Image default
Off Topic

Breaking Bad è davvero un capolavoro?

Salve picciotti,

Bentornati a un nuovo appuntamento, il secondo, della mia rubrica dedicata alle Unpopolar Opinions per cui mi odierete a vita.

Oggi andiamo a parlare di una serie tv che ha avuto un successo clamoroso, tanto da salire nell’Olimpo delle serie tv più amate e viste degli ultimi anni.

Ma merita davvero il suo successo? E’ veramente una serie rivelazione o è tutto fumo e niente arrosto?

Sicuramente è una serie diversa da tutte le altre che si vedono in giro, e questo lo si può notare già dalla storia che ruota attorno alle vicende di un professore di chimica, Walter White, con una vita vuota, priva di soddisfazioni e una situazione familiare non proprio rosea; tutto però precipita quando scopre di avere un cancro ai polmoni, ma l’incontro con un suo ex studente, Jesse, lo porterà, grazie alle sue conoscenze chimiche, a prendere il controllo del mercato della droga.

Una trama accattivante, ma che su di me non ha aderito per niente, tant’è che io non sono mai riuscito ad arrivare alla fine della prima stagione.

Qual è il problema?

Il problema principale è il ritmo a tartaruga, che non accenna ad aumentare. Mi sono ritrovato più volte ad addormentarmi davanti allo schermo del computer, perdendo il filo della storia, che ho trovato di una noia mortale; di solito gli episodi pilota di una serie dovrebbero essere molto coinvolgenti per spronarti ad andare avanti, ecco! Non è il caso di BrBa (sigla con cui i fan abbreviano il titolo), la premiere di questa serie è di una lentezza così disarmante che non ti viene da dire “Andiamo a vedere il secondo episodio”; più volte sono stato spronato da fan accaniti ad andare avanti “perché la storia esplode dopo” dicevano, ma sinceramente fare il primo episodio lento, noioso, per poi tirar fuori l’asso nella manica, non è il massimo; però mi son detto “perché non andare avanti?! Proviamo!“, ma non sono arrivato neanche a metà della prima stagione.

Il problema non è solo il ritmo lento, dato dall’aspetto molto introspettivo, ma anche il personaggio di Walter White, che io ho detestato fin dall’inizio. Walter è il tipico personaggio buono che, spinto dalle circostanze, passa al lato oscuro (per dirla alla maniera dei fantasy); ma a mio parere lui le circostanze se le va proprio a cercare e in maniera totalmente ingiustificata. Non ho amato particolarmente nemmeno Jesse, che comunque secondo me da piccolo non ne ha ricevute abbastanza. Il resto dei personaggi o è totalmente stronzo o totalmente ingenuo. Per tutti questi motivi secondo me la serie è un po’ sopravvalutata e non merita il successo che ha avuto.

Chiaramente questo è il pensiero di una persona che non è riuscita a finire nemmeno la prima stagione, ad ora non so dire se ritenterò a guardarla oppure metterò definitivamente una croce su di essa.

Ora mi rivolgo a voi: cosa pensate di BrBa? Vi è piaciuta? E se sì, perché?

Nella speranza di rimanere ancora in vita dopo questa mia opinione, il nostro appuntamento si rinnova il prossimo mese.

Hasta la vista!

Sebastian Sombrero

 

 

Related posts

MATT SMITH E’ ENTRATO NEL CAST DI STAR WARS EPISODIO IX

Sam

Boyband, ovvero il guilty pleasure musicale più gettonato!

ChelseaH

Timidamente Amore – La gemella sinistra con il fermaglio antico

Al

8 comments

Mattia 22 ottobre 2018 at 14:47

E’ un problema che hanno avuto tutti, quello con la prima stagione. Se si va avanti si rivela il capolavoro che è. Come si fa a giudicare una cosa che non si è vista nella sua interezza?

Reply
Sebastian Sombrero
Sebastian Sombrero 22 ottobre 2018 at 19:59

Infatti il mio non è un giudizio totale sulla serie ma su quello che ho visto; che possa essere condivisibile o meno.

Reply
Mattia 24 ottobre 2018 at 19:22

Allora già il titolo è sbagliato. Credo che si possa esprimere un giudizio solo guardando la serie per intero. Altrimenti un articolo sulla prima stagione, da quasi tutti considerata lenta e poco interessante, lascia il tempo che trova.

Reply
Mattia 24 ottobre 2018 at 19:23

I motivi per cui è piaciuta così tanto li scopri se la guardi tutta

Reply
Roberto Coniglio 22 ottobre 2018 at 14:53

Stai scherzando vero? Cioè la serie più bella nella storia degli ultimi 20anni, mi dici che non ti è piacciuta???
Sono gusti, ma per giudicare una serie non devi vedere solo la prima stagione, ma tutta.
Quindi prima vedi tutte le 5 stagioni e dopo dai un voto e giudichi.
Non si giudica dal primo capitolo una storia!

Reply
Sebastian Sombrero
Sebastian Sombrero 22 ottobre 2018 at 20:01

Il mio non è un giudizio sulla serie in toto, ma basato su ciò che ho visto.
Ho spiegato i motivi per cui non sono riuscito ad andare avanti,anzi vorrei capire perché è piaciuta così tanto

Reply
Cori 23 ottobre 2018 at 22:32

Dopo aver visto il primo episodio ci ho messo credo tipo un mesetto per affrontare il secondo perché l’avevo trovato interessante ma molto lento. La prima serie è oggettivamente lenta, non è che ti possa dare torto. Detto ciò non posso spiegarti i motivi del perché sia piaciuta così tanto perché se la vedessi tutta lo capiresti da te mentre se non la vedessi sarebbe inutile dirlo.
Poi se la vedrai tutta e il tuo giudizio finale rimarrà negativo beh, non avrei nulla da ridire perché sarebbe un’opinione personale basata sulla conoscenza dell’argomento.
Sarebbe come dire che Doctor Who è in toto una zozzeria perché nel primo episodio ci sono i bidoni dell’immondizia assassini e poco dopo gli alieni scorreggioni, chettedevodì. 🙂

Reply
m0h 25 ottobre 2018 at 07:28

Alla fine rimane sempre questione di gusti.
Però non si può giudicare qualcosa se non nella sua interezza.
E’ pieno di serie che cominciano noiose ma poi prendono e alla fine diventano capolavori.
Onestamente più che un articolo, secondo me sarebbe dovuto essere un post di un forum.

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.