Image default
Downton Abbey Recensioni

Downton Abbey | Recensione Christmas Special – A Moorland Holiday

E’ dal mitico Christmas Special di qualche anno fa, in cui Matthew si è dichiarato a Lady Mary sotto la neve, che non vedevamo un speciale di Natale con così tante promesse d’amore per il futuro.
In pieno spirito natalizio, tutti (o quasi), ricevono amore, o la speranza di averne in futuro, fanno pace, scoprono il meglio nelle persone che hanno vicino e collaborano per proteggere i loro cari con uno spirito che renderebbe Charles Dickens fiero.
E’ uno speciale che celebra l’amore per la famiglia; che sia quella in cui si nasce, e che accetta i suoi componenti così come sono, e li accoglie anche se loro non lo credono possibile, o quella acquisita, capace di sostenere chi ne fa parte anche nei momenti peggiori, provando l’impossibile per aiutarsi a vicenda.

NATALE
Così, Anna e Lord Siderby hanno il massimo sostegno delle loro famiglie: quella di lei è tutto lo staff di Downton, unito nel tentativo di portare finalmente la pace a lei e a Bates, disposto anche a girare tutti i pub di York per trovare la prova dell’innocenza di Bates, quella di lui sono i Crawley, che, come dice Mary, restano uniti, nonostante tutto.
Ci sono un paio di trovate venute fuori dal nulla, come quella del patrigno di Anna e della sorella di Mrs Hughes, tirate fuori unicamente per ostacolare e che sono un po’ forzate: per tutte e due, comunque, non sono ostacoli insormontabili, perché vengono risolti nell’episodio stesso.
E un’altra storia a cui si aggiungono nuovi particolari è quella di Lady Violet e del principe: nel corso della stagione, Violet dice di aver ritrovato la ragione, dopo essersi innamorata di Kuragin, perché il marito le aveva mostrato un quadro della loro famiglia, in questo episodio, aggiunge che è stata la principessa e riportarla dal conte. Rifiutando il suo spasimante e ritrovando la moglie, sente di aver ripagato il debito alla principessa, anche se non lo fa senza soffrire. Il senso del dovere, la sensazione di non voler più rischiare come aveva fatto tanti anni fa, quando la delicatezza del marito e le maniere forti della principessa l’aveva spinta a tornare indietro da una scelta che avrebbe cambiato completamente la sua vita, hanno avuto a meglio. C’è un po’ di tristezza nel dialogo con Isobel: Lady Violet è sempre stata una donna sensata, piena di saggezza e di senso pratico. E’ legata alla tradizione, ma in realtà non è poi così antiquata come può sembrare: è capace di stare al passo coi tempi che cambiano e ha avuto momenti in cui non si è lasciata dominare dalla razionalità. Dopo, però, è ritornata alla prudenza, e quel passaggio non è stato indolore.
Lei e Isobel sono le uniche ad avere rinunciato all’amore in questo speciale. Avevano trovato, alla loro età, quando non ci speravano più, la possibilità di amare ed essere amate di nuovo, ma hanno deciso di non andare avanti, di rifiutare entrambi i loro pretendenti.
Ma, in fondo, a pensarci bene, non importa. Sono due grandi donne, che hanno affrontato la guerra, terribili lutti, il cambiamento dei tempi, le difficoltà delle loro famiglie, e che si sono trovate, nonostante le differenze di classe, di carattere, e sono riuscite a consolidare un’amicizia improbabile che le accompagnerà per tutto il resto della loro vita. Sono donne energiche che non si arrendono, che possono scontrarsi, ma anche camminare insieme, che confidano l’una nell’altra e che, anche se forse difficilmente lo ammetterebbero, si stimano. Brillano di luce propria in una serie così affollata, senza permettere che i tempi che corrono così veloci le travolgano. Anche se hanno perso i loro rispettivi amori, gli ultimi che avrebbero potuto avere, l’una ha l’altra, anche se mai avrebbe potuto immaginarlo, quando si sono conosciute prima della guerra.

violetisobel
E un altro che mai avrebbe potuto pensare di aver l’impressione, lasciando l’Inghilterra, di lasciare una famiglia che lo ama profondamente e che sentirà la sua mancanza è Tom. In casa di Lord Sinderby si ritrova ad essere trattato dal maggiordomo con disprezzo, ma i Crawley, che avevano tanto ostacolato lui e Sybil e che ci hanno messo del tempo a considerarlo uno di loro, si uniscono per difenderlo. Mary e Edith ormai lo considerano come un fratello e vedere Mary chiedere a Thomas di trovare un modo per neutralizzare il maggiordomo, e costringerlo a trattare meglio il cognato, fa capire che Tom ha lasciato veramente il segno, in quella famiglia. L’addio che gli hanno riservato in casa Crawley è davvero commovente, pieno d’amore. Il momento in cui Lord Grantham, che lo ha odiato quando è scappato con Sybil, gli confessa che gli è affezionato, e saluta Sybbie con tutto l’amore che un nonno può dare alla sua nipotina (la sua preferita, probabilmente), è di una tenerezza infinita, come anche quello in cui gli fa un discorso d’addio di fronte a tutta la casa con un calore incredibile e il saluto che Tom, Edith e Mary fanno a Sybil, nella camera dei bambini. E’ un bel modo di dire addio a un uomo che si è ritrovato ad acquisire un’intera famiglia, che ama lui e che ama la sua bambina.

sybilsybil2

sybil3
Un altro addio è quello a Rose, che si trasferisce in America con il marito. E’ stata molto in sordina, in questa stagione, e se ne va senza molto clamore, ma sembra che le si prospetti una vita serena, accanto a un uomo che ama e che la ricambia, ed è riuscita, prima di lasciare l’Europa, a farsi rispettare dal suocero, appianando le divergenze iniziali.
E anche Mary e Edith hanno delle prospettive future rosee: la prima trova il suo prossimo pretendente, che sembra un tipo affascinante, e la seconda svela il suo segreto a tutta la sua famiglia, senza che venga rifiutata da loro, come aveva temuto. Come con Tom, anche con Edith Lord Grantham mostra il lato più affettuoso di sé: non giudica la figlia, accetta la sua nipotina, non ha nessun tipo di rancore verso il padre di Marigold. Dopo tutte le sue disavventure, Edith finalmente trova la serenità, in una casa dove può avere tutto l’amore dei suoi parenti, dove può vedere sua figlia ogni giorno e sapere che tutti le vogliono bene e che ne vogliono a Marigold, senza restrizioni. Il senso di liberazione che sente è evidente. E il fatto che sembra che, nel suo futuro, ci sarà anche uno spasimante, non fa che aumentare il sollievo nel sapere che finalmente, dopo tanto pensare, anche lei avrà il suo lieto fine.
E arriviamo a loro, alla dichiarazione che ha lasciato tutti a bocca aperta, alle due rocce della servitù di Downton: Mrs Hughes e Carson- Fidanzati. C’è una tenerezza, nel modo in cui lui le parla, la guarda, aspetta la sua risposta, che fa veramente sciogliere il cuore. Sono sempre stati l’anima del downstairs di Downton, e sapere che si terranno compagnia, si sosterranno, non soltanto per le faccende della casa, ma anche in quelle di vita, è meraviglioso. Carson ha mostrato momenti di tenerezza con Lady Mary, in passato, e ha rivelato momenti della sua vita prima di diventare maggiordomo: la sua carriera da attore, l’amore per una donna che ha scelto un altro, ha avuto attimi con Mrs Hughes in cui si è liberato del suo modo di fare rigido. Persino verso Tom si è ammorbidito, con l’andare del tempo. Quella sua frase sul non sposare nessun’altra, la convinzione e la dolcezza con cui l’ha detta, la paura di offendere la donna alla quale si stava dichiarando, e la reazione di Mrs Hughes, così emozionata, sorpresa, ma che lascia intendere quanto sperava che succedesse… Probabilmente nulla potrà mai raggiungere la bellezza della dichiarazione di Matthew a Mary per un fan della serie, ma questa, tra due persone che hanno condiviso tutto per anni e che decidono di spendere l’uno con l’altra gli anni in cui potranno riposarsi e godersi il frutto del loro duro lavoro e dei loro sacrifici, è una proposta di matrimonio da ricordare, da festeggiare, che lascia senza parole. E quell’ultimo sguardo che si scambiano, senza dirsi niente, vale più di qualunque discorso.

caronmrshughes
Downton Abbey deve fare bene all’amore, perché molti lo hanno trovato, tra quelle mura: Mary e Matthew, Sybil e Tom, Molesley e Baxter (anche se ancora deve sbocciare). Anche se può essere un po’ esagerato che ce ne siano così tante, nel microcosmo di Downton, che è quasi un mondo a parte, è difficile, quando ci si ritrova di fronte a dichiarazioni come questa, non essere felici, ed essere sicuri che nella prossima stagione, viste le premesse, di felicità ce ne sarà ancora.

Downtonias, per quest’anno è tutto! Ci rivediamo l’anno prossimo per la sesta stagione di Downton Abbey! Buon anno a tutti! Ricordatevi di passare per Downton Abbey – Italian Fan Page e di mettere “Mi piace”! Grazie ancora alla pagina per la disponibilità e per tutto il lavoro per fa per tenerci costantemente aggiornati!

Related posts

The 100 | Recensione 4×07 – Gimme Shelter / 4×08 – God Complex

Al

Supernatural | Recensione 11×14 – The Vessel

Jules

Veronica Mars | Recensione – The Movie

Ale

1 comment

Fran 2 Gennaio 2015 at 15:49

E’ stato un episodio da cuori.
Tanti cuori. Come faremmo senza Downton?

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv