Image default
British Addicted Rubriche & Esclusive

British Addicted | #17

Luther tornerà per una quinta stagione!
AEIOUY!

Torniamo seri, dopo questo inizio da vigilia del nuovo anno, e affrontiamo questa news come si deve.
Questa settimana la BBC ha “finalmente” annunciato che il detective John Luther tornerà sui nostri schermi, dal quale mancava dal 2015.
Dovete sapere che è una delle serie che amo di più e considero la prima stagione una delle cose più belle mai viste sul piccolo schermo. Ed è per questo che la quarta stagione, composta da solo 2 episodi, non mi aveva per nulla convinto.
Era stata annunciata come il finale della serie ma di conclusivo non aveva ben nulla, lasciando tutto molto più aperto di quanto non fosse stato in precedenza. Questo mi aveva fatto pensare che, prima o poi, sarebbe ritornato, che non ci avrebbero lasciato così (soprattutto tenendo conto quanto Idris Elba tenga al ruolo), ma 2 anni sono tanti ed io ormai non ci speravo più.
L’annuncio avvenuto nei primi giorni di questa settimana ha fatto partire il trenino, la ola, qualunque esplosione di gioia che voi conosciate.
La quinta stagione sarà composta da 4 episodi e le riprese inizieranno verso la fine del 2017.

“IL NUOVO DOTTORE? E’ STATO GIA’ SCELTO”

Mancano 3 puntate al termine della decima stagione di Doctor Who. 
Come ogni volta, dovremo aspettare il Christmas special per fare conoscenza con il nuovo Dottore, ma Russell T Davis, showrunner delle prime 4 stagioni della serie, ha affermato che l’attore che interpreta la nuova reincarnazione del Signore del Tempo è già stata scelta.
Se fino ad ora circolavano voci sull’ipotetico casting – e svariati nomi sono venuti fuori – è la prima volta che qualcuno vicino allo show afferma che il nuovo Dottore è stato scelto.
Quando lo sapremo noi? Capaldi, perché te ne devi andare? Non sono pronta a dirti addio, rimani tipo per sempre, a me può andar bene!


IL RITORNO DI HELEN McCRORY

Il 12 giugno è partito su ITV un nuovo drama, in 6 puntate con protagonista Helen McCrory (Peaky Binders, Penny Dreadful).
Si tratta di Fearless, un thriller che racconta la storia di Emma, interpretata dalla McCrory, un avvocato specializzato in diritti umani, nota per patrocinare cause impossibili. Deciderà di difendere Kevin, dichiaratosi sempre innocente, in carcere da 14 anni per l’omicidio di una quindicenne.
Nel cercare di dimostrare l’innocenza dell’uomo, Emma metterà a rischio la carriera, la sua reputazione ed anche la sua vita privata. Dovrà lottare contro la polizia che cercherà di ostacolare le indagini per evitare che la verità venga a galla.
Fearless è una storia di abuso di potere e di abuso della giustizia.
Qualcuno di voi l’ha già iniziata?

Come di consueto è arrivato il momento di passare all’angolo dei consigli che quest’oggi è a cura di Sam.

Altro “British Addicted Consiglia”, altra serie tv britannica.
Questa volta parliamo di “Broadchurch”, serie tv prodotta e trasmessa dalla rete ITV che si colloca nel genere crime-procedural.  Un altro crime, un altro procedural, direte voi?
Ebbene no, perché questa serie, oltre a essere britannica (e già questo è un merito tale da essere un sufficiente motivo per guardarla), ha dalla sua un parterre di attori di tutto rispetto, al cui vertice c’è Lui: Il Decimo Dottore, Mr. David Tennant.

La serie si struttura su tre stagioni di otto episodi ciascuna (la terza, e ultima, è finita da poco in Gran Bretagna), in ognuna di esse c’è un caso che deve essere risolto e che rappresenta la trama orizzontale della stagione. Poiché “Broadchurch” si svolge sempre nello stesso luogo, gli eventi delle varie stagioni sono sempre collegati gli uni con gli altri, nonostante i casi da risolvere in ognuna siano diversi.

Parliamo brevemente dell’apertura della serie, quindi della generale trama della prima stagione.
Siamo in una delle tante zone “bucoliche” della Gran Bretagna, in una cittadina costiera che, per l’appunto, si chiama Broadchurch, dove arriva l’Ispettore Hardy (interpretato magistralmente da David Tennant) per assumere il controllo delle forze di polizia locali.
L’Ispettore è un uomo complesso, apparentemente freddo e distaccato ma, in realtà, reduce da un periodo molto difficile e doloroso della sua vita, di cui si scoprono gli eventi man mano che la narrazione prosegue.

L’intenzione dell’uomo, piuttosto forzata e impostagli proprio da ciò che ha vissuto, volendo essere onesti, è quella di chiudere la sua carriera in un luogo tranquillo, che gli consenta anche di riprendersi.
Ancora una volta, però, gli eventi prendono una piega inaspettata e drammatica, poiché poco prima del suo arrivo sulla spiaggia della cittadina è stato trovato un cadavere: il cadavere di un bambino, figlio di una giovane coppia residente (e cresciuta) a Broadchurch. L’Ispettore Hardy, dunque, appena arrivato si trova a essere a capo delle indagini sulla morte del bambino, che si rivela essere stato un omicidio.

Parallelamente alle indagini per l’omicidio del piccolo Daniel (questo il nome del bambino),  Hardy si trova a dover costruire i rapporti personali con gli abitanti della cittadina che è diventata anche la sua casa e questo, come si può immaginare, non è reso facile dal fatto che lui deve dirigere le indagini per l’omicidio di Daniel.
In particolare, l’accento è posto sui rapporti tra lui e i suoi sottoposti e nello specifico da colei che sperava di essere promossa a capo della polizia prima dell’arrivo di Hardy, ovvero il Sergente Ellie Miller (interpretata da Olivia Colman).

Come dicevo, la serie vanta un parterre di tutto rispetto: a parte David Tennant e Olivia Colman nel cast troviamo anche Arthur Darvill (“Doctor Who”, “Legends Of Tomorrow”), David Bradley (attore dalla lunga carriera cinematografica, teatrale e televisiva, della quale possiamo citare, a titolo esemplificativo, Gazza dei film tratti dai romanzi di “Harry Potter”, “Doctor Who”, “Game Of Thrones”, “I Medici”), Jonathan Bailey (“Doctor Who”, a teatro nel bellissimo musical tratto da “American Psycho” – che ho visto di persona e posso dire che lui non solo è bravissimo, con una voce stupenda, ma anche davvero un bell’uomo –)… sì, come potete notare c’è buona parte del variegato cast di “Doctor Who”… , James D’Arcy (al cinema “Master And Commander”, “W. E. – Edward e Wallis”, “Cloud Atlas” e nel prossimo “Dunkirk”, in televisione “Miss Marple”, “Secret Diary Of A Call Girl”, “Agent Carter”), Jodie Whittaker (“St. Trinian’s 1 e 2”, “One Day”, “Hello Carter” al cinema e, in televisione, “Tess Of The D’Urbervilles”, “Black Mirror”), Andrew Buchan (“Party Animals”, “Bones”, “Garrow’s Law”).

La serie è eccellente non solo per la recitazione, ma anche per le bellissime regia e fotografia, nel tipico stile inglese. A questo si aggiunge una trama mai scontata, con colpi di scena che lasciano davvero a bocca aperta, e la giusta sensazione d’inquietudine trasmessa dai momenti più drammatici o sinistri e ambigui. Un gioiellino che non può mancare nella collezione britannica di un telefilm addicted.

Per il periodo estivo la rubrica si terrà ogni due settimane; a rileggerci sabato 1 luglio e, come di consueto, un saluto alle pagine affiliate!

Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita – British Artists Addicted – Sherlock Italy – Sherlock BBC Italia – Sherlock Italia – take care of Jenna Louise Coleman Italia – » Same old, same old just Jenna Coleman & Peter Capaldi – Don’t be a warrior, be a D o c t o r ϟ – Emma Watson Fans – Downton Abbey ItaliaThe Crown ItaliaAn Anglophile Girl’s DiaryThe White Queen Italia

Related posts

Book of Enchantment – Ecco i dettagli della nuova serie sui villain del mondo Disney

Prince

TEST: Quale Original sei?

Natasha

Serial Style | True Blood ispira una nuova collezione di make up by Deborah Lippmann

almostviola

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.