Ask Ausiello | Quantico, Psych, Stranger Thing, Fear TWD, Fargo, Supernatural e altri…

Domanda: Cosa sta succedendo con la terza stagione di Quantico? La ABC sta stravolgendo completamente la serie? – Justine

Ausiello: Non credo si possa parlare di un completo stravolgimento, ma cambieranno parecchie cose. Ho saputo che il network – assieme alla nuova leadership della serie, che ancora deve essere decisa – sta cercando di rendere la serie più accessibile al pubblico. Questo significherebbe snellire le trame (anche se le mie fonti insistono nel dire che non sta diventando un procedurale) e la mitologia. I recenti tagli al cast fanno parte di questa nuova direzione creativa.

Domanda: Si sa già a quale altro pilastro degli anni 80 renderà omaggio Stranger Things quando tornerà con la seconda stagione? – Ben 

Ausiello: I fratelli Duffer pensano all’autunno del 1984. “L’estate dell’84 è stato una buona annata per i film,” ha fatto notare il produttore esecutivo Matt Duffer. “Indiana Jones e il tempo maledetto, Ghostbusters, Gremlins, Karate Kid. I ragazzi hanno visto tutti questi film. Probabilmente più di una volta, infatti possono citarne dei passaggi a memoria.” E, come confermato dalle prime foto della seconda stagione, la Scooby gang si vestirà da Ghostbusters per Halloween. BONUS SCOOP: cercate la locandina originale di Terminator, farà un cameo. L’ha rivelato il produttore esecutivo Ross Duffer:“Lo danno al cinema del paese perché è uscito proprio ad ottobre nel 1984”.

Domanda: Quanto sarà importante la parte relativa alle cospirazioni nella seconda stagione di Stranger Things? – Nick

Ausiello: Non ho una percentuale esatta da darti, ma il PE Ross Duffer conerma che la seconda stagione darà più tempo a quella parte della storia. “Volevamo esplorare l’idea di come sia possibile tenere nascosta una cosa del genere, e cosa succede se qualcuno inizia a scoprirla”, dice. “Era una cosa interessante, secondo noi, e volevamo scoprire qualcosa di più”.

Domanda: Qualche scoop su Fear the Walking Dead? – Brian

Ausiello: Guarda se questo ti può andare: l’episodio di domenica dello spinoff di The Walking Dead (AMC) ci mostra Daniel sulla porta di Dante, e poi ci darà qualche indizio e ci dirà se il “defunto” padre di Ofelia sarà in grado di stare con il nuovo prigioniero/consigliere del mercante d’acqua, Strand.

Domanda: Sai qualcosa sulla nuova stagione di Preacher? – Jon

Ausiello: Eccome. La sanguinolenta premiere della seconda stagione (domenica 25 giugno) rivela che Dio è stato nell’ultimo dei posti che potreste immaginare. E anche se la prima notte che Jesse e Tulip hanno passato assieme dopo essere ritornati ad essere una coppia non è andata come avrebbero voluto (vedi la foto), entro la fine di “On the Road”, avranno fatto del foreplay sexy e distruttivo alla Spike e Buffy.

Domanda: Il finale di Jane the Virgin ha dato uno dei più grandi indizi sul narratore, dicendo che è qualcuno che ha voluto bene a Xiomara. Chi è? Suo padre dal paradiso? Un futuro figlio? E’ dalla prima stagione che aspetto una risposta… Non mi lasciare così! – Drew

Ausiello: Tutto ciò che dobbiamo sapere sull’identità del narratore della serie… In un’altra news su JtV, Rafael Solano… Un autista di autobus? Probabilmente no, ma, preannuncia il produttore esecutivo Jennie Urman, l’ex proprietario di hotel troverà un lavoro ora che Luisa l’ha spennato. “Sappiamo già cosa farà, ma gli ci vorrà un po’ per scoprirlo”.

Domanda: So benissimo che siamo solo a giugno, ma nulla mi impedirà di chiedere qualche anticipazione su Supernatural. – Sam

Ausiello: Il mese scorso il finale di Supernatural ha preparato il terreno per una tredicesima stagione esplosiva, ma, se vuoi qualche indizio sul futuro dei Winchester & Co., dovrai riguardarti una delle prime puntate. Ti ricordi che, nella preview della stagione 12 “Ladies Drink Free”, il produttore esecutivo Robert Singer aveva rivelato che l’episodio avrebbe dato “qualche piccolo indizio su cose che torneranno nella prossima stagione”? Quindi abbiamo ovviamente chiesto ad Andrew Dabb di dirci di più. “Probabilmente vi diremo di più al Comic Con” ha risposto. “Abbiamo in serbo cose davvero, davvero interessati”.

Domanda: Qualche novità sul series finale di Reign? – Kevin

Ausiello: Kevin, tieniti la corona ben stretta, perché il drama della CW raggiungerà un climax veramente oscuro – e strano – nella puntata di questa sera. Non rivelerò come finisce la storia di Mary, dirò invece che nell’ultima ora dello show vedrete la scena di sesso più estrema della serie. (E se lo seguite da tempo, capirete la portata di questa affermazione.)

Domanda: Scoop sulla trama o sul casting di Psych: The Movie? – Giovanni

Ausiello: Vi posso dire chi NON ci sarà nel revival di due ore: Cybill Shepherd. E mi dicono che non c’è nulla di scandaloso. Semplicemente la presenza della mamma di Shawn non era richiesta nel film.

Domanda: Scoop su The Night Shift? Ora che Topher non sarà più parte della serie, che succederà? – Amanda

Ausiello: Ken Leung non fa più parte del cast della serie NBC (che torna il 22 giugno), ma l’assenza di Topher si farà sentire visto che la serie riprende la storia 48 ore dopo la sua uscita di scena. Infatti, Jordan farà di tutto per fare un patto e vi sembrerà che un ritorno di Topher sia imminente, arriverete addirittura a pensare che la sua uscita di scena sia una semplice trovata pubblicitaria (non lo è). BONUS: Attenzione la prima puntata della quarta stagione finisce con un signor cliffhanger.

Domanda: Rivedremo Yara Shahidi (Zoey) nella prossima stagione di Black-ish? Oppure la rivedremo soltanto nello spinoff (Freeform) College-ish? – Rachel

Ausiello: “La rivedremo sicuramente in Black-ish” dice Kenya Barris. “La vedremo come si vede un qualsiasi ragazzo che va a scuola”. Traduzione: Zoey tornerà ogni tanto per rivedere i suoi e i suoi fratelli. Barris, nel frattempo, conferma che Zoey apparirà nella prima stagione della quarta stagione. “Ci sarà quando ricomincia,” dice “e poi andrà avanti con la sua vita.”

E poi…

  • A MacGyver si aggiungono due series regular, due donne, per la seconda stagione: un’agente CIA che si chiama Carmen. E poi – facciamo lo stesso lavoro: Intel Extraction Specialist. Le coincidenze!
  • Come anticipato su Instagram, Dame Carrie Coon di Leftovers e Fargo è passata negli uffici della Grande Mela di TVLine per registrare con me un episodio sugli Emmy per il podcast di TVLine (che arriverà il 20 giugno). Ho passato i primi venticinque minuti a dirle quanto è brava e a complimentarmi per il lavoro che ha fatto in entrambi gli show. E poi, gli ultimi cinque minuti, abbiamo parlato della sua co-star di Fargo Olivia Sandoval (Lopez), che ho intenzione di nominare come la “breakout star” del 2017 (o per lo meno, della prima metà del 2017). A proposito di Fargo, non vedo l’ora che arrivi mercoledì per vedere il finale…
  • Il mio collega Dave Nemetz è riuscito a vedere un pezzettino del finale della terza stagione e manda questo messaggio con un piccolo scoop: “Per citare il titolo di un film che non è dei fratelli Coen: Scorrerà del sangue. Più personaggi non sopravviveranno al finale, che mette la parola fine al gioco del gatto col topo di Nikki Swango e V.M. Varga. Sarà violento e inaspettato. Il karma ha un ruolo importante nel finale: se la prenderà con alcuni personaggi importanti e servirà un bel piatto freddo. E accertatevi di aver spento il telefono e di guardare MOLTO attentamente la scena finale: Spettacolare”

Ecco, è tutto.

Fonte




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

thisperfecttime

Valentina, classe 1991. Da piccola il suo appuntamento quasi-fisso era con Young Hercules e Xena L’addiction però è arrivata più avanti, con Lost. Ricorda un momento preciso, come un colpo di fulmine: accende la tv e appare un gruppo di persone a lei ancora sconosciute, una ragazza bionda prende la mano di un ragazzo e poi un’asiatica esclama: “Boat, Boat!”. Ecco, quello è stato IL Momento. Dopo aver recuperato telefilm che le erano inspiegabilmente sfuggiti (Buffy in primis) inizia a guardare un numero sempre crescente di serie tv, vecchie e nuove, (tanto i network “risolvono il problema” facendo stragi e cancellandone una buona percentuale) e ad affezionarsi, sempre e comunque, a quei personaggi destinati a tirare le cuoia nei modi più assurdi e dolorosi. Per ora fa la spola tra Gotham City e l’Enchanted Forest, tra il Seattle Grace e Central City, tra Baltimora e il salotto di Freddie e Stuart… Ma è sempre alla ricerca di nuove destinazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.