Image default
Castle Rubriche & Esclusive

Best Caskett Moments – Scelti da Voi!

Quando mi è venuta l’idea di comporre un articolo sui Best Caskett Moments, una sorta di celebrazione in vista del ritorno di Castle dopo il lungo inverno dello hiatus, oltre al naturale entusiasmo che provo quando ho la possibilità di 1. scrivere 2. parlare dei Caskett, ho iniziato a pensare che realizzare un’Amarcord dei loro momenti più significativi sarebbe stato indubbiamente molto elettrizzante, ma lo sarebbe stato ancora di più se avessi chiesto ai fan di Castle di farmi entrare nel cuore della loro Caskettosità.

Si sa che il piacere si moltiplica se è condiviso, e io ho sperimentato questa verità sia commentando le puntate nello spazio settimanale delle recensioni, sia chiacchierando giorno e notte con altri ossessionati castellosi le persone che amano il telefilm, analizzando allo sfinimento ogni minimo dettaglio. Dal sole sorto sulla schiena di Beckett, al cuscino damascato che lascia le righe in faccia al mattino, al materasso ad acqua anni ottanta che tende a far volare quella poveretta sul soffitto quando si rilassa con suo marito.
Siamo meglio della Cia. Non ci sfugge niente.

Mi sembrava giusto lasciare la parola al fandom, a chi ha avuto voglia, tempo e interesse a raccontarmi i propri momenti memorabili custoditi con affetto, ricordi preziosi che solo un fan può capire, mentre il resto del mondo ci chiede: “Maperchénonescidicasaèsolountelefilm”.
(Tuo nonno è solo un telefilm).
ce717168c2c4ab7f9773079156edbe34

Grazie a tutti per l’impegno, l’entusiasmo, le liste, le condivisioni personali e per amare tanto Castle.

Dal grande quantitativo di dati ricevuti, onestamente più di quanto mi aspettassi, ho scelto di creare una classifica dei “Best Caskett Moments a furore di popolo”. Classifica che, è chiaro, non ha la pretesa di essere né esaustiva, né ufficiale.
Lasciatemi dire che è stato un viaggio bellissimo. Ho riso rivedendo momenti del loro bantering classico, quello creato su modello delle commedie anni quaranta da cui i Milmar (Andrew W. Marlowe & Terri Edda Miller) hanno preso spunto (The Thin Man, Adam’s Rib), mi sono emozionata nel rivedere scene che considero le pietre miliari del loro rapporto e ho rivissuto, grazie ai vostri racconti, la profumata e preziosa essenza della loro incredibile storia (*si asciuga gli occhi con un fazzoletto di batista).

Bando al sentimentalismo, veniamo alla classifica.

11. You believe me? I never stopped (5×05)
(è antiestetico averne undici, ma non ho avuto cuore di toglierla)

Siamo agli inizi della loro relazione lungamente attesa, e svolazziamo da qualche settimana in un turbinio di emozioni, endorfine, euforia, eccitazione, e tutte le altre parole che iniziano per –e.
Ci cade una tegola in testa: Tyson architetta un perfetto complotto contro Castle, che finisce dietro le sbarre. Lo shock è terribile per tutti: per noi, perché cosa abbiamo fatto di male per soffrire di nuovo dopo solo quattro puntate? (Con Castle ho capito il vero significato della parola “ansia”. -Giorgia); per Beckett perché è messa di fronte a delle prove schiaccianti, che dimostrano non solo che Castle è un presunto assassino (il che è secondario), ma soprattutto che lui l’ha tradita con un’altra donna, a cui ha regalato gioielli di squisita fattura. (Caterina, era ovvio che ci fosse qualcosa che non tornava. Riccardo ti ha mai regalato meno di dieci giri di perle kitsch?).
Kate non perde mai la speranza. Gli crede, nonostante tutto. Ed è una costante del loro rapporto. Lei gli crederà sempre, anche quando non si presenterà alle nozze perché: “Dovevo salvare gli Stati Uniti da un incombente attacco terroristico di cui non ricordo nulla avendo chiesto che mi cancellassero la memoria”.
Se non è amore questo…

10. Sucker Punch (2×13)
Beckett: If you tell anyone what I’m about to say, there’s going to be another shooting. But… I’ve gotten used to you pulling my pigtails. I have a hard job, Castle, and having you around makes it a little more fun.
Castle: Your secret’s safe with me.

In uno scambio inusuale per una persona tanto chiusa e non a proprio agio nell’esprimere i sentimenti, vediamo Beckett iniziare ad aprirsi con Castle e dimostrare di apprezzare la sua presenza. (Non voleva ammettere che il bip l’aveva attizzata da subito. -Sette). Siamo solo agli inizi di un lungo percorso di crescita, accettazione e stima che avrebbe portato alla costruzione di un profondo e inattaccabile sentimento (non è quello che ci fa tremare le ginocchia della loro storia? L’incrollabile certezza che il loro amore durerà per sempre? Non è il sogno di tutti?).
…Il piano della loro relazione si stava spostando da una grande attrazione a qualcosa con delle basi diverse. I due stavano iniziando a scalfire la reciproca superficie andando al di là di ciò che normalmente mostravano al mondo, l’immagine che avevano costruito per il pubblico. -SilviaDV

9. I just want you to know how much I… (Cella frigorifera: 3×17)

Si faccia vivo chi non ha riguardato la scena al rallentatore più e più volte per cercare di capire “How much I…” che cosa?? Parla! Non usare la scusa della temperatura sotto zero e il ghiaccio sulle ciglia per svenirgli tra le braccia!
C’era una “L” e le labbra stavano formando una “O”, è evidente. È vero, poteva dire: “… I love our partnership”, certo. E il romanticismo è finito, andiamo in pace. Preferiamo pensare che si sarebbe fermata a un “love you”. Era presto, non era pronta, il cardiochirurgo motociclista con il ciuffo al vento li aspettava come un segugio fuori dal container (non dovevi andare ad Haiti a salvare il mondo palafitta per palafitta? Ciao. Tante cose), ma vogliamo credere che, in un momento di pre-morte, prima di andare verso la Luce, lei stesse confessandogli i suoi sentimenti.

8. Annusamento (8×05)


L’ottava stagione, ora in corso, è un argomento delicato. C’è chi chiede vendetta al cospetto di Dio (cit.) e chi la sta amando (io appartengo alla seconda categoria, è facilmente intuibile dalle recensioni). La loro separazione ci ha spezzato il cuore, vedere Castle soffrire e sognare minipony è stato tremendo, quando lei se n’è andata dal loft con il maglione nero a collo alto, chiaro segnale di sventura, io sono stata male fisicamente, come se avessero fatto appassire di colpo tutti i fiori della Terra e ci avessero tolto la speranza in un mondo migliore, come i Dissennatori potteriani. Ma è un momento molto dolce, di puro amore.
Adoro questa scena. Sarà la musica in sottofondo, saranno le parole di Mia, ma vedere loro che si annusano le cose in quel modo, con malinconia, non dico che mi è “piaciuto”, ma in quel momento, in quella fase della loro storia, mi sono emozionata molto. Si vede l’amore reciproco. -Alice

7. Let’s go kinky (Manette: 4×10)

La quarta è stata una stagione molto complessa. Lui si era dichiarato, ma non sapeva che noi sapevamo che lei sapeva che lui l’amava. Aveva stretto un accordo segreto per proteggerla, che noi sapevamo che lei non sapeva eccetera. Nel frattempo, il loro avvicinamento era inesorabile: lei gli inviava love eyeballs in ogni occasione, lui attendeva che lei combattesse muri e fantasmi, noi ci scorticavamo le dita a sangue perché non sopportavamo più quell’insostenibile sexual tension e tutti i feromoni lanciati nell’aere (Chimica ne abbiamo?).
Ecco che i Milmar, con molto sadismo, ci rifilano una puntata sexy e kinky basata sullo stratagemma: “La sorte ci ha fatto risvegliare su un materasso, insieme, ammanettati, al buio e da soli e senza ricordare cosa sia successo. Guarda il caso, proprio come i nostri fan sognano da anni”. Largo, quindi, a doppi sensi, battute maliziose, posizioni dubbie, riferimenti sessuali a piovere, mani allacciate per tutta la puntata (“Perché altrimenti le manette ci segano i polsi”. Certo. Fate pure come se non ci fossimo. Giocate con i nostri sentimenti).

6. I open my eyes and I look at you (7×15)

Tyson ha colpito ancora con implacabile perizia. (Eh, cattivi così non ne fanno più). Lui e la Creepy Chirurga hanno rapito Beckett per vendicarsi di Castle (lui) e rubarle la faccia (letteralmente. Lei). At the end of the day, il sangue freddo di Beckett e l’astuzia di Castle hanno avuto ragione della coppia di psicopatici criminali (ammazzandoli entrambi, per stare più tranquilli). È stata una puntata forte e un po’ splatter, ma il finale è un momento Caskett di rara delicatezza. Kate è ancora un po’ provata dai fatti del giorno (…) e Castle arriva, come sempre, in suo soccorso. Grazie alle sue parole e al conforto offerto dal suo petto su cui tutte noi vorremmo appoggiare la testa, almeno una volta, riesce a farla riemergere dall’orrore e a farla tornare tra noi. Always.

5. How are you? (La rapina in banca: 4×07)
Parlando di sguardi d’amore di cui la quarta stagione abbonda, questa puntata si offre come punto cardine del loro balletto: “Noi sappiamo che ci amiamo, il mondo sa che noi ci amiamo, camminiamo per strada con gli striscioni declamanti il nostro amore sopra la testa, ma preferiamo non dircelo e continuare a soffrire“. Cops and Robbers offre non solo uno spasimato momento d’amore finale, interrotto da Martha (che merita di essere imbavagliata e lasciata in uno scantinato gelido a pentirsi)

ma anche molti altri momenti *sospiro* CaskettQuandoNonEranoCaskett
* Badass Kate

* Kate convinta che lui sia saltato per aria

* E il famoso “Tell me you need me”, nel classico scambio tra le righe: “Oddio, perché adesso stiamo rompendo il tacito patto dell’amarci-fingendo-di-no?! Non sono pronta! Non ho fatto la ceretta”.

4. Tomorrow (1×05 – 4×22)

Castle ha tante minuscole particolarità che lo rendono Castle e che i fan riconoscerebbero a occhi chiusi. Abitudini, gesti, simboli, che vengono ripresi di stagione in stagione per segnalare, tra le altre cose, l’evoluzione del loro rapporto. Una di queste è la parola “Tomorrow”. Viene introdotta nella 1×05, con i Baby Caskett ancora a girarsi intorno, annusandosi (metaforicamente, in questo caso) a debita distanza, e rivista alla fine della 4×22, dopo un arco narrativo colmo di incomprensioni, durato qualche dolorosa puntata.
Il formale e un po’ grigio “night” della poliziotta vs il “tomorrow” pieno di speranze dello scrittore,
sottolinea la profonda diversità di carattere tra i due, ma, allo stesso tempo, hanno introdotto una prima tessera di quello che andrà a comporre il loro linguaggio “di coppia”. Ed è bellissimo poter legare questo tomorrow a quello della 4×22. Quella timida domanda di Kate a cui segue la conferma di Castle.-Miri

(Siamo arrivati al podio. Pronti con le premiazioni?)

3. Medaglia di bronzo a: Il primo bacio (3×13)
Josh: Cosa hai fatto oggi al lavoro, cara?
Kate: Il solito. Ho baciato Castle sotto copertura.

“WHAT?!”, deve aver risposto lui. Sempre che non fosse in giro per il mondo a salvare passerotti o a fare altre cose di cui non ci è mai importato nulla.
Era presto perché si mettessero insieme, lo sappiamo, gli astri non erano allineati, Mercurio era retrogrado, c’era tanta strada da fare, muraglioni sotto cui posizionare bombe. Ok, ok. Però la carne chiamava, non potevano negarlo.
Quale migliore occasione di toccare con mano se tanta attrazione avesse un fondamento reale? E senza nemmeno dover affrontare le conseguenze, perché tanto lo facevano per salvare il mondo dal crimine? Con queste premesse, Castle l’avrei baciato pure io! (*ehm, anche senza tante scuse…).

Aria aria c’è bisogno di aria!! -Sofia
Da notare: la faccia sconvolta di lei nel rendersi conto che il Paradiso è vicino e il commento post bacio di lui “It was amazing”. Tzè, principianti. Noi lo sapevamo già.

2. Secondo classificato: Always (4×23)

Quattro anni. Quattro lunghissimi anni passati a conoscersi, desiderarsi, innamorarsi e volersi, hanno raggiunto il culmine e sono esplosi in un attimo contro un’ignara porta. Benedette siano le porte, tutte. Una tra le scene che ancora mi scombussolano e mi fanno arricciare capelli, altrimenti molto lisci, al solo pensiero. Antò, fa caldo.
Non è solo una scena molto hot (per noi di Castle abituati all’ascetismo, soprattutto), ma è la realizzazione fisica perfetta, di copione e interpretazione, di quel groviglio di sentimenti a lungo repressi, che hanno finalmente avuto modo di uscire allo scoperto come un’eruzione vulcanica che ha illuminato a giorno la notte buia e tempestosa (Metafora cheap, mi rendo conto).
La loro non è voglia di qualcosa di buono. È proprio fame. -Sette

1. And the winner is… The wedding!! (7×06)

Gli showrunner ci hanno fatto penare. Hanno fatto finire lo sposo in un fosso, hanno fatto credere a una povera donna infangata (con addosso il vestito di sua mamma morta!!) che fosse bruciato vivo nell’incidente e l’hanno fatto sparire per mesi. Ricordo ancora me stessa controllare twitter di nascosto alle tre di notte e scoprire l’orrore.

Dopo sole sei puntate (ma con quattro mesi e mezzo di hiatus nel mezzo) ci hanno dato la sospirata ricompensa: un cartonato, Alexis in pesca tono su tono con il tramonto, la brezza artica che spazza l’oceano a novembre a insinuarsi nel pizzo leggero, il sole calante delle quattro meno venti e… l’emozione di Kate che si commuove al braccio del padre, lo sguardo di Castle quando la vede avanzare, il suo preoccuparsi sempre e solo per lei, sostenendola e inviandole forza, temendo che gli morisse davanti, i suoi occhi sfavillanti d’amore per la donna della sua vita, il tono carezzevole e cantilenante delle promesse, il ballo finale sulle note della loro canzone. Ho ancora le oche che mi corrono sulle braccia.
Il matrimonio caskett, la parte del “Hi”-“Hi”, le loro promesse (soprattutto le parti finali delle loro promesse). “It’s perfect”. -Rosy


This is it. Siamo arrivati alla fine. Prima di concludere vorrei aggiungere qualche bonus che ci fa sempre piacere ricordare:

Il pony (2×01)

Richard Castle l’Irresistibile, al massimo del suo splendore e lei che nemmeno ci prova a darsi un contegno.

Forbidden Planet (3×19)
Beckett che finge di non sapere che Castle finge di non aver mai visto “Forbidden Planet”, solo per farsi portare al cinema e trascorrere qualche ora con lei.
Ma a rendere speciali i Caskett sono anche questi momenti di spensierata leggerezza, che impreziosiscono e rafforzano il rapporto fra due, momenti in cui da spettatore realizzi quanto stiano bene insieme in assoluto, di quanto desiderino – più o meno consapevolmente- trascorrere il loro tempo insieme. E quell’espressione maliziosa e soddisfatta per la sua trovata, sul volto di lui mentre l’ascensore si sta per chiudere la dice lunga, e mi strappa un sorriso ogni volta. -Pilla

d14100fdfcbfb3b6336d938327150d1a

From now on, I’m a one writer girl (3×21)
Il loro rapporto è unico e nessuno può minarlo ed entrambi sanno che è solo questione di tempo affinché questo diventi ancora qualcosa di più. -Giulia
download

Proud to be his wife (7×23)

Il passaggio di Beckett da: “Toglietemelo di dosso, non lo sopporto più” a “Sono fiera di essere sua moglie e la sua ispirazione”.
Per me quel momento ha reso completa la trasformazione del personaggio di Beckett. Dal tergiversare, dai dubbi, dall’ironia sul fatto che non avrebbe mai avuto niente con lui siamo arrivati all’orgoglio dell’essere sua moglie e, sopratutto, musa. -Cristalskies

Chiuderei così, ricordando che Castle è iniziato raccontandoci di “A writer and his muse” e, otto stagioni dopo, lo sta ancora facendo. Beckett è diventata per Castle amica, amante, moglie, compagna, partner, ma è sempre rimasta la sua immensa fonte di ispirazione.

Because of you
Because of us
Always

Ringrazio ancora tutte le persone che mi hanno mandato mail, messaggi privati, inviato gif e commenti, aiutato a dipanare la mole dei dati e fornitomi diagrammi a torta con commenti ironici che ancora rido (you know who you are. Always), Lana, Walkerita, Serena di Tutti pazzi per Castle e il meraviglioso forum di Castle: Castle2.0

Ci vediamo la prossima settimana con la recensione del nuovo episodio!
Syl.

Related posts

Quotes of the Week #78

ChelseaH

Pilot Addicted | Extant

Lu

Addio Crazy Ex-Girlfriend

30 comments

Manuela 3 Febbraio 2016 at 11:07

L’ho già messo tra i link preferiti questo regalo che ci hai fatto Syl. Sarà bello sapere che c’è un posto nel cyberspazio nel quale venire a rivivere i migliori momenti dei Caskett accompagnati dai tuoi commenti e da quelli di altri meravigliosi fan quali noi siamo.
Uni

Reply
Syl
Syl 3 Febbraio 2016 at 11:55

Grazie Uni!! E grazie di aver partecipato 🙂

Reply
Giorgia 3 Febbraio 2016 at 11:47

Quale momento migliore per pubblicare un articolo che trabocca di essenza Caskett, se non nell’ultima settimana di un lungo hiatus invernale? Fandom colpito e affondato.
È stato un bellissimo viaggio tra i momenti migliori di questo telefilm, visti con gli occhi di chi si è innamorato di loro ancor prima che loro si innamorassero l’uno dell’altra.
Grazie Syl.

Reply
Syl
Syl 3 Febbraio 2016 at 11:55

Grazie mille, Giorgia! <3

Reply
Cristalskies 3 Febbraio 2016 at 11:51

Articolo fantastico. Non si poteva celebrare meglio il ritorno dal mini (mini?)-hiatus!
Rivedere queste scene tutte raccolte assieme scatena mille emozioni e ricordi!
Tra l’altro alcune scene, come “I can buy you a pony” era da un po’ che non le rivedevo!
Bellissime GIF!

Reply
Syl
Syl 3 Febbraio 2016 at 11:58

Grazie!! La tua scelta a chiudere l’articolo 🙂

Reply
InMyVeins 3 Febbraio 2016 at 13:03

Wow! Non poteva venir fuori una carrellata di best Caskett moments più bella di questa. Grazie al tuo articolo aono tornata un pò indietro nel tempo e, in pochi minuti, ho ripercorso tutta la loro bellissima storia.
Meno male che c’è Castle, il forum e Syl che è sempre una garanzia

Reply
Syl
Syl 3 Febbraio 2016 at 19:01

Grazie 🙂 <3

Reply
Silvia 3 Febbraio 2016 at 13:25

Syl, come sempre i Caskett sono materia tua!
Hai saputo selezionare fra gli innumerevoli momenti quelli più significativi per intensità e rilevanza nella loro storia.
Il regalo giusto per permetterci di superare quest’ultima settimana!
Da mettere nei preferiti per rivivere in loop le emozioni Caskett. Grazie!

Reply
Syl
Syl 3 Febbraio 2016 at 16:52

Grazie a te di essere passata! 🙂

Reply
Rosy84 3 Febbraio 2016 at 14:38

Articolo super fantastico, Syl complimenti. Mi hai fatto commuovere e nel mezzo anche a ridere tantissimo per lacune frasi fantastiche.
Castle è più di un telefilm per noi e sono molto felice di aver trovato persone come te e come voi per continuare e amare sempre questa meravigliosa serie.

Grazie infinite Syl per questo articolo che è già salvato tra i miei preferiti.

Reply
Syl
Syl 3 Febbraio 2016 at 18:58

Grazie a te, Rosy! <3

Reply
palita 3 Febbraio 2016 at 15:48

Meravigliosa sintesi della Castlellosità.Entrare nel tunnel Caskett e non volerne uscire mai più. Perchè come ho scritto su Twitter(salvato e messo tra i preferiti il tuo link ),Castle non è solo un telefilm è un mondo tutto a se che solo un fan può capire.Finalmente anche questo maledetto hiatus invernale e finito.Grazie Syl per i bellissimi articoli che scrivi su Castle e i Caskett mi crei sempre tante emozioni nuove.
Le gif sono bellissime! 🙂
Vogliamo, bramiamo la season 9 con i Caskett,senza uno di loro non ha senso; ci meritiamo una season 9!

Reply
Syl
Syl 3 Febbraio 2016 at 18:57

Grazie, Palita! No Caskett, no Castle. Senza nessun compromesso!

Reply
Sette 3 Febbraio 2016 at 15:59

Ma la bellezza!
Dei Caskett, di chi li ama e tra questi tua,che sai rendere perfetta la sintesi, la chiave di questa coppia, riuscendo sempre a dare la tua cifra, accorata, ironica e trascinante nella chiarezza di momenti che racconti in modo mai banale.
Una bellissima pagina per celebrare loro e il fandom!
Grazie

Reply
Syl
Syl 3 Febbraio 2016 at 18:56

Devo tirar fuori di nuovo il fazzoletto di batista <3

Reply
miri 3 Febbraio 2016 at 16:40

Finisci l’articolo e ti chiedi: “ma quanto siamo fortunati noi fan castlellosi ad esserci innamorati di questo telefilm? Quanti Momenti ci ha regalato in questi anni? E quanto siamo fortunati che TU ti sia innamorata di questo telefilm così da regalarci articoli emozionanti e meravigliosi come questo?”. Tanto! <3
Durante la lettura, i brividi. Rivedere tutti questi momenti accompagnati dalla tua capacità di descrivere i nostri caskett e dalle frasi di tutti noi appassionati è stupendo ed emozionante! <3
Grazie, Syl.

Reply
Syl
Syl 3 Febbraio 2016 at 18:56

Grazie a te, Miri <3

Reply
daniela 3 Febbraio 2016 at 17:58

Grazie grazie grazie stupendo già messo nei preferiti

Reply
Syl
Syl 3 Febbraio 2016 at 18:56

Grazie mille!!

Reply
Pilla 3 Febbraio 2016 at 21:19

Leggere questa raccolta di momenti è un tuffo al cuore.
Quante emozioni in quest’articolo… le loro, e le nostre.
Meglio di così non potevano fare i Caskett e non potevi fare tu nel raccontarli!
Mi sa che me lo rileggo subito subito!

Reply
Syl
Syl 4 Febbraio 2016 at 18:29

Grazie mille! Anche per i commenti e la scelta del momento Caskett!

Reply
Elena 4 Febbraio 2016 at 02:06

Ti ringrazio per avermi ricordato tutti i bei momenti che mi hanno fatto passare i Caskett. (Ti ringrazio un po meno per il ricordo di quante volte io abbia visto il promo della scena del frigo. In quei giorni sembravo una psicopatica! Urlavo a mia madre che quella L c’era e non me l’ero sognata anche se mia madre neanche sapeva cosa era Castle… ma vabbè).
Purtroppo ormai è dalla sesta stagione che non seguo più Castle, perchè ormai mi ero accorta che non mi prendeva più come prima e ho preferito smettere ricordando i bei momenti invece che continuare e distruggere l’amore che ho per questa serie in quanto Castle per me non è stata solo una serie tv, ma è stato l’inizio di tutto! Mi ha aperto al mondo delle ship da cui ovviamente non ne sono più uscita e in generale ha acceso in me la passione per le serie tv. Quindi grazie ancora per aver omaggiato in questo modo Castle e Beckett.

Reply
Syl
Syl 4 Febbraio 2016 at 18:30

Grazie a te di aver lasciato un commento anche se non segui più. Anche per me Castle ha segnato l’inizio di tante cose e la passione per moltissime cose collegate. Anche solo parlarne pubblicamente.
Grazie davvero per essere passata!

Reply
Alice 4 Febbraio 2016 at 15:17

Non potevi fare di meglio, cioè chi conosce Castle, chi lo guarda, chi lo segue, non può non emozionarsi leggendo quello che hai scritto. Se seguiamo determinati telefilm e ci appassioniamo è perchè ci danno qualcosa, più degli altri! In Castle la storia d’amore è la cosa principale, tutti amiamo Castle e Beckett sia come persone separate sia come coppia e hai saputo descrivere il loro amore perfettamente. E non è facile scrivere di loro! Però da quello che scrivi si vede quanto li ami e quanto li conosci.
Brava brava Syl, mi sono venuti gli occhi lucidi <3

Reply
Syl
Syl 4 Febbraio 2016 at 18:27

Grazie Alice <3

Reply
panoramix47 5 Febbraio 2016 at 23:41

bellissimo articolo!! Come sempre, riesci a farci “ri-vivere” più intensamente le emozioni che hai (abbiamo) provato nel vedere le scene inserite in questa “top 11 + bonus” (e non solo). Sono poche le serie TV che “riguardo” oltre a Star Trek; Castle ha certamente un posto speciale nel mio cuore e tu riesci sempre, con i tuoi articoli e le tue ff, a “cancellare” dalla mia mente tutte le recensioni/post/commenti “negativi” in cui mi capita di imbattermi.
Grazie ancora XOXOXO

Reply
Syl
Syl 8 Febbraio 2016 at 13:41

Grazie pan!! Grazie per lasciare sempre un commento! 🙂

Reply
Val 7 Febbraio 2016 at 11:00

Articolo stupendo!!! Quando ho saputo l’argomento, mi sono chiesto come avresti fatto a scegliere, tra i tantissimi momenti caskettosi. Leggendoti ormai da diverso tempo, non dovrei più farmi queste domande o rimanere sorpreso dalla tua capacità di rendere, analizzare e descrivere i caskett alla perfezione, in tutte le loro sfaccettature. Non dovrei rimanere sorpreso, ma ogni volta lo sono. Non solo sei riuscita a selezionare i momenti più adatti e più significativi della loro storia, ma li hai raccontati in maniera perfetta, chiara, divertente quando serviva, trascinandoci in uno splendido viaggio nella loro storia. Che dire Syl, sei il bardo ufficiale dei nostri caskett.
Grazie

Reply
Syl
Syl 8 Febbraio 2016 at 13:40

Grazie mille per il tuo commento!! Non credo di essere il bardo dei Caskett, però mi ci impegno 😉

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.