Image default
Recensioni

Dominion | Recensione 2×04 – A Bitter Truth

Nuova settimana estiva, nuovo episodio di “Dominion”.
Questa volta, “A Bitter Truth” ci ha dato poco degli Arcangeli, ma nondimeno è stato un episodio pieno di eventi, svolte nella trama e informazioni… e il tutto ha creato nuovi ed enormi problemi che si abbatteranno prossimamente. E’ proprio il caso di dirlo: in merito a tutto questo, ormai, anche le mie ansie hanno l’ansia.
Non indugiamo oltre e scendiamo nei particolari.

Mallory per il momento è archiviata, motivo per il quale questa settimana le città che abbiamo visitato sono state solo due: Vega e New Delphi.

Vega

Se nello scorso episodio nella città che è la casa dell’Arcangelo per eccellenza e del Prescelto non è successo granché, questa volta è scoppiato il finimondo.
Partiamo da Claire.
La nostra giovane Lady di Vega va da Gates per avere notizie sugli sviluppi del quesito che li tormenta, ovvero “che diavolo hanno rubato Zoe e i suoi accoliti?”, che resta per ora senza risposta, ma il quartier generale dell’ingegnere capo della città si trasforma quasi subito in una trappola potenzialmente mortale. Gabriel aveva mandato uno dei suoi Angeli Superiori a Vega per uccidere Claire… e questo è puntualmente arrivato e l’ha trovata, per l’appunto da Gates.
Compreso (anche perché visto) che quell’uomo presentatosi alla porta di Gates è un Angelo Superiore e, da parte di Claire, capito subito perché egli si trovi lì e chi lo ha mandato, i due passano le ore successive letteralmente sotto assedio, tentando con ogni mezzo di trovare il modo di bloccare l’avanzata dell’Angelo, dopo che questo ha tagliato i loro contatti con le forze di sicurezza della città e ha, altresì, ridotto quasi a zero la potenza dell’energia del luogo, lasciando, però, attive le telecamere per far vedere loro l’arrivo, passo dopo passo, della morte.
tumblr_nse6a2Bez11rnl7aeo3_400I momenti che viviamo con Claire e Gates, dunque, sono angoscianti e la stessa atmosfera dell’ambiente, con la luce bassa e rossastra, riflette tutto ciò; le immagini sugli schermi collegati alle telecamere e i boati che derivano dalle azioni dell’Angelo sembrano scandire il tempo verso un fato ineluttabile, ma Claire, come è degno di lei, non si dà per vinta, nonostante Gates sia ferito e indebolito. E, proprio grazie a lei, i due riescono infine a salvarsi, intrappolando l’Angelo al loro posto e facendo esplodere il luogo. L’Angelo dovrebbe, pertanto, essere morto; il prezzo da pagare è stato la perdita del centro di comando di Gates, ma è una perdita che può essere colmata.
Nelle ore sotto assedio, tra i due c’è stato anche un bacio: comprensibile. Gates era ferito, febbricitante e indebolito, il rischio di morire era altissimo… i due si piacciono, è abbastanza evidente, Claire per di più pensa che Alex sia morto… ma… ehm… Claire, Alex è vivo, agguerrito e tornerà. Quindi, ragazza, non ti allargare troppo, eh.
Due domande a proposito di Gates: la prima, cosa sono quelle pastiglie? La seconda, cosa lo tiene sveglio la notte? Intendeva solo la responsabilità o c’è altro, magari di più oscuro? Un’altra domanda, inoltre, resta: ma Claire è ancora incinta o no? Primo, sono passati quasi quattro mesi e non si vede nulla, secondo, tutto quello stress non fa per niente bene. E’ anche vero, però, che, come ci viene mostrato ripetutamente, Claire è la degna figlia di suo padre, del quale condivide la ferrea volontà e la forza. Un “hurrà” per la Lady di Vega.

E passiamo a David.
Il caro, si fa per dire, Console Whele pare essere riuscito a scappare dalle prigioni (come?) e vaga per i tunnel sotterranei dove risiede la maggior parte dei V1, fino a quando viene trovato e catturato proprio da Zoe e dal suo braccio destro, Jasper. I due vogliono fargli un processo molto sommario, che in sostanza consiste solo nell’elenco dei crimini contro la popolazione dei quali si è macchiato (“Hai ucciso i nostri bambini” e le immagini corrono subito alla povera Bixby) e poi eseguire immediatamente la scontata condanna a morte, filmando il tutto per usare tale filmato come minaccia a Claire. Ciò che provocano, tuttavia, è una sorta di rinascita del Console, che da spaventatotumblr_nse6a2Bez11rnl7aeo1_400 diviene via via più deciso e padrone non solo di sé, ma anche della situazione, arrivando a ottenere la completa attenzione dei due e riuscendo, pertanto, a ribaltare i ruoli, grazie al fatto che, essendo lui Console, ha accesso a tutto, a Vega, e così può far ottenere ai ribelli qualunque cosa. David ottiene in questo modo la grazia e l’alleanza necessaria per abbattere Claire.
I guai, per la Lady della città, stanno per divenire enormi e, purtroppo, bisogna dire che è stata la trappola ideata e tesa a David con Arika che ha creato tutto ciò. A differenza di Claire, David non ha mai avuto alcun vero interesse ad aiutare i V1; anzi, ha sempre ritenuto la loro condizione di povertà estrema un male necessario per il funzionamento della città, tanto da arrivare, seppur a malincuore, a uccidere una bambina pur di mantenere lo status quo e ora sta per divenire l’elemento chiave della loro ribellione, addirittura in grado di istruire e forgiare Zoe come leader.

CLNcf0hUcAAzUfv.png largeInoltre, questa esperienza, come dicevo, porta David a riprendere il pieno controllo di se stesso, tanto da fargli superare e sconfiggere una volta per tutte il senso di colpa per l’apparente morte del figlio (ancora non sappiamo se è così), mostrata simbolicamente con l’uccisione, da parte di David, del fantasma-visione di William, che lo perseguitava.
Come sempre, Anthony Head è strepitoso nelle vesti di quest’uomo subdolo e senza scrupoli. Sono state stupende tutte le scene con il “fantasma” di William, la dinamica tra padre e figlio è stata favolosa come già in passato, con l’aggiunta ulteriore dell’incredibile sarcasmo che, prima, ha connotato William e poi si è esteso a David (“Meno uno, Chad poi si è impiccato quando lo hai cacciato dalla chiesa”“Era debole”). Spero che questa non sia la vera fine di William, rivoglio Luke Allan Gale in azione, con William vivo e vegeto (e onestamente qualcosa mi fa pensare che lo avrò).
Sorge, però, una domanda: in tutto questo Arika dov’è? E ha saputo di Uriel?

New Delphi e gli Arcangeli

Nella terza città della “Culla”, termine con cui viene indicata la zona degli ex Stati Uniti d’America in cui si sono riversati i sopravvissuti del Continente (di cui scopriamo essere stato Edward Riesen il leader supremo, per così dire), la situazione da tesa inizia a precipitare, per poi essere in caduta libera.
alliance-in-troubleTesa perché Alex è stufo di aspettare e vuole l’esercito che gli è stato promesso per combattere apertamente contro Gabriel, ucciderlo, porre fine alla guerra e poter tornare a casa… ferrea richiesta spinta non solo dal senso di responsabilità in quanto Prescelto, ma anche dal desiderio di tornare a casa e riprendere la sua vita con Claire e il loro bambino, potendo, i quali, ovviamente, lui vuole proteggere a ogni costo.
Le vaghe risposte di Julian-Lyrae portano Alex a dubitare anche che il messaggio per Vega, che il leader di New Delphi aveva promesso di far recapitare, non sia nemmeno partito e che egli nasconda un grande segreto. Discussa la questione con Reisen, Noma e l’adorabile Pete, elaborato il piano di azione, Prescelto e Angelo Superiore partono alla ricerca della verità e, ovviamente, la trovano. Quello che scoprono, però, è agghiacciante: un esercito sconfinato di eight balls, apparentemente “dormienti”, armati fino ai denti.

tumblr_nse6a2Bez11rnl7aeo2_400

E questo porta il nostro gruppo di eroi alla grande rivelazione: Julian possiede una delle Anfore di Dio ed è in grado di chiamare gli spiriti angelici della cerchia più bassa, l’Etere, per farli entrare nei corpi umani; purtroppo, è precisamente ciò che fa al povero Pete, che così torna a essere un eight ball (noooo, lo rivoglio Pete!), e che Julian-Lyrae vuole fare anche a Noma e Alex.

Noma badassCome suol dirsi, però, ha fatto i conti senza l’oste: Noma rivela infine la sua vera natura e comincia a mettere ko uno dopo l’altro i carcerieri, partendo proprio dal leader di New Delphi, creando in questo modo anche l’opportunità per Alex di fare altrettanto. I due scappano con l’Anfora e, nascostisi nella parte sicura del bunker-manicomio, Noma rivela ad Alex cosa sia essa in realtà: contiene lo strumento dell’Oscurità, che, se rilasciato, distruggerebbe tutta New Delphi e le zone limitrofe.
In questo modo, i due tornano all’attacco minacciando Julian di aprire l’Anfora (scatenandone il contenuto su tutti loro e provocando, quindi, la loro morte… Noma in quanto Angelo Superiore è in grado di farlo), il quale, infine, rivela la sua vera identità e Noma è così in grado di spiegarla ad Alex e Reisen, nonché a noi: come avevo detto, Julian-Lyrae, non è un eight ball, è un altro tipo di creatura, una Diade, metà umano e metà Angelo Superiore. Una creatura che la stessa Noma credeva quasi leggenda e che invece ora si è rivelata dinanzi ai suoi occhi (quanti ce ne sono e comunque com’è possibile che il corpo sia lo stesso?); ecco, dunque, la nuova offerta: come mi aspettavo, Julian-Lyrae non vuole solo Gabriel, ma anche Michael (al quale, presumo, vorrebbe riservare un destino peggiore della morte) e se Alex lo aiuterà in questo, a sua volta il Prescelto avrà l’aiuto del leader di New Delphi.

CLNf1sGVAAI8LMU.png largetumblr_nse6a2Bez11rnl7aeo7_400
Lo scopo di Julian-Lyrae è la vendetta: vuole la distruzione di tutta la famiglia dei quattro grandi Angeli (e Arcangeli), quindi vuole abbattere anche Uriel e Raphael (non sa, ovviamente, che la prima è già morta, a quanto asserito da Janeck).
Il punto è: ok, Alex è comprensibilmente infuriato con Michael, ma accetterà tale richiesta? Può volere addirittura la morte di Michael? Io non credo, infatti Alex continua a parlare solo di Gabriel… Il dolore nella sua voce e nei suoi occhi, l’ultima volta che lui e Michael si sono visti, in uno dei due laboratori di Becca, era così intenso da essere tangibile. Alex vuole bene a Michael, è sempre stato ovvio, sin dal pilot, quando, dopo aver detto a Jeep, negli appartamenti dell’Angelo nella Stratosphere Tower, “Lui non è nemmeno umano” (un pugnale nel cuore avrebbe ferito meno Michael, come ha dimostrato il suo abbassare lo sguardo), all’esplosione del reattore si stava precipitando fuori perché “Michael ha bisogno del mio aiuto!” e solo l’intervento ferreo del padre l’ha fermato. Invero, il promo della prossima puntata, come vedrete alla fine, sembra lasciar intendere che Alex non sia così disposto a consegnare Michael, infatti si vede Julia-Lyrae che gli dice “I sacrifici devono essere fatti”, dando l’impressione, quindi, di volerlo convincere. Tuttavia, guardando i fermo immagine del promo del prossimo episodio, si nota Michael imprigionato a terra mentre Alex si scaglia su Gabriel (Prescelto, ti ho adorato dal primo istante, non farmi innervosire).
Mi aspetto che Noma si opponga, è il luogotenente del grande Angelo, gli ha salvato la vita, lui l’ha protetta per anni e a sua volta ha tentato di salvarla quando lei stava morendo, pugnalata da Alex a causa di Gabriel. E anche Edward Reisen si opporrà, spero. Quindi cosa accadrà? I due grandi Angeli sono lì, poco lontano da New Delphi, e stanno per arrivare in città per liberare Alex e Noma. Stanno per cadere in una trappola, come accennato da Julian-Lyrae a Reisen? E inoltre: proprio il leader di New Delphi fa capire che userebbe gli abitanti di Vega come corpi per ospitare gli spiriti degli Angeli Inferiori. Dunque, lui è pericoloso per tutti e Alex non può non tenerne conto.
Come sempre, ho apprezzato il nostro Prescelto, Alex è sempre più favoloso; allo stesso modo, ho apprezzato Noma. L’Angelo è fantastica e, con tutta la sua bellezza, è anche una vera guerriera; mi è piaciuto molto che abbiano anche mostrato la sua forza, poiché non dobbiamo mai dimenticare che lei è un Angelo Superiore e in quanto tale è più forte, veloce e con i sensi più sviluppati rispetto agli esseri umani.
riesen-unharmed-dominion-s2e4Altresì, ho apprezzato tantissimo il Generale Reisen. Ecco l’uomo che voglio vedere: “Noma era uno dei miei soldati. Non te lo direi nemmeno se lo sapessi.” E poi mente per proteggere Alex.
Questo è l’aspetto di lui che suscita la mia stima, l’uomo che non fa differenza tra umani e Angeli, poiché ciò che conta è la persona che ha davanti ed è quindi leale nei confronti di coloro che sono leali e si sono sacrificati per proteggere (dunque per fare la cosa giusta, esattamente come hanno fatto Michael e Noma), non solo perdonando i loro segreti, ma anche custodendoli, disposto a proteggerli e a rischiare e sacrificarsi per loro. Come aveva già mostrato quando il Senato si era pronunciato sull’esilio di Michael: “Lui ha contribuito a costruire questa città, l’ha protetta, ci ha protetti tutti per venticinque anni ed è così che lo ripagano, mandandolo in esilio.”
Edward Reisen ha commesso molti errori, ma nondimeno sa essere un grande uomo, anche giusto, ed è in grado di vedere i loro errori e i loro limiti, spesso si interroga sulle decisioni prese e le azioni commesse e tutto questo lo rende l’esatto opposto di David Whele. Per questo, lo voglio il più a lungo possibile.

E veniamo ora a loro, i due grandi Angeli, gli Arcangeli Gemelli, Michael e Gabriel. Li abbiamo visti poco, è vero, ma ciò che abbiamo visto ha lasciato il segno.
Innanzi tutto, finalmente abbiamo visto anche la potenza di Gabriel: prima prende Janeck, che non ha fatto quanto lui aveva ordinato, e lo sbatte come un tappetino, dopodiché, ecco dimostrata appieno la sua capacità di possedere gli Angeli, anche Superiori. Trovo sempre bello da vedere assistere alla dimostrazione dei poteri degli Angeli.
Janeck parte per andare a radunare l’esercito angelico di Gabriel e lui si allontana… arrivando al luogo dove si trova già il suo gemello.

tumblr_nsdmar0DYz1qgw158o1_500
Michael ha lasciato Mallory e ha seguito il richiamo di Noma, trovando quella che sembra essere la jeep di Alex (nonché il suo coltello… la sua espressione è unica) e poco dopo, come sempre, avverte la presenza angelica, nella specie quella del suo gemello.
Il confronto tra i due Angeli è strepitoso (complimentoni di nuovo a Tom e Carl): Michael non vuole nemmeno essere sfiorato da Gabriel, dopo che questo lo ha ingannato e ha così contribuito all’esplosione che ha portato alla morte di Becca. Era inevitabile che detestasse il fratello e fosse disgustato da lui già per questo, perché la verità è che parte della responsabilità ricade proprio su Gabriel, che ha manipolato il gemello per i suoi scopi, ovvero spezzare il legame che univa Michael alle persone che amava, tra cui Becca e, soprattutto, Alex. E per di più, ora Gabriel gli ha appena detto che la sorella e il ragazzo che ama come un figlio sono morti e diciamolo… chi ne ha la responsabilità? Chi ha scatenato la guerra che ha portato al bombardamento? Gabriel.
Ed ecco che il temperamento, piuttosto provato, di Michael ha il sopravvento alla notizia della morte di Uriel e a quella, falsa come la banconota da 15 euro, che anche Alex è caduto vittima del bombardamento: devastato dal dolore, Michael esplode e le suona di santa ragione al gemello.

tumblr_nsc5oowV411tkz31eo1_400tumblr_nsc5oowV411tkz31eo2_400
tumblr_nsc5oowV411tkz31eo3_400tumblr_nsc5oowV411tkz31eo4_250tumblr_nsc5oowV411tkz31eo5_400tumblr_nsc5oowV411tkz31eo6_400
tumblr_nsc715JDdh1tkz31eo1_400tumblr_nsc715JDdh1tkz31eo2_400
tumblr_nsc715JDdh1tkz31eo3_400tumblr_nsc715JDdh1tkz31eo4_400
tumblr_nsc715JDdh1tkz31eo5_400tumblr_nsc715JDdh1tkz31eo6_400
Avrei gradito un bel ko, onestamente, perché sarò sincera, Gabriel merita di peggio. Mente, mente costantemente. E perché mentire al fratello, con il solo scopo di infliggergli altro dolore? A che pro? Come può andare in giro a dire che nessuno può toccare Michael, quando lui stesso lo ha ucciso, in passato, e ogni volta che può lo fa soffrire atrocemente?
Ecco, ancora, la differenza tra i due: Gabriel è un bambino capriccioso e crudele che si diverte a ferire gratuitamente, incapace di assumersi le proprie responsabilità, di prendere anche solo lontanamente in considerazione di essere responsabile degli eventi. Al contrario, la responsabilità è sempre e solo altrui. Michael era inflessibile, ma era del tutto consapevole delle sue azioni e ha sempre avuto il coraggio di affrontare tutto vis-à-vis, di assumersi tutte le responsabilità, anche quelle di dare un volto alla furia paterna e, inoltre, quantomeno da Sodoma e Gomorra in poi si è sempre giudicato e messo in discussione. Gabriel non aveva il coraggio di eseguire personalmente i compiti assegnatigli dal Padre, mandando Angeli suoi subordinati o utilizzando le Anfore (che diciamolo, contengono vere e proprie torture, altro che mezzi onorevoli… una morte per spada è rapida, quasi immediata, quella per fuoco, zolfo, Oscurità e pioggia di sangue che affoga è lenta e atroce e, infatti, le Anfore sono sette come i peccati capitali e questo perché sono la versione in questa storia delle Sette Coppe dell’Ira di Dio, delle quali si parla nell’Apocalisse), e ora non ha il coraggio di valutare, riconoscere e assumersi le sue responsabilità anche nell’abbandono del Padre. A tal proposito, infatti, bisogna tenere presente che Dio è scomparso dopo lo sterminio; nei due giorni in cui esso si è svolto, poco più di venticinque anni prima, durante i quali Alex è nato, Dio era sempre seduto sul suo Trono, anche perché era Lui ad averlo ordinato ed era Lui che poi lo aveva fermato. Dopo la morte di Michael per mano di Gabriel, infatti, Egli aveva riportato immediatamente in vita Michael, ridandogli ali e status e grazie a questo Michael era sceso dai Cieli e aveva salvato Jeep, che stava per essere ucciso da Gabriel (il quale, poi, sarebbe andato da Charlie, che teneva in braccio il neonato Alex). Dio, dunque, aveva voluto che Michael salvasse Jeep, Charlie e il piccolo Alex, perché, come Michael aveva detto a Gabriel “Tu gli hai dato ciò che aveva chiesto. Io gli ho dato ciò di cui aveva bisogno” e, a Gabriel che, dinanzi alla misericordia del fratello per lui, aveva detto che non avrebbe mostrato una tale pietà al suo posto, Michael aveva replicato “Lo so. Questo è il motivo per cui tu Lo hai deluso.”

a1tumblr_lb1iao93Dh1qbbesyo1_500
010LGN_Paul_Bettany_007s320x240
Questo passaggio è fondamentale, poiché è la prova che non solo Dio aveva cambiato idea sullo sterminio e aveva voluto fermarlo, ma, soprattutto, che Gabriel lo aveva profondamente deluso, perché non aveva voluto ascoltare Michael e aveva scatenato lo scontro fisico, approfittando della sua superiorità, visto che Michael non aveva più le ali, e aveva infine ucciso il suo gemello.
Dopodiché, sia Gabriel che, pochi minuti dopo, Michael erano tornati in Paradiso, dal Padre, che era sempre lì; dunque, l’abbandono del Paradiso da parte di Dio, e quindi dei suoi figli (gli Angeli), è successivo, di poco, ma successivo. Alla luce di questo, se devo pensare a un probabile prosieguo logico degli eventi, che, per l’appunto, poi sono culminati nell’abbandono di Dio, mi viene in mente una diatriba scoppiata nei Cieli, che ha visto i due fronti contrapposti: Gabriel (alla guida dei “suoi” Angeli), che probabilmente continuava a sostenere lo sterminio e difendeva le sue azioni, e Michael (e altri, come Noma), che invece, giustamente, continuava a opporsi e a ritenere sbagliato in assoluto ciò che era successo e quindi le posizioni estreme del gemello. Potrebbe essere, quindi, che il motivo per cui Dio è scomparso sia proprio la delusione provocata dalle sue stesse decisioni e dalle azioni di Gabriel e degli Angeli che lo avevano seguito. Dunque, Gabriel dovrebbe eccome prendere in considerazione le sue responsabilità in merito e assumersele; invece, nonostante sappia che il Padre aveva voluto fermare lo sterminio cosa ha fatto? Ha scaricato la colpa sugli umani e ha ripreso la guerra, sterminando ancora. La conta finale dei caduti, tra morti e possessioni tra sterminio e guerra successiva scatenata da Gabriel si pone tra i cinque e i sei miliardi di persone, ovvero la quasi totalità della popolazione umana.Michael and Gabriel
Mosso forse da un minimo di senso di pietà nei confronti del gemello, che ha mostrato tutta la sua disperazione dinanzi alla possibilità che Alex sia morto, Gabriel rivela la verità sul Prescelto; i due finiscono, come sempre, per parlare del Padre e Michael alza infine la voce ribadendo al fratello che i simboli sono sempre stati per Alex. La domanda, sin da “Legion”, è sempre esistita ed è stata ribadita anche nella prima stagione di “Dominion” mediante la domanda di Alex, prima che Michael fosse ferito da Furiad: come faceva Michael a sapere che il Prescelto era il bimbo che Charlie attendeva, dunque Alex? Sappiamo, adesso, che Raphael è stata la prima ad apprendere della profezia e dell’avvento del Prescelto… potrebbe essere stata lei a informare il fratello minore e a indirizzarlo? Anche perché l’accusa di Gabriel “Tu lo hai scelto, tu sei andato contro il volere del Padre e hai passato i marchi a Jeep” è assolutamente falsa (e di nuovo dimostra l’assurdità implicita di Gabriel, che nega anche la realtà dei fatti): Michael non ha passato i marchi a nessuno, nel momento in cui Gabriel lo uccise questi sparirono dal suo corpo e apparvero su Jeep, esattamente come alla morte di questo sono spariti e sono apparsi su Alex. Gabriel li vide sparire dal corpo del fratello, prima che questo si dissolvesse in una luce dorata.
Pur affermando esplicitamente che, se Gabriel proverà a fare del male ad Alex, Michael lo ucciderà (altro pugno da me sarebbe partito alla replica di Gabriel “Anche questo come tuo fratello?” Con che coraggio osi tu ribattere? Tu, che hai ucciso Michael, a tradimento, per di più!), quest’ultimo chiede l’aiuto del gemello, poiché entrambi vogliono Alex fuori da New Delphi, anche se per motivi diversi, e per entrambi, nonostante tutto il loro potere, entrare soli in città è pericoloso, vista la grande quantità di armi e proiettili di acciaio empireo, che li ucciderebbero.
E così, eccoli qui, i due Arcangeli Gemelli: pronti a elaborare un piano comune per entrare a New Delphi e salvare la situazione.

tumblr_nse9ctawNh1rertyro1_500tumblr_nse9ctawNh1rertyro2_500tumblr_nse9ctawNh1rertyro4_r1_500
Ora, è evidente che Gabriel per tutto il tempo in cui è in compagnia di Michael cerca di raggiungere il cuore del fratello; è chiaro che sente terribilmente la mancanza del suo gemello e si vede dalla sua espressione quanto lo ferisca che il primo pensiero di Michael sia Alex, ma il punto è che la responsabilità di tutto questo è proprio sua. Michael si è allontanato da lui a causa delle sue azioni, non per egoismo.
Onestamente non mi dispiacerebbe veder soffrire atrocemente Gabriel, ma poiché è il gemello di Michael e lui soffrirebbe comunque se lo perdesse, ho un nuovo mantra per lui: “Arcangelo, devi redimerti.”
Non penso che capiterà a breve, anzi, sono piuttosto sicura che appena usciti da New Delphi, se non già dentro, Gabriel tenterà di far del male a un sacco di persone, ma tant’è. Sia chiaro: solo per Michael.

Vi lascio, oltre che, come al solito, con il promo della prossima puntata, “Son of the Fallen”, anche con un dubbio: guardate Michael (immagine di un prossimo episodio) e guardate Julian. E trovate le differenze. Notate che l’abbigliamento sembra lo stesso? Qualcuno ha l’impressione che Michael, magari guidato da Gabriel, potrebbe possedere Julian? Oppure il motivo sarà una sorta di sostituzione momentanea? O è solo un caso? Lo vedremo.

Julian_IMG_20150710_045441
 

https://www.youtube.com/watch?v=SnJVTvSXRZg

 

That’s all folks! Alla prossima puntata!

Ricordatevi di passare in questa meravigliosa pagina per news, aggiornamenti e spoiler settimanali sugli episodi, news sui nostri personaggi preferiti e tanto altro! Dominion Italia Serie Tv

E, per quelli di voi che parlano inglese, andate a visitare anche questo bellissimo sito: DominionFans.com

 

 

Related posts

Masters Of Sex | Recensione 2×07 – Asterion

Alice_in_seriesland

The Crazy Ones | Recensione 1×16 – Zach Mitzvah

Eilidh

Mistresses | Recensione 1×03 – Breaking and Entering

Criss

4 comments

Marianna 2 Agosto 2015 at 20:45

Il personaggio di Noma non mi è mai piaciuto particolarmente, soprattutto durante la 1 stagione, ma adesso sto cominciando a rivalutarla perché è leale ed una buona consigliera per Alex. Secondo me lei è la più “umana” tra gli Angeli Superiori e gli Arcangeli, anche se in questa puntata ha dimostrato tutta la sua maestosità ed il suo potere decisamente sovrumano. Bellissima la scena in cui si libera dalla sedia e spalanca le ali, permettendo così a Lyrae di scoprire la sua vera essenza. Tutta la storia di Julian-Lyra non me la aspettavo e devo ammettere che non l’ho neanche capita granché 🙂 Probabilmente adesso dirò una cosa stupida ma se lui è mezzo angelo e mezzo uomo vuol dire che uno dei suoi genitori è un Angelo Superiore, ma non sapevo che questi avessero avuto contatti diretti con gli umani prima della guerra né tantomeno fossero in grado di concepire.
Per quanto riguarda le scene tra Micheal e Gabriel mi piacciono molto, invece di gemelli sembrano il fratello maggiore e saggio ed il fratellino che nonostante tutte le stupidaggini fatte cerca sempre l’approvazione del maggiore.

Reply
Sam
Sam 2 Agosto 2015 at 23:43

Per buona parte della prima stagione Noma non ha avuto molto spazio, ma devo dire che io avevo intuito che fosse un Angelo Superiore perché avevo notato che le movenze della persona vestita di nero, di cui non si era visto il volto, che aveva salvato Michael con la piuma erano quelle di una donna. E l’unica poteva essere lei, secondo me, per ciò che concerne i personaggi presentati sino a quel momento. Poi, certo, è arrivata Uriel poco dopo, ma lo stile della sorella è sempre stato molto diverso.
Dalla parte finale della stagione, però, Noma ha avuto più spazio e mi è piaciuta tantissimo. Non so se tu hai visto il finale in italiano, era più lungo e lei ha avuto delle scene bellissime e drammatiche.
Ora, più passa il tempo, più è favolosa.
Sì, la scena in cui si libera e spalanca le ali è fantastica.

Julian: che era più di un eight ball si era capito la scorsa puntata, infatti si era vista subito la differenza grazie agli occhi e al fatto che avesse lo stesso aspetto di quando era Lyrae, a Sodoma e Gomorra.
Il punto è, infatti, come faccia ad avere lo stesso aspetto.
Non credo sia un Nephilim (ovvero figlio di un umano e di un Angelo), perché, per l’appunto, Noma lo definisce Diade, non Nephilim. Io credo sia un altro tipo di creatura, per l’appunto. Speriamo di scoprire come faccia ad avere lo stesso aspetto di quando era esclusivamente un Angelo Superiore.
Che i Nephilim esistano nella storia di Dominion (oltre che in tuuutte le storie sugli Angeli… e sono citati anche nella religione), però, è “provato” dal pilot, dalla prima scena in cui compare Michael, nei suoi appartamenti nella Stratosphere Tower a Vega, quando parla con Becca: le dice che devono porre fine alla loro relazione (e quindi anche alle serate che lei organizza per loro con le altre ragazze) perché il rischio che lui abbia figli è troppo alto. Sta parlando dei Nephilim. La domanda è: perché non vuole averne? Quando Becca gli dice che Vega ha bisogno di bambini lui risponde “Non bambini come quelli.”
Sarebbero pericolosi come gli eight ball o gli Angeli Superiori unitisi a Gabriel? Oppure lo dice per via del fatto che la popolazione odia gli Angeli, con la sola esclusione di lui, e quindi sarebbe troppo rischioso per i Nephilim, visto che irrimediabilmente avrebbero poteri?
A questa domanda non abbiamo ancora risposta. Penso ci sia un motivo preciso.

Sì, non sembrano gemelli, ma lo sono. Diciamo gemelli eterozigoti. 😉
Michael tra i due è quello saggio, lo è sempre stato, anche in passato.

Reply
gnappies_mari 3 Agosto 2015 at 09:48

Io adoro noma, molto umana ma al contempo estremamente forte. Mi piace molto come rendono così simili eppure così diverse lei e Claire. Hanno in comune la forza d’animo e la risolutezza, eppure Claire è dolce e molto femminile invece Noma non esattamente.
I nostri gemelli..Gabriel è molto astuto.. Tutto quello che fa e dice è frutto di un piano.. Anche la confessione sulla morte di Alex serve per spezzare il fratello e portarlo alla scontro (Gabriel nn fa nulla per opporsi, le prende e basta..voleva che il fratello di sfogasse)
E poi ecco la verità: perché a lui Michael serve, non per altro. Ha bisogno del fratello per i suoi piani..
Gabriel ti odio.. Eppure ti trovo magnifico!
L’ingegnere di Vega nasconde sicuramente qualcosa, la sua frase “tutto grazie a me” detta con quel tono dice tutto..e il suo personaggio mi intriga e mi piace con Claire..mi spiace per lui quando tornerà Alex..ma io sono comunque team noma!
Ecco: ma tipo la gravidanza??va bene che a 4mesi nn è detto su veda la pancia però nemmeno un po’ di malessere?!?e poi dicono che i primi mesi sono cruciali.. Superman nasce!
Alla prossima!

Reply
Sam
Sam 3 Agosto 2015 at 22:04

Sì, verissimo, quella tra Noma e Claire è una bella dicotomia.
La differenza sta nel fatto che Noma è prevalentemente una guerriera, Claire, con tutta la sua forza, è sempre stata altro, la sua naturale vocazione era prendersi cura degli altri.

Gabriel e Michael: no, non ha bisogno di suo fratello per i suoi piani. Tant’è che alla fine è Gabriel che acconsente a seguire il piano di Michael, pur di non farlo entrare da solo a New Delphi.
Gabriel vuole il fratello al suo fianco, ne sente la mancanza come sente quella del Padre. Il fatto è che tutto quello che è successo, l’allontanarsi da lui da parte di coloro che ama è colpa sua.

Adoro Noma, ma Alex e Claire volevano sposarsi e lei pare sia ancora incinta, per cui…
Alex si è preso una pugnalata per difendere e salvare Claire. Si è consegnato a Gabriel per difendere lei e il bambino, oltre che la città. E Claire, come abbiamo visto, ha passato i mesi a leggere e rileggere la lettera di Alex, tenendola nascosta ma a portata di mano, per sentirlo vicino. Sono bellissimi.
Bè, il bambino è il figlio del Prescelto, quindi è naturalmente più forte di un bimbo normale, mettiamola così. 😉

Alla prossima! 🙂

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.