Image default
Fear the Walking Dead Spoiler

Fear the Walking Dead | L’inaspettata, ma inevitabile, morte di [SPOILER]

Attenzione: il seguente articolo contiene importanti spoiler della premiere della Stagione 3 di Fear the Walking Dead.

La morte che non ci saremmo mai aspettati di vedere è arrivata nella premiere della Stagione 3 di Fear the Walking Dead, andata in onda domenica, “è come un calcio nelle palle”, ha detto Dave Erickson, showrunner, a TVLine.

Missione compiuta. Ma, prima che il produttore ci spieghi il motivo di questa inaspettata morte, eccovi un piccolo riassunto dell’episodio…

In “Eye of the Beholder”, Madison finalmente si è riunita con Nick e, dopo aver avuto a che fare con i figli di Jeremiah Otto, il bravo ragazzo Jake (Sam Underwood di The Following) e il sadico Troy (Daniel Sharman di Teen Wolf), tutti hanno dovuto superare la loro quasi letale interazione precedente per andare al rach degli Ottos. In strada con Jake, Charlie, Alicia e Luciana – svenuta – durante l’episodio 2, “The New Frontier”, Travis viene ferito al collo da un proiettile quando uno sconosciuto – la nostra ipotesi –  ha aperto il fuoco. Quando Alicia e Jake sono arrivati al ranch con Luci, Charlie era diventata cibo per i walker e non si è capito chi si odiasse di più, tra Maddie e Jeremiah (Dayton Callie di Deadwood). Nel frattempo, Strand si è fatto esiliare dall’hotel da Elena e Hector per aver calmato le masse facendo finta di essere un medico – ma non prima di essere stato testimone del suicidio di Ilene. Quindi ora…

TVLINE | Parlami della decisione di uccidere Travis.

Dopo la morte di Chris, credo che la morte di suo padre fosse inevitabile. La direzione presa da Travis, a questo punto, era di fare per suo figlio surrogato quello che non è riuscito a fare per quello biologico. Con la morte di Chris, Travis ha fallito. Non ha mantenuto la promessa fatta a Liza – lui non ha protetto il loro ragazzo. Quindi per lui, è diventata una questione di espiazione e redenzione. E l’unico modo per farlo, era di riportare Nick a Madison. E così è stato. C’era un’altra versione della storia che sarebbe andata più in profondità in questa stagione, ma alla fine abbiamo deciso di fermarci all’episodio 2, soprattutto per gli effetti che questo evento avrà sugli altri personaggi andando avanti.

TVLINE | Ho pensato sia stato piuttosto subdolo da parte vostra farlo sopravvivere a tutto. Dagli “esperimenti scientifici” di Troy alla buca dei walker nel primo episodio, solo per ucciderlo nel secondo.

La sua morte sarebbe dovuta avvenire entro la fine dell’episodio, solo in seguito al suo momento da eroe, che abbiamo avuto nella premiere. Per noi quello che era importante era che il pubblico – e ancora di più, Madison, Alicia e Nick – pensasse, “Ah, abbiamo un momento per respirare,” e poi di punto in bianco portarlo via e lasciare idealmente il pubblico senza fiato, al meno per un momento. Ed è quello che succede ad Alicia, se ci fate caso. Il modo in cui Alicia [Debnam Carey] reagisce è esattamente il modo in cui avrebbe dovuto reagire, come se fosse devastante ed inaspettato. E questo porta alla nascita di un legame tra lei e Jake.

TVLINE | Quindi c’era qualcosa tra di loro. Non mi sono sognato quella scintilla.

Quel trauma condiviso dai due porterà ad una relazione che si svilupperà nei prossimi episodi. È un modo davvero difficile, e credo che quello davvero interessante, in termini di moralità dello show, sia che Jake ha delle somiglianze con Travis. Lui è sempre stato una sorta di luce nella sua comunità al ranch, ma lui soffre per il suo idealismo e la sua speranza. Lui sostiene la filosofia che suo padre sosteneva prima dell’apocalisse, e ora lui è molto combattuto per la relazione con suo fratello. Lui sa che c’è un regolamento dei conti in arrivo. Credo che Alicia veda in lui qualcuno completamente diverso da tutti gli altri al ranch.

TVLINE | È abbastanza sicuro dire che la sparatoria e la morte di Travis non siano così casuali come sembravano?

Si, quello che sembrava essere un evento casuale, non lo era. Scopriremo che i proiettili sono stati sparati da uno specifico gruppo per una ragione specifica, e che ovviamente, questo diventa parte di una storia più grande man mano che procediamo.

TVLINE | Prima che ti lasci andare, i topi che abbiamo visto brulicare su Willy…erano topi zombie o…insomma, i topi normali sono già abbastanza…

[Ride] Erano semplici ratti. Questo è stato il nostro omaggio a 28 Days Later, perché amo quella scena nel tunnel dove i topi vengono inseguiti dagli infetti. Inoltre, Troy è molto oscuro, e volevamo avere un personaggio nella premiere che fosse peggio, e questo è Willy. Lui è pura malvagità – incredibilmente crudele e sadico, e lui si è divertito a giocare con Travis. E visto che Travis non lo ha ucciso, volevamo assicurarci che lui fosse andato prima che la premiere finisse. Jason Cahill, uno dei nostri autori/produttori, ha fatto una cosa “dentifricio”, ovvero quando un personaggio viene fatto passare attraverso un buco troppo stretto, e avevamo bisogno di un modo per portarlo in questo spazio, ed è qua che entrano in gioco i ratti. Lui se lo merita! Quindi c’è stata almeno un po’ di giustizia in un mondo estremamente ingiusto.

 

Fonte

Related posts

Nashville | Chi sarà sopravvissuto al finale di metà stagione?

Sunny_Blue

Supernatural | Dean tornerà a cacciare?

Cecilia

Orphan Black | Michiel Huisman parla di Cal e il suo rapporto con Kira e Sarah

Meta

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv