Image default
Downton Abbey Recensioni

Downton Abbey | Recensione 5×04 – Episode Four

Miei cari Downtonians, se la settimana scorsa siamo rimasti tutti sorpresi nello scoprire che Lady Violet ha un passato (e che passato!), questa dobbiamo fare i conti con altre due rivelazioni: Lord Grantham acquista un po’ di buon senso e riesce leggermente a risollevarsi, e Gillingham non è il principe azzurro che poteva sembrare.
Lord Grantham non ha dato il meglio di sé, negli ultimi episodi, ma ora sembra risvegliarsi dal letargo ed essere finalmente capace di capire che il suo ospite prova interesse per sua moglie, e che lei apprezza, ma non riesce a capire anche che il suo atteggiamento verso Cora la rende infelice e perciò, pur avendo visualizzato il problema, non riesce anche a trovare la soluzione.

cora

D’altra parte, però, mostra anche compassione per Mrs Patmore e per suo nipote, dichiarandosi in disaccordo con Carson, consola Edith, riesce a rifiutare di far costruire col suo territorio trovando un motivo che è ragionevole e comprensibile: il conte ha sempre amato la sua tenuta, ed è intenzionato a proteggerla, e finalmente mostra di riuscire a scendere a compromessi, accettando che qualcosa cambi , senza rifiutarne completamente l’idea, ma mantenendo un principio di base. E’ un piccolo passo avanti, per lui, ma è un passo importante.
Chi, invece, non fa molti passi avanti è Tom: per quanto ancora ripeteranno all’infinito che deve scegliere da che parte stare? Ormai è diventato frustrante vedere e sentire ripetere sempre lo stesso problema, senza che ci sia una risposta. Sarah Bunting poteva essere uno stimolo per Tom, ma finora la persona che sta traendo più giovamento dalla presenza della maestra è Daisy, che è rinata ed è sempre più pronta ad abbracciare la possibilità di imparare, che prima non credeva potesse interessarle così tanto, con un entusiasmo pazzesco. Daisy incarna il perfetto esempio di come sia possibile guardare oltre quello che si è sempre pensato di poter avere, e scoprire un universo di possibilità infinite. Mostra il grande fascino che può avere la conoscenza su una persona che non pensava vi potesse avere accesso perché, una volta che la si ha assaggiata, specialmente se si è curiose come lei, allora ne si vuole sempre di più. E’ una storyline interessante da raccontare,  e un buon percorso per Daisy, che ha l’occasione di dimostrare quanto valga e quanto potenziale c’è in lei. Ed è ora anche che se ne accorgano anche altri, che capiscano che la conoscenza è accessibile a molte più persone di quanto si possa pensare, basta dare loro la possibilità di iniziare.
A voler essere completamente giusti, la Bunting sta avendo un buon effetto anche su Tom, il problema è che è tempo, per lui, di prendere una decisione, perché il suo crogiolarsi in una situazione che chiaramente non lo rende completamente soddisfatto è troppo ripetitiva e stagnante. Stesso discorso vale per Edith e sua figlia: anche se qualche tassello in più si sta aggiungendo sul padre della bambina, disperso in Germania e coinvolto in faccende che sembrano riguardare il futuro Partito Nazista, Edith è ancora ferma, emotivamente, senza che riesca a trovare un po’ di serenità. Suo padre ha un momento di ispirazione e le dà un saggio consiglio: meglio sapere, anche se si tratta di cattive notizie, che non sapere niente e rimanere nel dubbio. Lei è Tom hanno bisogno di una soluzione definitiva.
Parlando di decisioni, Mary aveva preso la sua la settimana scorsa, e, considerando la reazione di Gillingham, era davvero una buona decisione: Gillingham non sa accettare il rifiuto di Mary neanche con un decimo della classe di Blake, e le sue risposte sono immature, retrograde e arroganti. Forse Mary ha dato troppa fiducia a un uomo che non valeva quanto lei pensava, e adesso deve subirne le conseguenze. La bilancia tende sempre di più verso Blake, che, in quel famoso discorso che fece a Mary quando seppe che lei aveva scelto Gillingham, aveva ragione a metterla in guardia sul suo rivale. Gillingham è ancora legato a una tradizione a cui però Mary non crede più, e in quest’ottica Blake è un partito certamente migliore, per lei.

blake1

blake2

Downstairs, la situazione non è delle migliori, né per i Bates, che non possono ancora dormire sonni tranquilli, dal momento che le indagini sulla morte di Mr Green sono ancora in atto e stanno entrando sempre di più a Downton, né per il povero Thomas, che, dopo l’addio a Jimmy, vive un momento di crisi profonda. Il Thomas sempre pronto a complottare non fa capolino neanche per un secondo, questa settimana, lasciando il posto al suo lato più umano, quello che sente tantissimo il peso della solitudine, della mancanza di un confidente, una persona su cui contare davvero. Emerge la parte di lui che vuole sfuggire dal dolore e da se stessa, perché non si accetta più, perché non si sente al di fuori di tutto. Thomas ha covato dentro di sé molta più sofferenza di quanta ne abbia mostrata, e l’ultima delusione lo ha provato al punto da spingerlo a rifiutare perfino chi è. E’ straziante vederlo combattere questa lotta interiore da solo, consapevole di essere solo. Nonostante abbia commesso i suoi errori, è difficile non provare pena per lui e non sperare che possa trovare una speranza.

thomas
La povera Anna, invece, si dovrà ritrovare ad affrontare il peggiore momento della sua vita, e riaprire quella ferita non sarà di certo facile, né per lei, né per Bates. Questa coppia non sembra proprio riuscire a trovare un po’ di pace, nonostante tutto.
E dopo averla chiesta a gran voce, finalmente c’è qualche novità per Rose, anche se di certo non positiva: i suoi genitori divorziano. Rose sembra essere maturata, sia perché riesce ad accettare la decisione dei suoi genitori, sia per il discorso che fa a suo padre sull’amore e sul matrimonio: Rose, ha visto quali conseguenze può comportare un matrimonio di convenienza, e non vuole la stessa sorte per se stessa. Dal momento che l’attrice lascerà la serie, questa frase è significativa, perché, probabilmente, il motivo per cui Rose se ne andrà da Downton sarà un matrimonio.
E chiudiamo con le due donne che potrebbero reggere da sole una loro serie, e mandarla avanti con classe: Lady Violet e Isobel, entrambe alle prese con i proprio sentimenti e quelli dei loro pretendenti (o passati tali, nel caso di Violet).
Bisogna ammettere che la dichiarazione di Lord Merton ad Isobel è molto tenera. Lui ammette i non volere avere Isobel come moglie solo perché in cerca di compagnia, ma perché vuole averla vicina, spendere gli ultimi anni della sua vita con una persona che ha capito di amare. Non una qualsiasi, ma proprio Isobel. Lei aveva qualche dubbio, ma questa rivelazione le ha fatto vedere il suo spasimante sotto una luce diversa, e non è da escludere che gli dica di sì.
Non so voi, ma non vedo l’ora di vedere la reazione di Violet, se Isobel dovesse accettare.
E passiamo alla grande rivelazione della scorsa settimana, quella che nessuno di noi si aspettava: il passato di Lady Violet. Di fronte alla possibilità di fuggire col principe Kuragin, lei ha scelto la famiglia. E adesso, anni dopo, si ritrova di fronte un uomo che ha perso tutto, che non è più lo stesso. Dev’esserci stata una storia molto più tormentata di quella che pensiamo, dietro quei due nobili che si sono rincontrati dopo così tanto tempo, e c’è un lato di Lady Violet che è completamente nuovo. Deve aver amato questo principe, e deve avere avuto davvero un dubbio atroce, quando ha dovuto scegliere. Questa storia è affascinante, e c’è ancora molto da scoprire.
Qualcuno si sta muovendo troppo lentamente, in questa stagione di Downton Abbey, altri non riescono a muoversi dalle loro posizioni, tranne rare eccezioni, altri stanno facendo passi avanti alla velocità della luce, ma loro due restano sempre una costante.
Vi lascio con una delle solite perle di Lady Violet, questa volta usata contro Isobel:

violet1violet2

violet3violet4

Appuntamento alla prossima settimana!
Se volete sempre tenervi aggiornati sulla serie, correte a visitare Downton Abbey Italian Fan Page e mettete “Mi piace”!

Related posts

How I Met Your Mother | Recensione 7×23 & 7×24 – The Magician’s Code [Season Finale]

Lunabi

The Following | Recensione 2×03 – Trust Me

Natasha

iZombie | Recensione 2×15 – He Blinded Me with Science

Rowhick

2 comments

Alice_in_seriesland 15 Ottobre 2014 at 16:18

Bella recensione!! 🙂 Io comunque la maestra non la sopporto più, al posto di Lord Grantham, l’avrei cacciata pure io. Si ferma a cena e poi insulta chi l’ha invitata. A prescindere dai suoi discorsi, ogni volta che si presenta è sempre sgarbata. E Tom dovrebbe dirle qualcosa invece di fare sempre il pesce in barile 😛

Reply
Eilidh
Eilidh 16 Ottobre 2014 at 15:50

Grazie! Anch’io la trovo insopportabile, ma di per sé, come ho scritto, nel caso di Daisy qualcosa di buono l’ha fatto. Nel caso di Tom, invece, lui deve davvero darsi una svegliata, perché è da troppo tempo che è indeciso sul da farsi, e anche se poteva essere credibile qualche episodio fa, adesso la situazione si sta davvero allungando troppo. Lei poteva servire a fare questo, ma finora s’è smosso poco. Spero davvero che cambi qualcosa, perché è tutto troppo statico.

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.