ogni aspettativa fin qui!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv