Image default
Agents of S.H.I.E.L.D. Flash Recaps Nashville Orphan Black Recensioni The Catch The Good Wife

Flashrecap #19 | The Family, FearTWD, The Good Wife, Scorpion, Stitchers, Nashville, Orphan Black, S.H.I.E.L.D., The Catch

The Family | FlashRecap 1×10Fun Ways to Tell Boyfriend You’re Pregnant
the-family-abc-premiere-dateAltro giro di giostra settimanale con The Family. Claire si sta affezionando a Ben, e la cosa non manca di atterrirci tutti, considerando quanto sia evidente che il ragazzo sia sfuggente. La scena di lui sulla panchina con il suo ex rapitore è agghiacciante: perché non chiama la polizia? È succube o non vuole che scoprano che ha avuto un ruolo nella morte di Adam? Ha detto a Willa di avergli fatto del male per ferirla, o perché di fatto, è più responsabile di quello che pensiamo? Mi sono piaciuti i flashback perché finalmente abbiamo visto come la famiglia ha reagito al colpo della scomparsa di Adam, come siano cambiati gli equilibri, e il motivo per cui Willa si sente responsabile dell’unità familiare. La domanda di Claire: “”Quanta parte di anima mi costerà tutto questo?” è emblematica di una vita spesa nel compromesso tra l’ambizione di successo e il prezzo che si deve pagare. In ogni caso Claire è il mio personaggio preferito, perché sento del calore sotto la mente calcolatrice e stratega. Willa invece la metterei nella categoria “WannaBe”. Ti piacerebbe fare la complottista, ragazza mia, ma ti fai fregare alla prima occasione. E sto parlando di Bridey, che io vorrei voler spingere giù da un dirupo. Nel frattempo Jane partorisce il bambino facendosi aiutare da Clements che, con una sola frase (“È un maschio”), riesce a inquietarci per il suo futuro. Doug cosa ci fa al distretto? Quale carta giocherà? È troppo furbo per costituirsi e basta.
– Syl

 

Fear the Walking Dead │ Flashrecap 2×04 – Blood in the Streets
Fear-The-Walking-Dead-quelles-seront-les-différences-entre-les-deux-sériesDopo il poco soddisfacente episodio della scorsa settimana, “Fear the Walking Dead” si rialza parzialmente con questo “Blood in the Streets”. Mentre Nick è impegnato in una missione segreta affidatagli da Strand, gli altri survivors sono costretti a fronteggiare un minaccioso trio di cui fa parte il ragazzo con cui Alicia aveva parlato poco tempo prima via radio: i tre, due ragazzi e una ragazza in attesa, fanno parte di un più vasto gruppo capeggiato da tale Connor. Se la parte relativa ai sequestratori è abbastanza riuscita seppur un po’ banale, è quella relativa a Nick che desta interesse, perché ci permette di venire a conoscenza del passato di Victor Strand, vero enigma sin dalla sua comparsa. Mettendo da parte gli interrogativi su come il ragazzo sia arrivato sulla costa e le perplessità del caso (come la sua serie madre “Fear the Walking Dead” soffre di alcuni vuoti narrativi), i flashback dedicati a Victor sono la parte più interessante dell’episodio e ci aiutano a capire meglio un personaggio carismatico, vitale e deciso che è decisamente il più interessante dello show. In attesa di scoprire se i nostri arriveranno in Messico, non si può fare a meno di sperare anche in un’interessante svolta che veda l’ingresso nel presente del compagno di Strand, interpretato dal bravo e noto attore scozzese Dougray Scott.
– Clizia

 

