Image default
Chicago PD Spoiler

Chicago PD | il boss parla della caduta di Lindsay, il lato oscuro di Voight e molto altro

Chicago P.D. - Season 3Sotto ogni aspetto, la Erin Lindsay che abbiamo conosciuto e amato nelle prime due stagioni non esiste più.

Quando Chicago PD torna, Lindsay (Sophia Bush) è caduta ancora più in basso dopo la morte di Nadia. Non solo ha mollato l’Intelligence, ma si è buttata in alcol e droghe per combattere il dolore. Qualcuno potrà portarla sulla retta via? EW ha incontrato il produttore esecutivo Matt Olmstead per avere qualche scoop sulla terza stagione.

ENTERTAINMENT WEEKLY: Dove ritroveremo Lindsay nella nuova stagione?

MATT OLMSTEAD: La ritroviamo mentre continua con i party, perché è più facile fare questo che affrontare il senso di colpa e il dolore per la perdita di Nadia (Stella Maeve). Stava addestrando Nadia ad essere una poliziotta un giorno, un po’ come Voight (Jason Beghe) ha fatto con lei. Lindsay era un’adolescente e faceva casini con la madre molti anni fa, e quindi voleva aiutare Nadia, ma Nadia non ce l’ha fatta e questo ha messo Lindsay sulla cattiva strada. Quindi se n’è andata e questo è ciò che vedremo di lei nei primi episodi. Cos’è importante per lei? È troppo tardi per tornare indietro? Vuole tornare indietro? E poi, certamente per tutti all’Intelligence, ogni volta che stanno lavorando vedranno la sua scrivania vuota, una scrivania che non rimarrà vuota a vita, dovranno riempirla se lei non tornerà.

Cosa ne pensano i ragazzi dell’Intelligence di quello che sta passando Lindsay?

Ognuno di loro la pensa in modo diverso. Voight è distrutto, ma risoluto. L’ha contattata, lei ha detto di no, probabilmente ha provato ancora, ha detto di no, e quindi ha dovuto andare avanti. Tutti gli altri sono tipo, “Senti, ha preso la sua decisione, forse ha fatto bene, forse sapeva fosse il momento di mollare, meglio farlo subito che troppo tardi.” Halstead (Jesse Lee Soffer), che ha avuto una storia con lei, è l’unico che crede davvero che non sia troppo tardi per lei e la contatta. C’è una scena nel primo episodio in cui la vede e non la riconosce. Non è la persona che conosceva. Poi le dice, “Senti, se un giorno rivedrai Lindsay, dille che mi ha reso un poliziotto migliore,” e se ne va, perché lei è convinta sulla sua strada. È un percorso per ritrovare se stessa come poliziotta e alla fine come persona. Può affrontare quello che è successo l’anno scorso?

E un rapimento la riporta all’Intelligence?

Sì, come sapete l’Intelligente è un’unità proattiva, non arriva solo quando c’è già un cadavere. I personaggi nell’unità a volte spingono per avere un caso più importante. Lo fanno e uno di loro viene preso. È qualcuno che lei conosce e sa che è in pericolo e questo è il primo campanello di allarme per portarla a cercare di aiutare, c’è subito preoccupazione. Ma poi, se resterà e tornerà al lavoro, quello non se ne parla neanche. È un problema diverso, ma ciò che inizialmente la porterà a tornare è la preoccupazione per un ex collega che vuole aiutare.

Halstead sarà concentrato solo a riportarla indietro?

Sì, è concentrato su Lindsay nella prima parte di stagione. Una volta, Voight ha detto a entrambi che non tollera rapporti personali all’interno della squadra, e quindi hanno dovuto smettere. Ma sapendo quello che sta passando Lindsay, e Voight dovendo andare avanti senza di lei, dice privatamente a Halstead di tenerla d’occhio. Gli sta praticamente dicendo, “Non mi interessa più un’ipotetica storia d’amore. So che hai un rapporto con lei diverso dal mio,” e quindi gli da il via libera, ma ora deve essere il capo. L’obiettivo è riportarla sulla retta via e riabilitarla. Il percorso di Lindsay è: torneranno a quel punto in cui stavamo prima di avvicinarsi?

Chi si è offerto di prendere il suo posto?

Tutti. Ruzek (Patrick John Flueger), Atwater (Laroyce Hawkins), che è la nuova aggiunta alla squadra. Anche Voight, ad un certo punto, quando le cose vanno male durante il primo episodio, le dice che non può fare a meno di pensare che se lei fosse stata lì, le cose non sarebbero andate in quel modo. Non è una transizione facile, in cui le persone si prendono i casi di Lindsay. La sua sensibilità, la sua intelligenza, il suo essere un’agente eccellente, non penso che tutto questo possa venire rimpiazzato e Voight sente davvero questa mancanza nel primo episodio.

Parliamo di quanto sia cambiato Voight, dall’essere un poliziotto corrotto quando ha debuttato in Chicago Fire. Rivedremo ancora questo suo lato?

Sì. Lo faremo nel quarto episodio perché un carcerato che ha arrestato lui esce di prigione. È ironico perché il motivo per il quale questo tizio esce di prigione è per ciò che ha detto tempo fa, quando si stava occupando di Lindsay e di sua madre. Vedremo davvero che tipo di poliziotto era ai tempi. Il passato gli viene sbattuto in faccia, che a lui piaccia o meno. Anche nel primo episodio, quando stanno indagando sul caso, deve andare in prigione per avere informazioni da una persona che può aiutarlo. Torna a Stateville, dove era rinchiuso prima di essere rilasciato e di essersi ripreso il lavoro. Cammina nel corridoio e la guarda lo riconosce e gli dice, “Bentornato.” E’ un promemoria che un tempo era lì anche lui.

Va lì per avere informazioni dal suo ex compagno di cella, interpretato da Clancy Brown, e anche quello è un promemoria per il pubblico che questo ragazzo era sospetto. Voight vi dirà diversamente, ma alla fine avrà informazioni da un suo ex compagno di cella. Non abbiamo mai voluto cancellare il suo passato. Non lo faremo mai. Proprio quando pensa di essersi rifatto, qualcosa succede e gli ricorda che in passato ha fatto degli errori.

Olinsky (Elias Koteas) apparentemente ha una figlia, quindi come affronterà questa cosa?

Beh, la cosa bella è che capisce che è successo 17 anni prima. Sappiamo che a quei tempi era sotto copertura e l’esperienza l’ha così tanto segnato da vivere in garage per dieci anni. Ha questo difficile rapporto con la moglie e poco rapporto con la figlia. Quindi quando scopre questa cosa, dice: “Devo affrontare questa cosa, accettarla, contattare questa ragazza e cercare di aiutarla?” E non solo questo, “Devo dirlo alla moglie alla figlia? Come reagiranno?” Come Lindsay deve affrontare il senso di colpa e gli errori che ha fatto e decidere se tornare in squadra o meno, alla fine servirà l’aiuto della famiglia. Quindi abbiamo Antonio (Jon Seda) che aiuta Olinsky ad affrontare la questione, anche Platt (Amy Morton) lo aiuterà. Non avrà la reazione che sperava dalla moglie e dalla figlia, ma cerca di fare la cosa più giusta.

Ruzek ha affrettato i tempi con quella proposta. Cosa succederà a lui e a Burgess (Marina Squerciati) in questa stagione?

Ha sicuramente affrettato le cose, e ciò che Burgess inizia a capire è che lui non vuole sposarsi, gli piace solo l’eccitazione del fidanzamento. La gente ti offre da bere, sei al centro dell’attenzione, mostri l’anello, ma quando si tratta di scegliere il carattere degli inviti, non è poi così interessato. Perché lui era fidanzato quando si sono incontrati. Ci ha almeno pensato? Sembra essere più interessato al fidanzamento e prima o poi dovranno confrontarsi.

La palestra di Antonio avrà un grande ruolo nella stagione?

Sì. Molly è un posto in cui tutti possono frequentare. La palestra è un luogo invece in cui altre persone possono passare. Lo scoprirà, in termini di brutti affari. Non diventerai mai ricco per queste cose, ma vuole davvero fare qualcosa per i ragazzi. Era sulla cattiva strada quando era un ragazzino e la boxe gli ha salvato la vita. Sarà anche un modo per aiutare Olinsky, portare questa ragazza in palestra e farla sfogare, in modo da far uscire tutta la rabbia. Ha la palestra, e gli permette di avere un ambiente per aiutare le altre persone.

Platt e Mouch (Christian Stolte di Chicago Fire) sono ancora insieme?

Platt e Mouch stanno ancora insieme. Sono stabili, rispetto agli altri che si innamorano e si disinnamorano in un attimo. C’è della vera stabilità. Più per Platt, c’è una consapevolezza che non pensava mai di poter avere. Ha la sua età e non ha mai avuto un rapporto che arrivasse a questo punto. Nella sua testa diceva, “Sarò single, è così che sarà.” Ed eccola in una relazione, ma perché non si può evolvere? Non penso che lo spingerà mai a sposarsi, ma c’è sempre il pensiero, “Potrò farlo?” C’è molta dolcezza e stabilità con Mouch.

 

Fonte

Related posts

The Vampire Diaries | Zach Roerig parla del rapporto tra Matt e suo padre

Vincenzo

Inside Line | Scoop su Once Upon a Time, Bones, Arrow, Supernatural e tanti altri!

FeFraise

Ask Ausiello | Spoiler su Bones, True Blood, Grey’s, NCIS, Castle, Glee a altro!

ChelseaH

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv