Image default
American Horror Story Recensioni

American Horror Story | Recensione 2×09 – The Coat Hunger

Siamo al giro di boa. American Horror Story và in pausa fino al 2 Gennaio e ci lascia con un episodio elettrizzante, inquietante e denso di avvenimenti. The Coat Hunger, infatti, confermando una guest star dal precedente episodio, porta avanti la story-line di fondo che da qualche settimana, era leggermente in stallo. Nell’Asylum si fortificano gli inganni, i rovesci di fortuna e soprattutto si dà anche uno sguardo al futuro; esatto perché, anche se indirettamente, ora scopriamo non il come ma il perché, il tristemente famigerato Bloody Face è vivo e vegeto negli anni 2000. Dylan McDermott fa una piccola apparizione e, finalmente, si alza il velo su uno spoiler che sul web impazzava da una settimana ormai. Senza troppi giri di parole, questo episodio 9 di American Horror Story, colpisce nuovamente nel segno.

Ho affermato di essere al giro di boa, perché non solo con il colpo di scena finale potremo scoprire se nell’asylum ci saranno o meno gli alieni, ma soprattutto constatiamo che i malati dell’ospedale/prigione stanno prendendo inesorabilmente il sopravvento. In The Coat Hunger vediamo come suor Jude, ingannata dal dottor Arthur, ora è rinchiusa lei stessa nel luogo che comandava con una cattiveria disumana; intanto suor Mary, che assurge sempre più a villain seducente e carismatico della serie, vigila sui malati con timore ed un pizzico di rispetto. Lana, consapevole poi di aspettare un figlio dal temibile dottor Oliver, cerca in tutti i modi di abortire, mentre con la complicità di Kit tortura il dottore legato in una stanza dell’asylum. Gli avvenimenti non finisco qui, perché mentre il dottor Arthur pensa che Kit sia fatalmente legato alle creature fantastiche che aleggiano all’interno del manicomio, l’inespressivo monsignore rimane vittima della cattiveria di Scary Santa interpretato da un impeccabile Ian McShane.

Anche se ormai American Horror Story non spaventa più come lo scorso anno, rimane ancora uno degli show più dannatamente stuzzicanti che la FX ci propone. Siamo quindi ad una sorta di finale di metà stagione per la nostra serie preferita, e a 4 episodi dal finale, possiamo ritenerci soddisfatti. Nonostante per tre episodi la serie ha messo come in stand-by la vicenda, questo episodio ha decisamente destato la nostra attenzione. Una vicenda scorrevole, con uno sguardo anche al futuro, ci fa ben sperare che il finale di stagione possa essere più elettrizzante rispetto a quello della scorsa annata. Tra misteri alieni, serial killer di una crudeltà estrema, misteri ancestrali, e follie oniriche, American horror story 2 rimane quindi la serie più geniale partorita dalla mente di Murphy, dopo Nip/tuck. L’episodio in questione poi, anche se in maniera frettolosa, ha cambiato le carte in tavola e stravolgendo l’intero universo della serie.

Prendiamo quindi un attimo di respiro, godiamoci queste vacanze natalizie, e speriamo che suor Mary non sia presente alla messa del 25 dicembre.

Related posts

Grey’s Anatomy | Recensione 12×08 – Things We Lost in the Fire

Claw

Ravenswood | Recensione 1×10 – My Haunted Heart

Lestblue

Riverdale 2×01 – Luke Perry deve essere preservato!

Al

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.