Image default
Altro Flash Recaps Jane the Virgin Nashville Orphan Black Outlander Recensioni Stitchers The Catch The Originals

Flashrecaps #21 | The Catch, The Originals, Outlander, The Family, Nashville, FearTWD, Jane The Virgin, Orphan Black, Stitchers

The Family | FlashRecap 1×12 – What took so long [Series Finale]
the-family-series-finaleMi spiace molto che sia stato cancellato, perché lo trovavo interessante. Cupo, forse, con personaggi non immediatamente amabili, nel senso di “con cui identificarci facilmente”, ma molto intrigante. Ho amato Claire per tutta la stagione, l’attrice ha dato interpretazioni magnifiche. La serie chiude alcune questioni, ma ne lascia aperte altre, facendoci intendere quale sarebbe stato il percorso di un’ipotetica seconda stagione. Adam è vivo. Non è stata una sorpresa perché in tv è chiaro che se non si vede il corpo/funerale, non è morto nessuno. A Doug viene sparato nel pene – cosa che direi ha un suo senso karmico. Hank, personaggio che ho amato, nonostante non volessi, ci spiega il principio morale grazie al quale riesce a guardarsi allo specchio ogni mattina: “ho dei desideri, so che sono sbagliati, ma non li metto in pratica. Non sono un mostro”. Claire riesce a dare l’addio al figlio (non) morto, scendendo nel bunker e affrontando la realtà, dopo tanti anni. Riesce anche a capire, con un grande atto di umanità, i motivi che possono aver spinto Ben a far fuori l’amico/antagonista, visto quello che ha passato. Comunque, dopo dodici puntate, a me Ben sembra ancora parecchio ambiguo. Avrei preferito rimanesse lontano da quella famiglia e, tenendo conto di quanto sia disfunzionale, direi che esprime al meglio quanto mi faccia venire i brividi. Bridey morta non me l’aspettavo! Troppo facile però farci credere che sia colpa di Willa. Non lo sapremo mai, purtroppo, ed è un peccato.
– Syl

 

Jane The Virgin | Flashrecap 2×22 – Chapter Forty-Four
jane-the-virgin-season-2-photos-227In piena tradizione telefilmica, il matrimonio di Jane e Michael è l’espediente narrativo per far scattare colpi di scena perfettamente all’altezza di un season finale: Susanna è in realtà Rose, Xiomara e Rogelio si amano ancora, Anezka prende il posto di Petra con uno stratagemma, Michael viene sparato poco dopo il matrimonio, Xiomara è incinta di Esteban e Rafael finisce a letto con Anezka… c’è un bel po’ di materiale per la prossima stagione, ed è più che sufficiente a lasciarci col fiato sospeso. Al di là dei colpi di scena, l’episodio è comunque ben riuscito: le scene di famiglia e quelle tra Michael e Jane sono tenere, ci sono bei momenti comici, l’intera cerimonia è molto simpatica, e il tutto è dosato con cura, senza risultare sdolcinato o troppo melenso. Gli autori avrebbero potuto decidere di far saltare il matrimonio all’ultimo momento, in pieno stile soap-opera, ma hanno deciso di mantenersi coerenti nella scelta amorosa che Jane ha fatto a metà stagione, pur senza eliminare completamente dal quadro Rafael. Ottimo finale per una buona stagione: Jane The Virgin sa come attingere a piene mani dalle soap opera, mantenendosi una serie fresca e con personaggi molto umani, con cui è facile entrare in sintonia. Speriamo si mantenga su questo livello anche il prossimo anno!
– Eilidh

 

Fear the Walking Dead | Flashrecap 2×06 – Sicut Cervus
Fear-The-Walking-Dead-quelles-seront-les-différences-entre-les-deux-séries“Fear the Walking Dead” procede in maniera altalenante e, in attesa del midseason finale, ci regala un episodio discontinuo e continuamente in bilico tra pregi e difetti. I nostri, superato in maniera un po’ troppo facile il confine con il Messico, giungono a Baja: gli si para davanti uno strambo scenario in cui la vita e la morte si intersecano tra loro. La hacienda di Thomas, compagno ormai morente di Victor Strand, è un luogo di pace dove le armi non sono ammesse; ad amministrarlo con fermezza è la devota Celia, che cattura la curiosità di Nick e che fa sorgere molti dubbi in Daniel, sempre sospettoso di tutti. E a ragione, perché il pacifico luogo nasconde un terribile – e un po’ scontato – segreto che non è una novità per i fan della serie madre. Se i palesi difetti di questo “Sicut Cervus” sono – come al solito! – i dialoghi scontati, gli attori poco capaci (non tutti, ben inteso!) e alcune reazioni assurde dei personaggi, bisogna anche elencarne i meriti: il magnifico e scenografico scenario messicano fatto di sole e sabbia prima e di una hacienda maestosa ed elegante poi, l’atmosfera di mistero che aleggia sul posto, i racconti sui morti che vedono le tradizioni dei locali fondersi con la tragica realtà e l’ambiguità che dallo scorso episodio circonda la figura di Chris. Insomma, ancora una volta, sono soprattutto i costanti cambiamenti di “sfondo” (città/mare/Messico) a dare un po’ di brio a questo poco riuscito spin-off di “The Walking Dead” che però ogni tanto sorprende con qualche guizzo creativo degno di nota. Spiace, infine, vedere un attore come Dougray Scott confinato in un ruolo marginale e constatare come il tanto temuto passaggio di confine USA/Messico si sia risolto in pochi minuti e con zero phatos.
– Clizia

 

The Catch | FlashRecap 1×09 – The Happy Couple
thecatchPrima parte del doppio finale. Ho amato moltissimo Sybil (Mrs Patmore!!), la madre badass della coppia di fratelli litigiosi: la peggior riunione familiare del mondo! Aspettavo il momento in cui Alice si sarebbe accorta che la sua terapista era Margot, anche se, via, ci sei andata un po’ pesante, era chiaro che avevi capito. Mi è sembrata una vendetta costruita un po’ malino. Fantastico il duo Ben-Rhys che cerca di farsi invitare all’atteso matrimonio, finendo con il convincere la coppia felice a rinunciare alle nozze. Meglio ancora vederli tentare il tutto per tutto, con la finta proposta di matrimonio gay, solo perché intimoriti da Sybil che ammazza gente a caso. Ben e Rhys, insieme, mi fanno morire. Cosa che non fanno invece Ben e Alice. Perché lei mi piace, ma continua a non sembrarmi adatta a questa parte? Cercano in ogni modo di “vendermi” la storia d’amore epica, ma io non faccio il tifo per questi due. Qualche volta spero che Ben molli tutto e si dedichi a quello che vuole davvero: le truffe. Che è esattamente quello che Margot, dopo essere stata arresta (ma prima che la madre la aiuti a evadere: go Sybil) le lascia come messaggio: tu Ben non lo conosci e non sai che non potrà mai amarti per come lo desideri. Nel corso delle puntate ho cominciato ad apprezzare le sfaccettature di Margot, personaggio per me molto più interessante di Alice. Qualche volta penso che sarebbe divertente seguire solo le truffe dell’allegro gruppetto, invece che dovermi interessare al caso della settimana. Diventa troppo dispersivo.
– Syl

 

Orphan Black | Flashrecap 4×06 – The Scandal Of Altruism
Orphan BlackQuest’episodio chiude un capitolo, in primis per quanto riguarda Beth Childs. Le sue indagini l’avevano portata ai vertici dell’organizzazione, che inaspettatamente si rivela essere Evie Cho, disposta a tutto pur di eliminare Susan Duncan e la sua ossessione per il progetto della clonazione. Evie manipola Beth, dandole la spinta definitiva verso il baratro: prima cercando di farle uccidere Susan e poi convincendola che ciò che aveva scoperto avrebbe messo in pericolo coloro che amava. Il suicidio di Beth è stato un ultimo atto di disperazione ed altruismo per salvare le sue sorelle. Il piano di Evie si è riversato anche contro i nuovi cloni ribelli e consapevoli, distruggendo ogni vantaggio ed ogni possibilità di salvezza per il Clone Club. Ingannando anche la stessa Susan Duncan, rigira il piano organizzato da Sarah a suo favore, rapendo ed uccidendo Kendall e distruggendo tutte le ricerche di Cosima e Scott. Il Clone Club si ritrova ora senza il genoma originario e quindi senza possibilità di continuare la ricerca per la cura di Cosima; la partita sembra conclusa, ma voglio sperare che la robolarva sottratta da Cosima possa portare ad una qualche soluzione. A sommarsi allo sfacelo generale arriva anche la notizia della morte di Delphine (forse per mano del detective Duko?) e l’innegabile senso di colpa di Sarah per aver approvato questo piano e aver condotto la sua famiglia alla disfatta. Krystal come al solito fornisce una piccola parentesi di leggerezza e l’ennesima prova della versatilità della grande, immensa Tatiana Maslany.
– Al

 

Nashville | Flashrecap 4×20 – It’s Sure Gonna Hurt
NashvilleDopo la notizia della cancellazione, è impossibile non essere imbestialiti per il fatto che sia arrivata ora, a mesi dall’aver girato il season (ora series) finale e dopo aver parlato di cambiare showrunners, illudendo fan e cast. Questo episodio è stato il perfetto anticipo del finale: ciascuna delle storie è stata portato al punto di non ritorno sul quale sarà costruita la trama dell’ultimo episodio. Se Reyna e Deacon scelgono di affrontare la terapia di coppia per imparare a riparare il proprio rapporto (e ce la faranno: bella la scena finale nel letto), sono Gunnar e Scarlett a togliere la scena. Non vi nascondo di aver pianto quanto Scarlett: il suo dolore mentre riascoltava il duetto che chiuse la scorsa stagione, è diventato il mio dolore. Soprattutto quando ho realizzato che potremmo non vedere l’happy ending per loro due. La scena è stata intensissima e assolutamente meravigliosa: kudos a Claire Bowen. La struttura in parallelo della storia dei due Exes e dei Deyna è ciò che da la speranza che un giorno si sarebbero ritrovati. Peccato non lo vedremo quasi di sicuro. Stesso senso di incompiutezza me lo danno anche i Javery e Layla Grant. Quest’ultima si sta impegnando molto per eguagliare le trame di Jeff al punto da manipolare un Avery chiaramente geloso di Juliette. Fortunatamente ci sono Will e Luke che ci danno una gioia continuando a combattere per la causa LGBT, nonostante l’ottusità e l’odio di certe persone.
– The Lady and The Band

 

Stitchers | Flashrecap 2×09 – The Guest
stitchersAd una settimana dallo spring finale, “Stitchers” alza il tiro introducendo un nuovo misterioso personaggio e facendone sparire un altro. La scelta di narrare il caso della settimana attraverso flashback si è rivelata una decisione fortunata che ha fatto interrogare lo spettatore se la Ivy Brown che beveva vino con Kirsten fosse realmente lei o se nascondesse un legame pericoloso con il caso della settimana o con Stinger. E l’inquadratura finale sul suo viso ha confermato la seconda opzione. La morte di un Liam deciso a collaborare apre poi interrogativi importanti, innanzitutto su cosa lo abbia fatto decidere circa il confessare la verità a Kirsten. Ma le inquadrature finali hanno aperto un interrogativo anche su qualcun altro: l’espressione di Maggie era decisamente di disappunto e noi sappiamo (perché le orecchie funzionano meglio) che la donna che cercava di avvertire Kirsten nei ricordi fattici vedere nel “Previously on” è sua. Cosa nasconde Maggie?Cosa non sappiamo?Al lato dalla storyline principale, abbiamo Cameron e i suoi problemi sentimentali e Linus e i suoi problemi familiari. Non sappiamo ancora come si concluderanno i secondi ma i primi hanno la parola “fine” scritta a caratteri cubitali fin dall’inizio. Un po’ tanto debole la risposta di Cameron all’ultimatum di Nina, un po’ troppo innamorata lei per accorgersi che le si spezzerà il cuore. La prossima settimana ci aspetta un episodio decisamente impegnativo, prepariamoci.
– The Lady and The Band

 

Outlander | Flashrecap 2×04 – La Dame Blanche
OutlanderUn episodio complesso e stratificato, che alterna momenti ironici e divertenti al dramma, mediante l’approfondimento del dolore psicologico dei personaggi ed eventi terribili. E così, vediamo in apertura ciò che porterà a tali eventi (la manomissione della ruota della carrozza dei Fraser) suggerito come se non fosse niente di importante; passiamo a Versailles, che si apre con leggerezza e poi sfocia nella tensione dell’avvelenamento di Claire da parte di Monsieur le Comte St. Germain; attraversiamo il sollievo per la reazione di Jamie alla notizia che Black Jack Randall è ancora vivo, totalmente diversa da quella che Claire e Murtagh si attendevano (come noi), la quale nuovamente getta una ventata di divertimento e ironia su tutto (e a sua volta segue quella creatasi con Louise e la sua notizia di essere incinta, ma non del marito, con la sua reazione favolosa al suggerimento di Claire, “Dovrei andare a letto con mio marito?!”) e che sfocia nei divertenti fraintendimenti tra marito e moglie su quanto avvenuto alla Maison Elise… lo sbocco, però, è il difficilissimo confronto tra Claire e Jamie e la dolorosa confidenza di quest’ultimo; arriviamo, infine, ai momenti Murtagh-Fergus, divertenti e adorabili. Il tutto porta alla fatidica cena organizzata per riuscire a impedire la rivolta giacobita, scene magnifiche da un punto di vista scenografico e recitativo, e all’aggressione di Claire e della povera Mary, con le conseguenze che si ripercuotono proprio sulla cena, con lo scoppio della rissa. Questa seconda stagione, insomma, offre molto.
– Sam.

 

Outlander | FlashRecap 2×05 – Untimely Resurrection
OutlanderSi susseguono le conseguenze dell’aggressione ai danni di Mary e Claire. Il Conte St. Germain è riuscito a convincere il Prince Bonnie Charlie a entrare in affari con lui per ottenere parte dei fondi per la campagna militare e questo porta nuovamente a stretto contatto St Germain e Jamie, il quale non vede l’ora di staccargli la testa per aver tentato due volte di far del male a Claire. Sia Jamie che Claire sono decisi tanto a impedire la rivolta che ad aiutare Mary e Alex Randall, ma Claire ha altresì lo scopo di assicurare la discendenza di Mary e Black Jack Randall, destinata a condurre sino a Frank. Gli impegni parigini li portano nuovamente a Versailles e proprio qui si svolge la parte migliore dell’episodio: nella splendida scenografia dei giardini reali, in un tripudio di ricostruzione storica mediante costumi e ambientazioni, Claire si imbatte incredibilmente in Black Jack Randall, giunto a Versailles per perorare la causa del fratello minore col Duca di Sandringham. A salvare la situazione è nientemeno che Sua Maestà il Re Luigi XV, il quale, seppur ignaro di tutto, si comporta da perfetto gentiluomo con Claire, benevolmente con Jamie e umilia Black Jack (Luigi XV uno di noi); ma il dramma è dietro l’angolo: allontanatosi il Re, Jamie sfida a duello Black Jack e solo un feroce scontro con Claire lo fa poi desistere. La richiesta di Claire è aspettare un anno per assicurare la vita di Frank, ma sarebbe stato molto più semplice se lei avesse usato come argomentazione la più elementare delle regole del viaggio nel Tempo: “se Frank non dovesse nascere, tutto il tempo tra noi verrebbe cancellato, io non arriverei mai da te, Jamie”. Avrebbe evitato l’aspro litigio.
– Sam

 

Outlander | Flashrecap 2×06 – Best Laid Schemes
OutlanderCon “Best Laid Schemes” la narrazione riprende lì dove si era interrotta la scorsa settimana e grazie a questo scopriamo come si arrivi all’inizio del primo episodio della stagione, con Claire che ritorna nel XX secolo. Jamie, infatti, rivela di non aver accettato la richiesta della moglie perché le debba davvero una vita, bensì perché anche lui vuole da Claire una promessa, ovvero proprio quella di riattraversare il passaggio tra le pietre di Craigh Na Dun e tornare così al proprio tempo originario, nel caso di svolgimento della battaglia di Culloden. Ecco dunque che i pezzi del puzzle cominciano a ricomporsi. La storia prosegue con il nuovo tentativo di Jamie, Claire e Murtagh di evitare tale battaglia, impedendo al Prince Bonnie Charlie di mettere le mani sul denaro necessario a finanziare la campagna, piano che li porta a incrociare nuovamente gli interessi dell’affascinante ma pericolosissimo Comte de Saint-Germain (del quale ancora dobbiamo scoprire le oscure macchinazioni); ciò a sua volta conduce alla condivisione della verità su Claire con Murtagh, il quale si rivela nuovamente quel meraviglioso personaggio che conosciamo, forte e duro, ma dotato di profondissima umanità (la scena con Claire è splendida e toccante). Il finale lascia col fiato sospeso, per il fato di Jamie, Claire e il bambino e il piccolo e adorabile Fergus. Infine, un appunto sul Re: ancora una volta si sottolinea la sua avversione per la “magia”… cosa c’è dietro tutto ciò?
– Sam

 

Outlander | Flashrecap 2×07 – Faith
OutlanderTerribile e straziante episodio, praticamente 60 minuti di sofferenza continua. Dai primi istanti in cui il destino di Claire e del bimbo che porta in grembo sono appesi ad un filo, al momento in cui madre Hildegarde la informa della morte e del battesimo della piccola Faith, alle successive settimane di smarrimento, al ritorno nella casa parigina vuota del marito imprigionato alla Bastiglia… tutto è dolore. Il processo di guarigione di Claire dalla perdita della figlia è lento ed emotivamente devastante, e lo spettatore lo vive con lei e attraverso di lei nel più doloroso dei modi. La successiva decisione di liberare Jamie viene presa solo quando Claire stessa si rende conto del perchè suo marito l’abbia “tradita”, dopo la rivelazione di quanto sofferto da Fergus da parte di [quel sadico, bastardo, pedofilo e malato di-] Black Jack Randall e la successiva riapertura di una ferita fin troppo fresca e profonda. Del conseguente tentativo di liberare il marito, viene però posto l’accento più sull’omicidio del Conte di Saint Germaine che sull’effettivo sacrificio di Claire costretta a giacere [per modo di dire] con il re di Francia, rendendo la scena di per se quasi comica, cosa che ho trovato personalmente di cattivo gusto. Bellissimo e terribile è invece il finale, che vede Jamie e Claire riuniti, le loro confessioni, il terrificante flashback di Calire che non vuole separarsi dal cadaverino della sua bimba e la coppia, finalmente riappacificata, che piange sulla tomba della piccola Faith mentre entrambi, grazie a lei, ritrovano la fede perduta l’una nell’altro, prima di tornare in Scozia al mondo che appartiene ad entrambi.
– Ocean

 

The Originals | Flashrecap 3×22 – The Bloody Crown
640px-TheOriginalsQuando pensi che tutto ciò che ti resta è il tuo senso di colpa, che nemmeno il caldo abbraccio di colei che ami riesce a mitigare.. Quando pensi che tua figlia meriti un padre migliore di te.. Ecco che arrivano i conti da saldare. Marcel è più vivo è pieno di risorse che mai e si presenta al Compound con tutti i nemici (aka coloro i quali un tempo erano suoi asserviti) di Klaus in cerca di vendetta. A far e subito le spese sono Freya, avvelenata, Kol ed Elijah, morsi proprio da Marcel. Solo l’avvento di Rebekah (risvegliata da Hayley) riesce a dare alla Famiglia il tempo necessario a riorganizzarsi. Rebekah chiede giustizia per il fratello è così ottiene un processo ed ecco che, in una lotta contro il tempo per la propria salvezza, avviene l’impensabile. Freya lega tra di loro tutti i fratelli così che vadano tutti in un sonno profondo che darà a Hayley il tempo necessario a trovare una cura per tutti. Nel frattempo, l’abilità e l’astuzia di Klaus e di Reb fanno sì che Klaus si garantisca una scappatoia alla morte (perché la Morte non sarebbe una sofferenza giusta per lui). Scappatoia che altri non è che il pugnale di Papa Tunde..una sofferenza infinita per essere l’ancora della sua Famiglia all’interno di una Chambre de Chasse in cui Elijah, Kol, Freya e Rebekah aspetteranno (con impazienza) che Hayley trovi la soluzione per salvare tutti.
Ed ora…Non ci resta che aspettare la quarta stagione che, purtroppo (maledetta presidenza CW), non tornerà prima del prossimo midseason!
– gnappies_mari

 

The Catch | FlashRecap 1×10 – The Wedding [Season Finale]
thecatchHo trovato la seconda parte più confusionaria e meno avvincente della prima. Questa gente è maestra della truffa (da un lato) e delle indagini (dall’altro) e Rhys non capisce che quando una donna dice: “Mi serve una borsa” è per riempirla di qualunque cosa, tostapane compresi? La pistola era il minimo! Mi è piaciuta l’interazione Rhys – Alice, è stata l’unica occasione in cui lui non ha avuto il solito atteggiamento irritante (andando via con la coda tra le gambe, oltretutto). Ho apprezzato Val Badass che non si fida di Ben e gli punta una pistola contro. Ben è stato sotto tono per tutta la puntata. A me come innamorato di Alice continua a non dire nulla. Al ricevimento tutte le storie d’amore hanno fatto progressi (ne sentivamo il bisogno?). Come può Ben, esperto di inganni, baciare Alice pubblicamente, quando dovrebbe essere gay? Non è realistico che abbandoni la cautela in quel modo (o che Rhys sbagli il suo nome. Per favore). Era ovvio che non sarebbero partiti per il Togo. Se si deve fuggire lo si fa insieme, non che dici:“Ci vediamo in aeroporto”. È chiaro che per strada ti succerà la qualunque. Riecco che fa la ricomparsa il quadro dimenticato e la situazione precipita: Alice viene arrestata per via del colpo di coda della perfida Margot, ma, all’ultimo, il cavaliere senza macchia e senza paura la salva (anche perché, tecnicamente, il colpevole è lui). Visto che non è stato abbattuto dalla scure di ABC, The Catch ci aspetta il prossimo anno!
– Syl

Related posts

Terra Nova | Recensione 1×09 & 1×10

Shantiny

Supernatural | Recensione 7×23 – Survival Of The Fittest

Chiara

The Walking Dead | Recensione 2×01 – What Lies Ahead

Pepkins

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv