Image default
Better Call Saul News

Better Call Saul | Betsy Brandt parla del cameo annullato di Marie

dkslfsfdafsd

Durante il panel di Better Call Saul del mese scorso, Vince Gilligan, co-creatore della serie, aveva lanciato un’intrigante anticipazione: il secondo season finale dello spin-off/prequel di Breaking Bad avrebbe visto il ritorno di un personaggio di Bad, ma Gilligan è stato convinto dall’altro co-creatore della serie, Peter Gould, e dagli altri autori, a scartare l’idea del cameo, perché avrebbe “distratto gli spettatori dalle cose davvero importanti che stavano succedendo il quel momento.”

Come abbiamo potuto vedere, quel momento era la TAC di Chuck dopo il suo terribile trauma alla copisteria, e quel personaggio era Marie Schrader, moglie di Hank e cleptomane seriale, interpretata vivacemente (e coloratamente, in specifico di viola) da Betsy Brandt. Il piano era quello che Marie aiutasse Chuck (Michael McKean) con la TAC, dandole lavoro come radiologa, “Pensavo che far tornare uno dei personaggi fondamentali di Breaking Bad sarebbe stata un’opportunità grandiosa e naturale, e Peter e gli autori mi hanno fatto cambiare idea,” ha detto Gilligan a EW questa settimana. “Non perché non amano Betsy quanto me, ma perché avrebbe distratto gli spettatori dal momento. Era un momento importante in cui volevamo rimanere nella testa di Chuck, mentre affronta il suo terrore e la sua agonia per la TAC.”

“Non puoi realizzare una scena con Betsy Brandt senza aver un grandioso momento di Marie, e come possiamo fare a rendere questo momento di Marie importante rimanendo concentranti su Chuck?” ha aggiunto Gould, continuando, “Fa male non avere il cameo, perché ci manca Betsy.”

Questo Momento di Marie non ha mai superato la writers’ room, infatti la Brandt ne ha sentito parlare per la prima volta quando è stata contattata da EW per sapere della sua reazione. “È pazzesco! Ho parlato con tutti i ragazzi e nessuno ha mai accennato nulla del cameo!” ha detto con una risata. “Anche in Breaking Bad, Vince aveva molte idee per il tuo personaggio, e molte volte non te le svelava, perché se non avessero dovuto avverarsi, ci saresti rimasto male. Quindi lo rispetto per questo.”

E dopo aver visto “Klick”, la Brandt era d’accordo con la decisione presa dai produttori. “Oh no, lei non potrebbe essere in ospedale,” ha detto. “Cosa farebbero? Mi terrebbero sullo sfondo? Sarebbe strano.” Lei ha poi aggiunto, “In quel momento, sai che lei starebbe indossando qualcosa di viola e si starebbe lamentando con qualcuno…”

“Non è il momento giusto per lei,” ha continuato. “Spero che ci sarà quello giusto in futuro. Vince fa sempre le chiamate giuste…detto questo, amerei tantissimo lavorare con Michael e non potrei mai dire no ad una proposta con un attore che amo. Credo che lui sia fenomenale, e quel ruolo? Oddio!”

Come starete immaginando, Brandt è una grande fan di Saul; lei ha detto che “Five-O” – l’episodio della prima stagione in cui viene svelata la vendetta di Mike (Jonathan Banks) per il figlio – è “una delle migliori cose che io abbia mai visto in televisione.” “Una delle cose che amo di questo show è che si capisce che è realizzato dalle stesse persone di Breaking Bad, ma al tempo stesso è completamente diverso,” ha detto. “Loro ti portano attraverso questo percorso, e non hai mai la sensazione come se ci fosse un segnale di pericolo che dice ‘Esposizione!’, eppure sai tutto quello che dovresti sapere. Non sai tutto, ma sai le cose giuste…Ho la sensazione che non ci sarà un lieto fine però. È solo che loro erano così tristi prima che noi li incontrassimo.”

Per la cronaca, – SPOILER! – lei è rimasta affascinata dalla rivelazione che Chuck stava fingendo la sua malattia mentale e fisica in modo da ottenere e registrare la confessione di Jimmy (Bob Odenkirk) nei momenti finali dell’episodio. “Era così intenso, non so neanche spiegare come mi sento,” ha detto. “Mi sono ritrovata a pensare, ‘Oh no, non l’avete fatto davvero!’ quando lui ha alzato il cuscino, e dice, ‘Oh, chi è tuo amico ora? L’elettricità?’ Credo che sia stato semplicemente eccezionale. È stato un grande viaggio. Perfetto. E un season finale ancora più perfetto.”

Gilligan ha lasciato aperta la possibilità per un’apparizione di Marie (“Tutto è possibile,” ha detto. “Noi l’amiamo”), e la Brandt è pronta ad accettarla. “Ovviamente mi piacerebbe farlo!” ha detto entusiasta. “Amo quelle persone! E poi si tratta di uno show televisivo grandioso. Chi potrebbe rifiutare?”

Lei ha qualche preferenza sulle scene da girare? “Arriverei e farei qualsiasi cosa se me lo chiedessero. Non c’è davvero niente che non farei. Voglio dire, non ho mai avuto una scena con Bob e Jonathan, ma li amo entrambi come attori e persone, quindi correrei di corsa verso di loro. Non mi interessa neanche che scene potrebbero essere. Ma ovviamente, mi piacerebbe qualche scena davvero importante che ti farebbe pensare e ripensare.”

Nonostante la Brandt abbia altri progetti – attualmente lei ha un ruolo nella comedy di CBS “Life In Pieces” – Breaking Bad ha ancora molta importanza per lei, e la possibilità di riprendere il suo ruolo in Saul è qualcosa di speciale. “Amo interpretare Marie. Devo dirtelo però, non volevo interpretare Marie dopo aver interpretato Marie,” ha detto. “Ma…mi manca sempre, mi mancano tutti quanti. Questo potrebbe essere l’unico motivo per cui indosserei ancora qualcosa di viola.”

 

Fonte

 

Related posts

Looking | HBO non rinnova ma darà un finale col film TV

Lily

Killer Women | Melora Hardin guest star nel nuovo drama ABC

Flight

Vikings | Le anticipazioni del Comic Con

Chiara

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv