Image default
Constantine Recensioni

Constantine | Recensione 1×13 – Waiting for the Man

tumblr_njqfm7i1dM1txbs8co1_r2_500Quando il telefilm addicted giunge al season finale della prima stagione di una serie, inizia a porsi irrimediabilmente alcune domande:
“Ci sarà una seconda stagione?”
“Guarderò la seconda stagione?”
“Ho impiegato bene il mio tempo o forse sarebbe stato meglio dedicarsi a quella serie del tipo che va nello spazio per piantare patate mutanti?”
Su Constantine ho espresso fin troppe considerazioni negative e adesso che siamo arrivati alla fine posso solo dire… di aver avuto ragione.
Quando persino il season finale non è nulla di diverso dall’ennesimo filler, una telefilm addicted come me non può fare altro che timbrare il cartellino e andare a casa: è stato un piacere, ma adesso devo proprio andare! *rumore di sgommata di auto in sottofondo*
In questo ultimo episodio abbiamo assistito al ritorno di Jim Corrigan che ha passato gran parte dell’episodio a flirtare con Zed senza alcun ritegno. Il motivo, come un po’ tutto il resto, non è chiaro. Sarebbe tutto molto romantico se solo Zed non lo vedesse morto per quasi tutto il tempo.

tumblr_njrw5phES01rqiu3yo1_250 tumblr_njrw5phES01rqiu3yo2_250 tumblr_njrw5phES01rqiu3yo4_250

John, your jealousy is showing…

Anche Papa Tunde fa il suo grande ritorno, solo per farsi pestare e arrestare.
Insomma, la fiera del disagio.
Per un attimo ho sperato che la storia della settimana forse in qualche modo legata alla trama principale, ma l’Uomo era solo un satanista fuori di testa. Cioè, nemmeno la soddisfazione di concludere la stagione con un big bad degno di nota.
E passiamo al fatidico colpo di scena: Manny è il cattivone che nessuno avrebbe immaginato, il capo della Brujeria, quello che ti promette di tenerti il posto a lezione e poi quando arrivi in classe ecco che l’ha dato al suo amico. Insomma, Manny è il MALE PURO.
E a me, questa grande rivelazione, non ha fatto né caldo né freddo, anzi se proprio devo essere sincera, direi che mi ha quasi infastidita.
Si è verificata quello che voglio chiamare “Svolta alla Frozen” e vi spiego perché [SPOILER per chi non avesse visto questo “capolavoro” Disney sinceramente discutibile]: il cattivo di Frozen è Hans, il bel principe di cui Anna si era invaghita. Questo personaggio ha fatto il doppio gioco, ha ingannato tutti – persino lo spettatore – fino alla rivelazione finale. Però sapete cosa non è stato per niente credibile? Il fatto che Hans sia diventato magicamente un doppiogiochista alla fine del film. È un personaggio piatto, che è stato SEMPRE positivo fino al momento in cui non lo è stato più; persino nelle scene in cui era da solo e non aveva motivo di fingere ha continuato a fare la cosa giusta tipica del personaggio positivo. Quindi la domanda è: Hans è stato talmente bravo da ingannare persino se stesso per tre quarti di film o forse si tratta di un puro e semplice buco di sceneggiatura grande quanto il Grand Canyon?
tumblr_njr33uSEhk1u3kolao4_400Per Manny è stata assolutamente la medesima cosa: non ci ha mai dato modo di sospettare una svolta simile perché immagino che non fosse prevista. Nella mia testa sono subito saltati fuori gli sceneggiatori di Boris a lavoro: “oh, facciamo così! Manny guarda Papa Tunde F4 BASITO e gli dice di essere il capo della Brujeria F5 COLPO DI SCENA“.
Se questo voleva essere il plot twist che mi avrebbe convinta a continuare un’ipotetica seconda stagione, beh… diciamo che è già tanto che abbia voluto continuare la mia esistenza dopo questa cascata di banalità.
In questa serie sono mancati proprio spunti di riflessione: ogni episodio è stato fine a se stesso e nulla ci ha veramente colpiti. Mi dispiace molto perché un personaggio come John Constantine avrebbe meritato molto di più.
Grazie per aver letto e di essere stati con me durante questo calvario. Un’ultima volta vi invito a lasciare le vostre impressioni. Vi lascio con la battuta migliore dell’intera serie, aka John, your jealousy is showing part II:

tumblr_njrnbg0GrC1qc44efo1_250 tumblr_njrnbg0GrC1qc44efo2_250

Related posts

Glee | Recensione 2×03 – Grilled Cheesus

leolui

Under the Dome | Recensione 2×04 – Revelation

Bravissima6

Dracula | Recensione 1×08 – Come to die

Ale

2 comments

Marianna 18 Febbraio 2015 at 02:37

O io non ho prestato particolare attenzione durante le puntate o in questa serie non c’era un tema principale: ok per la Brujeria e per il fatto che i demoni adesso erano in grado di fare danni pure sulla Terra ma non mi pare che questo argomento sia stato approfondito degnamente durante questa prima stagione, era una specie di contorno di ogni tanto sbucava fuori per spiegare perché sti demoni spuntavano fuori come funghi.
Manny mi ha veramente stupito, ma dopo aver letto la tua recensione condivo pienamente con te, è stato un cattivo buttato la per creare il cliffhanger, ma in realtà senza che avesse alcun reale collegamento con quello che è successo in questi 13 episodi.
Le puntate mi piacevano ma erano appunto fini a se stesse, senza nessun reale collegamento tra di loro e con la trama principale.

Reply
Aniel
Aniel 18 Febbraio 2015 at 09:08

Purtroppo se la son giocata male questa serie. Forse il fatto che sia sbarcata su NBC, con tutte le relative restrizioni, non ha per niente aiutato.
Peccato… sarebbe stata una grande serie con i presupposti giusti!
Grazie per il tuo commento 🙂

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv