Image default
Black Sails Recensioni

Black Sails | Recensione 4×04 – XXXII

Ci si avvia ormai verso la metà della stagione e Black Sails continua a sfornare un CAPOLAVORO dietro l’altro, con episodi di un intensità inarrivabile e dei continui scossoni, di trama ed emotivi, che inevitabilmente lasciano lo spettatore a vivere il tutto con ANSIA e GIOIA.

Black Sails è per me quello show che attendo impazientemente per TUTTA la settimana ma nel momento in cui ho la puntata tra le mani mi assale la paura di vederla, la paura di non essere in grado di superare ciò che vedrò. Una volta superato questo piccolo ostacolo però, lo show ti trascina nel suo mondo e ti coinvolge completamente, assorbendoti e trasportandoti nelle menti e vite di questi pirati e personaggi che lottano per la propria sopravvivenza.

Se dovessi dunque riassumere la mia situazione emotiva durante e dopo la puntata direi che potrei farlo molto semplicemente così:

(SONO DEBOLE DI CUORE)

Detto questo, anche questa settimana gli sceneggiatori ci danno molto a cui pensare, TANTA SOFFERENZA, qualche gioia, qualche scossone e infine una GRANDE SORPRESA (?). Tutto riprende esattamente poco dopo gli avvenimenti dello scorso episodio, con la morte di Barbanera e il suo equipaggio, compresi Jack ed Anne, nelle mani del Governatore, con Nassau riconquistata dai pirati ed Eleanor e i soldati in fuga nel tentativo (riuscito) di trovar rifugio nel Forte.

Il nuovo controllo e potere sulla città mette però subito in chiaro quanto sia difficile tenere ora UNITE tutte le persone che hanno collaborato alla riconquista di ciò che era stato perso, a partire in primis da quella testa calda di Billy e il suo odio (giustificato) nei confronti di Flint. E se già due ANIMI così forti e due figure così importanti per la riuscita del loro piano sono in contrasto le cose non possono che mettersi male o quanto meno risultare più complicate del previsto.

La città è allo sbando, la spiaggia ha bisogno di essere difesa e bisogna immediatamente studiare un piano per contrastare il possibile contrattacco da parte di Eleanor e i soldati nel Forte, punto strategico di non poca importanza. A giovare ai nostri pirati preferiti però arriva la notizia che una delle pedine di rilievo di questa grande partita a scacchi sta nelle loro mani, pronta per essere usata come merce di scambio o come punto di vantaggio. Di chi sto parlando? Ma di Max chiaramente.

Essendosi infatti resa conto dell’assenza della sua assitente/amica/ex amante Eleanor non perde tempo e proprone subito un accordo ai pirati, offrendo la liberazione di 20 dei loro uomini in cambio della vita di una sola persona, di Max.

Peer via di quest’offerta si arriva al primo SCONTRO degno di nota, quello tra due personaggi che nel corso della serie si son ostacolati, spalleggiati e confrontati continuamente, quello tra Billy e Silver.

Sinceramente, mettendo da parte l’odio per Flint, non posso dire certo che il discorso fatto da Billy non fosse convincente, ANZI, avere tra le mani una figura così importante come Max avrebbe sicuramente aiutato maggiormente la loro causa di 20 uomini qualunque. Perché sappiamo bene che Max è colei che più a contribuito alla causa e che con le sue conoscenze e la sua mente potrebbe ancora fare TANTI danni ai pirati che un tempo erano suoi “amici” o quanto meno compagni in affari. Max, agli occhi di Billy, poteva essere la chiave di TUTTO e sinceramente condivido con lui questo pensiero.

Così come ritengo sensato il discorso su Madi, vero unico punto debole di Silver, ma è l’uomo stesso ad ammetterlo in seguito per cui penso che quanto meno non essere cieco di fronte a una debolezza simile non possa che essere una cosa positiva.

Il succo dell’intervento di Billy è però quello di dividere Silver e Flint, così come il discorso di Israel tenta di mettere in guardia Flint su quello che potrebbe accadergli nel momento in cui Silver smettesse di tener in buon considerazione il loro rapporto/legame. Eppure, ciò che hanno questi due pirati, ciò che insieme hanno costruito e stanno portando avanti, sembra MOLTO più solido e certo di tutto il resto.

Una scena, oltre comunque l’intensità dello scontro tra i due, che ho veramente apprezzato è stata quella tra Silver e Max, i due personaggi che da sempre ritengo i più intelligenti e macchinatori della serie. Due menti affini, due spiriti simili che si ritrovano  lottare su lati opposti del campo. Sinceramente non pensavo avremmo più rivisto i due insieme, non dopo quello che era successo durante il loro ultimo incontro, ma il loro DISCORSO e la loro chimica hanno innalzato ancora una volta il livello.

Durante la loro ultima (?) chiacchierata poi pare saltare fuori qualcosa di INSPERATO e SCONVOLGENTE allo stesso tempo, un informazione all’apparenza priva di alcun valore ma che in realtà nasconde una possibilità o una speranza che potrebbe ribaltare le sorti di una persona e di conseguenza anche della guerra.


 

Arriviamo dunque alla vera domanda che inizia a porsi Silver: E SE THOMAS FOSSE ANCORA VIVO? Cosa farebbe Flint se la persona che ha dato inizio A TUTTO QUESTO, che ha mosso il suo cuore, la sua mente e le sue mani sino a questo momento fosse ancora in vita? Abbandonerebbe tutto o continuerebbe a combattere sapendo quanto la persona amata avrebbe desiderato il loro trionfo? GOOD QUESTION.

La sola idea che Thomas possa essere ancora vivo mi ha messo una tristezza immensa perché mi ha riportato con la mente a Miranda, a quel trio, a quell’amore e a tutto ciò che Flint ha fatto in nome del suo ricordo, dell’affetto che provava nei suoi confronti e delle loro idee e morali. L’uomo pare non voler crollare o mostrare alcuna debolezza ma io son SICURA che se Flint venisse a conoscenza di questa cosa il pensiero lo tormenterebbe costringendolo probabilmente ad andare a constatare con i propri occhi. Se dopo o prima della conclusione della guerra non so dirlo, ma l’uomo ha sempre dimostrato una dedizione per la sua LOTTA ammirabile per cui non penso getterebbe spada e ardore alla leggera dopo tutti i sacrifici compiuti.

Un altra persona che ha compiuto un grande sacrificio, spero non letteralmente, in questa puntata è stata Anne. La MIA Anne, un personaggio che fin dalla sua prima apparizione ha conquistato il mio favore riuscendo poi a prendersi anche la mia stima, il mio supporto e il mio amore incondizionato con il suo sviluppo e il progredire della serie. Questa donna è TUTTO e nonostante Eleanor e Max siano due personaggi femminili MOLTO FORTI, Anne ha una cosa che le altre due probabilmente non sanno nemmeno cosa voglia significare: la lealtà.

Anne è leale, legata PER SEMPRE al suo compagno, al suo Jack. Non può vivere senza di lui, ne pensare di poter andare avanti senza e allo stesso tempo è la prima a proporre una soluzione che potrebbe causare la sua morte nel solo tentativo di salvarlo. Come se Jack potesse riuscire a VIVERE dopo la sua morte no?

Trasferiti per via di un cambio di rotta e decisionale del Governatore su una nave in cui presto troveranno la morte, Jack è costretto dagli ufficiali in comando a giocare ad un gioco sadico e malato, a scegliere i compagni da mandare al macello pena la morte della sua Anne. E l’uomo allora comincia a scegliere, perché tra loro e LEI, lui sceglierà SEMPRE e solo la sua compagna e questo porta alla morte di innumerevoli pirati, nessuno dei quali in grado di battere il grosso bestione che si diverte con questa tortura.

E così arriviamo al momento della scelta, dell’idea. Il momento in cui Anne si rende conto che le cose non potranno che peggiorare, che bisogna trovare QUALCOSA e rischiare il tutto per tutto, tanto saranno comunque morti inpochi giorni. Gli ufficiali non sono tanti, se confrontati a loro, per cui i pirati hanno ancora una speranza: LEI.

Ora, il combattimento è stata una delle scene più DOLOROSE che ho dovuto soffrire, avevo il cuore in gola e gli occhi lucidi mentre la vedevo a terra, grondante di sangue, mentre tentava di raggiungere la sua SOLUZIONE. Una forza di volontà che nemmeno 50 di quegli omuncoli insieme, una lealtà nei confronti della persona che ama e un coraggio ENORME. Anne si trascina, avanza e sopporta tutti quei colpi per riuscire a dar loro una possibilità, inutile dire che guardando la faccia di Jack, vederlo sopportare quel supplizio, mi ha portato alle lacrime, per culminare poi con la sua voce rotta:

(LA MIA MORTE)

Ma Anne non si arrende e alla fine il suo piano PAGA. I pirati riescono a liberarsi e a uccidere i propri assalitori e grazie al sacrificio della donna a riconquistare così la nave. Ora, l’ultima scena in cui ce la mostrano, un fagottino tra le braccia del SUO Jack mi fa pensare che sia ancora viva e che quindi, quantomeno, se dovesse morire, avremo una scena completamente diversa da quella delle sue interiora sparse sul legno della nave e del suo sangue che gronda dappertutto. Per me, questa è già una consolazione, ma da un altra parte, come detto prima, Anne è forte ed è sopravvissuta, potrebbe riprendersi (non troppo velocemente) e superare anche questa. IO CREDO IN LEI E VOGLIO SPERARE IN QUESTO SVILUPPO

E arriviamo all’ultimo punto, o per meglio dire l’ultimo PERSONAGGIO di questa recensione, colei che secondo me stavolta l’ha fatta da padrone e protagonista: Eleanor.

 Avevo richiesto più spazio per il personaggio e devo ammettere che l’ho ottenuto. Veniamo dunque subito alle cose serie e che mi hanno fatto pensare: la donna è incinta. BOOM. Primo colpo di scena. E adesso?

Una vita costruita a voltare le spalle alle persone che amava e l’amavano e a prendere le proprie decisioni basandosi sempre su un obbiettivo che pensavo fosse Nassau e ora cosa vuole fare Eleanor? SCAPPARE. A questo punto la cosa ha senso, ha un bambino di cui si dovrà occupare, che dovrà crescere e proteggere e certo quest’isola non è il posto giusto per farlo. Innamorata del Governatore, che non mi pare proprio sacrificabile per lei, la donna è disposta a tutto pur di portare a termine questo suo NUOVO piano e per farlo pare essere pronta a mandar tutto quello per cui ha lavorato (?) o comunque l’esercito ha fatto sull’isola all’aria. Ma di questo ne parleremo dopo.

Ora vorrei concentrarmi prima su un altra scena, quella con Max, la stessa donna che ha tanto reclamato fin dall’inizio della puntata e che riesce in seguito a riavere con se. E voi ora vi chiederete ma perché Eleanor ha fatto tutto questo casino per riavere Max al suo fianco? Beh, sicuramente non è per il fattore macchinazioni/intelligenza a cui si riferiva Billy dato che lei e il governatore l’hanno volutamente ignorata sino ad ora.


No, Eleanor ha rivoluto Max con se per una ragione diversa, per qualcosa che forse non è disposta nemmeno ad ammettere (?) e per il fatto che nonostante tutto quello che è successo (molto per colpa sua, se non tutto) l’affetto che prova ancora per la donna è sincero. Il discorso che le fa sul fatto che era pronta a lasciar tutto per lei ma che in quel momento si vedeva come una continuazione di quell’isola e ciò che faceva mi è parsa molto veritiera e sentita.

La donna ha amato Max, di questo ne son sicura, ad un certo punto però ha considerato il suo amore “sacrificabile” per i suoi scopi o comunque per il suo futuro e l’ha lasciata indietro, permettendo così alle loro strade di dividersi ma ora che son nuovamente insieme secondo me è impossibile che non abbia realizzato quello che prova per lei. Non parlo attualmente di AMORE con la A maiuscola, quello penso sia riservato solo per il suo Rogers ora, ma così come a mio parere ha amato Charles e per questo sia sempre stata così emotivamente sconvolta da lui, allo stesso modo i sentimenti per Max o quello che un tempo ha provato son ancora là. Per cui ne ha bisogno.

 

Come ho detto prima c’è una cosa che Eleanor, per quanto una donna forte che ha dovuto lottare in un mondo di UOMINI, non avrà mai, per quanto si impegni e quella è la lealtà. Allo stesso tempo però la sua devozione e il fatto che il suo primo pensiero una volta al sicuro sia stato Max quanto meno mi fa ricredere sul fatto che la donna non sia poi così TANTO cinica come invece ha sempre dimostrato di essere.

La scena finale invece è stata TUTTO. Dimostra perfettamente come ad Eleanor interessano solo le sue priorità, cosa giustissima per carità, e che si adatti perfettamente ad ogni situazione. Il suo piano/obbiettivo è fallito e Nassau non sarà mai sua? E vabbe, la vita continua comunque. Ho fatto casini a destra e a manca, facendomi milioni di nemici, per arrivare praticamente ad un NULLA DI FATTO? Ci sta, però ora devo salvare me, mio figlio e mio marito.

Diciamo che questo modo di ragionare riassume il perché non mi piaccia Eleanor. Perché anche Flint, che secondo me verrà TANTO paragonato a lei nel prossimo episodio (E NON VEDO L’ORA), ha sacrificato delle persone che amava (Gates ve lo ricordate?) e ha mentito e ucciso per raggiungere il suo SCOPO, ma ciò che ha spinto Flint è qualcosa di NOBILE, è lealtà e amore. Ciò che ha spinto Eleanor a far ciò che ha fatto sinceramente non riesco a capirlo o comprenderlo, e magari è un mio problema, ma alla lunga questo mi porta a non apprezzare un personaggio e arrivare ad odiarlo in certe situazioni (pur riconoscendo la sua complessità).

Detto questo con il finale si arriva ad un momento di svolta e sorpresa. Il momento in cui Eleanor fa la sua mossa e propone qualcosa di inizialmente IMPENSABILE ma che dopo qualche minuto, nella mente di Flint (e sappiamo quante meraviglie partorisce quella mente) assume un senso. E anche senza il supporto di Silver, senza spiegarsi o la minima esitazione, il Capitano consegna le sue armi e si dona come garanzia a quella che per tanto tempo è stata una persona parecchio importante per lui e di cui ORA decide di fidarsi.

Avrà fatto bene? E cosa lo avrà spinto ad accettare l’offerta? FLINT ILLUMINACI (e non farti uccidere da Eleanor eh)

Inoltre questa scena finale da vita a un parallelismo dell’episodio:

  

Le cose andranno allo stesso modo? Non ci resta che scoprirlo lunedì!

E a voi questa puntata è piaciuta? Siete ancora vivi? Niente attacchi di panico? Fatemelo sapere, perché quando si parla di Black Sails io son sempre pronta ad accogliere qualsiasi riflessione!

Vi lascio come al solito con il consiglio di far un salto in questa splendida pagina:

Black Sails Italy

E con il promo del prossimo episodio:

Related posts

Legends of Tomorrow | Recensione 1×13 – Leviathan

Aniel

Alcatraz | Recensione 1×04 – Cal Sweeney

Pepkins

Teen Wolf | Recensione 2×09 – Party Guessed

Clizia Germinario

6 comments

Benny 21 Febbraio 2017 at 23:55

Allora scusami per il papiro ma ho molte cose da dire perché non mi accontento di dire che ho amato la recensione, così come ovviamente ho AMATO la puntata.
Mi voglio quindi soffermare su diversi punti.
Sono d’accordo con molte cose che hai detto e adoro come le esprimi, anche io ho ADORATO la scena tra Max e John, sono davvero magnifici insieme e la scena è stata molto intensa e emozionante.

Per quanto riguarda la questione Thomas, IL COLPO AL CUORE, IL DOLORE, quando lo hanno ritirato fuori, ora io non penso che sia davvero vivo, ma credo che abbiano tirato fuori la questione per esplorare meglio il personaggio di Flint e sno curiosa di vedere come andrà avanti questa storia.
Adoro quello che hai detto di Flint e mi hai spezzato il cuore nel momento in cui hai ricordato Miranda, è stato anche uno dei miei primi pensieri, non mi sono ancora ripresa dalla sua morte.

Per quanto riguarda Anne, la amo follemente e so quanto è amata da te (e ho adorato il tuo video su di lei) infatti, Walkerita è testimone, quando ho visto la punatata ho pensato “oddio chissà quando la vede Claudia, oddio muore, oddio voglio la recensione” e ti stavo attendendo con ansia ahah
Bellissima quindi la parte dove parli della scena di Anne, è stata IMMENSA, ha fatto qualcosa di assurdo e incredibile e sono d’accordo per quanto riguarda la sua lealtà, ho sempre pensato che lei tra le donne principali fosse sempre stata la più “pura” diciamo, nonostante la vedi combattere in quel modo, con tutta la sua forza, la vedi tutta badass, poi ha un cuore d’oro e merita TANTO amore.
I feels che mi hai dato nel parlare di lei e Jack, quei due hanno un rapporto che non si può descrivere a parole, è un amore IMMENSO e amo il modo in cui li descrivi, mi è scesa anche una lacrimuccia.

Ora ultimi due punti di cui parlerò: Eleanor e Eleanor + Max.
Perdonami se mi dilungo un po’, ma intanto voglio dirti che ammiro molto il tuo giudizio. Mi spiego meglio, da amante del personaggio di Elenor mi rendo benissimo conto come non sia facile da amare, come non sia facile comprendere o farsi andare giù molte sui decisioni e molti comportamenti, quindi in genere me ne faccio una ragione se viene tanto odiata.
Il problema però, che mi infastidisce molto, è quando spesso la gente si lascia offuscare da questo odio che macchia il loro giudizio e non gli permette di vedere quelli che sono comunque i suoi punti di forza, quelle che sono le sue caratteristiche, positive o negative che siano. Tu non lo hai fatto e lo apprezzo, perché sei riuscita comunque a riconoscere la sua forza e complessità e hai dato una spiegazione logica al tuo non sopportarla e nonostante questo hai ammesso quanto sia stata padrona in questo episodio, mi ha reso davvero felice. Leggere alcune parti e alcuni commenti in cui mi ritrovo anche d’accordo dette da una non fan di ELeanor per me è un piacere, perché alla fine i fatti sono i fatti quello che cambia è il sentimento che possono provocare in chi guarda e questo vale sia per gli errori sia per le cose positive.
Ora prima di soffermarmi su delle cose sul personaggio di Elenor voglio dire alcune cose sul tuo commento alla scena di Eleanor e Max.
GRAZIE. Da amante della coppia, di quello che sono state, quello che potevano essere ma anche quello che sono, ho AMATO il tuo commento, se penso poi che è fatto da qualcuno che non apprezza a pieno Eleanor davvero BELLISSIMO, mi sono trovata d’accordo con tutto quello che hai scritto su loro e mi ha fatto contenta vedere che tu abbia scritto che non si può negare che abbia ammesso dei sentimenti che ci sono ancora. Come anche tu hai detto penso che Eleanor ami davvero Rogers, ma penso anche che ami ancor anche Max, in modo doverso probabilmente, ma penso siano entrambi amori validi e forti.

Ora ultima parte: ELeanor.
PERDONAMI per la lunghezza ma ci tenevo a dire la mia.
Per quanto riguarda la leatlà, mi ritrovo in parte d’accordo e in parte no, è vero che sicuramente non si è dimostrata leale con le persone che ha amato o da cui è stata amata, ma in un certo senso per me è rimasta leale al suo obiettivo e ai suoi ideali, ovvero il voler costruire una Nassau ideale e sicura, mantenersi forte e andare contro a quella convinzione che una donna non poteva stare a capo di un posto del genere, perché lei è rimasta in piedi SEMPRE, non si lascia indebolire nemmeno da quelle persone che sono riuscite a colpirla, a scuoterla in modo particolare, è come se si fosse creata una forte corazza, una fortezza dove lei è l’unica ad avere il controllo della situazione e a mio parere ogni cosa o persona che sembrava minare a questa sicurezza la spaventavano, la rendevano fragile e questo la portava a lasciarle andare, a ferirle e a dare la proprietà a quella che è appunto la sua fortezza. Quindi in un certo senso lei è rimasta sempre leale a QUESTO. Ovviamente capisco come possa essere difficile amare e comprendere un personaggio così appunto, perché comunque, come tu stessa hai detto, a spingerla in queste cose non è un motivo apparentemente più nobile come quello di Flint, ma è una cosa più “astratta” diciamo e forse è più facile amore un uomo che fa quello che fa, è quello che è a causa si una storia come quella, di un amore finito in questo modo, ricordo ancora perfettamente il discorso che gli fa Miranda, sul perché combatte, LA MERAVIGLIA.
Le ragioni che spingono Eleanor ad essere quello che essere sono diverse e forse più difficili da comprendere ed abbracciare, ma sono anche quelle che me l’hanno fatta amare, vedere una donna come lei in un periodo come quello essere così forte, costruire così tanto e il tutto DA SOLA, mi ha fatto impazzire e mi ha fatto innamorare di lei. In ogni suoi errore mi ha spezzato il cuore, ma non è mai riuscita a farsi odiare, perché io penso che il suo forte cinismo sia più una grande maschera, che ha tenuto salda fino ad ora e che qualche volta ha avuto dei tremolii e in ogni tremolio io sono IMPAZZITA, perché l’amavo sempre di più e così è stato in questa puntata.
SIa nella scena con Max che tu hai citato, sia nella scena con la dama inglese, adoro il modo che ha avuto nel rapportarsi con lei e amo il discorso che ha fatto Eleanor sul bambino, penso che questa sia una scelta molto giusta per il suo personaggio, perché questa maternità, più il legame con Rogers è forse la forte spinta che ci voleva per farle finalmente scegliere di lasciar andare Nassau e tutto ciò che quell’isola ha comportato e penso che forse con il tempo, lasciando alle spalle Nassau e con la crescita di un figlio, riuscirà ad essere felice e a mostrarsi per la donna che è, evitando anche molti errori. Perché infondo al “sbagliando si impara” ci credo e penso che potrebbe essere così anche per lei, perché come vediamo appunto nella scena con Max lei si rende conto degli errori che fa, delle volte che ha voltato le spalle a troppe persone e secondo me ci sta anche molto male, ma forse non aveva ancora trovato qualcosa o qualcuno per cui davvero valeva la pena sacrificare tutto ciò che aveva fatto fino ad ora e ciò per cui aveva lottato, che sia proprio questa maternità quel “qualcosa”?

Okay ho finito, scusami per il commento kilometrico, ho davvero adorato la recensione! E’ un piacere seguirti ogni settimana

Reply
Claw
Claw 22 Febbraio 2017 at 10:20

Non scusarti di nulla perché io AMO i commenti papirici, anzi gli aspetto con ANSIA. E son la prima a scrivere ROMANZI quando devo recensire l’episodio per cui non c’è assolutamente nessun problema!

Prima di tutto volevo ringraziarti per le tue belle parole e per il tuo commento, perché se c’è una cosa che io apprezzo molto è quando due persone con un parere diverso su qualcosa riescono ad avere una discussione costruttiva. Parlo quindi subito di Eleanor.
Tra tutti i personaggi principali di Black Sails è forse quello che mi piace bene ma come ho già detto non perché non sia forte, complesso, con uno sviluppo interessante, ma perché quando mi innamoro di alcuni personaggi questi hanno sempre alcune caratteristiche chiave e diciamo che Eleanor non rientra nel gruppo. Ricordo di averla amata nella prima stagione, nonostante fossi già in disaccordo con alcune delle sue decisioni e di essere invece andata in calo ad ogni scelta che faceva e a cui io mi ritrovavo ad urlare “ma cosa fai? ma perché?” allo schermo. Detto questo penso che l’ODIO verso Eleanor a volte sia “esagerato”, nel senso che a volte se chiedi il MOTIVO dietro tutto quell’odio ti si risponde con un semplice “Boh, è odiosa, ha ucciso Vane. LA ODIO” che diciamo non riassume bene i motivi per i quali potresti non tollerare Eleanor. Ma questo è lo stesso discorso di chi odia Max, un altro personaggio che per le sue caratteristiche non rientra tra i miei preferiti, ma che innegabilmente è uno dei più interessanti e macchinatori e lo ha SEMPRE dimostrato.

Parla quella che le gridava contro quando ha tentato di dividere Anne e Jack perché credeva non la amasse davvero ma la stesse solo usando e che invece nella terza stagione si è resa conto di quanto in realtà Max tenesse a lei e la conoscesse davvero (alcuni dei suoi discorsi su loro due mi hanno STRAZIATO l’anima per quanto bene descrivevano il loro legame). Per cui diciamo che a volte si arriva ad odiare un personaggio e si diventa ciechi, cioè tutto quello che fa, che può risultare anche giusto, appare comunque insulso o negativo e io non la vedo così. Non amo Eleanor, mi capita di odiarla o disprezzare alcune sue decisioni, ma quando c’è da ammirare o da riconoscerle qualcosa sarò sempre la prima perché in Black Sails ogni personaggio è scritto MERAVIGLIOSAMENTE!

Per il resto direi che hai immaginato bene, ormai ho ATTACCHI DI PANICO a caso quando ci sono scene di Jack e Anne ma perché il loro LEGAME è forse uno dei più belli che ho mai visto in una serie tv e son arrivata ad affezionarmi così tanto a quello che hanno, che anche se so che probabilmente faranno una brutta fine e mi dico sempre pronta a tale evenienza, in realtà non lo sono affatto! Quindi fai bene a pensare a quanto sto male e in stato emotivo ESAGERATO quando loro sono in pericolo. Io provo per loro quello che tu provi per Eleanor, PROTEGGO I MIEI BAMBINI (proprio dei bambini eh!)

Anche a te piaceva Miranda? Che meraviglia. Le scene e i racconti su Flint che ci ha regalato quella donna NESSUNO MAI.
Mi fa una tristezza ripensare alla sua fine, a come Flint abbia perso entrambi gli amori della sua vita (o forse uno è vivo? boh) e anche io son curiosissima di vedere se Thomas è veramente vivo o meno, per ora è comunque una SPERANZA che se messa in tavola son sicura influenzerebbe Flint. Anche se ora è in mano di Eleanor e ho paura.

Grazie ancora del commento, e perdona la mia lunga risposta

Reply
Benny 22 Febbraio 2017 at 10:55

Fossero tutti come te i fans di Balcl Sails *-* davvero! Adoro il tuo modo di ragione, per quanto riguarda Miranda LA AMAVO, è stato davvero un trauma la sua morte 🙁

Reply
Claw
Claw 22 Febbraio 2017 at 12:04

Io direi che in generale il problema di qualsiasi fandom è proprio questo, odiare a prescindere e gettare schifo su un personaggio quando a volte basta solo pensare lucidamente e analizzare bene la situazione. Poi i gusti son gusti e questo è più che normale, a te piace, a me no ma non è che dobbiamo scannarci o insultarci per questo ANZI, il confronto è sempre una buona cosa!

Miranda, nonostante non abbia mai contribuito all’azione, era un personaggio di uno spessore psicologico assurdo e ci ha permesso di vedere degli spaccati di Flint che nessun altro conosceva. La sua morte TRAUMA vero hai proprio ragione!

Reply
Al
Al 23 Febbraio 2017 at 14:49

Io sono debole di cuore, è sicuro che non arrivo fino a fine stagione. Anne e Jack mi stanno torturando, se ne escano velocemente da quella barca tutti e due illesi, non ci pensino neanche per un secondo a dividere questi due!! Meravigliosi, sono senza parole…
Mi sono stranita all’entrata in scena di Billy, perchè francamente mi aspettavo un’altra azione avventata o uno scontro con Flint, e invece il suo discorso non faceva una grinza. Max è una pedina importante, e avrebbero potuto spingere Eleonor al limite, sapendo poi quanto la donna ragioni d’istinto e considerando che avrebbe potuto compiere un passo falso spinta dalla rabbia o dal sentirsi minacciata (altra cosa su cui mi sono ricreduta alla fine, ma vado in ordine). Ricordando i suoi inizi, anche il percorso di maturazione di Billy è straordinario.
C’è una parte di me che ancora vede Max e Silver come la coppia perfetta, quindi ho adorato il loro scambio di battute; sono due menti affini, e continuo a sperare che prima o poi decideranno di remare nella stessa direzione e allora non ci sarà nemico che posa tenergli testa. Poi va da sè che il personaggio di Silver migliora di puntata in puntata: riconoscere e ammettere le sue debolezze potrebbe essere la vera sostanziale differenza tra lui e Flint, o meglio che rende Silver l’evoluzione della figura di Flint; credo che messo di fronte ad una situazione come quella di Miranda (sperando comunque che non accada nulla a Madi, anche se ho un brutto presentimento) Silver riuscirebbe a non perdere il controllo, come invece era successo a Flint.
Eleonor è un personaggio che non amo, ma come tutti i protagonisti di Black Sails è comunque una figura dalla complessità straordinaria. Non mi aspettavo, dati i precedenti, che proponesse un tale accordo per porre fine a tutto. Non so cosa abbia in mente Flint, ho paura.
Thomas forse potrebbe essere vivo. Ok, e poi??? Non so come reagire a questa cosa, non so come potrebbe reagire Flint… ripeto, io non arrivo a fine stagione.

Reply
Claw
Claw 24 Febbraio 2017 at 10:36

Ti capisco, saremo in due a non arrivare vive a fine stagione!
Comunque anche io a volte penso ancora a Max e Silver, sarà per il fatto che entrambi son così intelligenti e geniali e hanno una chimica assurda insieme, ma ormai non so quanto sia più realizzabile. Billy direi che ha sorpreso un po’ tutti e nonostante il suo discorso avesse come obbiettivo quello di separare Flint da Silver il ragionamento su Max era perfetto e totalmente azzeccato, anche gli altri avrebbero dovuto pensarlo.
Nemmeno io ho idea di cosa abbia pensato Flint e TEMO tanto, ma non ci resta che aspettare e vedere.
Grazie del commento

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv