Image default
Da Vinci's Demons Recensioni

Da Vinci’s Demons | Premiere mondiale

da-vincis-demons-poster
A pochi giorni dal debutto in tv, si è tenuta a Firenze la premiere mondiale della nuova serie dedicata al genio Leonardo Da Vinci. Scritta da David S. Goyer, già co-sceneggiatore di Batman e dell’atteso reboot di Superman, la serie si concentra sul giovane Leonardo, che all’età di 25 anni si è già creato una certa fama in una Firenze in piena fioritura.

Nelle intenzioni dell’autore, Leonardo è ben più della figura riportata nei libri – “Larger than life”, citando lo stesso Goyer intervistato prima della proiezione dell’episodio pilota.
Oltre all’ingegno fuori dal comune, il Leonardo Goyeriano è una sorta di “super-eroe”, che si distingue per abilità atletiche fuori dal comune (è abile spadaccino, sfruttando il ben noto ambidestrismo), per un’astuzia da abile stratega e un discreto fascino da navigato seduttore.

Da questo primo episodio, proiettato nella bellissima cornice del cinema/teatro Odeon al centro di Firenze, si evince che la vita di Leonardo si intreccerà con una misteriosa setta orientale, i figli di Mitra.

La sceneggiatura sfrutta la scarsità di fonti storiche dettagliate relative alla vita del giovane Leonardo per inserire elementi misteriosi ed esotici, inserendosi in un filone fanta-storico che sta mietendo molto successo negli ultimi anni, e che pare abbia trovato in Firenze una fertile fonte di ispirazione. Si pensi ad esempio alla saga di Assassin’s Creed che, alla città di Fienze, ha dedicato un capitolo.

Il cast della serie è interamente inglese, così come la produzione, targata BBC Worldwide. Sul Palco del teatro Odeon erano presenti tutti i principali protagonisti, a partire da Tom Riley, che presta le sue fattezze a Leonardo, alla splendida Laura Haddock, già vista in una breve apparizione in “Capitan America”, qui nel seducente ruolo di Lucrezia Donati, fino a Blake Ritson, interprete del perfido Conte Riario. Quest’ultimo ha stupito il pubblico in sala esibendosi in una descrizione del proprio personaggio in un italiano non ancora perfetto ma assolutamente comprensibile, strappando più di un applauso.

P1070976

L’intero cast ha visitato Firenze per la prima volta in occasione di questa anteprima, dal momento che la serie è stata girata interamente in Galles.
La Firenze in cui si muovono i personaggi, è stata infatti completamente ricostruita in Computer-Grafica. Nonostante un discreto studio storiografico, la resa della città non appare purtroppo all’altezza delle premesse, rivelandosi troppo “artificiale” in diverse inquadrature, e tradendo alcune inesattezze storiografiche, come la facciata del duomo, che viene mostrata in costruzione nella forma che invece assumerà soltanto nell’ottocento.

Estremamente avvincente è invece la colonna sonora, affidata al giovane compositore americano Bear McCreary, già noto per The Walking Dead e Terminator: The Sarah Connor Chronicles.
McCreary stesso ha eseguito dal vivo alcuni temi tratti dalla colonna sonora dell’opera, in particolare il tema di Leonardo, di Lucrezia e quello dei figli di Mitra.
Il compositore ha tratto ispirazione dalle singolari caratteristiche di Leonardo per comporre un tema adeguato alla grandezza del personaggio. Ad esempio, dal momento che Leonardo scriveva in modo bustrofedico, ovvero indifferentemente da sinistra verso destra e viceversa, anche il suo tema si compone di due parti simmetriche, ovvero composte da una successione di note che a metà dell’aria si invertono e procedono specularmente.

 

P1070958

 

McCreary ha inoltre accompagnato la cantante Raya Yarbrough che si è esibita in un’invocazione liturgica a San Michele, una litania tratta da una vera cerimonia di esorcismo rinascimentale. Questo dettaglio, unita alla ricerca documentale sulle composizioni liturgiche rinascimentali, rivelano la cura del dettaglio da cui è caratterizzata l’opera.

Nota di colore: McCreary e la Yarbrough sono sposati.

P1070961
In definitiva, le premesse per un successo ci sono tutte. La durata di 8 episodi permette uno adeguato sviluppo dei personaggi e delle vicende, almeno sulla carta.
Speriamo le attese non vengano deluse nel proseguio dell’opera.

Vi lascio con l’anteprima del Tema di Leonardo Da Vinci, scusate la scarsa qualità, ma basterà chiudere gli occhi, la bellezza sta nella musica di questo video, buon ascolto.


http://www.youtube.com/watch?v=DRwgjKC2bbs

Related posts

Person Of Interest | Recensione 2×04 – Triggerman

msfrancesca

Pretty Little Liars | Recensione 4×20 – Free Fall

WalkeRita

Terra Nova | Recensione 1×11 – Within

Shantiny

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.