Image default
Recensioni

Dominion | Recensione 2×06 – Reap The Whirlwind

Siamo giunti quasi a metà di questa seconda stagione… e questo episodio di “Dominion”, come lo scorso, sembra segnare un possibile e radicale cambiamento.
“Reap The Whirlwind”, in onore al titolo, che significa “Raccoglieranno tempesta”, è stato un episodio devastante, ho ancora gli occhi pieni di lacrime, ho pianto per tutto e tutti o quasi.

Vega

La puntata si è aperta nella capitale della Culla e l’inizio è già terribile: abbiamo visto, infatti, le conseguenze delle esplosioni, la popolazione ferita, anche gravemente, bambini soli, spaventati e disorientati in mezzo al fuoco e alle macerie, persone morenti… l’orrore della guerra, una guerra che Zoe e i suoi ribelli hanno voluto e che potrebbe portare tutti alla rovina.
Come avevo ipotizzato, sembra che tutte o quasi le torri agricole siano nella parte della città in mano ai ribelli e questo è davvero un problema enorme per Claire, che deve mantenere l’ordine nella zona rimasta sotto il suo controllo, anche al fine di riconquistare l’altra.
La rivelazione incredibile è che non solo David è stato artefice di tutto questo, come abbiamo visto, ma soprattutto lo è stata Arika. Questa donna non smette di stupirmi, nella scorsa puntata sembrava Arikache non avesse previsto il voltafaccia di David e ora invece scopriamo che ha sempre avuto degli infiltrati tra i ribelli, sapeva ciò che stava per accadere e voleva che accadesse, in qualche modo ha perfino “pilotato” David, probabilmente; cosa ancora peggiore, sa cosa potrebbe accadere. Dire che Claire ha una serpe in seno è uno degli eufemismi dell’anno; spero, ora che Claire ha capito che c’è un altro traditore, visto ciò che è successo con Gates quando quest’ultimo era nei tunnel, che la Lady di Vega inizi a guardarsi le spalle anche da Arika, inizi a nutrire qualche sospetto.

David Whele in questo episodio ha mostrato un’altra volta perché egli sia sempre stato tra coloro al CMUafInWIAAikaj.png largepotere, nonché la sua grandezza come personaggio: come Arika, è incredibilmente intelligente, in generale ha la capacità di capire cosa è necessario fare; è un grande personaggio perché, nonostante sia un maledetto bastardo (permettetemi di dirlo), non è solo intelligente e scaltro, a volte ha anche ragione da vendere e, dunque, non gli si può dare torto. Se non pensiamo a Claire e proviamo a immaginare, al posto di quest’ultima, un tiranno, ci rendiamo conto che quello che lui ha detto a Zoe sul fatto che lei debba essere un leader e, quindi, debba diventarlo ed essere in grado di capire cosa va fatto, è la pura verità, è ciò che le avrei detto io.

DavidZoe spara alla mano di David

Tuttavia, Zoe, come Claire, accortasi di essere stata in qualche modo manipolata è passata dall’essere “allieva” del politico navigato al divenirne la carceriera e non a torto, direi… chi di noi non era già convinto che David facesse tutto questo per il proprio tornaconto? O quantomeno è uno dei motivi principali.
ZoeE quindi, eccole qui, le due Signore di Vega, una contro l’altra: Zoe, che guida i ribelli nella loro causa contro un governo che per almeno quindici/vent’anni (ci sarà voluto un po’ prima che Vega fosse perfettamente funzionante) ha costretto troppe persone a vivere senza dignità, senza una casa, in povertà e stenti e, peggio ancora, senza alcuna possibilità di migliorare tale condizione, senza nemmeno la speranza di poterlo fare, visto che a Vega le classi sociali erano rigide e non c’era modo di uscire da esse nemmeno col matrimonio (ed è per questo che Alex era così preoccupato per lui e Claire, in città vigeva per legge il divieto di sposare qualcuno in una classe più alta o più bassa); Claire, nata tra gli agi e le ricchezze, figliaCMVZ78jUwAAEKPg.png large del leader non solo della città, ma della stessa Culla, la quale, però, ha passato la sua vita a preoccuparsi del prossimo, dei meno fortunati, cercando di aiutarli come poteva, arrivando a rinunciare anche a se stessa (cioè ai suoi desideri e a chi amava) pur di aiutare la popolazione, per il senso di responsabilità nei confronti di questa.
La verità è che queste due donne, classe sociale a parte, si assomigliano incredibilmente: entrambe sono forti, determinate e coraggiose; entrambe diffidano di David Whele, avendolo ascoltato solo quando si sono rese conto di non avere altra alternativa; entrambe si preoccupano di coloro che sono imprigionati nelle categorie più basse della gerarchia di Vega; entrambe vogliono abbattere quelle barriere che hanno impedito sino a quel momento la realizzazione di una maggiore giustizia sociale; entrambe vogliono guidare in modo giusto la società; entrambe, pertanto, combattono per una causa giusta, poiché ambedue hanno forti ideali e obiettivamente nessuna delle due ha torto e ognuna delle due ha ragione. Se solo Zoe si fosse resa conto di questa somiglianza e se ne rendesse conto in futuro… tutto questo disastro a Vega, che mina la città e destabilizza la popolazione dinanzi a tutti gli altri pericoli che presto o tardi si abbatteranno, avrebbe potuto essere evitato.
Zoe obiettivamente non ha torto, poiché le ragioni dei V-1 sono giuste e questa loro rabbia nasce da tutti quegli anni in cui hanno vissuto in quelle pessime condizioni, ma, come dicevo nella recensione del secondo episodio, per quanto sia vero che nessuna ingiustizia è tollerabile e che quando si tratta della vita delle persone non si può parlare di “mali necessari”, è altrettanto vero che i ribelli stanno commettendo un tremendo errore, grande quanto quello di coloro che hanno governato, perché in questo modo stanno colpendo chi non è responsabile di tale situazione e, anzi, cerca di migliorarla da anni, battendosi per il benessere di tutti e dunque anche e soprattutto di chi è più in difficoltà. E, peggio ancora, stanno rendendo Vega molto vulnerabile.
FraseLasciatemi dire che ho adorato Claire: infuriata, preoccupata, ma decisa a non colpire la popolazione indiscriminatamente, decisa a non reprimere nel sangue, a cercare un’altra soluzione per il bene di tutta la città e di tutti i suoi abitanti… e poi dubbiosa. Chi non lo sarebbe, dinanzi a una tale situazione? Chi non si giudicherebbe, chi non si torturerebbe al pensiero di aver forse preso le decisioni sbagliate? Guardandola mi viene in mente la frase di un grande personaggio di un’altra meravigliosa storia, che parafrasata risulta nel principio “Coloro che non vogliono il potere, ma si assumono la responsabilità nel momento del bisogno e si fanno carico dei problemi cercando di risolverli per il bene di tutti, battendosi per questo, sono coloro che devono avere il potere, sono coloro che devono essere leader.”
Claire è una di queste persone, come lo è Alex. Mi è dispiaciuto molto non sentire il suo discorso per intero, sarebbe stato bello, spero ci sia occasione in futuro.

tumblr_nt3kgx5DIB1ur0wybo2_400 tumblr_nt3kgx5DIB1ur0wybo1_400

Per ciò che concerne Gates, che a sua volta mi è piaciuto molto in questo episodio, al momento la loro liason mi sembra, come dire, una sorta di aggrapparsi l’uno all’altra nel momento del bisogno; che si piacciano è evidente e non c’è niente di male, soprattutto visto che lei pensa che Alex sia morto, ma la rabbia di Claire dinanzi al rischio corso da Gates rispecchia ciò che lei ha già vissuto con Alex e deriva, pertanto, anche da questo… per lei è come un déjà vu e la sua voce rotta dal pianto nello scorso episodio ha dimostrato che lei ama ancora Alex. Cosa accadrà quando lui tornerà?

New Delphi

Se pensavamo che il disastro si fosse già abbattuto, non avevamo idea di cosa ci stava aspettando dietro l’angolo. Le cose potrebbero andare peggio di così? Forse sì, quindi probabilmente è meglio che non lo chieda più.
Da dove potrei iniziare? Onestamente non lo so nemmeno io.
tumblr_nsqb4iVlGG1te4gcdo2_250Partiamo da Julian-Lyrae: io lo sapevo che era da far fuori seduta stante. In questo episodio si è rivelato davvero una sorta di Lucifero, “Perché io dovrei voler farlo tornare? Lui non è stato un padre per noi. Gli umani erano i suoi figli, ma noi eravamo i suoi schiavi. E ora quei figli appartengono a me. I miei schiavi. I miei corpi.”
Parole da vero ribelle assetato di potere e vendetta, analoghe al comportamento avuto da Lucifero quando, secondo le tradizioni religiose, si ribellò a Dio e causò la scissione e poi nel corso dei secoli, usando gli esseri umani come schiavi e oggetti di cui disporre per i suoi turpi scopi. Se poi pensiamo anche al fatto che, come secondo la tradizione religiosa Michael sconfisse e scacciò dal Paradiso Lucifero, in un certo senso condannandolo a un regno oscuro, allo stesso modo in questa storia Michael ha condannato Lyrae a quella che lui stesso definisce l’Oscurità, scacciandolo dunque dal Paradiso… le similitudini sono più che evidenti.
E non avevo forse detto che voleva fare del male a Gabriel, ma che aveva in serbo un destino peggiore per Michael? E infatti: “Io li farò soffrire. Michael soprattutto.” Ero certa che avrebbe pronunciato quella frase, prima o poi, poiché è ovvio che sia così, Gabriel è quello che non ha fatto nulla per evitare la sua condanna e la punizione, nonostante Lyrae avesse implorato il suo aiuto, ma Michael è quello che ha deciso ed eseguito materialmente, dunque che fosse l’oggetto dell’odio maggiore era inevitabile.
E ovviamente, come pensavo, quando Alex, Noma e Pete erano arrivati a New Delphi lui voleva Pete perché gli ricordava qualcosa… lui creò Pete come eight ball, più di vent’anni prima, con l’Anfora, dopo che l’Angelo Superiore mandato da Gabriel gli aveva spiegato come fare, dopo essere stata catturata.
tumblr_inline_nt31grSYhe1r56jl9_500Le azioni di Julian-Lyrae sono state una più orrenda dell’altra… sono stata male per Gabriel (se qualcuno si chiede perché non abbia spiegato le ali, perché sono inchiodate), sono stata male per Riesen, sono stata male per Alex e Noma… Noma. Mia povera Noma.
Devo dire, però, che Simon Merrells è fantastico in questo ruolo, carismatico, affascinante, sinistro e terribile nella malvagità (non c’è altro modo di definirla) di quest’Angelo Caduto.
E una domanda sorge spontanea: cosa vuole fare, una volta portata a termine la sua missione di “liberare” gli Angeli Inferiori, dando loro dei corpi? Rendere la Terra il suo regno? E in questo modo sfidare il Padre?
Sono tornata ad adorare Alex. Prescelto, ti ci vorrà un po’ per farti perdonare, ma sei sulla buona strada e di certo il primo ottimo passo è stato “Volevo guadagnare tempo. Devo salvare Michael”.
Alex è tornato. Grazie al cielo. Si è finalmente reso conto che Julian-Lyrae è senza ombra di dubbio il male al momento (e forse in generale), persino peggio di Gabriel; il che, ammettiamolo, visto che Gabriel ha praticamente causato uno sterminio planetario, è tutto dire.
L’incontro di Alex con Michael è stato straziante e meraviglioso allo stesso tempo. Vedere Michael spaventato da Alex è stato oltremodo doloroso, ma Michael in quel momento era ferito e debole (lui, che è sempre così forte…), nonché convinto che Alex lo odiasse… eppure, in un certo senso, questo ribaltamento di ruoli, con Alex che si prende cura di Michael (quando è stato quest’ultimo a prendersi sempre cura di Alex, anche se in un modo particolare) è bellissimo e segna, altresì, la crescita del Prescelto, che da giovane uomo coraggioso ma in qualche modo insicuro (“I’m just a man, Michael”) sta divenendo sempre più padrone della situazione, una sorta di pari del grande Arcangelo, nonostante gli errori (dai quali nemmeno Michael è esente, peraltro). Un rapporto finalmente più equilibrato, che sta andando là dove Alex voleva: “So che faresti di tutto per proteggermi, ma questo non è ciò di cui ho bisogno!”“E di cosa hai bisogno?”“Del tuo aiuto.”
Come avevo detto, Alex ha sempre voluto che il suo mentore divenisse il suo amico, il compagno fidato di ogni istante, al quale appoggiarsi per la sua maggiore conoscenza di… bé, tutto, ma con il quale condividere da pari a pari. E ora, finalmente, stanno intraprendendo quella strada; ciò, com’è ovvio, non significa che non si scontreranno più… visti i caratteri di entrambi gli scontri sono inevitabili, ma li affronteranno da una posizione diversa, più egualitaria ed equilibrata, per l’appunto.
“Gabriel era lì e questo mi ha reso cieco più di qualunque altra cosa… ho fatto un casino.”“Bé, tu non sei l’unico.”

tumblr_nt22jhNy9u1tkz31eo1_400tumblr_nt22jhNy9u1tkz31eo2_400
tumblr_nt22jhNy9u1tkz31eo3_400tumblr_nt22jhNy9u1tkz31eo4_400

E così hanno risolto il loro scontro. Questi due sono così simili che ogni tanto viene l’istinto di far sbattere le loro teste l’una contro l’altra; si potrebbe dire “tale padre, tale figlio”.
Una crescita personale del Prescelto che si manifesta anche nella supplica a Michael di salvare le ali di Noma… lui, che aveva preso così male la scoperta della vera natura della sua migliore amica, per il tradimento della fiducia che avvertiva in quel segreto. Eppure, in linea con quanto Alex aveva sostenuto dinanzi ai corpi dilaniati degli Angeli Superiori a Vega, parlando con Mac: “Sono persone! Ed erano innocenti. Non meritavano una cosa del genere.”
Ah, tu, adorabile Prescelto.
Ho solo una critica da muovere ad Alex: “Ecco cos’è! Ecco la sua vendetta! Tu gli hai portato via il suo corpo e adesso lui vuole dare un corpo a tutti gli Angeli Inferiori, New Delphi non ha abbastanza umani, ma tu sai cosa ne ha…”“Vega.” “Attaccherà. Dobbiamo fermarlo.”
E finalmente!!! Eureka!!! (Sono due settimane che te lo urlo, Prescelto. Due. Settimane. Te l’ho detto in ogni modo. E ora che arriva il grande Arcangelo scoprite l’acqua calda?! Solo perché siete i due grandi uomini insieme?! Ma please. Cosa non avevi capito di “E anche Vega sarà altrettanto grande”? Avevi bisogno dei sottotitoli? La prossima volta dammi retta prima, anche se Michael è al Polo Nord a cercare i resti dei Mammuth.)
Tuttavia, mi è piaciuto molto il breve confronto con Riesen e ho trovato grandioso Alex quando ha cercato di praticare l’esorcismo su Julian-Lyrae, così, all’improvviso, a “tradimento”, cogliendolo di sorpresa e agendo in modo quasi “violento”. Se solo avesse funzionato… e invece lui è finito in catene e Riesen, che ha cercato di difenderlo da Julian-Lyrae, ha avuto un attacco di cuore… e ora temo per il Generale. In questo modo noi abbiamo avuto l’ulteriore informazione (abbastanza intuibile a onor del vero) che un essere umano normalmente vuole essere liberato, ecco perché gli esorcismi possono funzionare, ma per una Diade è diverso, poiché c’è la perfetta fusione tra uomo e Angelo. La domanda è: quindi, a parte farla a pezzi in uno scontro fisico, come si neutralizza una Diade?

Alex esorcismoAlex esorcismo_
Esorcismo

E veniamo alle scene più tremende alle quali abbiamo assistito sinora, ovvero la tortura di Alex e ciò che ne è conseguito. Sono ancora orripilata da tutto questo, in shock.
Dopo aver fatto torturare Gabriel e Noma, Julian-Lyrae ha deciso di torturare anche il nostro povero tumblr_nt2v9bsBig1te4gcdo1_250Prescelto marchiandolo con un ferro rovente su tutta la superficie della sua pelle ricoperta dai simboli, per impedire che lui possa utilizzarli e impedire, così, anche il ritorno del Padre, per poi, solo alla fine, uccidere Alex, il tutto dinanzi agli sguardi impotenti e disperati tanto di Noma quanto di Gabriel; ciò anche allo scopo di indurre Noma a rivelare dove ha nascosto l’Anfora, poiché l’Angelo non ha ceduto, nonostante le torture subìte. “L’ha torturata per ore, per tumblr_nt2v9bsBig1te4gcdo2_400sapere dove lei ha nascosto l’Anfora. Ma lei è una guerriera. Non si spezzerà mai”, ha spiegato Gabriel.
Davanti al dolore di Alex e al primo marchio, i due Angeli hanno urlato tutta la loro disperazione e per questo le cose sono ulteriormente peggiorate e Noma è finita letteralmente inchiodata al muro per le sue ali… nemmeno Gabriel si era spinto a tanto, sebbene anche lui le avesse fatto piantare un chiodo nella spalla, tant’è che dinanzi a questo e al pericolo corso da Alex, l’Arcangelo ha pregato Noma di rivelare il nascondiglio dell’Anfora. Alla minaccia del secondo marchio rovente, però, i simboli sul corpo di Alex si sono “attivati” e hanno reagito (posso dire che me l’aspettavo?), difendendosi e difendendo lui e mettendo ko Julian-Lyrae; Alex, tuttavia, incatenato, era impossibilitato a fuggire e così Noma ha agito, strappandosi a forza le ali, rimaste inchiodate al muro, pur di raggiungere Alex e liberarlo.

tumblr_nt2v9bsBig1te4gcdo5_400 tumblr_nt2v9bsBig1te4gcdo6_400
tumblr_nt2as8zxJ41te4gcdo1_250 tumblr_nt2as8zxJ41te4gcdo2_400
tumblr_nt2as8zxJ41te4gcdo3_400 tumblr_nt2as8zxJ41te4gcdo4_400
tumblr_nt2as8zxJ41te4gcdo5_400 tumblr_nt2as8zxJ41te4gcdo6_400
tumblr_nt2as8zxJ41te4gcdo7_400 tumblr_nt2as8zxJ41te4gcdo8_400
tumblr_nt2as8zxJ41te4gcdo9_400 tumblr_nt2as8zxJ41te4gcdo10_400

Questa parte mi ha lasciato devastata, è stato orribile da vedere. Noma tremante per il dolore, che non riusciva a raggiungere i chiodi per sradicarli dal muro e liberarsi, il suo profondo respiro per calmarsi, lo sguardo improvvisamente deciso e fermo nei suoi occhi, la determinazione in ogni movimento, lo sprigionarsi della sua forza superiore, il rumore delle ali quando hanno iniziato a staccarsi dal suo corpo, le sue urla di dolore unite a quelle disperate di Gabriel e Alex (“Noma, nooo!”), il suo cadere a terra, ferita, insanguinata, con le ali rimaste attaccate al muro… le sue bellissime ali. Lo sguardo annichilito di Gabriel, il pianto di dolore di Noma, il suo trascinarsi sin da Alex, la domanda quasi sussurrata per il dolore e l’orrore di quest’ultimo, “Che cosa hai fatto?”, e la risposta segnata dal dolore di lei, “Ciò che dovevo!”
Noma, tu Angelo meraviglioso, le tue bellissime, bellissime e possenti ali… tu, creatura coraggiosa e forte, così leale… mia povera, povera Noma.
Non mi importa chi, mi sta bene anche Lucifero, ma qualcuno la salvi e le ridoni le ali. Lei lo merita.
(E complimenti a Kim Engelbrecht per la sua interpretazione.)
L’unica nota positiva di questa scena, ma anche una di quelle dell’episodio (a livello di eventi terribili) è stato Gabriel. Non avrei mai pensato di dirlo, ma l’ho adorato in questa puntata, a partire dalla minaccia ad Alex in merito a Michael (diciamo comprensibile), al suo rivolgersi ad Alex e Noma per sapere dell’Anfora, ai consigli dati ad Alex, per arrivare tumblr_nt28emUJ4O1tkz31eo1_400alle sue urla disperate dinanzi a ciò che stava subendo Alex (ricordo benissimo che non lo vuole per forza vivo, ma lo avrebbe comunque protetto, se avesse potuto), dinanzi a ciò che stava facendo Noma e, soprattutto, per il suo intenso, sentito e disperato “ALEX, VAI VIA! SCAPPA! TROVA MICHAEL E PORTALO VIA DI QUI!”
tumblr_nt28emUJ4O1tkz31eo4_400E, infine, il suo sguardo disperato e quella voce incerta, preoccupata e spaventata, davanti al fratello, catturato e privo di sensi, “Michael…”

Oh, Gabriel. Dovresti essere sempre così. Arcangelo, devi redimerti. Devi.
C’è una differenza tra lui e Lyrae, che rende quest’ultimo peggiore dell’Arcangelo e le sue azioni persino più orrende, nonostante tutto quello che Gabriel ha fatto. Qual è? La seguente: Gabriel ha agito per uno scopo in qualche modo più alto, è sempre stato convinto di fare la cosa giusta… non è una motivazione valida, ovvio, di certo non sto cambiando idea su di lui, continuo a pensare ciò che ho detto perché è la realtà e come ho sempre detto Gabriel è mosso anche da rabbia e odio che ribollono in lui, ma almeno è uno scopo in qualche modo più alto rispetto a se stesso e in questo episodio ha dimostrato disperazione e furia non per quanto ha subìto in prima persona, bensì per quanto accaduto non solo a Michael, ma ad Alex e Noma, ha mostrato empatia nei loro confronti e si è sacrificato per loro.
Lo scopo di Lyrae è la mera vendetta personale, ingiustificata, peraltro, visto che è stato punito per aver commesso delle atrocità, torturando le persone.
Così come un tempo il metodo di Michael per eseguire le punizioni di Dio era migliore di quello di Gabriel, poiché una morte per spada è quasi immediata a differenza delle Anfore, che sono strumenti di tortura, allo stesso modo ora Gabriel è meno crudele di Julian-Lyrae, poiché a sua volta quando deve uccidere lo fa velocemente, senza indugiare in crudeltà varie. Julian-Lyrae, invece, è sempre lo stesso, quello che prova piacere nell’assistere alle sofferenze degli esseri umani, peggio, nell’infliggerle fisicamente e nel goderne in ogni istante e ora non solo agli umani, ma anche alla sua stessa specie. Non ha un minimo di pietà per nessuno, giusto un minimo di riguardo per gli Angeli Inferiori, sempre che facciano ciò che vuole lui, altrimenti, ne sono certa, non mostra scrupoli nemmeno nell’infliggere anche a loro quelle torture. E’ per questo che Gabriel ha una speranza di redenzione, perché nonostante tutto ciò che ha fatto, tutte le persone di cui ha causato la morte (e parliamo di quasi tutto il pianeta), la sua non è malvagità. Quella di Julian-Lyrae lo è.

E infine, Michael. Michael che per tutto l’evolversi di questi eventi ha tenuto un profilo defilato, ancora debole a causa delle ferite infertegli dalle reti di acciaio empireo e, peggio ancora, per aver avuto per ore e ore dei pezzi di quelle reti in varie parti del suo corpo, e, nonostante questo, a dispetto di tutta la debolezza evidente nella fatica dei suoi movimenti, nel camminare piegato in due, quasi trascinandosi, ha lavorato incessantemente per salvare tutti, come sempre. La sua voce davanti a Noma… il suo luogotenente… la disperazione nel suo sguardo per la consapevolezza non solo di non poter fare nulla per salvare le ali di Noma, ma anche che quest’azione sta condannando l’Angelo alla morte. Il suo tentativo di proteggerla, curarla, in qualche modo… Michael che ha fatto fuggire Alex e Noma e infine, proprio a causa di quella debolezza, amplificata dagli sforzi compiuti, è caduto prigioniero del suo peggior nemico.
Michael e Alex, un legame ancora più profondo per l’equilibrio instauratosi: “No, no, no, tu non potevi saperlo. Noi siamo stati creati per lavorare insieme, ma io ti ho lasciato.”“Ciò che è fatto è fatto. Ora tutto ciò che conta è salvare Noma e tornare a Vega.”“Alex, va’ ora, porta fuori Noma!”“Io non ti lascerò di nuovo.”“E allora moriremo entrambi e Vega sarà perduta!”“Questa non è la fine. I nostri destini sono legati.”

tumblr_nt2177n7iV1tkz31eo1_400 tumblr_nt2177n7iV1tkz31eo2_400
tumblr_nt2177n7iV1tkz31eo3_400 tumblr_nt2177n7iV1tkz31eo4_400

Questi due faranno esplodere il mio cuore.
E adesso entrambi gli Arcangeli sono prigionieri e verranno torturati. Alla luce di quanto già subìto da entrambi, da Alex, da Noma, mi auguro che in qualche modo prima o poi si liberino e siano furiosi e, quindi, che scatenino quella furia, riducendo in macerie quella maledetta città come Scipione l’Africano fece con Cartagine. Citando Catone: New Delphi delenda est.
Voglio che sia New Delphi a raccogliere la tempesta. Purtroppo, però, c’è un terribile, gigantesco, orribile, tremendo problema evidenziato dal promo del prossimo episodio. Un incubo.

I marchi di Alex: Michael, non sono spariti, sono lì, si vedono, anche sulla schiena. Niente panico, per favore, siamo già messi malissimo.
Et voilà! Cosa avevo spiegato la settimana scorsa? Che il nome Lyrae si riferisce alla costellazione della Lira (Lyra in latino, il cui genitivo è Lyrae, per l’appunto), la cui stella più luminosa è Vega (la quale, molto tempo fa, era la stella polare)… ed ecco qui la prova che gli autori proprio a questo si riferivano. Certo, ora la faccenda si complica, perché il messaggio dei marchi di Dio è davvero complesso, per l’appunto. Servono agli esorcismi, ma, come avevo ipotizzato nella recensione del primo episodio, sono anche una sorta di mappa… il messaggio ultimo di Dio è davvero complicato e stratificato. Sarà interessante vedere come evolverà.
Tornando a Noma, lei sta morendo… ma non può morire. Posto che a nessuno è concesso di morire, perché nel bene e nel male sono tutti personaggi straordinari, la meravigliosa Noma non può morire.

tumblr_inline_nt2cemIgGV1rsqpgo_500
La sua fuga con Alex, però, ci introduce a un nuovo mistero: chi è quella figura maschile apparsa nell’oscurità della notte, in mezzo a quel bosco, che sembra essersi mostrata solo a lei? La tempistica è interessante, poiché essa si è manifestata proprio dopo che Noma si è sacrificata per salvare Alex e nel momento in cui lei ha affermato di stare morendo. Ora, il produttore esecutivo Wilmott ha dichiarato che non hanno intenzione di mostrare il Padre, non vogliono dargli un aspetto, per rispettare la concezione che ognuno può avere, quindi in teoria Dio sarebbe da escludere a priori; tuttavia, se ci pensiamo una forma l’hanno già data, poiché nel momento in cui lo si definisce “Padre” si dice agli spettatori che in quella storia Dio è un uomo e questa è una forma, per quanto generica e non definita nei particolari. E’ possibile, quindi, che quella figura sia Dio? Se lo si mostrasse solo così, un uomo nell’oscurità, senza mostrarne le fattezze, si manterrebbe il proposito di non dargli un aspetto onde permettere agli spettatori di immaginarlo secondo la propria convinzione, poiché non si farebbe altro che mostrare una generica e indefinita figura maschile, cosa che viene fatta sin da “Legion”, visto che lo si è sempre descritto così. Inoltre, Dio aveva cambiato idea durante lo sterminio, grazie a Michael, e quindi, come aveva mostrato il suo riportare in vita quest’ultimo e mandarlo a fermare Gabriel, che stava per uccidere Jeep, Charlie e Alex, voleva che Alex vivesse e che fosse protetto, in quanto speranza per l’umanità (e a quanto pare anche per gli Angeli); d’altronde, Alex stesso, in quanto Prescelto, è una “creazione” di Dio (ed è nato il 25 dicembre, non so se rendo l’idea). Noma è una dei protettori del Prescelto e si è sacrificata per salvarlo. Nonostante non si veda, Dio è lì, da qualche parte, sa e vede ciò che sta accadendo, ma, ovviamente, vuole che siano Alex e Michael e risolvere il tutto (direi in onore al libero arbitrio), tuttavia, sarebbe possibile che intervenisse solo per salvare Noma (che per di più è pur sempre un Angelo Superiore), ricompensandola per tutto ciò che ha fatto e per il suo ultimo sacrificio?
Oppure quella figura maschile era il Profeta? Ricordiamo che questa figura sembra legata a Raphael, che è la gemella di Uriel, e dunque se il Profeta non fosse proprio Raphael ma fosse comunque legato a lei, potrebbe essere un Angelo Superiore al suo servizio? Se così fosse, questo vorrebbe dire che davvero la sorella maggiore di Michael e Gabriel sta agendo come Dio.
O, ancora, quella figura maschile nell’oscurità, forse anche un po’ sinistra, era Lucifero? In questo caso la questione continuerebbe a essere: come sarebbe Lucifero? Sempre l’Angelo Caduto per eccellenza, il tentatore assetato di potere e malvagio o una diversa versione? Il problema, al riguardo, è che al momento abbiamo Julian-Lyrae, che come detto in un certo senso “fa le veci” di Lucifero, quindi onestamente per ora credo sarebbe difficile averli entrambi, viste le similitudini, se lo presentassero come da figura canonica. Se, invece, lo presentassero in modo diverso allora sarebbe possibile.
In ogni caso, eccoci qui con un nuovo mistero.

Come sempre, vi lascio con il promo della prossima puntata, “Lay Thee Before Kings”. Ed eccoci all’enorme problema: ricordate quando, due settimane fa, ho mostrato le immagini di Julian-Lyrae e Michael con gli abiti apparentemente uguali? Guardate il promo e traetene le conclusioni. A proposito di quando, prima, ho chiesto se le cose potrebbero andare peggio… ecco la potenziale risposta. Non lo penserò mai più, mai più, mi sto mettendo a piangere (e pensare che di solito sono piuttosto stoica… questa storia mi riduce a un colabrodo). Da ciò che si vede nel promo, un probabile sacrificio di Michael per Gabriel. In ogni caso, un incubo che si avvera… ho visto immagini dei prossimi episodi e ci sono alcune possibilità, nel caso vogliate, magari ve ne parlerò nei commenti.

Alla prossima settimana, se arrivo integra.

Ricordatevi di passare in questa meravigliosa pagina per news, aggiornamenti e spoiler settimanali sugli episodi, news sui nostri personaggi preferiti e tanto altro! Dominion Italia Serie Tv

E, per quelli di voi che parlano inglese, andate a visitare anche questo bellissimo sito: DominionFans.com

Related posts

Grey’s Anatomy 14×04 – Una GIOIA per Amelia

Claw

How To Get Away With Murder | Recensione 1×12 – She’s a murderer

Criss

Arrow | Recensione 1×06 – Legacies

Salvo88

3 comments

Andrea B. 16 Agosto 2015 at 20:53

Complimenti per la lunghissima recensione, daccordissimo su tutto, questa si sta rivelando come la migliore serie estiva, complimenti agli sceneggiatori che di volta in volta stanno mettendo sapientemente nuova carne sul fuoco.

Unica nota dolente da parte mia è che dovrò aspettare di avere due puntate perché una non mi basta 🙂

Si sa nulla su un eventuale rinnovo? Gli ascolti sono stabili? Accettabili? Speriamo che prosegua almeno per un altra stagione.

Reply
Andrea B. 16 Agosto 2015 at 21:04

Dominion s2 0.28 -39.72% 1.00 -37.81%
Ha avuto un bel calo rispetto l’anno passato ma guardano le altre serie di Syfy speriamo bene….

Reply
Sam
Sam 16 Agosto 2015 at 22:51

Ciao!
Grazie mille!
Anche io concordo con te.

Per il rinnovo ancora non si sa. Si sta sperando.
Sì, ma l’anno passato era trasmesso anche prima come orario ed è un po’ penalizzato dal fatto che quest’anno prima trasmettono il wrestling, se ho ben capito. Scelta strana.

Grazie ancora! 🙂

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.