Classifica TOP e FLOP di Dynasty

Dynasty ha concluso la sua prima stagione con una puntata FE.NO.ME.NA.LE, come potete leggere nel commento di Gnappies_mary e di questo sono felicissima, primo perché amo sempre quando gli episodi finali riescono a racchiudere in sé IL MEGLIO delle caratteristiche di un telefilm, sia perché, come ho ampiamente detto nel corso di quest’anno, Dynasty all’inizio sembrava non essere in grado di mantenere le promesse fatte al debutto. È sembrato per parecchio tempo una versione palliduccia della grandezza a cui poteva aspirare e a cui è tornato.

Dynasty è puro intrattenimento, è trash all’ennesima potenza, ha una trama che soap opera sudamericane levatevi, – credo di aver perso il conto di quanti membri conti ormai la “Dinastia Carrington” tra mezzi cugini, potenziali incesti, figli rapiti/mutilati/morti/tornati/fuggiti/fake – ma quando si tratta di arrivare al cuore del romanticismo sa farlo con una purezza che mi ha sempre sciolto.

È difficilissimo ripercorrere, ma soprattutto scegliere, i TOP di gamma di Dynasty, perché dato il suo status particolare e spesso, diciamolo, decisamente estremo, le perle da ricordare sarebbero infinite! Non so se ho più: riso, inveito, applaudito, scosso la testa davanti ai limiti di verosimiglianza, più e più volte sfidati, pure a mettere in pratica la cara e nota sospensione di incredulità o rimasta a bocca aperta davanti a twist e controtwist che non mi aspettavo minimamente.

Per conto mio, Dynasty ha saputo fare quello che mi aspettavo facesse, e cioè intrattenermi, senza nessunissima altra pretesa. Ma bando alle ciance, ecco la mia personale e variegata lista dei momenti TOP e FLOP di questa stagione.

1. Top Love Story
Qui non c’è assolutamente competizione, questa categoria è vinta a mani basse da Steven e Sam. Ammetto che per gran parte della stagione sono stata convinta che prima o poi ci aspettasse qualche rivelazione sconvolgente che trasformasse uno dei due nel figlio del demonio. Magari Steven nascondeva qualcosa di turpe (ci hanno provato, ma è stato un tentativo trascurabile) o Sam celava qualche particolare intento maligno, visti i genitori che si trova, ma non è andata così. Loro hanno rappresentato la bellezza dell’Amore dal primo all’ultimo minuto. Sperando di non dover intendere “ultimo minuto” proprio alla lettera, visto che, per quanto ne sappiamo e se non mi sono persa qualcosa, Steven è dentro la villa incendiata (#SaveSteven).

 

[Awwwww]

Bonus. È vero che niente può competere con il matrimonio Steven-Sam, ma anche le “storie d’amore sui generis” di Fallon hanno avuto il loro perché. E non mi riferisco a quella con Jeff che per me può anche andare a cucirsi i vestiti su un’isola deserta, visto lo scempio dei suoi gusti tremendi in fatto di abbigliamento. Parliamone.

Sono sempre stata una shipper della coppia Fallon-Michael, ma da un certo punto in avanti Liam mi ha conquistata con la sua pazienza, delicatezza e capacità di adeguarsi alle follie della famiglia Carrington senza minimamente scomporsi. E Michael sta diventando sempre più noioso, qualcuno vada a svegliarlo, perché quel fare moralizzatore non si intona per niente con il contesto. Però come si può non farsi prendere da queste immagini?

Ma dall’altro lato abbiamo questo adorabilissimo scambio. Sono combattuta. (Non è vero, go Liam!!)

2. Top del Trash
Qui, ve lo dico, è difficilissimo! Sono molto, molto incerta se dare la corona di alloro e bacio accademico a:
– Cristal che lancia Fallon dentro la buca al cimitero a inizio stagione.


– Fallon che litiga con Alexis dentro la piscina, luogo adattissimo per rielaborare conflitti generazionali madre-figlia che si perdono nella notte dei tempi, tra una tirata di capelli e l’altra.

 

– La super mega rissa tra Cristal e Alexis durante le nozze. Penso però di preferire quest’ultima. Ho aspettato per tutto il tempo lanci di parrucche anche in questa circostanza, ma purtroppo non sono stata accontentata.

 

3. Miglior intrigo/colpo di scena
Sono certa che sia la mia antipatia per Jeff Colby a farmi parlare, ma ho esultato quando Fallon è riuscita, a sorpresa – sposando sconosciuti milionari perché, si sa, Fallon cade sempre in piedi – a ribaltare il gioco a suo favore, evitando di farsi incastrare dai suoi giochetti da bambino mai cresciuto e ben poco stratega, prendendosi perfino un pezzo dell’azienda.

4. Peggior colpo di scena
La scoperta che Adam non fosse veramente Adam. Dai, era evidentissimo: Alexis lo cerca per mari e monti, dilapidando interi patrimoni, arriva il cavaliere con il mantello dorato e dopo cinque minuti spesi a chiedere in giro, offrendo soldi e latte in polvere a caso, lo trova. Anzi, no. Il “fratello” va da lui di persona a dirgli: “Ehi, mi hai trovato”. E Alexis non ha saputo simulare al meglio la sorpresa e la felicità di riavere il figlio perduto, quando se lo è trovato davanti. Con la storia del dito tagliato ho avuto qualche dubbio, ma quando ho visto madre e (non) figlio baciarsi, non ho avuto nemmeno un piccolissimo moto di orrore. E ciò significa che questa storia è stata poco credibile fin da subito.

[Embè certo, da quando basta l’autocertificazione?!]

Confessione: con la storia di Matthew sono invece riusciti a incastrarmi perfettamente. Sono sempre stata segretamente convinta che Matthew fosse vivo, figuriamoci se è morto davvero, ci sarà un colpo di scena finale, mi dicevo. E, infatti, quando l’ho visto con Claudia-la-pazza mi sono complimentata da sola, a me non la fate, ho un curriculum in “soap-operologia”, lo sapevo che era ancora vivo, eccetera. E invece era solo una proiezione mentale di Claudia! Sono rimasta così male da non essermi ancora ripresa. Quindi è morto-morto?

5. Miglior personaggio
Anche qui non è semplice.
Questo perché:
– il miglior personaggio in ASSOLUTO secondo me può essere solo Anders. Magnifico, discreto, elegante, fedele, ironico, leale. I suoi siparietti con Sam sono stati la ciliegina sulla torta.


– Ma. È indubbio che l’arrivo di Alexis, per la quale provo gli stessi moti di simpatia di Cristal nei confronti del marito sequestratore quando gli distrugge la macchina, abbia dato enorme slancio alla trama, che prima zoppicava un po’. Alexis incarna l’ESSENZA di Dynasty.

– In ogni caso e senza alcun pudore, proclamo che la mia preferita è Fallon. La amo di amore incondizionato. Perché pur avendo quel suo bel caratterino, sa prendersi in giro con grandissima ironia, e per questo le si perdona tutto. Non si offende, è pronta a dare altre occasioni, non si erge a giudice di niente, sa sempre disinnescare le tensioni. Inoltre, vista la media, si veste anche benissimo. È il personaggio che mi ha divertito di più in assoluto.

6. Peggior personaggio
Ho già detto Jeff Colby? A parte gli scherzi, non credo che sia lui il personaggio meno riuscito. Nonostante io trovi Blake molto affascinante (proprio l’attore in sé a partire da Melrose Place), secondo me è privo di sostanza, non è quella presenza dominante/patriarcale che il suo ruolo imporrebbe, purtroppo. A parte aver lanciato minacce e anatemi che dopo due minuti si rimangia, aver frantumato diversi bicchieri contro il muro ed essersi concesso qualche momento da adolescente capriccioso quando è morto il padre, è sembrato più che altro preoccupato di non sporcarsi i pantaloni di lino bianco, più che un vero e proprio MOTORE della trama. È un personaggio un po’ debole, che di conseguenza ha trascinato Cristal verso l’anonimato, perché per quanto la trasformazione in furia incontenibile del finale l’abbia tirata un po’ fuori dalla crisi, Cristal purtroppo non ha brillato. Anche se ho apprezzato la mirabile costruzione del rapporto tra lei e Fallon, che ci ha regalato momenti impagabili, dimostrando l’esistenza di una reale chemistry tra i due personaggi.

 
7. Miglior Cliffhager

Anche qui non c’è gara: l’incendio finale che ci lascia con il fiato sospeso e una magione da ricostruire, dopo aver fatto la conta di vivi/morti/feriti/soprammobili da ricomprare.

Aspetto con grande interesse la vostra personale classifica della prima stagione. Non vedo l’ora che arrivi la seconda!

– Syl




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

Syl
Da piccola il suo desiderio era quello di guardare più serie televisive possibili e da grande il suo sogno si è realizzato al punto che per tenere il conto di tutte quelle che guarda, ha bisogno di una app sul telefono (e assolutamente solo in lingua originale). Devota alla lingua inglese, come se non esistesse altro al mondo. Divoratrice di libri da sempre, meglio se inglesi o americani. Vive gli hiatus come una catastrofe. Soffre di Obsessive Castle Disorder e non intende curarsi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.