Benedict Cumberbatch diventa Sherlock Holmes anche nella vita reale!

Da ieri sera, una notizia sullo Sherlock Holmes della nostra generazione (nonché Doctor Strange) occupa le prime pagine dei giornali britannici: Benedict Cumberbatch ha salvato da quattro malintenzionati un rider. Vi raccontiamo cosa è successo!

Secondo quanto riportato dai principali tabloid britannici, giorni fa l’amatissimo Benedict Cumberbatch si stava recando con la moglie, la regista teatrale Sophie Hunter, a una cerimonia. La coppia era a bordo di una vettura del circuito Uber quando Benedict ha visto un povero rider di Deliveroo circondato da quattro malintenzionati che iniziavano a malmenarlo, addirittura colpendolo in testa con una bottiglia e cercando di rubargli la bicicletta. Immediatamente, Benedict ha fatto accostare la macchina e, secondo quanto raccontato dallo stesso autista, è sceso dalla vettura dirigendosi verso il gruppo e intimando ai quattro di lasciar stare il rider. Secondo i testimoni, tra i quali l’autista della vettura Uber, Benedict ha anche allontanato fisicamente i quattro dal povero ragazzo, appena ventenne, riuscendo a bloccarne uno, mentre l’autista, accorso in suo aiuto, ne bloccava poi un altro. I quattro malintenzionati hanno cercato di colpire Benedict Cumberbatch, ma lui non solo è rimasto illeso, si è difeso e li ha fatti scappare.

Queste le parole dell’autista, che ha definito Benedict un supereroe: “Stavo portando Benedict e la moglie a un club, ma all’inizio non avevo realizzato che fosse lui. Ho girato in Marylebone Hight Street e abbiamo visto quattro ragazzi che malmenavano un ciclista di Deliveroo. Il mio passeggero è saltato giù (dalla macchina, n.d.t.), è corso verso di loro e ha allontanato i quattro uomini. Loro si sono rivoltati contro di lui, le cose sono sembrate peggiorare e così io l’ho raggiunto. Lui è rimasto lì, urlando contro di loro ‘Lasciatelo stare!’ E’ stato solo allora che ho riconosciuto Benedict. E tutto è diventato un po’ surreale. C’era Sherlock Holmes che combatteva contro quattro delinquenti non lontano da Baker Street. Io ho bloccato uno dei ragazzi e Benedict un altro. Sembrava sapere esattamente cosa fare. E’ stato molto coraggioso. Ha fatto quasi tutto lui, devo dirlo onestamente. Loro hanno cercato di colpirlo, ma lui si è difeso e li ha respinti. Non è stato ferito. Poi penso che loro stessi abbiano capito che era Benedict e sono corsi via. Benedict è stato coraggioso e altruista. Se non si fosse fatto avanti, il rider avrebbe potuto essere ferito gravemente. Poi ha chiesto al rider come stava, il ragazzo ha risposto ‘Ok’ e Benedict lo ha abbracciato.”

Come potete vedere, c’è un particolare che rende ancora più incredibile gli eventi, oltre al coraggio di Benedict Cumberbatch: il tutto è avvenuto a poca distanza da Baker Street, che è la residenza di Sherlock Holmes. L’ironia della vita!

 

I quattro malviventi sono ancora ricercati per l’aggressione, come confermato dalla polizia.

Deliveroo ha rilasciato una dichiarazione, nella quale si legge: “I rider di Deliveroo sono eroi che consegnano milioni di pasti ai clienti in tutto il Paese. La loro sicurezza è la nostra priorità e ogni violenza contro di loro è totalmente inaccettabile. Vogliamo ringraziare Benedict Cumberbatch per le sue azioni eroiche. Da parte di tutti noi di Deliveroo: grazie infinite.”

E come ha risposto Benedict a tutto ciò? “L’ho fatto, beh, ho dovuto farlo, sapete…”

Well done, Ben!

(Ora cerca di convincere i Moftiss a buttare giù qualche idea per la quinta stagione di “Sherlock”, la vorremmo prima del prossimo secolo. Va bene anche uno speciale. Thanks a lot.)

Fonte




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

Sam
Simona, che da bambina voleva diventare una principessa, una ballerina, una cantante, una scrittrice e un Cavaliere Jedi e della quale il padre diceva sempre: “E dove volete che sia? In mezzo ai libri, ovviamente. O al massimo ai cd.” Questo amore incondizionato per la lettura e la musica l'ha portata all'amore per le più diverse culture (forse aiutato dalle origini miste), le lingue (in particolare francese e inglese) e a quello per i viaggi. Vorrebbe tornare a vivere definitivamente a Parigi (per poter anche raggiungere Londra in poco più di due ore di treno). Ora è una giovane legale con, tralasciando la politica, una passione sfrenata per tutto ciò che all'ambito legale non appartiene, in particolare cucina, libri e, ovviamente, telefilm. Quando, di recente, si è chiesta in che momento, di preciso, sia divenuta addicted, si è resa conto, cominciando a elencare i telefilm seguiti durante l'infanzia (i preferiti: Fame e La Famiglia Addams... sì, nel fantasy ci sguazza più che felicemente), di esserci quasi nata. I gusti telefilmici sono i più vari, dal “classico”, allo spionaggio, all'ambito legale, al “glamour”, al comedy, al fantastico in senso lato, al fantascientifico, al “giallo” e via dicendo. Uno dei tanti sogni? Una libreria. Un problema: riuscirebbe a vendere i libri o vorrebbe tenerli per sé?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.