Image default
Blindspot Recensioni

Blindspot | Ci vuole un fisico bestiale

Settimana scorsa, lo confesso, ho visto la puntata e mi sono eclissata, onestamente volevo vedere come portavano avanti la storyline della figlia di Jane. Adesso che ho visto posso dirlo: sarebbe stato meglio non averlo fatto.

Devo dire che Avery è il personaggio meno interessante che potesse essere introdotto, e adesso abbiamo anche scoperto che, casualmente, il suo padre adottivo è stato portato al suicidio proprio dall’uomo a cui l’FBI dà la caccia, guarda caso sotto indicazioni di chi? E già, Roman.

Ora, io non vorrei spararla troppo grossa, ma NON PUO’ ESSERE UN CASO, ci sarà sicuramente un motivo che porta Roman appresso a Andrew, o come si chiama, e per cui è coinvolta anche la figlia dimenticata di Jane. In più, non vorrei sembrare rompiscatole, ma che bisogno c’è di creare continuamente una storia in cui “di quello non ci si può fidare, questo fa il doppio gioco ma non lo so ancora anche se lo scoprirò, qualcuno ci vuole fregare ecc ecc”, insomma, non si potrebbe per una volta fare un qualcosa di accattivante ma lineare e semplice?

Alla luce di queste ultime due puntate e della pausa di un mese prevista (la prossima puntata andrà in onda a marzo!), direi che è il caso di fare il punto della situazione indicando i TOP3 e i FLOP3 so far, quindi… diamo inizio alle danze!

TOP3

1. Roman e la sua storia, il suo impegno nel sociale, la sua faccia senza cicatrice, il suo essere un passo avanti a tutti (anche il super cattivo della situazione)… insomma, ROMAN. Se non ci fosse dovremmo inventarlo, si è presentato come lo stronzo in cerca di vendetta e invece mi sa tanto che (forse, almeno io lo spero) sotto sotto potrebbe pure avere in mente qualcosa di buono… legato a qualcosa di losco di sicuro ma io ho intenzione di attaccarmi con forza alla sua camminata sulla giusta strada. Diciamocelo: IO NON VOGLIO PERDERLO, MAI, O ALMENO FINO A QUANDO LA SERIE SARA’ IN ONDA.

2. Patterson e Rich.com. Insieme o presi singolarmente sono una forza innata, danno dinamismo a ogni puntata e rendono il tutto molto spassoso. Rich.com dovrebbero usarlo più spesso, trovargli una collocazione più stabile e, se volete sapere come la penso, dargli una storia con Patterson, mi hanno illusa all’inizio e la mia ship era già salpata, quindi, siccome mi piacciono le storie impossibili, non demordo e ci credo fino alla fine.

3. Zapata. In questa stagione mi sta piacendo molto, il suo è praticamente l’unico segreto ancora non venuto a galla dall’inizio della stagione e questo me la rende molto interessante, senza contare che la vorrei abbracciare una puntata sì e l’altra pure vista la sfiga colossale in ambito amoroso. Certo, autocercata visto che si è svegliata tardi, ma scommetto su di lei e Reade: questa sofferenza non sarà vana. Nell’ultima puntata ho apprezzato molto il discorso della Hirch sull’oltrepassare il limite, è una discorso che sostanzialmente condivido ma in una società i limiti ci sono e sono ben definiti, dalla legge, e a essi bisogna attenersi.

FLOP3

1. Jane, sua figlia Avery, il suo rapporto con Weller… insomma, Jane. Onestamente: ridatemi la solita Jane perché questa deve essere  impazzita. Come possa dire a Kurt che non si fida di lui e che quello che le ha nascosto è troppo doloroso onestamente per me è mistero. E non so nemmeno come possa lui stare lì a guardarla con quella faccia da pesce lesso senza dirle “WTF?!? Sbaglio o te ne sei fatta un altro??“, non solo, se la riprende pure in casa. Io BOH. Ma lo sapevamo che finiva così.

2. I casi sui tattoo e il pericolo che ogni giorno incombe su New York, MA BASTA.

3.  Weller che ormai è l’agente più figo del pianeta, adesso emerge dalle acque senza aver respirato dopo aver ucciso due persone, praticamente è un pesce, bella questa.

Insomma, diciamocelo, ci sono delle cose positive (ovvero Roman, il suo piano incomprensibile – per ora) e altre che non vedo l’ora si dipanino perché allo stato attuale sarebbe meglio non ci fossero.

Vi lascio con il promo del prossimo episodio intitolato “Warning Shot

 

Related posts

Smash | Recensione 1×15 – Bombshell

Sabrina

Grey’s Anatomy 14×04 – Una GIOIA per Amelia

Claw

Grey’s Anatomy | Recensione 11×13 – Staring At The End

Claw

2 comments

alan 5 Febbraio 2018 at 18:03

Ciao, l’ultima puntata, per gli standard attuali è stato un mezzo miracolo, da 5+, se non fosse stato per l’antipaticissima figlia di jane e per Weller che esce dall’acqua in slow motion come nei,peggiori film di rambo ma la puntata precedente era stata una porcheria totale…la figlia di jane localizzata nel minuto pre sigla con la solita supercazzole tecnologica di patterson e poi via con la missione threesome tra jane (che comanda anche reade), Weller e Tizioinseritoacacchioperfaringelosirekurt (non ricordo il nome), con jane che sceglie sempre lui con atteggiamenti che sarebbero considerati infantili persino all’asilo, Weller che gli salva la vita e quello che si fa da parte…per non parlare dell’assurda scena Roman/Hannibal vs Weller/Clarisse ne le fogne…

Reply
Gnappies
Gnappies_mari 5 Febbraio 2018 at 18:53

Ciao Alan! Effettivamente quest’ultima puntata è stata migliore anche se… possibile che NY sia caput mundi?!? Tutti lì devono operare…
Kurt in slow motion proprio da schiaffi, ma ce la fanno?!? Il salvataggio della figlia di Jane con annessa supercaxxola che fa alla madre pistola alla mano non lo commento neanche perché volevo lanciare il pc contro il muro.
Spero che la storia di Roman basti e avanzi a tirare avanti la baracca per le prossime puntate, così come spero che Roman faccia alla fine parte dei buoni…

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.