The Good Wife | Flashrecap 7×21 – Verdict
THE GOOD WIFECi avviciniamo al gran finale e la tensione si sente. Sembrano tutti agitati, l’aria è pesante, il processo a Peter, come ho detto nello scorso recap, coinvolge e sconvolge più o meno tutti. A cominciare da Diane, la cui relazione entra in una zona pericolosa dopo che la donna ha “costretto” il marito a rendere una testimonianza semi – falsa, passando per Eli che è palesemente agitato da tutta questa situazione che potrebbe andare a coinvolgere anche lui, finendo con Jason che si ritrova, suo malgrado, ad ammettere che si sta innamorando della nostra buona moglie e vederla così vicina al marito, anche se per “scena”, lo disturba alquanto. Anche lo studio sembra cedere sotto il peso di tutta questa tensione, che da metaforica si trasforma in fisica e finisce per abbattersi proprio sulla “casa” dei nostri protagonisti, che si trovano anche errabondi.
Come se non bastasse, veniamo a scoprire che Peter ha intrattenuto una relazione con la Pine e mentre tutti cercano il modo più elegante di affrontare il discorso con Alicia, lei ne parla come se discutesse dell’appuntamento al dentista. La scena con Canning è stata la migliore! Ma il momento clou dell’intero episodio è stato l’interrogatorio di “prova” a Peter condotto da una fredda e distaccata Alicia, che ci permette di ricordare tutti i suoi errori, tutte le porcherie che ha fatto nel tempo. Lui sbotta, le rinfaccia i suoi amanti, lei lo ignora. Che classe, signori, che classe!
– Bravissima6

 

Scorpion | Flashrecap 2×24 – Toby or not Toby
ScorpionSinceramente son rimasta delusa da questo season finale della stagione, considerato soprattutto quanto invece avevo amato quello della scorsa. Pensate che son addirittura corsa a controllare, alla fine della puntata, se per caso quest’anno ci fossero venticinque episodi e non i soliti ventiquattro!
Come si poteva immaginare il gruppo riesce a recuperare Toby e fermare quella mina vagante di Max Collins e la trama è veramente interessante, anche perché adoro quella sofferenza che mi arreca veder un membro di un team venir soccorso dal resto della sua squadra. Tutto dunque si risolve per il meglio, con l’uomo che ancora vivo decide di procedere con la sua stupenda proposta di matrimonio per ricevere un…NO. Cosa? Happy è già sposata. COSA? Com’è possibile che tra i due o nel gruppo la cosa non sia mai saltata fuori? E perché soprattutto lo sapeva Max? Sinceramente la cosa mi è sembrata strana e messa là solo per il cliffhanger. Unica nota positiva è che Walter si sveglia, ma TROPPO TARDI, e la puntata si chiude proprio con lui che rincorre Paige in macchina. Quanto quotiamo il cambio di idea, o qualche strana cosa che impedirà ai due di star insieme ma permettendogli invece di farci penare ALMENO per un altra mezza stagione? MOLTO.
Scorpion dunque si riconferma una valida serie, ottimo passatempo in grado di intrattenere ma anche far riflettere ed emozionare e dato che mi son affezionata a tutti i personaggi non vedo l’ora di sapere come proseguiranno nel loro cammino. ALLA PROSSIMA!
-Claw

 

Stitchers | Flashrecap 2×07 – Pretty Little Lawyers
Stitchers 2Dopo l’episodio lento della scorsa settimana, “Stitchers” torna con una puntata molto intrigante sia per quanto riguarda la trama verticale che per gli importanti sviluppi di quella orizzontale. Il caso della settimana mi è piaciuto molto, in primis per la prima rappresentazione realistica di un omicidio in uno studio di avvocati: le scene degli interrogatori sono state irritanti al massimo e quando alla fine sono riusciti a gabbare il vero colpevole, mi sono esaltata quanto loro. Tra l’altro, l’assassino si è tradito con un errore alla Signora Fletcher: ”Ah ah! Come fai a sapere che è oleandro?” Papapaaaaa! Molto interessante la verità (che sospettavamo in parte) sul padre di Cameron mentre la scoperta della malattia di quello di Linus a così pochi episodi dalla fine, mi fa chiedere il perché introdurre così tardi un elemento drammatico ad una serie così leggera. Infine, la scelta di rivelare a Kirsten la verità su Liam e Camille da un lato mi ha fatto piacere perché valorizza l’amicizia fra le ragazze, dall’altro toglie nuovamente luce al personaggio di Camille che stava facendo progressi importanti. Ma dopotutto serve a raccogliere i pezzettini di Linus dopo la scoperta di fine episodio, no? Confinarla nel ruolo della crocerossina (giustificatissimo, per carità) è uno spreco.Chi sarà poi questa misteriosa Ivy Brown, sorellastra di Kirsten?Ha anche lei una displasia indotta?Può essere utile alla ricerca di Stinger?PS.Bella l’autocitazione del canale nel titolo!
– The Lady and the Band

 

Nashville | Flashrecap 4×18 – The Trouble with the Truth
NashvilleNon so bene con chi essere più arrabbiata, di certo non con gli autori che nell’arco di 40 minuti hanno capovolto la trama, facendo appello al sentire dello spettatore, che conosce questi personaggi da ormai 4 anni. La reazione di Deacon era assolutamente prevedibile ed infatti quel viscido traditore del padre di Cash (che se non fosse per D. ora sarebbe in un vicolo che affoga nell’alcool, per la cronaca) ne approfitta, complicando una situazione già pessima. Malgrado lo schema Deyna – felicità poi Deacon incasina tutto – si sia ripetuto, è rimasto comunque coerente con la sequela di eventi costruita. In secondo luogo sono arrabbiata con Gunnar e Scarlett che – come sempre – si sono fatti autogol: nonostante il sentimento forte che li unisce, quei due non si sono mai realmente chiariti e finché non parleranno VERAMENTE del loro passato, non potranno mai costruire un solido futuro. Ripeto, però, quanto scritto l’altra volta: è ora di rompere il circolo vizioso e far fare un passo avanti serio ai due perché il materiale c’è, sono le circostanze che sono avverse. Non sono, invece, per nulla arrabbiata con Juliette che ha fatto una cosa a)nuova per lei b)coraggiosa. Spero che ne venga qualcosa di buono, se lo merita. Sono infine imbufalita con l’America bigotta, perfettamente presentata dalla questione Luke/Will. Come sempre l’estremo realismo delle situazioni presentate in Nashville, fa brillare storyline come questa.
– The Lady and The Band

 

Orphan Black | Flashrecap 4×04 – From Instinct To Rational Control
Orphan BlackFinalmente scopriamo qualcosa di più sull’enigmatica MK: tanto per cominciare il suo vero nome è Veera ed è l’unica superstite di un’epurazione avvenuta ad Helsinki, dove altre sorelle sono invece morte, tra cui la sua unica amica Niki. Mika non stava solo cercando di proteggersi ma stava pianificando la sua vendetta contro il mandante della strage, ovvero Ferdinand. Sarah fallisce nel tentativo di farle cambiare idea, di convincerla ad entrare a tutti gli effetti nel Clone Club e rinunciare alla sua vendetta per aiutare le sue sorelle ancora in vita e in pericolo. Sul fatto di avere Ferdinand come alleato direi solo di tenere gli occhi bene aperti, soprattutto se il suo lasciapassare è il suo grande amore per Rachel. Cosima nel frattempo, grazie alla testa di Leekie, è riuscita a capire quale sia lo scopo delle robo-larve: l’ultima frontiera dell’alterazione genetica, un organismo in grado di modificare il DNA del suo ospite; i tempi di intervento per Sarah a questo punto diventano sempre più stretti. E infine la coppia d’assalto che nemmeno nei miei sogni avrei creduto di vedere: Donnie Hendrix e Felix (tornato in azione, come sospettavo, nel momento in cui ha capito che l’astio di Sarah non era solo un capriccio), che si fingono due aspiranti genitori, ripercorrendo così l’ennesimo filone delle indagini di Beth. Una clinica che si occupa di fecondazione assistita puzza molto di nuovo programma Leda, se poi a gestirlo è una stretta collaboratrice del fu Leekie, il complotto è garantito.
– Al

 

Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. | Flashrecap 3×19 – Failed Experiments
Agents of SHIELD“Only billionaires can build Iron suits. Only the military can make super soldiers, which can only lead to a war of its own”
Con un’analisi concisa e profetica della realtà e degli eventi che da lì a poco l’avrebbero travolta, Hive racconta a Daisy le sue origini, presentandole il suo piano rivoluzionario per l’intera umanità e opponendo in questo modo all’individualismo degli uomini, la collettività degli Inumani. Così come il titolo dell’episodio ci anticipa, la storia ci pone di fronte a una serie di esperimenti falliti, di cui Hive è stato, fin dall’alba dei tempi, il primo esemplare. Come ci fu rivelato nella scorsa stagione, gli stessi progenitori Kree considerarono Hive e il suo dna ibrido un errore, un abominio da estirpare per il bene di qualsiasi specie. Ma proprio come un autentico “mostro di Frankenstein”, ormai libero e inarrestabile, Hive si scaglia contro i suoi creatori, richiamandoli sulla Terra per ricreare con il loro corredo genetico l’esperimento che l’ha visto nascere, in modo tale da mutare l’intera razza umana in ibridi Inumani, inevitabilmente piegati al suo controllo. Un po’ come Non con il progetto Myriad a National City, Hive maschera il suo piano di conquista globale dell’umanità con una facciata di necessaria salvezza della specie dalle sue continue guerre intestine, dimostrando ancora una volta quanto la dialettica sia in realtà la sua arma più potente. Sul fronte S.H.I.E.L.D. invece il primo esperimento fallito coinvolge un emarginato Lincoln alla disperata ricerca del suo posto in una missione per riportare indietro Daisy. Proprio questa frustrazione infatti lo spinge a provare invano sulla sua pelle il primo pericoloso risultato del lavoro compiuto dai Fitz-Simmons per produrre un’anti-tossina che contrasti il potere di Hive. Ma l’esperimento più straziante e travolgente è quello compiuto da Mack, disposto ad andare contro il mondo intero, pur di riportare al suo fianco la sua partner, cercando con tutte le sue forze di far risorgere “Tremors”, anche a costo della sua stessa vita. E se May è costretta a malincuore a ferire Daisy per fermarla, contro ogni evidenza, sento (o spero) che forse proprio l’esperimento di Mack si rivelerà a lungo termine l’unico a funzionare, non so però al prezzo di quale vita.
– WalkeRita

 

The Catch | FlashRecap 1×07 – The Ringer
thecatchAdoro il modo in cui questo show mi sorprende sempre. Qualcuno aveva davvero previsto che Margot fosse la terapista di Alice? Sono quasi saltata sulla sedia. Per non parlare di tutta la parte sospirosa WTWT del truffatore gentleman super romantico che propone all’amata di scappare con un: “Eh, c’è sempre quel nostro matrimonio”. Awww. Alice sembrava averlo in pugno e, soprattutto, in grado di gestire le sue emozioni, quindi non mi aspettavo di vederla provata e bisognosa di aiuto psicologico. O è un’altra mossa inaspettata? Non mi stupirebbe. Vorrei tanto spingere giù il Benefattore dal palazzo più alto di Los Angeles, se fosse possibile. È insopportabile al punto che mi sono messa ad architettare il modo in cui Margot potrebbe farlo fuori. Nel sonno. A bruciapelo. Non fa niente se è tuo fratello, vai ragazza! A proposito di Margot, comincia a piacermi di più, soprattutto perché sta lontana da Ben. Credo che abbia davvero la stoffa da leader, diversamente dal fratello clown. Mi è piaciuta meno la parte di Alice in “Io ti salverò con il mio amore”. Alice, fatti dare un consiglio, fare la crocerossina, soprattutto con un truffatore internazionale ricercato in tutti i continenti è un tantino sopra le tue possibilità. Inoltre, siamo sicuri che Ben voglia essere salvato? Ama sicuramente Alice, ma è ben felice della sua vita, dell’adrenalina e del pericolo. Speriamo nel rinnovo!
– Syl

Related posts

Spoiler sulle nuove stagioni dei nostri show preferiti

Mary'sWorld

Suits 8×01 – Chi ben comincia…

The Lady and the Band

Arrow 6×09 – Tradimenti, matrimoni e altre tragedie da mid-season finale

Kingarthurswife

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv