Black Sails | Recensione 4×03 – XXXI

Inizierei a suonare ripetitiva se dicessi che anche questa settimana Black Sails è riuscito ad alzare l’asticella della PERFEZIONE travolgendomi completamente? Probabilmente si.

Vi risparmio allora quelle 10/20 righe di lodi e promesse di primogeniti agli sceneggiatori di questo show che stanno facendo un lavoro INVIDIABILE e vado subito a sviscerare un episodio POTENTE e che ha il solo scopo di darci un pugno nello stomaco.

Già, il capitolo XXXI di questa storia è un PUGNO NELLO STOMACO, uno SCHIAFFO, un DOLORE inaudito accompagnato da ansia, lacrime, paura per poi concludersi con un GRIDO liberatorio che sa di vendetta, di ribalta e di SPERANZA. A mio parere questo episodio è quasi assimilabile ad un season finale per il modo in cui si è sviluppato e concluso e mi ha ricordato tantissimo l’episodio con cui ci eravamo lasciati lo scorso anno.

Stavolta gli interlocutori, invece di Flint e Silver, son il Capitano Berringer e il suo Governatore Rogers in punto di partire, con il cielo ancora scuro e quell’ansia che ti assale prima di compiere una MOSSA così importante per questa guerra. I due, con i loro discorsi, ci danno una visione esterna a quella dei pirati oltre che uno spaccato di un lato di Rogers che ancora non si era palesato.

I cosiddetti DARK MAN scendono in campo e lo fanno senza risparmiarsi.

Il parallelismo tra i due è poi CHIARO, da una parte abbiamo una VITTORIA e dall’altra la cocente SCONFITTA e anche se questo non è certamente decifrabile nei primi minuti dell’episodio lo diventa invece con il proseguire degli avvenimenti.

Abbiamo dunque da un lato NASSAU e dell’altro il MARE APERTO, da un lato Berringer VS Pirati e dall’altro Rogers VS Barbanera. In realtà le cose sarebbero molto più complesse e sfaccettate di così ma per riassumere direi che è utile focalizzarsi sui due AVVENIMENTI principali, quelli che ci (o mi) hanno travolto/sconvolto MAGGIORMENTE.

A Nassau, con il controllo e il potere nelle mani del sanguinario Berringer la situazione diventa subito critica per un personaggio che la scorsa settimana aveva rubato la scena a quasi tutti: MAX. Rifiutando infatti di allearsi con Silver e senza alcuna protezione da parte ne di Eleanor ne del Governatore la donna si ritrova in balia dei deliri del folle Capitano. Nonostante le minacce ricevute, le grida, le urla e le accuse Max continua a dimostrarsi IMPENETRABILE e incredibilmente RISOLUTA. La sto veramente apprezzando in questo inizio di stagione e va ammirato il modo in cui nonostante rischi la MORTE non si faccia intimidire ne scenda ai compromessi.

Nella scena con Eleanor poi, costretta dalla mancanza di soldati per la scorta personale a restare a terra, viene dimostrato ancora una volta tutto il suo intelletto e la VISIONE DI INSIEME, quella che invece manca alla bella e odiata bionda. Viene rimarcato ANCORA come la morte di Vane, quella condanna e esecuzione pubblica sia stata la mossa peggiore che potessero fare, di come i loro problemi siano diventati più numerosi e complessi da quel momento in poi e di come UCCIDERE pubblicamente o meno Silver avrebbe dato vita a nuove rivolte, forse anche più grandi delle precedenti. Max non era pronta a rischiare QUESTO, non era pronta a mettersi contro TUTTA NASSAU solo per percorrere la strada più semplice ed è per questo che non ha tentato di uccidere il suo vecchio compagno d’affari nonostante ammetta di aver fallito nel suo precedente piano di cattura.

Eleanor però non vede tutto quello che professa Max e continua a chiederle informazioni, INFORMAZIONI che si rivelano però inutili nel momento in cui il Capitano ignora quanto detto per una strana SETE di sangue e forse delirio di potere. Sottovalutando il proprio nemico o forse sopravvalutando invece la propria forza l’uomo, in un teatrino IMBARAZZANTE, grida al vento di attendere Silver nella piazza principale e di essere pronto praticamente ad uccidere ogni singolo pirata gli si pari davanti (PROPRIO EH).

Nel frattempo però, le sue pattuglie non portano a nulla e la voce che Silver sia ancora vivo giungono ai nostri PIRATI, a una Madi commossa e a praticamente qualsiasi abitante dell’isola. E così dopo un veloce inseguimento, qualche morto e una camminata zoppicante il gruppo torna a riunirsi tra baci (non con Flint, no là no), sorrisi, lacrime e nuove scoperte.

Con Flint, Silver, Madi e il nuovo arrivato Israel la speranza di poter riportare le sorti di questa guerra nelle loro MANI sono tornate concrete e anche se non ci siano tante scene dedicate a questi momenti e alla pianificazione di ciò che seguirà son stata comunque felice di come il tutto sia stato sviluppato. Non ho sentito il bisogno di vedere ciò che è stato probabilmente fatto OFF SCREEN e ho quindi apprezzato l’utilizzo di questo tempo per scene ben più significative.

(FIIIIRE)

Insomma tutti gli avvenimenti che si susseguono a Nassau nel giro praticamente di una sola giornata portano allora alla BATTAGLIA FINALE, a quella scena che ha conquistato il MIO cuore per sempre. Spari, sangue, morti, soldati e pirati e un gran bel COLPO DI SCENA. Con Silver portato in trionfo, con quello scontro decisivo, il ritorno di Billy e la morte BRUTALE dell’odiato Capitano per mano (gioco di parole?) di Hands gli sceneggiatori andavano sul sicuro assicurandosi l’ennesimo finale EPICO.

Sinceramente anche qua i pirati potevano pensarla un po’ meglio dato che se non fosse stato per Billy, che nessuno si aspettava, le sorti dello scontro sarebbero state assai più incerte e probabilmente non a loro favore ma a fine giornata ciò che conta è CHI ha ucciso CHI.

Cosa succederà ora? BELLA DOMANDA.

Con Nassau in mano ai Pirati, Eleanor fuggita al forte e un probabile nuovo scontro Billy/Flint all’orizzonte (perché non pensate certo che sia finita così vero?) abbiamo tutti gli ingredienti per un proseguo GRANDIOSO. Ora si va a CONQUISTARE IL FORTE!

Ma arriviamo alla SCENA che mi ha tenuto con l’ansia e la nausea anche dopo ORE dalla visione, parliamo di BLACKBEARD.

CHE UOMO. CHE PERSONAGGIO. CHE TUTTO.

In realtà Blackbeard è arrivato solo la scorsa stagione, new entry di spessore sia per la scrittura che per la recitazione dell’attore scelto per calarsi nei panni di uno dei pirati più famosi di SEMPRE. Nonostante ciò, quello che questo personaggio è riuscito a dare fin dalla sua prima apparizione e che è riuscito soprattutto a TRASMETTERMI nei suoi ultimi minuti ha dell’INCREDIBILE.

Blackbeard è LEGGENDA, è tutto quello che ci si aspetterebbe da un UOMO come lui.

Unica pecca, per me, va nell’essere caduti nella trappola del Governatore, fin troppo evidente, e per il fatto di non aver semplicemente DISTRUTTO a suon di cannonate quella barchetta di dimensioni imbarazzanti in confronto a quella dei pirati. Inizialmente infatti credevo ci fosse un contro-piano, credevo che Barbanera avrebbe SORPRESO tutti e dimostrato di aver predetto le mosse di Rogers e di essere caduto in trappola di proposito. Dopo la sua morte questo mio ragionamento non penso abbia però qualche senso per cui ancora mi chiedo per quale FOLLE ragione abbiano pensato ad un arrembaggio e non a far prevalere la semplice forza di fuoco.

Escluso questo banale dettaglio, quasi non la considero pecca per via del fatto che ci ha regalato QUESTA scena, il resto è stato SCHIFOSAMENTE e DOLOROSAMENTE perfetto. Uno strazio. Penso di aver urlato al computer con il fiatone e un peso sul petto quando pensavo fosse arrivato il turno di Jack, di essermi commossa guardando la paura negli occhi di Anne, la PAURA di perdere una parte della sua anima. MI AVREBBERO UCCISA DEFINITIVAMENTE.

E se devo essere sincera ho un ANSIA assurda al pensiero che questa sorte o una simile potrebbe toccare ai miei personaggi preferiti nel prossimo episodio. Perché sì, ho sempre detto di aspettarmi un finale tragico per Black Sails ed è quello in cui continuo a credere, ma una cosa è dirlo, un altra VEDERLO REALIZZARSI.

Io non sono pronta. Non reggo.

La morte di Barbanera comunque, così come quella di Vane non verrà DIMENTICATA, così come non dimenticherò mai il suo sorriso malvagio o il fatto che non abbia dato la soddisfazione di morire secondo quella barbare tortura e abbia invece portato il governatore a un colpo di pistola che sapeva molto di vigliaccata, dopo tutto ciò a cui lo aveva sottoposto.

Una dimostrazione di forza DISUMANA in risposta ad una cattiveria terribile. Barbanera ha dimostrato di essere quella LEGGENDA che ho detto prima e anche di più, riuscendo a inorridirci, farci soffrire e alla fine instillarci la voglia di strangolare Rogers con le nostre stesse mani (come se ce ne fosse bisogno).

Io non so voi ma sto già andando a comprarmi una spada ed imbarcarmi per cercare VENDETTA…anche se forse arrivo con giusto qualche anno di ritardo. Ed è una storia inventata.

ERA SOLO PER ESPRIMERE COME TUTTO MI AVEVA FATTA SENTIRE.

(I know Madi, I know)

Se mi chiedete però come Jack e Anne e i pirati catturati riusciranno ad evitare di incombere in un destino analogo a quello del compianto Blackbeard questo non lo so. Ancora spero in quel PIANO che spieghi perché quel Barbanera così GENIALE, appena descritto da Jack, sia caduto in una trappola così semplice, ma comunque son aperta a qualsiasi nuova idea o possibilità. Basta che non muoia nessun altro nel prossimo episodio, so che è chiedere troppo ma mi piacerebbe veder arrivare i personaggi che amo almeno agli ultimi episodi della stagione. PLEASE?

E con questo anche per questa settimana è TUTTO. Voi cosa ne pensate della puntata? Come proseguirà per voi la storia? E quanto vi ha distrutto psicologicamente e fisicamente la morte di Barbanera? Attendo commenti e teorie!

Prima di andarvene vi consiglio di far un salto in questa splendida pagina dedicata alla serie:

Black Sails Italy

E vi lascio con il promo del prossimo episodio




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

Claw

Nata nel non troppo lontano 1994 si dimostra subito particolarmente affine ai programmi televisivi cominciando la sua vita da divoratrice pomeridiana e seriale di cartoni sino a scoprire il mondo delle serie tv. La memoria non è proprio il suo forte, il suo primo ricordo risale ad una notte passata in compagnia di tre bellissime streghe indaffarate ad eliminare il demone di turno. Fu amore a prima vista, e da Streghe si passò velocemente a Smallville e Buffy per poi venir letteralmente catapultata nel meraviglioso regno dei Telefilm! “Questa è l’ultima serie che comincio!” è la sua citazione più frequente anche se affascinata da qualsiasi cosa in cui si imbatte, non importa di che genere, si ritrova costantemente a doversi districare tra mille show e finisce con l’innamorarsi follemente di personaggi che solitamente non si ritagliano molto spazio o son destinati a far brutte fini! Alcune delle serie nella sua lista sono: Once Upon a Time, Doctor Who, NCIS Los Angeles, Grey’s Anatomy, New Girl, The Vampire Diaries, Arrow, Revenge, Castle e tanti altri che vi risparmio per salvarvi da un elenco esageratamente lungo. Ossessiva compulsiva, dalla lacrima facile e dalla risata isterica ama criticare e commentare qualsiasi cosa la colpisca, solitamente senza alcuna ragione!

4 Comments

  1. Al

    Al

    16 febbraio 2017 at 09:04

    Se tutte le puntate sono così, io non arrivo a fine stagione! Ho una certa età, potrei non reggere a tutti questi colpi…
    Bellissima recensione, mi trovi d’accordo su tutto!
    Eleonor che dice a Bellinger di non spettacolarizzare le esecuzioni assolutamente ridicola, dopo che lei ha fatto fare la stessa cosa con Vane; facile mettersi le parole di Max in bocca quando secondo me non ne ha ancora capito la vera visione. Odio estremo per Eleonor, è più forte di me!
    L’entrata in scena di Silver stile messia della pirateria è stata meravigliosa. Ora aspetto un nuovo confronto con Billy, che stavolta spero riesca ad ampliare un po’ le sue vedute. Mai avrei pensato di vedere Flint alla destra di Silver, mentre lui fa un ingresso trionfale da “protagonista”, eppure persino il capitano ha capito cosa è meglio fare ora, mettendo da parte magari anche un po’ di orgoglio, quindi a maggior ragione Billy dovrebbe ragionare.
    Barbanera e le lacrime. Ero contemporaneamente divisa tra “ti prego finisci, che non riesco a vederlo così torturato” e “oh mio dio il prossimo è Jack, ti prego resisti”. E’ stato straziante. Anche io sono rimasta un po’ stupita dal fatto che abbiano abboccato all’amo così facilmente, quindi spero che ci sia un piano B. Sicuramente mi aspetto che la morte di Teach abbia lo stesso effetto della morte di Vane, e quindi sappia smuovere qualcosa nell’animo dei prigionieri. Rogers mi ha sorpreso in negativo: quel colpo di pistola è stato da codardi (giusto per citare il suo discorso con Bellinger). A me è rimasta una gran voglia di prenderlo a mazzate sui denti, quindi spero che qualcuno nella prossima puntata mi levi questo sassolino dalla scarpa.
    Ciao, alla prossima 🙂

    • Claw

      Claw

      16 febbraio 2017 at 09:47

      Condivido anche io tutto quello che hai detto a partire da Eleanor che prende le parole di Max e le ripete fuori contesto. Davvero quella donna non ha una visione generale e ora che il piano di chiedere aiuto a suo nonno è praticamente fallito prima di iniziare voglio proprio vedere che si inventerà!

      Barbanera non sarà dimenticato, anzi io mi aspettavo quasi una rivolta già dopo il colpo di pistola ma non è stato così. Spero davvero ci sia un piano B senno questa strana strategia di battaglia mi deluderebbe un po’.

      Grazie mille del commento 🙂

  2. Benny

    17 febbraio 2017 at 11:54

    Inizio con il dire che ho AMATO questa recensione, rendere omaggio a questa PUNTATONA attraverso le parole non deve essere stato facile e ci sei riuscita davvero alla grande!
    Sono d’accordo questa puntata è stata un pugno allo stomaco, mi ha lasciato proprio una voragine nel petto, un incredibile senso di ansia e angoscia.
    Ho apprezzato tantissimo Max in questa puntata e inoltre credo di essere l’unica a temere per l’incolumità di Eleanor, perché si mentre quasi tutto il fandom la vuole morta probabilmente (per quanto ci potrebbe stare) io ne rimarrei devastata, ho un rapporto molto complicato con questo personaggio, perché la amo, amo la sua caratterizzazione, amo come ci viene mostrata, amo le sue sfumature, anche se riesco a riconoscere tutti i motivi per odiarla e anche se spesso sono la prima a dire “che ca**o fai???” molto spesso, non riesco ad odiarla davvero, sarà che sono stata troppo catturata dal suo personaggio fin da subito che ormai, un volta datole il mio cuore, tornare indietro era quasi impossibile, sarà che sono affascinata dalla sua forza e dalla sua complessità ma ecco la amo.
    Comunque tornando alla recensione quoto tutte le osservazioni che hai fatto sulla battaglia e i vari avvenimenti, per quanto riguarda Blackbeard la sua morte mmi ha lasciato un vuoto allo stomaco, sia per come è stata strutturata la scena (i brividi) sia per la morte in sé, terribile.
    Poi ho temuto davvero il peggio per Jack, mi stavo sentendo malissimo e lo sguardo di Anne, LO SGUARDO DI ANNE, quello è stato un colpo al cuore, una pugnalata… se la scena di Blackbeard mi aveva aperto una ferita , sentire che Jack sarebbe stato il prossimo e vedere la paura di perdere tutto ciò che per lei conta nello sguardo di Anne è stato il coltello rigirato nella ferita già aperta.
    Quoto anche la parte del come siano caduti nella trappola del governatore, sia Blackbeard che Jack mi sembrano troppo intelligenti per cadere in una trappola così, per non aver pensato ad una via di fuga, quindi non so sono troppo curiosa di vedere cosa ci aspetta e come riusciranno a liberarsi.
    Detto questo un saluto e alla prossima, complimenti per la recensione!

    • Claw

      Claw

      18 febbraio 2017 at 10:41

      Amare un personaggio che è generalmente odiato dal fandom non è una cosa semplice, e gli amanti di Eleanor probabilmente si contano sulle dita di una mano ma nonostante anche io tenda a non sopportarla non si può certo nascondere che sia un personaggio complesso e sfaccettato e perciò a mio parere INTERESSANTE. Attualmente sta prendendole peggio decisioni e camminando con il salame sugli occhi ma penso che Max riesca a svegliarla e a farla tornare con la testa sulle vicende e non persa tra le nuvole! In ogni caso i gusti son gusti, ognuno ha i propri preferiti e non dovrebbero esserci problemi per ciò (cosa che invece molto spesso non succede) per cui capisco cosa si prova a vedere la sua vita a rischio, è quello che provo io ogni giorno per Jack e Anne.

      Se fosse toccato anche a Jack dopo Blackbeard penso saremmo morti MALISSIMO, o almeno io probabilmente non avrei retto il dolore. E davvero essere caduti nella trappola del governatore è qualcosa di TROPPO strano, almeno per me per cui mi attendo qualche risvolto o sviluppo e spero davvero riescano a salvarsi tutti.
      Grazie mille e complimenti anche per il commento 🙂 mi fa sempre piacere parlare di questa splendida serie

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.