Image default
Gilmore Girls Top

10 cose che Gilmore Girls mi ha insegnato


Ormai lo sanno in ogni angolo della Terra: Netflix avvererà il nostro sogno di vedere la continuazione/fine degna di Gilmore Girls, dopo anni spesi nel desiderio che quell’ultima puntata non fosse il vero finale di serie. Non che fosse irrispettosa, come accade purtroppo frequentemente nel mondo televisivo, si aveva solo l’impressione di qualcosa lasciato in sospeso, adatto a un finale di stagione, ma non per concludere gloriosamente sette anni di una storia meravigliosa. Adesso ci aspettano altre quattro puntate di un’ora e mezza ciascuna, che le rendono più simili a film come durata, con tutto il cast al completo. Non vedo l’ora! Sembra perfino troppa grazia, visto che il mondo dei telefilm e network televisivi gira intorno al motto “Mainagioia” e “Se posso accoltellarti, lo farò il più profondamente possibile, ridendo, anzi, mentre distruggo i tuoi sogni”.

Gilmore Girls è stato uno dei telefilm che più ho amato, il primo di cui ho comprato tutti i dvd e quello di cui ho fatto un gran numero di rewatch dall’inizio alla fine (poi è venuto Castle, ma, per carità, non apriamo quella porta).
Prima di tuffarci nel futuro, ho voluto tornare a immergermi nel fantastico passato che mi ha tenuto così tanta compagnia grazie al buonumore, le battute velocissime, il rapporto tra Lorelai e Rory, il caffè di Luke, le cene del venerdì, il college e i ragazzi di Rory, elencando dieci tra le cose più importanti che questo telefilm mi ha insegnato (finalmente posso smettere di dire: “Lasciato in eredità”).

1. Il caffè come arma di sopravvivenza.
La vita non è affrontabile senza immettere litri di caffeina nel nostro corpo a ondate abbondanti e regolari, per non far mai abbassare i livelli nel sangue. Il caffè è in grado di dare una svolta alla giornata e di risolvere molti dei problemi che si presentato, quantomeno migliorando la nostra predisposizione al mondo. È sempre meglio assumerne grandi quantità e direttamente in vena mantenendo una certa sanità mentale, senza trasformarsi in persone iper agitate, saltellanti, o isteriche.

1453894024-coffee-iv-jhh1443999849 (1)

2. Nella vita l’importante è essere flessibili.
Non dobbiamo fare muro contro muro. Dobbiamo essere come l’acqua che si adatta al recipiente che la contiene, accettando la realtà delle cose e trovando il modo migliore di affrontarle, e cioè il nostro, finché tutto va esattamente come vogliamo noi, possibilmente subito. Non è semplice, in fondo?

 

3. Non c’è niente di male a prendersi una pausa dalle persone.
Non sopportare gli esseri umani, qualche volta, non solo è legittimo, ma è anche del tutto normale. Non ci rende psicopatici asociali con problemi di relazione. Staccare dal mondo può essere liberatorio e rigenerante. Salvo quando odiamo noi stessi.

4. I libri sono sempre la salvezza.
Per chi ama i libri non è una novità: i libri sono spesso un rifugio prezioso per evadere da una realtà spiacevole, permettendoci di stare al sicuro in un posto protetto. È quindi sempre meglio essere previdenti e portarsene sempre uno con sé, perché non si sa mai quando potremo averne bisogno. Inoltre, profumano di buono.

5. La negazione è sempre una soluzione.
Sì, lo sappiamo, le persone responsabili affrontano i problemi, senza evitarli. Ma è una cosa piacevole? No. Non lo è nemmeno essere sempre ragionevoli e assennati. Confessiamolo: la reazione più umana è proprio quella di Lorelai. E poi spesso le cose finiscono per mettersi a posto da sole, senza dover intervenire. [D’accordo, anche questa è negazione].

6. Viaggiare è magnifico, ma anche tornare a casa lo è.
Andarsene lontano, visitare posti sconosciuti, fare esperienze, divertirsi sono tutte cose non solo molto appaganti, ma utili per ricaricarci, aprirci la mente e arricchirci. Ma dopo qualche tempo trascorso fuori, è altrettanto bello tornare a casa e riabbracciare i nostri affetti, nel modo più rumoroso, eccessivo e manifesto possibile. Mostriamo a tutta la nostra gioia incontenibile!

7. L’amore va oltre ogni logica.
Non scegliamo di chi innamorarci, e non possiamo smettere di amare, solo perché la ragione direbbe il contrario. Amore e saggezza non vanno di pari passo. Ci si innamora di qualcuno ed è fatta. Inutile combattere un sentimento, non potremmo farlo nemmeno volendo.

Ma sempre tenendo conto che a tutto c’è un limite e usando un po’ di buonsenso.

8. L’aiuto delle altre persone è prezioso.
Siamo animali sociali, non isole. Sulla nostra strada ci capiterà di incontrare persone in grado di aiutarci, sostenerci, vedere il nostro potenziale, migliorarci. E ricordiamoci sempre di essere grati e riconoscerne i meriti! Se poi incontriamo Jess, beh…

9. Le esperienze forti ci fanno sentire vivi.
Io personalmente non mi sarei mai buttata da un tetto con solo un ombrello, pure se a propormelo fosse stato Logan Huntzberger (#TeamLogan). Metaforicamente, però, fare salti nel vuoto terrorizzante con qualcuno che ci tiene la mano può trasformarsi in un’esperienza entusiasmante e rivitalizzante.

10. A mother knows better.
I consigli di una madre sono sempre preziosi. Soprattutto quando si tratta di indossare una gonna.

La lista è finita, ma limitarsi a dieci è stato difficile! Aspettate anche voi il ritorno delle Gilmore? Che cosa vi hanno lasciato? Fatemelo sapere!

Related posts

I 5 Comprimari Fondamentali secondo Lestblue

Lestblue

Gilmore Girls | Kelly Bishop parla di Emily, ora vedova, e di Richard

thisperfecttime

Pride Month | Le Serie Tv importanti per il mondo LGBTQ

The Lady and the Band

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv