Image default
Altro Banshee Flash Recaps Recensioni Rubriche & Esclusive The Big Bang Theory

Flash Recaps #22 | The Musketeers, Banshee, Stalker, TBBT!

THE MUSKETEERS | 2×04 – Emilie By Eilidh

10361385_10205950760593200_7361877860128873698_n

Mai come questa settimana gli intrighi, alla corte di Francia, l’hanno fatta da padrone. E a dominarli, ovviamente, è Rochefort. Sempre più simile a Varys, a conoscenza di tutti i segreti di tutti (è difficile pensare che non sappia anche di Aramis e della regina e della paternità del delfino), riesce a piegare al proprio volere Marguerite e Milady, senza perdere un solo millimetro del suo vantaggio sul re e stringendo ancora di più la sua morsa attorno alla regina. I moschettieri, al contrario, subiscono una grave sconfitta, l’ennesima: Treville deve dimettersi. Probabilmente verrà reintegrato in qualche modo, perché è difficile immaginare i moschettieri senza il loro storico capitano, ma al momento si ritrovano senza una guida, accerchiati dagli intrighi di Rochefort.
È anche un episodio ricco dal punto di vista sentimentale. Gli autori hanno deciso di inserire dei momenti tra tutte le coppie della serie: Costance e D’Artagnan, Aramis e la regina, Athos e Milady. Manca Porthos all’appello, ma per lui c’è la questione del padre, che si sta facendo sempre più scottante. Il momento in cui Treville non potrà più evitare di dargli delle risposte precise non tarderà molto ad arrivare.
L’avventura della settimana punta ancora molto sui rapporti Francia/Spagna, che sono il cardine di questa stagione, e il finale si intuisce già dalla zuppa, ma dà un pretesto alla regina per agire. Sia lei che Constance mostrano di avere forza d’animo e intraprendenza, ma entrambe hanno il vizio di lanciarsi in missioni suicide, senza ponderare bene le conseguenze. Davvero la regina pensava di non essere riconosciuta? O di potersi addentrare nel campo di Emilie senza protezione? Ma la sua follia ci regala delle belle scene con Aramis, che ribadisce, sia quando parla con Marguerite a inizio episodio, sia nel modo in cui guarda la regina e si comporta con lei, che è molto innamorato, e ricambiato, di Anne, e ama molto anche il figlio. Quest’amore è pericoloso, mette a rischio le loro vite, ma non riescono a liberarsene, nonostante siano consapevoli del rischio che corrono.
Ma il ruolo di personaggio tragico, destinato a soffrire per amore, irrimediabilmente innamorato della donna sbagliata, spetta ad Athos. Milady sa che lui l’amerà sempre, sa che questo potrebbe giocare a suo vantaggio, e questo rende il tutto ancora più sofferto.
Constance si entrando sempre di più nell’azione: il suo rapporto con D’Artagnan resta complicato, ma sono chiaramente ancora innamorati l’uno dell’altra, la regina si fida sempre più di lei, ed è sempre più coinvolta nelle missioni dei moschettieri. Lei e Anne potrebbero essere delle ottime alleate e potrebbero proteggersi a vicenda dai pericoli di corte.
Un bell’episodio intenso per i nostri moschettieri: più incentrato sugli intrighi, sui sentimenti, sulle macchinazioni, con poca azione. L’abbandono di Treville è un colpo durissimo, per i moschettieri, ma la battaglia con Rochefort si prospetta sempre più interessante.

The Big Bang Theory 8×13 – The Anxiety Optimization By Mary’s World

10636332_763230640427480_906170980765066573_n

L’episodio come sempre si divide in due filoni principali della trama: uno in cui si prevede l’accelerazione dello stato di ansia nella brillante mente di Sheldon per poter arrivare ad ottimizzare le sue capacità scientifiche, e nello specifico risolvere un paio di quesiti irrisolti nel campo della materia oscura.
Per questo Sheldon chiede ad amici e fidanzata di fare di tutto per cercare di renderlo ansioso, attaccando e mettendo in discussione ogni cosa che dice (interessante dicotomia sul fatto che di solito è lui che fa questo a tutti gli altri).
Nell’altro invece vediamo Howard inventarsi un esilarante giochino per poter prendere in giro l’ossessione di Raj per la sua cagnetta, Cannella.
Citando delle frasi sue tipiche, i loro amici dovranno capire se il soggetto in questione sia Emily o Cannella, appunto.
Inutile che vi dica che la povera Emily in questo caso fa la figura ‘dell’altra’.
È sempre Sheldon che però ci regala le maggiori risate: lo so che lo dico spesso, ma ogni volta che gli autori ci riportano in scena la tipica pazzia sheldoniana lo show ne beneficia in divertimento, e sono consapevole che prima o poi un personaggio del genere, dovrà mutare ma non lo voglio ancora. Deve rimanere pazzoide e irragionevole ancora per un po’ (molto po’).
Nessuna citazione questa settimana ma la didascalia di una scena sia tenera che demenziale: dopo diversi giorni in cui il nostro genio ansioso non è riuscito a prendere sonno, Penny e Leonard nelle veci di genitori pazienti, riescono a farlo addormentare cantandogli in coro Soffice Kitty.
Quindi lo dico ancora una volta. Teniamoci QUESTO Sheldon fin quando possiamo!!

Stalker | 1×14 – My Hero By Lestblue

Stalker-1x14-4Il titolo avrebbe potuto benissimo essere ‘Baywatch gone wrong’ vista la tematica di questo episodio che, se devo dirvela tutta, non mi ha deluso, anzi, mi ha lasciato piacevolmente colpito.
Perchè?! Beh, innanzitutto non era per nulla prevedibile, il “cattivo” di turno e il suo modus operandi di stalkeraggio mi ha hanno ricordato molto da vicino un film che ha lasciato il segno, Bedtime, e come possiamo dimenticarci del fatto che finalmente gli autori si sono ricordati che esistevano anche delle storyline orizzontali, in particolar modo quella che coinvolge Jack e suo figlio.
Non stiamo parlando di salti mortali, ma per lo meno un piccolo passetto arrancante in avanti è stato fatto e poi… ma come la mettiamo con tutto sto romance che sembra prendere forma tra Beth e Jack?!
Dette tutte queste note positive però non posso ancora sbilanciarmi sulle sorti dello show, un episodio buono dopo così tanto piattume non può di certo fare la differenza. Ricordiamoci inoltre che mancano solo altri (o ancora… dipende da quanto non vi sta piacendo la serie) 8 episodi prima di decretare la fine di questa stagione e capire se effettivamente vale la pena di essere rinnovato.

Banshee | 3×04 – Real Life Is The Nightmare by Lestblue

Banshee-3x04È giunta l’ora di fare i conti, ma sembra che per Siobhan questa sia una pillola troppo grossa da ingerire. Questo episodio è stata una corsa frenetica in cui non siamo riusciti a tirare un sospiro di sollievo nemmeno per un secondo, abbiamo dovuto correre, combattere, cercare di far pace con il nostro passato e trovare una soluzione per il nostro futuro, esattamente come Hood. Una nota di merito dell’intera serie è proprio questa, riesce a coinvolgere SEMPRE e in maniera assoluta, soffriamo con i protagonisti (Lucas in particolare) e come loro cerchiamo una redenzione. E a proposito di redenzione non risulta possibile non amare l’ultimo gesto disperato di Hood, la sua lotta all’ultimo sangue con Proctor, il suo voler fare qualcosa di buono per tutte quelle persone che gli stanno a cuore, il suo voler chiudere un capitolo per poter andare avanti e diventare qualcun altro… oppure semplicemente tornare ad essere se stesso.
Adoro Deva, amo il suo essere esattamente come i genitori biologici, il suo voler far del bene (anche se come ci insegnano il fine non giustifica i mezzi), il suo nuovo rapporto “precario” con il padre, e il suo semplice desiderio di essere libera da tutto e da tutti. Libera esattamente quanto Carrie che devo dire mi ha stupito molto, la sua fuga dalla polizia è stata fantastica, mi ha fatto palpitare fino all’ultimo momento… per non parlare poi della tensione amorosa (non vorrei chiamarla sessuale in quanto c’è qualcosa di più oltre al sesso) durante il viaggio di ritorno verso case sulla macchina di Hood.
Come vi dicevo, sono rimasto estasiato da questo episodio e dalle possibilità che ha aperto per la vicenda; Hood ha impedito a Kai di esserci durante gli ultimi momenti di vita della madre, questa è una dichiarazione di guerra che non potrà non sfociare in un valanga di botte tra i due; Siobhan ha deciso, ha deciso non voler più nulla a che fare con Lucas… ed è proprio qui che inizio a sentire un campanello d’allarme: c’è un modo per uscire da tutta questa situazione, e il modo è semplice, se Siobhan muore, allora con lei se ne va anche il suo segreto e l’assedio nella centrale di polizia non promette di certo nulla di buono. I pellerossa sono agguerriti, si potranno mai accontentare del solo corpo di Kai oppure vorranno lasciare il segno?!

Related posts

The Big Bang Theory | La situazione dei contratti del cast per un’eventuale Stagione 11

FeFraise

People’s Choice Awards 2015 | Lista completa nomination

Mary'sWorld

Spellbook 1×12 – Bewitched [SEASON FINALE]

LuigiT

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv