Image default
British Addicted Rubriche & Esclusive

British Addicted | #30

Bentornati, sudditi del mondo British, al primo appuntamento del 2018 con l’unica rubrica che raccoglie per voi tutte le ultime novità provenienti dal panorama televisivo made in UK! Come avete trascorso le festività? Quante sedute dallo psicologo vi sono servite per superare la rigenerazione di Peter Capaldi? … ah, questo è successo solo a me? Benissimo, allora lasciamoci alle spalle il mio cuore spezzato e tuffiamoci finalmente nelle imperdibili news raccolte in queste settimane!

 

E cominciamo subito con una buona notizia per chi temeva le sorti del nuovo drama targato BBC “Ordeal By Innocence”, tratto da un romanzo di Agatha Christie e lasciato in stand-by a un passo dalla messa in onda a causa delle accuse di violenza sessuale rivolte all’attore Ed Westwick, membro del cast. Dopo un necessario periodo di silenzio e di riflessione, le compagnie di produzione della miniserie, Mammoth Screen & Agatha Christie Limited, hanno deciso di procedere al re-casting del ruolo di Mickey Argyll, precedentemente interpretato da Westwick, e di affidarlo all’attore inglese Christian Cooke. Le scene di Westwick verranno dunque girate nuovamente con il nuovo interprete e la miniserie, composta da tre episodi, avrà una nuova data di trasmissione che verrà annunciata prossimamente.

Ed Westwick ha respinto e negato le accuse che gli sono state rivolte ma la BBC ha deciso comunque di sospendere anche la produzione della serie comedy “White Gold” che lo vede protagonista fino alla risoluzione delle indagini in corso.

 

Nuovo ruolo da protagonista per la “nostra” regina Victoria, Jenna Coleman, che torna alla BBC con la miniserie “The Cry” [e potete solo immaginare con quale grazia e quale aplomb io abbia accolto la notizia …].

Tratta dall’omonimo romanzo thriller di Helen FitzGerald, pubblicato nel 2013, la miniserie sarà composta da quattro puntate e Jenna Coleman si ritroverà a indossare gli inediti e problematici panni di Joanna, una madre il cui figlio neonato scompare improvvisamente dopo un viaggio compiuto dalla donna da Glasgow in Australia, dove suo marito Alistair [Ewen Leslie] avrebbe dovuto presenziare all’udienza per la custodia dei figli avuti da una precedente relazione.

Il thriller psicologico si concentrerà dunque sulle reazioni che seguiranno la scomparsa, dal pubblico scrutinio rivolto ai genitori al progressivo deteriorarsi della psicologia di Joanna, una giovane madre costretta ad affrontare una situazione inimmaginabile. La Coleman ha infatti descritto così la sua prima esperienza con la sceneggiatura: “camminare sul filo del rasoio, correre da una pagina all’altra, inquietante, elettrizzante”.

La miniserie, che andrà in onda sul canale BBC One, è scritta da Jacquelin Perse e sarà diretta invece da Glendyn Ivin. Le riprese cominceranno a Febbraio 2018, dovendo occupare presumibilmente l’arco di dieci settimane, e si svolgeranno tra Melbourne (Australia) e Glasgow (Scozia), dove è di base la compagnia di produzione “Synchronicity Films”. Non si sa ancora come questo nuovo ruolo di Jenna Coleman influirà sui tempi di riprese della terza stagione di “Victoria”.

E restando sempre nell’orbita della BBC1, conosciamo insieme ora il cast della nuova serie “Hard Sun”, drama già in onda dal 6 Gennaio 2018 e incentrato su una coppia di poliziotti anticonformisti alle prese l’uno con l’altra e con la fine del mondo. Ambientato in una Londra moderna ma apocalittica, i due protagonisti principali, Elaine Renko e Robert Hicks [interpretati da Agyness Deyn e Jim Sturgess], scopriranno la verità su un’imminente fine del mondo e su una misteriosa forza che cercherà invece di tenerla ancora segreta. I due partner non saranno particolarmente complici all’inizio, soprattutto a causa di un’indagine condotta dalla stessa Renko su un caso di corruzione che coinvolge Hicks, ma dovranno mettere da parte le rivalità di fronte alla possibilità che il sole diventi la causa dell’incombente apocalisse.

Oltre l’integerrima ma problematica detective Renko e l’affascinante, apparentemente perfetto ma segretamente corrotto detective Hicks, il cast comprende anche: Grace Morrigan (interpretata da Nikki Amuka-Bird), un’intelligente, calcolatrice e impegnata agente operativo, determinata a recuperare il file di “Hard Sun” e disposta anche ad uccidere per farlo. Quando Renko le intralcia la strada rendendo parte del file pubblico, Grace non esiterà a usare suo figlio Daniel (interpretato dall’esordiente JoJo Macari), un ragazzo problematico a causa di un passato vissuto tra abusi, droghe e malattie mentali, per manipolare il detective;

Mari Butler (interpretata da Aisling Bea) è la vedova del migliore amico di Charlie, Alex Butler, ucciso prima dell’inizio della storia, ma è anche l’amante di Charlie, da cui accetta anche i soldi “sporchi”, nonostante sembri soffrire ancora per la morte del marito. Il suo coinvolgimento nell’uccisione di Alex è un mistero;

DCS Roland Bell (interpretato da Derek Riddell), cinico arci-nemico di Charlie, farà di tutto per farlo condannare per corruzione;

DS Keith Greener (interpretato da Owain Arthur), padre di famiglia, è il “comico” del gruppo ma anche un poliziotto brillante. Da tenere d’occhio; la sua controparte è probabilmente George Mooney (interpretato da Adrian Rawlins), gentile ed elegante membro del National Trust, è il più serio della squadra di Hicks;

Rispettivamente legati in rapporti d’amicizia a Keith e George sono i personaggi di Mishal Ali (interpretata da Varada Sethu), poliziotta impegnata e amante del fitness, e Herbie Sarafian (Joplin “Chook” Sibtain), rassicurante e calmo nonostante l’imponente fisicità;

E infine conosciamo Sunny Ramachandran (Tom Reed), inaffidabile hacker che corre dei rischi con i file di “Hard Sun”, causando possibili conseguenze mortali per tutti.

Come già annunciato sul nostro sito in questo articolo, Masterpiece e BBC One collaboreranno per l’adattamento televisivo in sei puntate del classico letterario “I Miserabili” di Victor Hugo. Il cast della serie presenta già i primi nomi importanti, tra cui Dominic West nei panni di Jean Valjean e David Oyelowo nel ruolo di Javert. Lily Collins interpreterà Fantine mentre Adeel Akhtar e Olivia Colman saranno Monsieur e Madame Thénardier.

Co-prodotto da Lookout Point e BBC Studios, le riprese inizieranno a Febbraio.

Andrew Davies si occuperà dell’adattamento del romanzo (anziché del musical), la cui regia verrà affidata a Tom Shankland. Il cast prevede anche: Ellie Bamber nel ruolo di Cosette, Josh O’Connor nei panni di Marius e Erin Kellyman in quelli di Eponine.

E chiudiamo la sezione news con nuovi scatti di Jodie Whittaker nei panni del Tredicesimo Dottore, ufficialmente presentata nello speciale natalizio “Twice Upon A Time” [ricomincio a piangere, ma amo Jodie]. In queste ultime foto, si nota con più chiarezza l’effettivo colore della sua giacca, più vicino a una leggera sfumatura di blu rispetto all’iniziale fuorviante tonalità di beige.

Prima di lasciarvi dunque nelle abili mani del Consiglio di Syl, Love, Lies and Records, eccovi una Guida ufficiale per tutte le prossime uscite del panorama televisivo britannico!

Love, Lies and Records narra le (ricche!) vicende professionali e personali, che ruotano intorno al Register Office della città di Leeds, luogo di lavoro – ma non solo (coff coff) – dei suoi protagonisti.

Viene da chiedersi con un certo stupore (l’ho fatto anche io quando ne ho sentito parlare la prima volta) che cosa potrà mai succedere di tanto interessante in un “ufficio anagrafe English-sytle” da giustificare di farci una serie tv da sei puntate di un’ora? La risposta è: qualsiasi cosa! Nemmeno ve lo immaginato che cosa si riesce a far accadere lì dentro! Alla fine della prima puntata vi starete chiedendo perché non avete mai pensato a una carriera tanto umanamente e professionalmente soddisfacente, mai noiosa e sempre stimolante, qualche volta perfino a un passo dall’esaurimento nervoso, per motivi molto intriganti su più fronti che non posso svelarvi.

Accade davvero moltissimo. Accade in sostanza la vita, con i suoi alti e bassi, sorprese, twist inaspettati, le sue meschinità piccine (e un’antagonista che vi farà prudere le mani), emozioni travolgenti, amori più o meno corrisposti e ingarbugliati, cambi di programma, nobili – e meno nobili – sentimenti. Si celebrano matrimoni, si indagano unioni sospette sul filo dell’illegalità, si decide di smettere di sentirsi intrappolati in un corpo che non sentiamo nostro e di rivendicare la nostra identità con grande coraggio, si registrano nascite, morti, si diventa partecipi e testimoni della gioia e del dolore altrui, lasciandocene coinvolgere, fino al punto in cui i titolari di quelle stesse vite ce lo permettono.

Gli incontri casuali, gli eventi prevedibili (o imprevedibili) che compongono la routine dell’ufficio amministrativo, spesso creativamente gestita e decisa momento per momento con mano flessibile, che tiene presente l’elemento umano, senza mai farlo diventare mero numero meccanico e impersonale, sono affiancati dagli insospettabili drammi che si affastellano nella vita della protagonista, Kate Dickenson, una donna di rara sensibilità, che sa sempre trovare la giusta dose di empatia per avvicinarsi agli estranei che il lavoro le fa incontrare, nelle più svariate ricorrenze e che le garantiscono una lealtà totale e indiscutibile da parte dei suoi collaboratori, nonostante le (o forse a causa delle) sue umanissime imperfezioni. Sa stare vicina al giovane padre rimasto vedovo, andando oltre le sue mansioni, sa celebrare matrimoni mettendoci sempre una nota personale spontanea e sentita che ci fa commuovere, e sa anche incasinarsi la vita come poche altre persone al mondo. Sa essere una buona amica, ma forse non sa dar cura e ascolto a una parte di sé che le chiede di concentrarsi sulla propria, di vita, invece che fornire saggi consigli e rappresentare il porto sicuro di amici e colleghi. E, cioè, Kate, che cosa stiamo aspettando? Non lo vedi che figo che raro esemplare di uomo perbene e non di brutto aspetto ti trovi vicino?

Non mancano antagonisti, segreti, bugie, situazioni che si capovolgono e che trovano vie d’uscita insperate e inimmaginabili, misteri, twist e un triangolo amoroso su cui non intendo espormi per non spoilerare, ma che mi ha visto gridare SHIP!! al primo incontro, non so se perché ci vedo io lungo, o se è perché la chimica saltava letteralmente fuori dallo schermo.

Bravissima Ashley Jensen a interpretare magnificamente il ruolo di una donna complessa che riesce a complicarsi la vita a livelli supremi e che non si rende conto che quello che vuole, dentro, in profondità, è visibile perfino al primo che passa. E che essere innamorati dell’Amore non basta, bisogna anche avere il coraggio di viverlo, quando si presenta. Perché insomma, al cuor non si comanda e la vita è una sola e tutto il corollario di saggezza popolare che qui si applica perfettamente, che lei lo voglia o no.

Vi lascio con il trailer, sperando di avervi convinto a trascorrere un po’ di tempo in mezzo a drammi, intrighi e passioni che vi faranno sicuramente dimenticare per sessanta minuti qualsiasi altra cosa che vi abbia turbato la giornata!

Per questo appuntamento ci fermiamo qui.

Un saluto alle pagine affiliate e a rileggerci tra due settimane!

Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita – British Artists Addicted – Sherlock Italy – Sherlock BBC Italia – Sherlock Italia – take care of Jenna Louise Coleman Italia – » Same old, same old just Jenna Coleman & Peter Capaldi – Don’t be a warrior, be a D o c t o r ϟ – Emma Watson Fans – Downton Abbey ItaliaThe Crown ItaliaAn Anglophile Girl’s DiaryThe White Queen Italia

 

Related posts

Giovedì Gnocchi | Misha Collins & Natalie Dormer

barricadeuse

Hart of Dixie | Photo-Recap Midseason Finale

Prince

20 cose che solo un vero Telefilm Addicted può capire

Prince

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv